Il primo sito di Annunci erotici italiano, scambio coppie, racconti ed esibizionismo.       Siamo 505.313        Ora online 50.484        WebCam Chat: 252
Entra




Torna all'indice dei Racconti Erotici orge

orge


Pomodori da conserva

           di Pecorina1

 Scritto il 25.02.2012    |    Letture: 15.957  |    Votazione 9.6:

"Scesa dalla macchina ho preso le cassette e sono entrata in una serra..."
Ciao mi chiamo Concetta. Sono una donna del Sud, emigrata da tanti anni al Nord.
Sono sposata ed ho un figlio di 18 anni.
Ho 45 anni, sono bruna, alta 160 cm con la 4 di seno ed un sedere bello rotondo e sodo.

Vi voglio raccontare un’avventura che mi è capitata questa estate, quando ero in Sicilia in ferie.

Come sapete d’estate è il tempo di fare le conserve, quindi d’accordo con i miei parenti abbiamo deciso di fare un po’ di conserva per l’inverno.

Siccome mio marito lavorava, mi hanno incaricato di andare a prendere due casse di pomodori.

Per pagarli di meno, mi hanno suggerito di andare direttamente nella serra, in modo che la qualità fosse migliore.

Mio marito mi aveva suggerito di andare in campagna da un suo amico di nome Mimmì, e di portagli i suoi saluti.

Sono partita con la mia Panda.

Siccome era Agosto, faceva un caldo enorme, quindi avevo solo una vestaglietta e gli slip.

Le serre erano in campagna, quindi dopo un paio di chilometri di strana dissestata, sono arrivata davanti ad un casolare di campagna, con vicino direttamente le coltivazioni.


Scesa dalla macchina ho preso le cassette e sono entrata in una serra.

Mimmì era solo con i pantaloncini, scalzo, a torso nudo ed aveva un aspetto poco rassicurante.

Gli ho detto che volevo due casse di pomodori.

Poi, sbadata, mentre le stavo pagando gli ho detto che gli portavo i saluti di mio marito.

A questo punto Mimmì mi ha detto “Allora a tuo marito ……..gli devi portare anche un regalo da parte mia : abbiamo dei bei cetrioli grossi e duri, vieni nell’altra serra”.

Mi ha fatto andare avanti dentro un’altra serra. Io ero imbarazzata, poiché per il caldo avevo il vestito che si attaccava per il sudore.

Nell’altra serra c’erano tante piante di cetriolo o dei cassoni pieni.

Appena mi sono avvicinata per prenderne uno, Mimmì mi ha spinta con la faccia dentro un cassone. Con la mano sinistra mi teneva per il collo e con la destra mi ha alzato il vestito sulla schiena e mi ha abbassato gli slip fino alle caviglie.

Io ero imbarazzata. Non potevo muovermi, sentivo due dita grosse dentro la figa ed il pollice nel sedere.

“Adesso mi paghi tu i debiti di 10 anni fa di tuo marito ………..lui voleva prendere per il culo a me? Adesso io gli sfondo la moglie !”.

Poi si è slacciato il cordino che gli teneva su i pantaloncini, ed ha sfoderato un cazzo enorme.
Era almeno 25cm, tutto nodoso come un ramo di ulivo. Il cazzo era duro quindi senza tanti complimenti l’ha appoggiato alla mia povera fighetta e …spinto.

Con le mani mi teneva ferma per i fianchi, costringendomi a un movimento avanti-indietro molto lento.
Sentivo un forte dolore alla vagina, ma era ancora niente.

Dopo 10 minuti in cui mi ha detto sempre “ Buttana …piglia e porta a casa ….. hai il più bel culo del paese …. Era tanto che volevo provarti ….”, con le mani mi ha aperto le natiche e mi ha appoggiato la cappella allo sfintere….

Io ero terrorizzata, avevo paura di essere sfondata tanto era grosso.

Il bordo del cassone mi faceva male al ventre, dove ero appoggiata ma non potevo muovermi.

Mimmì mi ha solo detto “Piglia …chistu e pa ta marito “ ed ho sentito tutti i 25 cm entrare di colpo.

I ciglioni mi sbattevano sulla fighetta …..ed io ero costretta a fare avanti-indietro sino ad impalarmi fino alla base del cazzo.

Sentivo tanto male alla pancia, ma ero costretta a stare oscenamente aperta …

Ero li che mi inculava come una troia, che Mimmì ha chiamato i figli.

I figli erano 4 ragazzi sui 20 anni.

Appena arrivati … il padre gli ha detto “ Chista è la mugliera di un mio amico d’infanzia ……..che mi voleva pigliare pu culo ammia ……adesso lu piglia issa ….stà buttana …” e così dicendo ha sfilato il cazzo enorme dal culetto e dopo aver fatto il giro del cassone di cetrioli, mi ha fatto aprire la bocca e sborrato dentro una quantità enorme. Io non potevo neanche buttarla giù, ma tra le lacrime ho deglutito.

Poi lui ha detto “Adesso vado in paese a vendere i pomodori al mercato, torno tra due ore ….fate divertire la signora …. Fategli vedere i nostri prodotti freschi …… che la Nord non ci sono più . Però appena avere fatto tornate al lavoro o vi spacco la testa!”.

Io sono rimasta bloccata, poiché mentre il padre si tirava su i pantaloncini i 4 figli li hanno fatti cadere … anche loro erano tutti nudi e con i cazzi già duri.

Mi hanno fatto togliere anche il vestitino, così nuda con tutte quelle mani addosso, sui seno, nella figa nel culo, sono stata fatta appoggiare ad un cassone vuoto, così mentre uno dei ragazzi mi prendeva dietro dovevo succhiare il cazzo di un altro.

I ragazzi non erano esperti come il padre quindi dopo pochi colpi mi sborravano in bocca ………però erano sempre duri ….

Come minimo saranno venuti 3 volte a testa ed ognuno mi ha presa in tutti i buchi ….

Quando è rientrato il padre era ormai sera, saranno state le 17 ed io ero li dalle 14, sempre sotto.

Due ragazzi erano già ritornati al lavoro, ed io ero presa in figa e sedere dai due rimasti.

Mimmì gli ha detto “ Fate presto che tanto per tutto Agosto stà signora ritorna a trovarci!”, e dopo aver tirato fuori il cazzo puzzolente della sborra di prima essiccata per il caldo, si è fatto fare un altro pompino.

Dopo 10 minuti sono venuti tutti e due, quindi i ragazzi hanno rimesso i pantaloncini e sono corsi al lavoro, mentre Mimmì appoggiato ad un cassone si faceva fare un pompino, con la mano mi teneva la testa e mi dava la velocità.

Mentre era così inginocchiata sentivo i liquidi uscirmi falla fighetta e dal culetto, oscenamente dilatati.

Sono quindi entrati 4 ragazzi neri, erano gli operai di Mimmì che aspettavano i soldi, visto che era andato a vendere i prodotti al mercato.

Lui con un grugnito mi ha sborrato nuovamente in bocca, poi gli ha detto che visto che lui era un capo buono, gli permetteva di farsi una scopata veloce, non più di 10 minuti, tanto “il marito della signora mi deve nu sacco di soldi e tutti dal culo li deve far uscire …”.

Io ero distrutta, ma i quattro non avevano pretese, avevano dei cazzi molto grossi, quindi dopo avermi fatto impalare sul cazzo di uno sdraiato per terra, un altro mi ha inculato e gli altri due con una mano mi stringevano un seno e con l’altra mi accarezzavano le chiappe. Io con le mani gli facevo le seghe, quindi dopo interminabili minuti in cui i due scopatori spingevano come tori, considerato che in Sicilia è difficile per un nero scopare una bianca …sono venuti tutti insieme.

Poi sono andati via, io ero sdraiata per terra, tutta sporca e sfondata.

Mimmì mi ha preso di peso ed immersa nella vasca con l’acqua di irrigazione.

Dopo essermi lavata ed asciugata, mi sono rivestita, gli slip entravano tutti dentro tanto ero dilatata.

Poi sono andata alla macchina ed il bagaglio era colmo di pomodori, zucchine, cetriolo, lattughe, peperoni. Mimmì mi ha detto “Sono per tia, te li sei meritati, salutami a tuo marito. Ti aspetto la prossima settimana !”.

Arrivata a casa tutti i parenti sono stati contenti, mio marito “Certo che Mimmì è un’amico, guarda che regali. E’ dire che circa 10 anni fa io avevo preso 4 casse di pomodoro … e le devo pagare ancora adesso. L’ho preso per il culo!”… Ah se mio marito sapesse chi l’ha preso nel culo …ma per le 4 settimane di ferie gli ortaggi non sono mai mancati … andavo io a prenderli due volte alla settimana!

.


Votazione del Racconto: 9.6
Ti è piaciuto??? SI NO


Disclaimer! © Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore.
Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.



Commenti per Pomodori da conserva:


Membro VIP di Annunci69.it Senzalimiti72, gay Emilia Romagna il 10.03.2012 alle 08:58:49 ha scritto:

Complimenti,sono molto eccitanti i tuoi racconti!


groundzero, singoli Sicilia il 19.08.2012 alle 03:31:14 ha scritto:

complimenti alla mia conterranea sei una gran troia goderecci mi piaci


singolosana, singoli Campania il 25.08.2013 alle 01:14:11 ha scritto:

brava


toroalex, singoli Piemonte il 08.10.2013 alle 15:33:45 ha scritto:

complimenti sei stupenda nei tuoi
racconti baci...


Giannisesto, singoli Liguria il 24.01.2014 alle 15:19:40 ha scritto:

Cazzo me l'hai fatto venire tanto duro che mi fa' male


gas-gas, singoli Marche il 20.07.2014 alle 09:08:36 ha scritto:

Bellissimo, molto eccitante




Per lasciare un commento fai il login o unisciti a noi, è gratis!


Altri Racconti Erotici in orge:



SexBox




Sex Extra