Il primo sito di Annunci erotici italiano, scambio coppie, racconti ed esibizionismo.        Siamo 533.974        Online 37.945        WebCam Chat: 70
Entra





Prime Esperienze


Viaggio di nozze

           di Arbitro1983 Membro VIP di Annunci69.it

 Scritto il 19.12.2016    |    Letture: 17.077  |    Votazione 9.1:

"Come un forsennato Simone la sbatte sullo scoglio e con una mano , stuzzica il clitoride di lei, che urla di piacere, ad ogni affondo gode sempre di più, ..."
Il viaggio di nozze é quasi giunto al termine e Simone e Michela si godono gli ultimi giorni in un'isola sulla barriera corallina dopo molti giorni di fatiche esplorative.

Questa mattina, dopo aver fatto colazione, i due giovani sposini, si sono diretti verso una nuova spiaggia, un po' più isolata rispetto alle altre perché per raggiungerla occorre attraversare un sentiero scosceso per la foresta.

Arrivati alla spiaggia, si manifesta ai due un vero paradiso terrestre, acqua cristallina e una bianca spiaggia di coralli. Il lido è deserto, non c'è nessuno allora i due decidono di esplorare la loro spiaggia "privata" arrivando fino all' estremo opposto e scoprono che al di la degli scogli vi è un'altra piccola caletta ancora più appartata, si sistemano li, stendono gli asciugamani e iniziano a prendere i primi raggi di sole mattutino.

Ben presto però Simone si annoia, non è abituato a stare fermo a prendere il sole e chiede alla giovane mogliettina di fare qualcosa per passare il tempo: "parole crociate".
Michela, alla richiesta del marito, bofonchia un po' per essere stata disturbata dal dolce far nulla, ma accontenta Simone e pertanto iniziano a giocare.

Il tempo passa ed ad entrambi si insinua un idea nella testa, ma che nessuno dei due rivela all'altro: "siamo soli nella spiaggia..."
Simone non riesce a nascondere un gran che bene questa idea, l'erezione si manifesta, ma Michela non se ne accorge. Allora inizia a dar noia alla compagna, le accarezza il collo e inizia a darle dei piccoli baci sul l'orecchio, questa mossa non è indifferente a Michela la quale si desta a sedere e squadra il marito con uno sguardo tra l'eccitato e l'indispettito.
"Spalmami la crema, che il sole inizia a battere" chiede Michela a Simone.
L'uomo non se lo fa ripetere, prende la crema e inizia dalle gambe, massaggia le cosce facendo ben attenzione ad andare nell'interno coscia e con il dorso della mano toccare il sesso di Michela, la quale ad ogni tocco sospira, ma non dice nulla. Simone continua a spalmare la crema solare sulla pancia, sul petto e sulle spalle e intorno al reggiseno, osa: "perché non te lo togli? Siamo soli..." Sorprendentemente Michela acconsente e si togli il costume di sopra. I capezzoli reagiscono subito al contatto con l'aria e con il sole e diventano subito duri,
; Simone riprende l'attività e accarezza il seno di Michela coprendolo con la crema, il segno del costume è evidente e mette in risalto quelle splendide tette.
L'eccitazione è evidente per entrambi, il cazzo di Simone, duro come il marmo fatica a stare all'interno degli slip, Michela avendo la mano li vicino se ne accorge ed inizia ad accarezzarglielo, gradendo queste attenzioni Simone scende con la mano verso il basso entrando sotto slip della ragazza inizia a toccare la fichetta ormai bagnata. Nella spiaggia si espande un odore di sesso, i due giovani amanti in preda all'eccitazione si masturbano a vicenda. Michela ha tirato fuori il pisello di Simone dalle mutande e con un lento movimento rotatorio massaggia la cappella umida di sperma, nel frattempo anche la sua fica è coccolata dalle attenzioni del ragazzo, dalle grandi labbra passa a titillare il clitoride facendo gemere la moglie di piacere, il desiderio di lei aumenta e così i sospiri, che si fanno sempre più profondi e lasciano il passo a dei mugolii di piacere. Ogni freno inibitorio è saltato, Michela gode come non mai, le gambe sono aperte e i movimenti delle mani sono sempre più veloci. Simone è prossimo all'orgasmo, Michela se ne accorge e si ferma: "leccamela, ti prego leccamela", non c'è nessuno per chilometri, ma la prudenza non è mai troppa, i due si alzano, Simone le toglie il costume adesso Michela è nuda, è una sensazione nuova per lei, non c'è imbarazzo, ma solo eccitazione e voglia di trasgredire, controllano che al di la degli scogli non ci sia nessuno, via libera. Con la schiena appoggiata alla roccia Michela apre le gambe di fronte agli occhi e alla bocca di Simone, mostrando la propria fica pronta da gustare. Simone si fionda su di essa è inizia a leccare come se non ci fosse un domani, succhia le grandi labbra, ma Michela vuole godere
"Mi piace..., leccamela, succhiami il clitoride" così Simone ubbidisce a questi bellissimi ordini, gioca con il fiore della compagna, lo succhia, lo morde con le labbra:"bella la mi topa, ti piace?godi?" Domanda Simone, "si mi piace godo, fammi godere, fammi godere come una maiala", Risponde la ragazza.
Simone è in estasi," bella la mi maiala", ora insieme alla lingua utilizza le dita, prima una poi due nella fica della compagna, " Michela è allo stremo, vuole di più:" scopami, fammi godere, sfodami", allora il ragazzo si alza si toglie gli slip, è arrapatissimo, fa girare La moglie, e inizia a prenderla da di dietro, la scopa come un toro, ad ogni colpo le tette ondeggiano e con una mano tiene il fianco di lei e con l'altra le tortura un capezzolo, nella spiaggia deserta si sentono solo le loro urla di piacere.
L'orgasmo per lui è prepotente e veloce, non volendo venirle dentro schizza il suo seme sui glutei e sulla schiena della moglie, 4, 5 fiotti bianchi bagnano il corpo della donna, sono esausti, lei non è ancora venuta, ma rimanda il piacere per dopo. Entrambi nudi vanno in acqua, il freddo calma un poco i loro bollenti spiriti, il gioco continua è troppo bello, un peccato farlo finite subito.

L'ora di pranzo è arrivata i due si rivestono, anche se Michela rimane sempre in topless, mangiano un panino Si sistemano sotto un albero, il sole brucia.
L'eccitazione è nell'aria, ma il gioco va fatto durare e per distrarsi pendono la macchina fotografica e iniziano a scattare foto al panorama, poi da bravi piccioncini qualche autoscatto romantico, mentre si baciano, testa contro testa, ma...gli scatti casti finiscono, Simone si improvvisa fotografo e Michela modella, scatti sexy, in pose molto seducenti, sguardi lascivi e anche il pezzo di sotto sparisce, ormai la ragazza è nuda, mai avrebbe pensato di arrivare a tanto, ma oggi si sente porca, l'aria, il mare, la spiaggia deserta l'hanno spinta la dove, mai pensava di arrivare.
" posa la macchina e andiamo a fare il bagno, prendi la maschera e ... Togliti il costume" queste le parole che lasciano di sasso Simone, il quale esegue in preda al testosterone.
Maschera indossata entrano in acqua, per entrambi era la prima volta fare il bagno nudi, l'acqua fredda sui loro sessi è un afrodisiaco eccezionale, il colpo di grazia lo da la visione delle tette di Michela ondeggiare in balia della mare. Come uno squalo sulla sua prenda Simone si fionda sui capezzoli e inizia a succhiarli e a leccarli, in pochissimi secondi sono nuovamente sullo scoglio di prima, con Michela seduta sopra a gambe aperte e Simone sulla su fica, il clitoride è gonfio e duro, le dita dentro la passera non danno tregua alla donna che in pochi secondi raggiunge un orgasmo inaspettato e impetuoso, che invece di calmarla la fa eccitare ancora di più; scende dallo scoglio e sposta con violenza il ragazzo, si inginocchia ai suoi piedi, afferra il pisello con la mano e lo prende tutto in bocca. Non è mai stata un'amante dei pompini, ma questa volta la voglia di quel cazzo duro, fa si che sparisca nella bocca, lo lecca e lo succhia come se fosse l'ultimo pisello sulla terra, non gli da tregua, la cappella è avvolta dalle labbra delle donna più e più volte, la lingua scorre su tutta la lunghezza del pene dalle palle fino alla punta e poi di nuovo in bocca, il tutto accompagnata da una sega frenetica, Simone è in estasi "leccamelo brava Amoremio succhia melo prendi lo tutto in bocca", a questo invito Michela ubbidisce e fa arrivare il glande fino alla gola, una due tre volte, sente crescere il cazzo e il contrarsi di Simone fa capire che il marito è prossimo all'orgasmo, "vieni i addosso, sborrami sulle tette" a queste parole Simone cede all'orgasmo venendo copiosamente sulle puppe di sua moglie, mai avrebbe pensato che la ragazza fosse cosi accondiscendente.
"E ora ti scopo"
Michela riprende posizione seduta sullo scoglio a gambe aperte Simone gli si posiziona davanti, punta il pisello sulla fica e spinge, le urla di lei riecheggiano nell'aria, l'odoro di sesso è forte, sono entrambi eccitati come noi mai, ad ogni affondo Michela urla di piacere, "sfondami , fammi godere" ormai i freni inibitori e la morale sono andati ed entrambi danno libero sfogo ai loro desideri che da tempo tenevano dentro. " godi bella maiala" "siiii" , Simone osa, e spalma lo sperma sul seno di lei, Michela non protesta anzi, le piace, si sente molto porca oggi non riesce a dire di no, oggi vuole provare tutto ciò che la sua razionalità le ha sempre negato. Come un forsennato Simone la sbatte sullo scoglio e con una mano ,stuzzica il clitoride di lei, che urla di piacere, ad ogni affondo gode sempre di più, tutta la situazione gli ricorda molti filmini porno che ha visto, due ragazzi scopano su una spiaggia deserta, all'oscuro di occhi indiscreti, le tette di lei balzano in su ad ogni suo affondo, questa visione ipnotica porta entrambi ad un orgasmo fantastico.
Il potente afrodisiaco non ha ancora terminato il suo effetto, Simone è sempre duro e Michela non è ancora soddisfatta, cambiano posizione lei a 90 appoggiata sullo scoglio e lui che la penetra da dietro, la fica ben lubrificata non oppone resistenza e Simone puoi tornare a pomparla a ritmi sostenuti, una pacca sul culo scuote Michela dall'estasi della scopata, Simone osa sempre di più e mentre la scopa le infila un dito nel buco del sedere, Michela sussulta, le piace e senza pensarci dice:"inculami", Simone non poteva crederci, ma non se lo fece ripetere, "fai piano".
Prima scende con la bocca sull'orifizio anale e lo lubrifica bene, poi ci infila un dito, poi due Michela non capisce più nulla, "ancora, fammi godere" ora le dita sono tre, il dolore è minimo e piacevole, con tre dita dentro inizia a simulare la penetrazione, Michela non sente dolore, è il momento giusto, punta il cazzo sul buco e spinge lentamente, entra bene, non fa male, lo spinge tutto dentro stando attento ad ogni segnale proveniente dalla compagna, le si stupisce nel non sentire tanto dolore e allora incita l'uomo ad osare di più. Il movimento si fa sempre più veloce, è una nuova sensazione per entrambi, lui percepisce un buco molto più stretto rispetto alla fica e poi l'idea di aver sverginato il culo della moglie lo fa eccitare ancora di più.
Michela si sente porca, ha sfatato un suo tabù e soddisfatto il marito e in più le piace, ora il ritmo si fa più sostenuto, entrambi godono della cosa, senza pensarci e senza aver ragionato su cosa stesse facendo, Michela inizia a toccarsi il clitoride, mai aveva fatto una cosa del genere, per la prima volta aveva dato il culo e per la prima volta si stava masturbando, godeva da pazzi, mai aveva goduto così, Simone se ne accorge, anche lui non crede ai suoi occhi,"che maiali che siamo" dice lui, "si due maiali" entrambi sono al culmine, Michela si tortura la fica mentre il marito le sfonda il culo, entrambi godono del corpo dell'altro, le sensazioni che provano, l'idea su cosa stanno facendo e tutta la situazione fa si che per entrambi arrivi l'orgasmo simultaneo, entrambi vengono contemporaneamente. Silenzio, sono sempre attaccati, ma non si muovono, vogliono godere fino alla fine questa situazioni, consci del fatto che non ricapiterá mai più. Si staccano si guardano negli occhi, un po' imbarazzati si baciano dolcemente. In silenzio si sistemano e tornano in albergo, succederà ancora? Se no, questa esperienza rimarrà un bellissimo ricordo segreto per entrambi...
Sono graditi commenti e suggerimenti per nuovi racconti.

Votazione del Racconto: 9.1
Ti è piaciuto??? SI NO



Disclaimer! © Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore.
Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.



Commenti per Viaggio di nozze:


timi-do, singoli Friuli il 19.12.2016 alle 15:51:44 ha scritto:

bellissimo complimenti


TODEM63, singoli Lazio il 20.12.2016 alle 05:11:17 ha scritto:

Bello


TODEM63, singoli Lazio il 20.12.2016 alle 05:11:25 ha scritto:

Bello


Membro VIP di Annunci69.it migi, coppie Puglia il 20.12.2016 alle 23:26:48 ha scritto:

succederà sucederà


MATUROINTRIGANTE62, singoli Calabria il 21.12.2016 alle 11:08:48 ha scritto:

poca trasgressione


Membro VIP di Annunci69.it aprimiilculo, gay Lazio il 30.12.2016 alle 09:47:32 ha scritto:

Dovrebbe essere la norma, non una trasgressione ;o)


classe1953, singoli Lombardia il 30.12.2016 alle 17:22:45 ha scritto:

Molto eccitante davvero. Bravo.


Siloxide, singoli Campania il 02.01.2017 alle 14:57:35 ha scritto:

Sicuramente capiterà ancora il sesso anale è un desiderio dell'uomo, ma piace di più alle donne.


Eriaku, singoli Lazio il 03.01.2017 alle 15:57:24 ha scritto:

Coinvolgente, bellissimo.


tesoro21, singoli Lombardia il 09.01.2017 alle 12:20:16 ha scritto:

Bello è tutto quello che dovrebbero fare le coppie innamorate




Per lasciare un commento fai il login o unisciti a noi, è gratis!


Altri Racconti Erotici in Prime Esperienze:



 SexBox




Sex Extra