Racconti Erotici > Lui & Lei > IL POLIZIOTTO SUPERDOTATO (A69)VOL.2
Lui & Lei

IL POLIZIOTTO SUPERDOTATO (A69)VOL.2


di Membro VIP di Annunci69.it _Medusa_
07.04.2024    |    6.033    |    20 9.4
"Poi mi stacca, e mi mette direttamente a pecora..."
PREFAZIONE - IL POLIZIOTTO SUPERDOTATO, CAPITOLO II

Lo raggiungo a Napoli...
Prenoto in un b&b molto carino e riservato.
In quei giorni, la proprietaria, mi disse che l'appartamento era vuoto e che, quindi, sarei stata in tranquillità.
Mi faccio una doccia per riprendermi dal viaggio e dallo sbattimento.
Dopodiché , decido di  stendermi  un'oretta sul letto.
Sapevo che lui era indaffarato tra varie commissioni e poi mi avrebbe raggiunta.
Il tempo,  nel mondo di Morfeo, passa in fretta. Vengo tramortita e svegliata dalla non quieta suoneria  del telefono.
Mi stava chiamando ...e mi avvisa che di lì a poco sarebbe arrivato.
Mi alzo e mi preparo. Infilo un vestitino che avevo portato.
Ma non è l'unica cosa che indosso...
Avevo portato un piccolo plug anale, dato che nella previsione che ci fossimo rivisti, sicuramente l'avremmo fatto e voluto entrambi.
Quindi... perché non iniziare già da prima ed abituare il buchino?
Era il classico plug a goccia in acciaio col diamantino rosso.
Una volta pronta, scendo. Lui è già sotto il portone.
Indossa una tuta bianca, che col suo incarnato olivastro, si sposa alla perfezione.
Qualche chiacchiera, un giretto a piedi..
Ci fermiamo ad un bar, ma non essendo entrambi amanti del caffè, optiamo per un ginseng.
Il sole, era oramai quasi tramontato del tutto e il crepuscolo, aveva dipinto il cielo, di varie sfumature di grigio pastello.
Sembrava il preannuncio di un temporale.
Ma di contro, c'era un venticello ,molto piacevole.
Tra una battutina e una provocazione, ci dirigiamo, nuovamente, a piedi verso il beb.
Arriviamo al portone e saliamo.
Sulle scale, gli prendo la mano e gliela porto sotto il vestitino, quanto basta da fargli capire, che, ero senza intimo e indossavo un plug.
Lui, piacevolmente ed inaspettatamente sorpreso, si morde il labbro inferiore, inconsapevolmente, e aumenta il passo..


Finalmente in stanza, chiudiamo la porta alle nostre spalle...
La stanza è pervasa da una luce fioca e fredda..
Fuori diluvia ed il suadente e scandito suono della pioggia, fa da colonna sonora, a ciò che stava per succedere.
Avvolti dalla penombra, ci uniamo in un profondo e bagnato bacio passionale.
Nel consumarlo, ci adagiamo sul letto..
Io supina, lui sopra di me.
Si stacca per un istante. Quanto basta ad alzarsi e sfilarsi la maglietta. Io nel contempo mi tolgo il vestito, lo abbasso, sfilandolo dalle gambe.
Resto nuda con indosso solamente il plug.
Si ributta su di me, questa volta altezza ombelico.
E da lì inizia a baciarmi e mordere la mia pelle. E più sale, più mi viene la pelle d'oca. I capezzoli oramai turgidi e scuri, per via dell'eccitazione, erano sensibili sotto al tocco delle sue morbide labbra.
Nel contempo, gli tocco i capelli e con le mani, assecondo la sua testa, che si faceva strada, verso il mio collo.
Sentivo la mia figa bagnarsi, attimo dopo attimo.
L'eccitazione si palpava ovunque..
Stuzzica e gioca con i miei capezzoli. Li mordicchia delicatamente e risucchia.
Si alterna tra i due seni, e nel mentre, posso sentire il suo cazzo, duro, premere contro la mia figa...
Mi divincolo un po', quanto basta ad allungare una mano e carezzargli il cazzo bollente, da sopra la tuta.
Impaziente di toccarlo meglio, gli chiedo di togliersela.
Annuisce, si gira supino e si sfila tutto in un colpo solo.
Resta così! Nudo, con il cazzo duro all'aria.
Non resisto e mi alzo, da quella stessa posizione, a pecora, mi butto con la bocca sul suo cazzo. Lui allunga la testa tra le mie gambe, con non troppa difficoltà, inizia ad esplorare ed assaporare le mie labbra.
Per il suo cazzo, ho bisogno di tanta saliva..
Così, gliene lascio colare un bel po' sulla cappella, ancora semi coperta, dal prepuzio.
Ora , ci ritroviamo, in una bella posizione 69.
Con la mano lubrifico per bene tutto il cazzo e le palle.
Le voglio belle bagnate...
Lentamente, inizio a tirare giù la pelle e scoprire quel cazzo grosso e setoso.
Lui si lascia andare, delicatamente, in un gemito liberatorio.
Poi torna a leccare la mia figa e stuzzicare con la sua abile lingua, entrambi i buchini. (Anche se nell'altro ho ancora il plug)
Inizio a spompinarlo con vigore..
Affondi completi e profondi, si alternano a più rapidi movimenti dritti in gola e poi lenti e delicati sulla cappella ..
Continuo un bel po', aggiungendo una combo con le mani.
Adoro segare i grossi cazzi a due mani!
Non sto comodissima, quindi mi stacco e mi giro, gli allargo le gambe e gli metto un cuscino sotto il bacino.
Cosicché possa avere a portata di bocca tutto, ma proprio tutto 😍: il cazzo, le palle e il suo bel culo.
Sputo sulle sue palle, e gliele inizio a leccare e succhiare con passione e piacere.
Lui si sta segando.
E con la saliva, colata tra le sue chiappe, inizio a leccare con dolcezza il suo perineo, per poi giungere a stuzzicare quel suo buchino ermetico.
Faccio scivolare la lingua lungo tutta la zona, su e giù, con movimenti circolari e pressori.
La punta sfiora il buchino e fa delle piccoli pressioni, come a volerlo penetrare.
Intanto con la mano libera massaggio le sue palle.
Le pressioni aumentano e cerco di infilare la mia lingua dentro.
Alterno delle belle leccata dal culo alle palle, a pressioni di lingua.
È completamente bagnato e ricoperto della mia saliva.
Mi stacco, continuo a stuzzicarlo col dito e torno a spompinarlo un po'!!!
Lui mi tiene la testa e la guida, scandendo il ritmo e l'intensità di quel pompino!
Continuo così per un po'..
Poi mi stacca, e mi mette direttamente a pecora.
Da quella posizione mi lecca per bene tutta, giocando con la mia figa. Nel contempo si sega il cazzo ed io mi tocco il clitoride..
Non resistiamo più.
Porta il cazzo davanti la mia figa, e lo affonda profondamente dentro!
Cavolo se si sente!!
Mi scopa duramente a pecora, tenendomi per i fianchi.
Poi rallenta.
Ora, le spinte sono più lente e profonde. Con una mano raccoglie i miei capelli lunghi e sciolti come a simularne una coda.
Si avvicina con la testa, mi bacia, e poi, tirandomi per la coda, torna a pompare forte!
Continua un bel po'.
Io così non riesco a venire, perché sono scomoda.
Quindi cambiando posizione, mi metto supina a missionario, con una gamba alzata sulla sua spalla.
Affonda come sempre con molta intensità, ma i nostri bacini sono distanti, abbastanza, da permettermi di toccarmi il clito..
Travolta dalle sensazioni: piacere, misto anche a dolore e porcaggine, sento di stare per venire...
Ma cavolo! Col suo cazzo dentro non riesco a squirtare liberamente...
Non faccio in tempo ad avvisarlo e lo spingo via, lui capisce.
Continuo a toccarmi mentre squirto..
Il mio squirt finisce tutto sul suo cazzo e lui prontamente continua a segarsi eccitatissimo dalla situazione.
Sono in uno stato di profonda beatitudine, ma la voglia è ancora tanta.
Voglio assaporare il mio squirt, quindi gli succhio il cazzo, poi mi stacco e lo bacio.
In ginocchio, sul letto, tutte e due presi da quel bacio al sapor d'orgasmo, allunga la sua mano, e mi sfila il plug.
Lo fa passare sulle nostre lingue, poi me lo lascia nella bocca, mentre allunga la mano e infila un dito nel mio culo.
Mi fa mettere a pancia sotto, e mi allarga le gambe.
Io ancora col plug in bocca, sento la sua lingua, scoparmi il buchino.
Ho una gran voglia di essere presa da dietro e sottomessa da lui.
Mi allargo con le mani il culo, lui fa colare tanta ma tanta saliva dentro e fuori.
La spalma per bene, si mette sopra di me e cerca pian piano, di spingere la sua cappella dentro.
Il suo cazzo è molto largo e si sente.
Mi fa un bel po' male inizialmente...
Dopo più tentativi e tantissima saliva e sofferenza, alla fine affonda lentamente, in profondità, il suo cazzone dentro il mio culo.
Il dolore, ci mette un po' a sparire e lasciar spazio alla lussuriosa e perversa goduria che provavo, nel sentirmi così sottomessa a lui.
Mi alza il bacino e mi mette a pecora.
Inizia ad incularmi forte a ritmo veloce.
Io urlo, perché è quasi impossibile, non sentire quella scopata anale.
Soffoco il mio viso su un cuscino, mi sento totalmente sottomessa e impalata dal suo cazzo.
Sento ogni singolo movimento.
Il suo cazzo che arriva fino in fondo e preme contro l'intestino..
Dio... Sono eccitata da morire!!
Mi ritocco la figa e il clitoride e vengo dopo appena qualche secondo.
Raggiungo uno di quegli orgasmi ,così intensi, da non riuscire ad emettere suoni.
Una scossa attraversa il mio corpo e il mio buco si contrae sul suo cazzo.
Dopo un bel po'...
Sento dai suoi gemiti che sta per venire, e sempre più eccitata, lo prego di riempirmi il culo.
Lo imploro...
Lui, ovviamente, non se lo fa ripetere e si lascia andare ad una copiosa e intensa sborrata dentro di me.
Mi riempie per bene.
Esausto e sudatissimo, con delicatezza esce..
E dal mio buco sfondato e aperto cola sulle lenzuola, quel ben di Dio...💦


Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 9.4
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per IL POLIZIOTTO SUPERDOTATO (A69)VOL.2:

Altri Racconti Erotici in Lui & Lei:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni