Il primo sito di Annunci erotici italiano, scambio coppie, racconti ed esibizionismo.       Siamo 507.928        Ora online 24.380        WebCam Chat: 250
Entra




Torna all'indice dei Racconti Erotici Lui & Lei

Lui & Lei


la puttanella

           di ilveneziano

 Scritto il 13.01.2012    |    Letture: 13.509  |    Votazione 9.4:

"Mi inginocchio sul letto, le apro le gambe, lei mi asseconda, mi chino fra le sue cosce, guardo quel fiore magnifico , di nuovo mi ricordo delle prime..."


Puoi essere moralista,puritano,di severi principi,ma a volte un fatto puo cambiare il tuo modo di pensare la tua vita.Ho trentacinque anni ,stò andando a casa di un mio compagno di lavoro,debbo ritirare la sua macchina,la porto in garage da me,lui parte per le vacanze,non ha garage e dovrebbe far restare la sua macchina in strada per quindici giorni.Prendo l'autobus che mi porterà dalle sue parti,ho circa quaranta minuti di viaggio: L'autobus è affollato,non trovo posto per sedermi,cosi,in piedi,come tanti altri inizio il viaggio,ad ogni fermata,la gente che scende è minore di quella che entra ,cosi ci si comincia a stringere uno con l'altro.Sono dieci minuti che viaggio,ad una fermata,un gruppo di ragazzine chiassose,entrano sparpagliandosi ed accalcandosi nell'autobus,davanti a me si posiziona una ragazzina,capelli lunghi,castani,un pò paffutella,non scorgo il suo viso ,mi è di spalle,ha un buon profumo,il profumo che emanano le ragazzine ''accerbe," acqua e sapone.Ora siamo veramente stippati come sardine.Sono assorto nei miei pensieri,l'autobus sobbalza per la strada un po dissestatasono spinto versi il corpo della ragazzina,sento il suo corpo aderire completamente al mio,mi scotto in fretta ,non vorrei passare per molestatore,tiro indietro,ma poco posso muovermi,ho gente attorno che non può muoversi,come me.Sento il sedere della ragazzina che batte contro il mio inguine,con insistenza e che spinge le chiappe indietro per aderire al mio corpo.Dio! Sono in una situazione imbarazzante,prima erano gli scossoni dell'autobus a provocare contatti,ora spudoratamente è la ragazzina che cerca il contatto:Mi vergogno un poco perchè questo mi procura un attimo di sconcerto,non ho mai pensato a potermi ecitare con una ragazza così giovane.Lei continua a pressare le sue chiappe ed a muoverle a destra e sinistra,è evidente a quello che sta mirando,e,l'ottiene.Mi sforzo che non accada,ma più forte della mia volontà, il cazzo si fà prepotentemente duro.Questo ecita ancor più la ragazzina ora il cazzo,duro,sotto i pantaloni viene sfregato dalle sue chiappe,dure,si muovono con maestria a dimostrazione che deve essere pratica di questi giochetti.Per un pò si va avanti cosi,il suo odore mi inebria,vorrei prenderla per le spalle,baciarle il collo,accarezzarla,mi prende smania,spingo anch'io il ventre in avanti,è un piacere nuovo ,mai provato.Poi lei si gira piroettando,sicche,il cazzo struscia attorno le sue cosce,e me la ritrovo davanti.Non riesco e vederla in viso,tiene il capo abbassato,ora di nuovo aderisce a me,stavolta il suo ventre contro il cazzo,duro come il marmo,spingiamo entrambi,e lei lo fa'attaccandosi come una calamita,è brava nei movimeti di bacino,sono alle stelle per la libidine,poi... sobbalzo,sento la sua mano mettersi tra di noi,impugnare il cazzo e la stoffa dei pantaloni,inizia un lento movimento con la mano,una piccola mano da adolescente.Non mi sembra possibile che possa accadere cio,mi sembra di sognare.Stò provando un piacere nuovo,forte,forse,la paura di essere scoperto , o la situazione proibitiva,la trasgressione,tutte queste cose mi procuravano piacere. Lascia,apre la mano,la sento cercare lo zip di apertura delle braghe,lo trova,lo tira giu lentamente, si fà strada con le dita e finalmente le due vergini dita stringono il cazzo nudo.Sono calde,tenere,stringono il cazzo come se avessero paura ,sono di velluto, liscie e picevoli al tatto,Mi piace! Mi piace,lei le muove con calma tenendolo con tre dita e su e giù,sento le sue tette,non ancora sviluppate premere contro di me.Debbo aver il viso rosso e di piu'.Lei mi masturba,sento di essere in uno stato massimo di ecitazione.Ora mi masturba velocemente,sto cedendo in tutti i fronti,desidero la sborrata che sto per avere,irroigidisco i glutei emetto un sospiro,lei ,toglie la mano,sento il cazzo essere coperto da non so che cosa,e, lascio che la sborra fuoriesca come un fiume in piena 'e godo come fosse la prima masturbazione che ricevo.Toglie la mano,.si pulisce la stessa con quello che ora ricopre il mio cazzo.Vorrei dirle qualcosa,.ma si spezzerebbe l'incantesimo, e poi che dirlre.Rimette tutto a posto:Accidenti,mi accorgo che la prossima è la mia fermata.Vorrei guardarla negli occhi per capire.tiene sempre la testa china,suona il mio cellulare-Massimo?Dimmi........Sii certo che so il nome della tua via.vuoi che ti ripeta l'indirizzo? -Glielo ripeto chi mi è accanto involontariamente ascolta tuttoMi faccio strada spingendo per portarmi all'uscita, con la coda dell'occhio vedo la ragazzina seguirmi.Il bus accosta scendo con altre tre o quattro persone,mi giro per guardare la ragazzina che è scesa dietro a me,ma sta andando dalla parte opposta alla mia,così vedo la sua figura allontanarsi.-Mi spiace,pazienza ,mi sarebbe piaciuto vederla in volto.Arrivo a casa di Massimo,soliti convenevoli,mi dà la macchina e parto per il ritorno.Guido pensando a quanto mi è accaduto,io,masturbato da una minorenne!,Ho goduto per mano di una ragazzina!Ho percorso un duecento metri e ,a ciglio strada la vedo,e mi fa segno con la mano di aver bisogno di un passaggio.Sì! E' lei,stesso vestito,capelli ed ora vedo anche il suo viso,adolescente,carina,labbra carnose,rosa vermiglio, gote rosse e splendidi occhi azzurri Inchiodo,mi si avvicina,abbasso il finestrino. -Per piacere mi darebbe un passaggio sino in centro?-Certo,certo,sali-.-Ora è di fianco a me sento nuovamente il suo acerbo odore,mi comincio ad ecitare .Non parliamo per qualche minuto.Ha le mani un grembo,la sottana un poco più su delle ginocchia,le tette un pochino accennate rialzano un po la camicetta.-Ti è piaciuto?-Mi domanda di sorpresa,-Tu cosa pensi?--Sì,certo con quello che hai riversato nel fazzolettino-Lo fai spsso?-Nò? solo quando incontro qualcuno che mi piace,lo faccio ghodere e soffrire,so che per voi uomini la sofferenza e quella di non poter toccare e stringere la donna ,quando venite.--Certo che per la tua giovane età hai dimostrato buona esperienza--Ho solo avuto un buon maestro!Vedo anche il tuo cazzo che si sta gonfiando,la mia presenza ti ecita vero? -Va bene! Tutto è stato ecitante ,ma è meglio smetterla qui!-Senti,ti dispiace se vengo a casa tua?No!Credo di no!.,ome sei addesso lo faresti in macchina--Basta ,smettila.-Ora guido pensando a lei,alla sua voglia,alla sua proposta,a me e porca miseria ho troppo voglia di lei,fanculo la morale!Guido sino a casa,scende,ci avviamo al miop appartamento,mi cammina vicino,apro la porta,entriamo,chiudo la pèorta alle mie spalle,lei si gira verso di me,si avvecino,mi porge le sue labbra,la stringo a me,la sollevo con le braccia un poco da terra,avidamente cerco le sue labbra,la bacio,come sono tenere ,e calde e vogliose le sue labbra,e la sua lingua con un dolce sapore,mi ricorda i primi baci da studente,quel dolce sapore di caramelle,di gomma,.Succhio la sua lingua inghiotto la sua saliva,tutto con avidità,lussuria,tocco e stringo le chiappe,sono dure,sode,tocco quel corpo ,ancora acerbo ma pieno di inviti, il cazzo preme contro di lei,respiriamo a fatica con il naso,lei geme,mugula,si scioglie all'abbraccio,si abbandona,stò diventando matto a quel contatto,la desidero come mai ho desiderato una donna,.mentre continuo a baciarla ,le apro la camicetta .Dio!Dio che sensazione toccare la sua carne,morbida ,senza alcuna impèerfezione,la sento liscia come la seta ,bacio il collo le spalle,,saliva scendedalla bocca,saliva di desiderio,lei tocca il cazzo sotto i pantaloni,lo stringe,.La prendo tra le braccia e la porto verso lòa camera da letto Ora ha portato le sue braccia attorno al mio collo ,mi bacia il viso a piccoli baci,mi mordicchia le labbra.Sono in un'altra dimensione,.L'appopggio sul letto,ci sciogliamo dall'abbraccio,mentre mi denudo,lo fà anche lei.E' stesa le tette piccole poco pronunciate ,dimostrano la sua giovane età ,è bella i capelli lunghi le incorniciano il viso,rosso d'amore,le gambe piegate di lato in modo pudico ,da non mostrare la sua figa allo sguardo,.Quasi sto per rinunciare è troppo giovane !-Mi dico-,Ma,nudo ritto in piedi a fianco al letto vedo lei stesa e fra noi due il mio cazzo,eretto,duro che pulsa di voglia e questo mi fà desistere da ogni rinuncia-.Mi inginocchio sul letto,le apro le gambe,lei mi asseconda,mi chino fra le sue cosce,guardo quel fiore magnifico ,di nuovo mi ricordo delle prime esperienze,la bocca bacia quelle labbra circondate di corti e ricciuti peli biondi,,assaporo,l'odore di gioventù e forte inebriante,bcio,lecco succhio con calma,con lentezza,la lingua percorre in lungo ed in largo,la fica,,la lecco premendo la lingua con forza con voluttà,al mio desiderio le labbra si aprono come le valve delle ostriche,sento il suo clitoride ergersi duro,lo lecco ,lo mordo,lo succhio,lei geme,sobbalza,si contorce,mette le mani sulla mia testa -Oh!Oh!Uh!Uh! Dio! Dioooooooooo! Siii!Siiiii!Cosììì Ecco!Ecco! Oh mamma!Mamma!-Le mia dita le strizzano i capezzoli,poi accarezzano il suo corpo,,un mio dito è ora nella sua bocca,lei lo succhia mi fà sentire quanto grande è la sua voglia ,solleva il bacino,continuo a òleccarla ,scivolo oltre la fica le lecco il bucoo del culo,anche quello si apre per il piacere.Comincia a sossultare,a dimenarsi,mi è quasi impossibile continuare e leccarla--Ecco!Ecco!Ecco! Dio! Dio! Gesù! Gesù!Oh1Oh! OPh1 Sborroo Sborroooooooooo!Vengoooooooooooo!-Mi strige la testa fra le sue cosce,salta dal piacere ,geme,gira la testa mugula.Penso sia il primo vero orgasmo per lei-Si calma-Ti voglio,ti voglio,entra in me,ti prego ,fottimi ! Fottimi! Fammi sentire il tuo cazzo dentro- sono in ginocchio,mi libera la testa allarga le coscie.Ho il cazzo che butta fuori umori come sborra,la sua fica bagnata,un bocca ho il dolce sapori dei suoi umidi e diolci umori,ne ho inghiottiti molti.Lei prende il cazzo in mano ,lo punta all'entrata,mentre spingo,sento resistenza mi stà prendendo il dubbio-Che sia vergine?-Non finisco di pensare,lei alza il bacino mi prende per i fianchi ,mi attira a sè.Il cazzo trova resistenza,lacera qualcosa,lei emette un piccolo urlo-Oh!Dio!-Poi scrro dentro attratto dalle sue braccia.E come si aprissi qualcosa di caldo e stretto per la prima volta.Il cazzo si faceva strada stretto tra le pareti di carne,si scappellava,stretto in una morsa voluttuosa,era piacevole,subblime.Non avevo mai sverginato nessuna.Lei si aggrappa a me con forza,le unghie impiantate sulle spalle,ha lasciato i fianchi,si rannicchia sotto il mio corpo,c'è solo il mio cazzo che è come un cordone ombellicale che ci unisce.Mi sembra ancora più piccola-Emette dei gemiti .fortunatamente di piacere-Ti prego!Ti prego! -Alza il volume della sua voce-Chiavami! Chiavamiiiiiii!Indietreggio con il busto,,poi affondo,e così di nuovo,sento a poco poco inumidirsi dentro di lei ,il cazzo comincia a scivolare meglio,entrambi cominciamo a gustarci la chiavata-Com'è bello! Com'è Bello!Che sensazione sentire il cazzo dentro di me,così grosso così lungo!Mi sembra che chi spacca,ma il piacere è forte,,la mia prima chiavata! Oh!E' bello sentirlo andare su e giù, dio! Dio! che piacere!Baciami!Baciami -La bacio La passione è forte pèer entrambi la bacio strigo ilo suo corpo,ora prendo a chiavarla con ritmo veloce,affondo tutto in lei,ad ogni affondo sento la cappella urtare il fondo della sua figa con forza e lei sossulta come su provasse dolore-Si! Si! Spaccami! Spaccami,fammi male!Affonda! Affonda! Af...fon....daaaaaa!. Sborroooooooooooo!Sborroo Muoio di piacere-Mette le gambe sopra i miei fianchi nel momento in cui scosso da un grossop fremito stò sborrando e riversando in lei un fiume di sborra .gemo dal piacere,continuo come mi e possibile a dare piccoli colpi di reni ,lei mi avvinghia con le gambe.I nostri corpi sono sudati,l'odore del sudore di ogni amplesso è diverso,dal sudure normale,sà di selvatico,di muschio,di bestie appagate nel piacere.Mi libera,distente braccia e gambe,io sto accarezzando il suo corpo ,la sua pelle,la lecco,mi piace il sapore un po selvatico del sudore,-Perchè non mi hai detto che eri vergine?-Semplicemente perchè sono sicura che non mi avresti scopato.sento che sto sopra di lei con pesantezza,esco il cazzo bagnato di sborra e di sangue-.Vado in bagno a pulirmi--Lascia che vada prima io --Andiamo assieme!-M;i vergogno!-Ma!-Ti prego!-Va bene- Lei va .Esce dopo un pò-Grazie!-Vado io,gia che ci sono,faccio una doccia veloce esco-Sai che non sò neanche il tuo nome-Non ottengo risposta,vado in camera,non c'è! Non ci sono neanche i suoi vestiti,vadi alla finestra faccio in tempo a scrgerla mentre si defila nel marciapiede.Sò in cuor mio che la incontrerò di nuovo.


Votazione del Racconto: 9.4
Ti è piaciuto??? SI NO


Disclaimer! © Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore.
Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.



Commenti per la puttanella:


papy60, singoli Abruzzo il 02.02.2012 alle 21:35:03 ha scritto:

Eccitante e verosimile, un solo appunto, troppi errori di ortografia ma che ti perdoniamo volentieri.




Per lasciare un commento fai il login o unisciti a noi, è gratis!


Altri Racconti Erotici in Lui & Lei:



SexBox




Sex Extra