Il primo sito di Annunci erotici italiano, scambio coppie, racconti ed esibizionismo.        Siamo 526.077        Online 34.295        WebCam Chat: 38
Entra




Torna all'indice dei Racconti Erotici orge

orge


Tra fango e vapore: un caldo incontro alle terme

           di flinn Membro VIP di Annunci69.it

 Scritto il 09.01.2017    |    Letture: 6.738  |    Votazione 9.2:

"Il centro, quel giorno, non aveva molti utenti..."
Poi ci sono momenti in cui tutto cambia. Pur avendo avuto alcune esperienze, di vario genere, al di fuori dei rapporti stabili intessuti con donne nel corso degli anni, la mia sessualità si era, fino ad allora, sostanzialmente espressa nei “canoni tradizionali” al punto che nessuno sospettava le passioni, e le perversioni, che covavano sotto la cenere e che solo saltuariamente emergevano. Del resto le donne con le quali avevo avuto relazioni, nel matrimonio e fuori, pur essendo piacevoli compagne di giochi non contemplavano una sessualità più ricca di quella tradizionalmente legata al rapporto a due tra un uomo e una donna. Una “routine” che accettavo di buon grado ma alla quale sfuggivo ogni tanto con rapporti nei quali riversavo i miei desideri inespressi e inconfessabili: una forte tendenza bisex e al travestimento (impazzisco per intimo femminile e tacchi alti che amo indossare e vedere indossare), un desiderio di avere rapporti di puro sesso con più persone contemporaneamente, un’attrazione per il BDSM e una forte curiosità anche per le perversioni più estreme. La forma che prendevano queste “fughe” era quella di rapporti saltuari, a volte procacciati tramite siti di incontri on-line, ma non solo, verso i quali avevo un rapporto di consumo veloce: contatti rapidi, senza perdite di tempo e complicazioni sentimentali, e incontri ad alto tasso di erotismo. Questo per lungo tempo, anni. Due parti di me che rimanevano in qualche modo separate e contenute.

Fino a qualche giorno fa, quando con la mia compagna decidemmo di recarci in un centro benessere poco lontano da casa; così, giusto per rilassarsi e passare qualche ora piacevole, senza alcuna velleità che non fosse quella di riposarsi. Il centro, quel giorno, non aveva molti utenti. Qualche decina di persone: in maggioranza coppie e poi gruppetti di amiche e amici, in maggior parte giovani ma con qualche coppia più matura. Il centro ha al proprio interno una grande vasca, a forma di 8, in cui trovano posto anche due vasche circolari per l’idromassaggio ed anche, all’esterno della vasca principale, un altro idromassaggio, con acqua più calda e getti più impetuosi. Al piano inferiore trovano posto anche delle terme romane, con un bagno turco e un tiepidarium-melmarium dove cospargersi di fango. L’acqua calda, la vicinanza del corpo della mia compagna, la rilassatezza dopo un po’ cominciarono a produrre effetto.
Sentivo il cazzo indurirsi e premere, in certi momenti in modo quasi imbarazzante, contro il mio costume e, contemporaneamente, la mia mente lanciarsi in fantasie che mi portavano a guardare con attenzione e voluttà le coppie presenti. Tra queste una coppia di quarantenni: lui snello, bel viso, capelli brizzolati e lei piuttosto minuta ma con un seno abbondante e un bel corpo. L’impressione che, mentre li fissavo sfuggendo allo sguardo della mia compagna, anche loro facessero lo stesso si affacciava alla mia mente con sempre maggior insistenza mentre il tempo passava. A volte tra le persone, quando condividono un desiderio, passa una corrente impercettibile, immateriale ma molto tangibile. C’eravamo più volte sfiorati casualmente nelle vasche ma le cose cambiarono decisamente quando entrai nell’idromassaggio con l’acqua più calda e impetuosa mentre la mia compagna si era sdraiata su un lettino a rilassarsi. Quasi immediatamente entrò la donna della coppia che avevo guardato con intensità. Nonostante la vasca fosse semivuota stranamente venne a sedersi proprio vicino a me, cosa che non sfuggì al mio cazzo che inizio subito e di nuovo a indurirsi. Dopo qualche convenevole e diversi sorrisi mi sentii sfiorare, con il dubbio che il contatto fosse casuale, dalla sua mano che in pochi istanti, protetta dal ribollire dell’acqua, si posò sul mio membro ormai turgido, quasi a smentire i miei dubbi, e iniziò a massaggiarlo con forza. Dopo pochi istanti entrò in acqua anche il maschio della coppia che si sedette, vicino a me, sull’altro lato e che allo stesso modo cominciò a toccarmi con insistenza. Mentre le altre persone nella vasca chiacchieravano senza sospettare nulla anch’io cominciai a cercare le parti intime dei due trovando un cazzo grosso e duro e, sotto il costume di lei, una figa morbida con due labbra grosse e un clitoride di dimensioni ragguardevoli. Dopo qualche minuto di questo gioco e mentre ero ormai prossimo all’eiaculazione purtroppo vidi entrare nella vasca la mia compagna. Il suo sguardo, sicuramente non consapevole di quanto stava succedendo, bastò a far allontanare la coppia con la quale non c’eravamo quasi parlati, lasciando che a parlare fosse il piacere. Ma non era finita lì; uscito dalla vasca mi stesi sul lettino sempre tenendo d’occhio i movimenti dei due che, a loro volta, mi lanciavano sguardi significativi. Non appena mi accorsi che si recavano al piano inferiore dove c’è il bagno turco, approfittando del fatto che la mia compagna non ama quel genere di trattamenti, li seguii. Nelle due stanzette non c’era praticamente nessuno; li raggiunsi nel tiepidarium dove erano intenti, massaggiandosi lentamente, a cospargersi di fango ovunque, anche soffermandosi con insistenza laddove il costume copriva le parti intime. Nella saletta era presente, oltre a noi, solo un’altra coppia che dopo pochi minuti uscì. Nel frattempo vapore e caldo erano andati aumentando. Dopo un minuto dall’uscita degli “estranei” ci gettammo, coperti dal vapore e incuranti del fatto che qualcuno potesse entrare, uno sull’altro. Io iniziai a leccare rapidamente la figa di lei e a giocare con il suo clitoride mentre lei succhiava il grosso cazzo del compagno. Poi fu la mia volta di farmi succhiare e leccare il membro prima da lei e poi dall’uomo, mentre le nostre lingue passavano rapidamente e con insistenza da una bocca all’altra e il caldo e il vapore aumentavano sempre più. Non ci volle molto perché tutti venissimo, io sulla faccia della donna che nel frattempo aveva avuto un orgasmo e l’uomo nella mia bocca. Ci baciammo violentemente passando da una bocca all’altra lo sperma caldo e spalmandoci quello che ancora colava sulla faccia della donna. Poi con un getto d’acqua lavammo via il fango, insieme allo sperma, ma non l’intensissimo piacere provato. Il tutto era durato pochi minuti, durante i quali ci eravamo sussurrati sconcezze e “assaggiati” con impeto e violenza. Nemmeno ci siamo detti i nostri nomi. Uscimmo e dopo aver fatto una doccia dove continuammo, non sazi, a cercarci e toccarci , separatamente risalimmo al piano superiore dove la mia compagna era ancora sdraiata, totalmente inconsapevole, su un lettino. Credo sia stato l’orgasmo più soddisfacente e impetuoso che ho avuto in tutta la mia vita, letteralmente travolto dal piacere. E il piacere mi ha portato a decidere una cosa: che non voglio più rinunciarci e che lo andrò cercando ovunque, in tutte le forme, a 360°. Che voglio cazzi da succhiare e fighe da leccare e penetrare, voglio lingue e saliva, ingoiare sperma e sentire mani che si muovono freneticamente sul mio corpo. Quindi da oggi basta: nessun limite al desiderio, alla perversione, alla voglia che provo e che, dopo quella giornata alle terme, sarà la cosa che mi guiderà nella vita e che cercherò in tutti i modi.

Votazione del Racconto: 9.2
Ti è piaciuto??? SI NO



Disclaimer! © Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore.
Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.



Commenti per Tra fango e vapore: un caldo incontro alle terme:


nullus, trans Lombardia il 10.01.2017 alle 19:30:03 ha scritto:

bello anche se forse andava più sviluppata la parte psicologica


Mulo1955, gay Lazio il 11.01.2017 alle 09:16:17 ha scritto:

Bella esperienza, posso sapere dove si trovano queste terme?


marcla75, gay Lazio il 11.01.2017 alle 10:01:48 ha scritto:

D'accordissimo.....a me è capitato qualcosa di analogo con una coppia di 50enni....lei eccezionale lui un bell'uomo....quando posso ci vado e se capita nn perdo l'occasione...


luna-gatto, singoli Piemonte il 11.01.2017 alle 14:48:32 ha scritto:

Duro come il marmo
Molto eccitante


jannino-a, gay Lombardia il 31.01.2017 alle 08:40:49 ha scritto:

Bravo bel racconto




Per lasciare un commento fai il login o unisciti a noi, è gratis!


Altri Racconti Erotici in orge:



 SexBox




Sex Extra