Il primo sito di Annunci erotici italiano, scambio coppie, racconti ed esibizionismo.        Siamo 522.296        Online 55.335        WebCam Chat: 76
Entra




Torna all'indice dei Racconti Erotici Gay & Bisex

Gay & Bisex


il vicino di garage

           di satiroverona

 Scritto il 10.01.2017    |    Letture: 8.788  |    Votazione 8.5:

"Improvvisamente sento che l'uccello comincia ad indurirsi..."
Mi piace pedalare: nonostante sia cicciotto in realtà sono abbastanza tonico, mi muovo spesso e, appunto, soprattutto pedalo. D'inverno però le uscite sono rare, il freddo mi piace, ma non a tal punto da pedalarci dentro. Per questo mi sono attrezzato con un rullo dove potermi tenere in forma nel garage condominiale. Il garage vicino è di un signore maturo bello in carne, che non abita nel condominio, ma ha acquistato un garage visto che, alla fine, abita poco lontano da qui. Ci siamo sempre scambiati normalissimi saluti e chiacchere banali da vicini, ma in realtà mi ha sempre intrigato parecchio e devo confessare che più volte avrei voluto provarci con lui. Quel giorno ero particolarmente in calore, mi capita spesso, e mentre mi stavo allenando sento aprirsi il garage vicino. Improvvisamente sento che l'uccello comincia ad indurirsi. Penso subito che sia una banale reazione ad uno sfregamento del perineo e dei testicoli, ma capisco presto che in realtà è il segnale che questa è la volta buona per provarci. L'anno è praticamente appena iniziato e non avevo ancora avuto l'occasione di fare gli auguri, dunque fingo di aver terminato l'esercizio ed esco con la mia bella tuta da ciclista.
"Buongiorno", dico io, "buon anno, tutto bene?" E nel mentre continuo a toccarmi, fingendo di sistemarmi distrattamente la patta.
"Buongiorno", mi risponde: "anche con questo freddo fai attività fisica, sempre a pedalare?"
"eh, i rulli sono una gran comodità d'inverno, anche se uscire all'aperto è tutta un altra cosa"
Noto che le mie toccate sortiscono due effetti: il primo è quello di indurire davvero l'uccello, il secondo è che lui si incuriosisce davvero, e comincia a guardare lì sotto. Mi entusiasmo e quindi procedo, provo a vedere come va.
"L'unico problema sono le macchine che passano qui sotto che a volte fanno passare degli odori di scarico che danno fastidio, e poi il fatto che devi sempre continuare a pedalare e per sistemarti la seduta devi spesso fermarti."
"Vedo, mi dice, sei sicuro che non sia la misura della tuta, il problema?"
"No", rispondo, "è che il fondello spesso scivola sui testicoli e sfrega un poco, dunque bisogna sistemare spesso la posizione"
"Mi pare che debba sistemarlo a lungo", fa lui, e stavolta dietro agli occhiali lo sguardo diventa diverso, credo davvero abbia capito, infatti si tocca, leggermente, quasi pudicamente, anche lui.
Lo osservo, un attimo, poi dico. "Mi sembra ci sia qualcosa da sistemare anche da lei, sono i boxer?"
"Eh, forse", risponde lui.
Ecco la svolta, finalmente:
" Se vuole la aiuto, sono esperto".
Tace, imbarazzatissimo, ma certamente anche determinato, a suo modo. A questo punto rischio e lo tocco.
Non reagisce, allora continuo, Stavolta allunga la mano anche lui, allora è la volta buona. Comincio a dargli del tu.
"Chiudi il tuo garage, e vieni nel mio". Lo fa, senza parlare.
Entriamo, chiudo la serranda e cominciamo a toccarci, in silenzio. Gli levo gli occhiali e comincio a baciarlo. Mi bacia anche lui e comincia a toccarmi ovunque. Ne approfitto per farmi palpare le tette e il culo. Mi rigiro e comincio a spogliarmi, per poter poi abbassarmi i bretelloni dei pantaloni.
"Non hai freddo?", mi dice
"Non vuoi andare più in fondo alla cosa?" rispondo io
Annuisce, mi abbasso e gli apro la cerniera dei pantaloni: ha dei boxer con i bottoncini, li apro e mi appare un bell'uccello, corto ma tozzo e grosso, con una cappella enorme. Lo prendo in bocca e gli apro anche la cintura, per abbassargli tutti i pantaloni. Scopro delle belle palle, pelose: le sollevo e gliele lecco fino a sotto. I coglioni mi riempiono praticamente la bocca, riprendo in bocca l'uccello. Mi ferma e mi fa alzare. Mi sfila i bretelloni e mi abbassa i pantaloni. Si china e stavolta è lui, a leccarmi le palle e ciucciarmi l'uccello. Ne aveva voglia, lo capisco dalla foga con cui lo fa. Mi alzo e mi giro, appoggiandomi al muro.
"Lo prendi anche?" mi chiede," io senza preservativo non lo faccio"
"No", rispondo, voglio solo che mi fai sentire il tuo corpo addosso e ti sfreghi un po'"
Lo fa, stringendomi le tette con dolcezza e forza. Sento l'uccello indurirsi sulle mie chiappe, il respiro comincia ad affannarsi. lo giro e lo faccio girare appoggiandolo al muro. Vedo timore, lo rassicuro.
"Tranquillo", gli dico, " voglio solo leccarti dietro"
Si fida, gli lecco il culone avidamente e con la mano tasto bene il pacco, sento che il presperma comincia ad uscire. Lo faccio girare. Si appoggia di schiena al muro e mi lascia campo libero. Lo ciuccio con vigore, segandomi furiosamente. Finalmente mi esplode in bocca, la prendo tutta, e mentre ingoio vengo anch'io, sborrando sul pavimento del garage. Stiamo in quella posizione un minuto, poi io mi rialzo e pian pianino ci ricomponiamo. Alzo la serranda, vedo che non passi nessuno, poi la apro completamente per farlo uscire. Appena chiuso lo ringrazio e mi sorride dicendo "sono io che ringrazio te, erano anni che non riuscivo a fare qualcosa con un uomo".
"Bene", rispondo io "si sa mai che".
Mi devo interrompere, sbatte una porta di collegamento, sta arrivando qualcuno.
"Tutto bene?" esclamo forte, "Buon anno"
"Grazie", mi risponde, "anche a lei". Riapre il suo garage.
Io torno in casa, felice.

Votazione del Racconto: 8.5
Ti è piaciuto??? SI NO



Disclaimer! © Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore.
Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.



Commenti per il vicino di garage:


orsoduro, singoli Lombardia il 11.01.2017 alle 14:49:57 ha scritto:

Mmmm


passerino, gay Veneto il 12.01.2017 alle 01:00:17 ha scritto:

lo dico x te caro stai attento a dontoto e compagno li conosco molto bene stai attento a tante cose sopratutto fai molta attenzione alla s....e


Drum80, gay Puglia il 14.01.2017 alle 22:10:01 ha scritto:

Abbastanza erotico anche se carente di particolari. Comunque mi hai eccitato


biffi69andrea, singoli Piemonte il 15.01.2017 alle 00:04:00 ha scritto:

Grazie ... ho sbottato per te ...




Per lasciare un commento fai il login o unisciti a noi, è gratis!


Altri Racconti Erotici in Gay & Bisex:



 SexBox




Sex Extra