Siamo 549.085         Online 71.361
   Iscriviti
Racconti Erotici > Lui & Lei > La notte di Lorenzo
Lui & Lei

La notte di Lorenzo


di 147nameless
07.03.2019    |    2.984    |    5 7.3
"Mi siedo e dopo non molto arriva un sacco di alcool, i pensieri nella mia testa si fanno sempre più caldi..."
Lorenzo è uno pseudo personaggio della tv, uno di quelli che fanno le serate in disco per intenderci.
Qualche volta mi è capitato di vederlo su canale5 e mi ha sempre attirato molto.
Forse é per questo che il 10 di agosto ho deciso di spendere 30 euro per vederlo in una discoteca al lido in cui stavo passando le mie vacanze. Che caso! È anche la notte di San Lorenzo oggi.
Arrivo con un po' di ritardo, indosso una camicetta nera trasparente, la minigonna nera a tubino in pelle e dei tacchi a spillo altissimi, blu elettrico.
Vedo solo ragazzine un po' troppo in carne, mi sento fuori luogo anche se tutto il locale ha gli occhi su di me, il che mi fa eccitare, visto quanto sono ninfomane.
Mi fermo a bere qualche drink...
Eccolo stanno annunciando l'arrivo di Lorenzo, in ritardo di un'ora manco fosse Obama, penso tra me e me. Il dj annuncia di mettersi in coda per la foto ricordo.
Io aspetto e bevo ancora un poco, aspettando che la mandria di ragazzine sfolli.
Vabbè, ora sono rimaste una decina in fila, meglio che mi aggiunga anch'io.
Finalmente intravedo Lorenzo, è alto ed in forma, mi fa subito sangue. Molto.
Quando mi vede, sorride a trentadue denti, subito fa lo spavaldo e mi chiede il nome, parliamo del più e del meno fino a quando il bodyguard ci dice di tagliare corto.
Lorenzo mi mette un bigliettino in mezzo al seno, non si fa nemmeno troppi problemi a palpeggiarmi il sedere quando facciamo la foto.
"A dopo, splendore" mi fa.
"Aspettami nel privè" c'è scritto su quel pezzo di carta.
Ma questo è uno scemo. Quasi quasi me ne vado, non ho voglia di stare fino a tardi.
Faccio per andarmene, poi però decido di restare e vado nel privè, così come diceva il biglietto.
Mi siedo e dopo non molto arriva un sacco di alcool, i pensieri nella mia testa si fanno sempre più caldi...chissà che vuole fare quel porco.
Lorenzo è uno di quei ragazzi stronzi, pensa che tutto gli sia concesso solo perché è famoso, però minchia, io mi farei fare di tutto da lui.
Mi raggiunge dopo una buona mezz'ora, si siede sul divanetto, affianco a me.
Mi porge un bicchiere di vodka che accetto volentieri.
Mi poggia una mano sulle cosce, mi bacia sul collo e mi sussurra che il mio odore lo fa eccitare, mi invita a testare con mano quanto sia preso da me.
Gli accarezzo l'interno coscia, mi soffermo con la mano sul suo pacco enorme.
Comicio ad andare su e giù con la mia mano, fino a quando lo sento pulsare.
Allargo le gambe, faccio sì che lui possa vedere quanto anche io sia eccitata, ci baciamo con la lingua appassionatamente intanto.
Il modo in cui mi tocca mi fa gemere, con la bocca si sposta sul mio petto che bacia.
Cerco di tirargli il cazzo fuori, lui mi ferma, dice di andare in hotel da lui.
Mi dice di dargli un passaggio, così darà meno nell'occhio.
Mi metto al volante, lui non smette di stuzzicarmi in mezzo alle gambe.
Quando mi fermo al semaforo, noto che ha il pene di fuori...non resisto, lo devo assaggiare. Vengo interrotta solo dal clacson della macchina dietro di me.
Parto come un razzo, ancora più vogliosa di arrivare in hotel, così posso godermi Lorenzo e farlo godere.
Lorenzo anche mi sembra assatanato, appena entriamo in camera, mi spinge sulla poltrona, io mi giro a pecora e gli porgo la parte migliore di me, il culo.
Non mi toglie nemmeno i vestiti di dosso. Si butta a capofitto con la testa tra le mie gambe, mi sposta leggermente il perizoma.
Il modo in cui muove la lingua mi fa impazzire, ansimo leggermente, gli dico che stanotte sarò la sua puttana. Mi sculaccia e prendendomi per i capelli, dice che devo assumermi tutte le responsabilità di ciò che gli ho appena detto.
Io gli sorrido, come solo una troia sa fare, con aria di sfida e sensualmente.
Lo spoglio lentamente, leccando ogni centimetro di pelle che gli scopro, arrivata al suo bel pene, me lo lavoro per una decina di minuti, lo mando giù fino in gola, vedo Lorenzo che butta la testa all'indietro per il piacere provocato da me, me ne compiaccio.
Mi alzo in piedi, tolgo la camicia per prima cosa, poi mi giro e mi sfilo la gonna.
Ancora in intimo mi siedo su di lui, adoro sentire il cazzo prepotente dei miei amanti contro il mio sesso bagnato ed affamato.
Lorenzo apprezza il mio completino intimo, cobrato e con pizzo color carne.
Ora siamo entrambi in piedi, lui completamente nudo che si struscia addosso, è eccitato da morire, mi toglie il reggiseno e si avventa sui miei capezzoli rosei, stringendomi i seni e succhiandoli avidamente.
Lo scaravento sul letto. Subito arrivo al suo punto di piacere, ormai impazzito, pulsa in una maniera eccitante, mi fa capire quanta voglia che ha di me.
Io lo prendo in bocca di nuovo, uso per bene la lingua, facendo dei cerchi tutti attorno all'asta e sul glande, con le mani accarezzo e stringo leggermente le sue palle piene di sperma, spingo la punta del suo pene fino all'angolo più interno e stretto della mia gola, fino a quando sento i conati di vomito farsi largo.
Continuo così per un bel po', finché lui non mi supplica di aprirgli le porte del paradiso.
Mi sfilo il perizoma ormai fradicio e mi siedo sulla sua faccia.
Lascio che mi trastulli un po' con la sua lingua, mentre ho ancora il suo cazzo tra le mie mani. Ad un certo punto, lui mi prende e mi fa passare sotto di lui, che inizia a penetrarmi come un forsennato.
"Hmm, Lorè, sì, fammi godere. Fottimi per bene così..." gli grido in preda a mille ansimi,
Prendendomi per i capelli di nuovo mi dice che mi farà godere come nessuno ha fatto mai.
Esce da me, sempre tenendomi per i capelli, spinge il cazzo nella mia bocca.
Si vede che gli piace quello che faccio, perché dopo due minuti si allontana dalle mie labbra e si stende sul letto. Io salgo a cavalcioni su di lui e comincio a cavalcarlo.
Lui mi prende i seni tra le mani, poi scende per tutta la mia schiena e si piazza sulle mie natiche, sculacciamdomi così forte da farmi gridare.
"Voglio il culo, stellì" mi dice quello stronzo..hmm, mi fa eccitare quando l'uomo sa quello che vuole.
Si mette all'estremità del letto, mi tira per i piedi e mi posiziono a pecora, ancora una sculacciata e poi lo spinge dentro al mio piccolo buco dell'amore tutto in una volta.
"Ahia Lorenzo, cazzo vacci piano all'inizio" lo supplico.
Mi prende per i capelli tirandomi a se, "Sei la mia prostituta stanotte o no?" Ed aumenta il ritmo sempre di più.
Oramai io ho perso i sensi, tanto eccellente è il modo in cui mi sta scopando.
Ansimo e grido, inarco la schiena, cerco di svincolarmi da lui che prontamente mi trattiene le mani.
"Ah, ah, ah...ecco, ecco che vengo, ah sii, che sollievo, brava Franci" dice, mentre le ultime due gocce di sborra arrivano sulla mia schiena.
Si butta sul letto stremato, mi bacia con la lingua e mi dice di docciarmi.
"Agli ordini" gli dico. .
Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.

Votazione dei Lettori: 7.3
Ti è piaciuto??? SI NO



Commenti per La notte di Lorenzo :


free262, singoli Lazio
Stelli'....bello vero
2 mesi fa
 L'Autore
147nameless, coppie estero
Grazie mille free262
2 mesi fa
Camionistabirikino, singoli Lombardia
Brava stelli ottima scrittrice e bella maialina da sculacciare e prendere
2 mesi fa
 L'Autore
147nameless, coppie estero
Magari camionistabirikino ;)
2 mesi fa
ifaifa, singoli Abruzzo
Bel racconto. Complimenti
1 mese fa


Per lasciare un commento fai il login o unisciti a noi, è gratis!


Altri Racconti Erotici in Lui & Lei:





Sex Extra



® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.
Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni