Il primo sito di Annunci erotici italiano, scambio coppie, racconti ed esibizionismo.       Siamo 502.662        Ora online 40.936        WebCam Chat: 120
Entra




Torna all'indice dei Racconti Erotici Gay & Bisex

Gay & Bisex


Il diario di un uomo (2) -Il campeggio-

           di rikyxxx-passivo

 Scritto il 05.07.2010    |    Letture: 14.764  |    Votazione 7.0:

"Guido voleva di più e quel pezzo di carne in bocca non gli bastava, la sua eccitazione stava finendo e gli domando di fotterlo, ovviamente Massi acconsenti..."
Il diario di un uomo (2) -Giulio e "l'avventura" in campeggio-


Giulio è un ragazzo 17enne, studia in un istituto industriale e sogna di progettare auto. La sua passione è il camper, infatti sin da piccolo e ha accompagnato sempre i suoi genitori nei viaggio a bordo camper, i viaggi più belli. È Giugno, la famiglia di Giulio ha deciso di fare un viaggio in Abruzzo, in un nuovo campeggio. È detto fatto, il campeggio era molto carino ma in cuor suo Giulio sperava di trovare una cosa diversa da fare, un emozione più forte e smettere di giocare con il padre ai soliti giochi di carte o a calcio balilla, desiderava ardentemente un amore, ma vista la sua tenera età voleva solo divertirsi, insomma voleva fare sesso.
Giulio si da piccolo ha avuto attrazione per i bambini, crescendo si è accorto che era sbagliato provare quei sentimenti per i ragazzi, si è fidanzato con delle bellissime “donnine” ma aimè non facevano per lui, a lui piaceva il cazzo, voleva provare la sensazione nel sentirlo in bocca tra le sue labbra, baciarlo. Con il tempo è cresciuto e si è reso conto che lui era attratto dai ragazzi, era bello vedere le loro cosce, intravedere i loro muscoli e fare fantasie sulla misura dei loro peni, era così eccitante, dal canto suo Giulio era un bellissimo fusto, capelli mori brizzolati, occhi color nocciola, alto e un fisico formato da anni di nuoto e corsa; ma lui era sempre modesto e si definiva “brutto”, non gli piaceva il suo corpo e non voleva mostrarlo in giro, rimaneva sempre barricato in casa al computer, il suo unico contatto con il mondo esterno. Ma quando girava in camper diventava un boscaiolo, gli piaceva fare lunghe passeggiate e pensare a tutto; ma il suo amico era sempre con lui, il personal computer lo portava dovunque.
Arrivati al campeggio-tutto è molto ordinato e in cinque minuti gli viene assegnata una piazzola, Giulio è già disperso per il campeggio ricercando delle attività da fare o semplicemente qualche bel fusto da spiare. Non è molto socievole ma fece subito amicizia con un ragazzo di pochi mesi più grande di lui, un ragazzo carino, non particolarmente palestrato ma molto divertente è bello, dentro i suoi occhi Giulio vedeva una luce, ma non osava fare niente per la sciocca paura di essere scoperto, quella paura che ti reprime e non ti lascia parlare liberamente. Le giornate passano e la confidenza tra i due aumenta.
È sera, Giulio sta passeggiando per il campeggio, adora la notte perché il buio copre ogni cosa e quindi può essere solo immaginate, passo dopo passo pensa alla sua vita così monotona, pensa alla scuola ma il pensiero cade su Massimo, il suo nuovo amico di giochi, cerca di analizzarlo ma è troppo stanco allora torna in camper e si addormenta.
Il giorno dopo la situazione non cambia ma Giulio ha intenzione di sorprendersi, vuole provare a cambiare la sua vita, come ogni giorno si incontrano lui e massimo per giocare. Giulio indossa dei pantaloncini molto succinti, il torso nudo e dei sandaletti, vuole provarci con Massimo. Gli propone di ballare, lui accetta e iniziano assieme un tango passionale, il culetto ancora vergine di Giulio si struscia con tutte le forse con il pacco, il bel pacco di Massi, il ballo si rivela molto hard; ma tutto viene preso per un gioco. Il pomeriggio Massi riposa un po’ ed e li che Giulio l’avrebbe colpito; assicurandosi che in casa non ci fosse nessuno entra e si dirigi in camera di Massi, apre la porta e vede una cosa che lui mai si avrebbe immaginato, Massimo steso nudo sul letto a masturbarsi molto violentemente, vedevo il suo corpo contrarsi dal dolore per ogni “colpo” che si infliggeva, essendo super eccitato entro nella sua camera, lui con molta disinvoltura si continua a menarsi il cazzo, poi lo fa accomodare e gli domanda di fargli un massaggio, sapevo che non era un semplice massaggio ma era il cambiamento della mia vita, finalmente nella sua monotona esistenza c’era qualcuno che la stava per rendere più “piccante”.
Giulio inizio a praticargli un massaggio con i fiocchi ma le sue mani si spostavano molto velocemente sino a raggiungere l’oggetto dei suoi sogni, il cazzo, per il momento mi interessava solo quello, prende in bocca quella mazza durissima, lecca ed ingoia, su e giù con dei movimenti lenti per fare accrescere l’eccitazione, sembra un ninfomane oppure un cazzomane.
Improvvisamente senti delle fitte allo stomaco, lui provava qualcosa per lui, non gli piaceva solo il suo cazzo bello lungo e scappellato, ma gli piaceva anche lui, il suo corpo, il suo comportamento, Guido non sapeva se questo fosse amore, ma gli sembrò abbastanza per dirgli quelle due paroline che cambiano un intera esistenza “TI AMO”. Guido voleva di più e quel pezzo di carne in bocca non gli bastava, la sua eccitazione stava finendo e gli domando di fotterlo, ovviamente Massi acconsenti e, fatto mettere a 90°, inizia a penetrarlo lentamente per non fargli male, ma poi dà un colpo secco, si sentono le palle sbattere contro il culo, infoiato più che mai lo fotte senza ritegno, come se fosse un cane in calore con sotto una troia che lo soddisfi, a Guido piaceva fare la troia ed essere chiamato volgarmente mentre era in corso il rapporto.
Finito di fotterlo a 90° cambiò spesso posizione sino a venire nel culo di Giulio e Giulio sul ventre di Massi, erano esausti, un bacio racchiude questo momento come una fotografia. Giulio non sa che sentimenti prova per Massi ma intanto si è gustato quella meraviglia di 23 centimetri di puro e gustosissimo CAZZO.

Continua….
Ringrazio tutti per i commenti e vi prego di continuarmi a scrivere così numerosi, sono molto contento quando ricevo una mail di qualcuno, alla quale rispondo sempre .Grazie
Per commenti od altro potete scrivermi all’indirizzo mail [email protected], oppure su msn sempre allo stesso indirizzo o sul mio blog ufficiale http://blog.libero.it/rikyxxxpassivo
.


Votazione del Racconto: 7.0
Ti è piaciuto??? SI NO


Disclaimer! © Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore.
Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.



Commenti per Il diario di un uomo (2) -Il campeggio-:




Per lasciare un commento fai il login o unisciti a noi, è gratis!


Altri Racconti Erotici in Gay & Bisex:



SexBox




Sex Extra