Racconti Erotici > trans > La saga di Garula - Succubo Ep. 9
trans

La saga di Garula - Succubo Ep. 9


di Tiscopotrans
01.04.2024    |    320    |    0 6.0
"Ogni colpo, ogni spinta, era accompagnato da un'ondata di eccitazione che permeava l'aria intorno a loro, avvolgendole in una sensazione di estasi totale..."
Garula giaceva nella tenda di Venere, ancora provata dalle violenze subite, ma lentamente iniziava a riprendersi grazie alle cure amorevoli della compagna. Nel frattempo, Venere, determinata a portare avanti la lotta per la libertà, stava progettando di arruolare una nuova alleata.

Le guardie annunciarono l'arrivo di una nuova prixa geneticamente modificata, di nome Saucy, destinata a entrare nell'harem. Il suo nome suscitò curiosità e interesse tra le altre prixia, che erano ansiose di incontrare questa misteriosa nuova arrivata.

Venere, intravedendo un'opportunità per rafforzare la loro causa, decise di incontrare personalmente Saucy per cercare di guadagnarsi la sua fiducia e convincerla a unirsi alla ribellione. Con determinazione, si diresse verso il luogo dove Saucy sarebbe stata accolta nell'harem, pronta a mettere in atto il suo piano.

Quando Saucy fece la sua entrata nell'harem, la sua presenza non passò inosservata. Alta e statuaria, con un portamento fiero e deciso, catturava l'attenzione di tutti gli occhi presenti. I suoi lunghi capelli erano divisi tra una cascata di riccioli rossi fuoco e una folta chioma nera, che incorniciava il suo volto dai lineamenti delicati ma decisi.

Il suo viso era adornato da una serie di piercing che brillavano alla luce, dall'anello sul naso alle piccole gemme lungo le sopracciglia e il labbro inferiore. Ma ciò che più colpiva era il suo sguardo magnetico, profondo e penetrante, che sembrava scrutare l'anima di chiunque incrociasse il suo sguardo.

Il suo corpo era una sinfonia di curve generose e muscoli scolpiti, che emergevano con grazia dalla sua pelle liscia e immacolata. Ogni movimento era un'opera d'arte, una danza di sensualità e potere.

Ma ciò che rendeva Saucy veramente unica erano le sue caratteristiche demoniache: una lunga coda da diavolo, sinuosa e mobile, che si agitava con grazia dietro di lei, e due piccole corna che emergevano dalla sua chioma folta, aggiungendo un tocco di malizia e mistero al suo aspetto.

Infine, ciò che sottolineava la sua dualità e la sua unicità era il suo attributo più sorprendente: un pene, eretto e fiero, che dimostrava la sua identità trans e la sua piena accettazione di sé stessa.

La sua presenza nell'harem prometteva di portare un nuovo dinamismo e una nuova forza alla lotta per la libertà.

La presenza di Saucy nell'harem suscitava una serie di emozioni in Venere, che osservava con interesse e desiderio la nuova arrivata. Mentre Saucy si esibiva, nuda e possente, la sua bellezza esotica e provocante non poteva che stimolare i sensi di Venere.

L'entusiasmo di Venere era evidente anche attraverso il suo abito di seta, dove un lieve rigonfiamento tradiva la sua crescente eccitazione. La sua mente era pervasa da pensieri peccaminosi, mentre la vista di Saucy risvegliava istinti primordiali che non poteva ignorare.

Con occhi ardenti, Venere ammirava le forme sinuose di Saucy, lasciandosi trasportare dall'attrazione magnetica che emanava da lei. La presenza di Saucy prometteva nuove esperienze e avventure, e Venere non poteva fare a meno di sentirsi eccitata all'idea di ciò che il futuro avrebbe riservato con la loro nuova compagna ribelle.
Saucy venne condotta dalla scorta di guardie attraverso i corridoi dell'harem imperiale verso la sua nuova dimora, una delle numerose tende del piacere sparse nel complesso.

Le guardie, con passo deciso e vigilante, la guidarono lungo il percorso, mantenendo un'aria severa e attenta mentre attraversavano i corridoi movimentati e affollati dell'harem. Saucy, con il suo portamento elegante e fiero, si sforzava di adattarsi all'ambiente caotico e opprimente che la circondava, cercando di mantenere la calma e la compostezza nonostante l'agitazione interiore.

Una volta giunta alla sua destinazione, Saucy fu accolta dalla vista della sua nuova dimora, una tenda lussuosa e sontuosa, adornata con tessuti pregiati e arredi eleganti. Le guardie la lasciarono all'ingresso della tenda, e lei si trovò da sola, con il cuore che batteva forte nell'anticipazione di ciò che l'attendeva.

Con passo incerto ma risoluto, Saucy varcò la soglia della tenda e si immerse nell'atmosfera intima e seducente che la circondava. Al centro della stanza, un letto sontuoso invitava al riposo e al relax, mentre candele profumate e tessuti morbidi creavano un'atmosfera accogliente e rassicurante.

Decisa a fare di quella tenda il suo nuovo rifugio, Saucy si mise subito al lavoro per abbellirla e renderla più confortevole. Con gesti sicuri e determinati, disposizione tessuti di seta e velluto, posizionò cuscini morbidi sul letto e accese candele profumate per creare un'atmosfera rilassante e rassicurante.

Poi, una volta terminati gli allestimenti, Saucy si rivolse al suo guardaroba e scelse con cura il suo outfit. Optò per un aderente abito di lattice nero, che si adattava perfettamente alle curve sinuose del suo corpo, conferendo un'aria di mistero e seduzione alla sua figura.

Indossò con grazia il corsetto stretto che sottolineava la sua silhouette, e si calzò con collant di lattice nero che avvolgevano le sue gambe fino ai piedi. Infine, completò il suo look con un collare di pelle nera adornato da borchie d'argento.
Mentre Saucy si preparava e si abituava alla sua nuova dimora, venne interrotta da un leggero bussare alla porta della tenda. Con un sorriso curioso, si avvicinò alla porta e l'aprì, trovandosi di fronte Venere, la quale la osservava con interesse e curiosità.

"Salve, Saucy," disse Venere con un sorriso caloroso, "sono Venere, una delle ragazze qui nell'harem. Volevo darti il benvenuto e vedere come ti stavi adattando."

Saucy restituì il sorriso, accogliendo la ragazza con cordialità. "Grazie, tu come ti chiami? Io ancora non conosco nessuno qui," rispose gentilmente, "sono appena arrivata e sto ancora cercando di ambientarmi. Ma sono felice di fare la tua conoscenza."

Venere annuì comprensiva, osservando con interesse la tenda di Saucy e gli arredi che la circondavano. "Io sono Venere e ormai vivo qui da molti anni.Hai fatto un ottimo lavoro con la tua tenda," commentò, ammirando l'attenzione ai dettagli e il senso estetico di Saucy.

Saucy sorrise con gratitudine per il complimento. "Grazie," rispose modestamente, "ho cercato di renderla il più accogliente possibile."

Venere annuì con un sorriso approvativo. "Se hai bisogno di qualcosa o se hai domande, non esitare a chiedere," disse con gentilezza, offrendosi di aiutare Saucy nella sua transizione nell'harem.

Saucy ringraziò Venere per la sua gentilezza e il suo supporto, sentendosi un po' più a suo agio nella sua nuova casa. Con una nuova amica al suo fianco, Saucy si sentì pronta ad affrontare le sfide e le avventure che l'attendevano nell'harem imperiale.
Saucy guardò Venere con un sorriso curioso, i suoi occhi scintillanti di interesse mentre aspettava la risposta della ragazza. Il tessuto nero del suo abito di lattice aderiva alle curve del suo corpo, evidenziando le sue forme sinuose. I suoi lunghi capelli bicolore ondeggiavano leggermente intorno al viso, mentre il collare di cuoio adornato di piccole borchie brillava alla luce del sole filtrata attraverso la tenda.

"Venere," disse con voce morbida e seducente, "sei felice di essere una prixa?" chiese, incuriosita da come Venere percepisse la sua condizione all'interno dell'harem. La sua lingua biforcuta emerse leggermente dalle labbra mentre parlava, aggiungendo un tocco di fascino e mistero alla sua figura da succubo.
Venere osservò Saucy con attenzione, cercando le parole giuste per rispondere alla sua domanda. "No, Saucy," disse con un sospiro, "sono felice di essere qui circondata da altre prixa che mi vogliono bene, ma devi sapere che la vita di una prixa non è esattamente quella di una principessa. Siamo qui per soddisfare i desideri dei nobili e non abbiamo molta libertà al di fuori di questo harem."

Lei esitò un momento, cercando di spiegare meglio. "È vero che possiamo rilassarci qui nell'harem, ma al di là di queste tende siamo considerate schiave, costrette a obbedire ai desideri dei nobili senza poter scegliere il nostro destino. Inoltre delle volte veniamo uccise durante i rapporti sessuali con i nobili e non importa a nessuno. Siamo pezzi di carne, degli oggetti in mano a dei mostri." Venere si avvicinò a Saucy, posando delicatamente una mano sulla sua spalla. "Ma non temere, Saucy. Siamo qui per sostenere e proteggerci l'un l'altra."
Saucy, con un sorriso malizioso, si avvicinò a Venere mentre la guardava negli occhi con un'aria provocante. Venere, sorpresa dall'audacia di Saucy, si ritrovò senza parole quando sentì la lingua biforcuta di Saucy avvicinarsi alla sua. I loro volti si avvicinarono lentamente, finché le loro labbra si incontrarono in un bacio ardente.

Le sensazioni che percorrevano Venere erano intense e travolgenti. Sentiva la lingua di Saucy muoversi con abilità, esplorando ogni angolo della sua bocca con passione. La sensazione della lingua biforcuta di Saucy era stranamente eccitante, aggiungendo un elemento di sensualità inaspettato al loro bacio.

Nel frattempo, il contatto fisico tra loro si intensificava. Le mani di Saucy scorrevano lungo il corpo di Venere, esplorando ogni curva con desiderio. Venere si sentiva trasportata dal momento, lasciandosi andare completamente alla passione che bruciava tra loro.
Mentre le due si baciavano Saucy notò il pene bionico di Venere, che emise un leggero bip. I suoi occhi si allargarono per la sorpresa mentre osservava il membro artificiale di Venere, stupita di trovare un'altra trans come lei in quell'ambiente così particolare.

La presenza del pene bionico di Venere aggiunse un'ulteriore dimensione alla loro interazione, e Saucy si sentì improvvisamente più a suo agio, sapendo di non essere l'unica ad avere un passato complesso dietro di sé. Con uno sguardo curioso, Saucy incontrò lo sguardo di Venere, cercando di leggere nelle sue espressioni la comprensione e la connessione che solo un'altra persona trans avrebbe potuto offrire.

"È sorprendente trovarmi qui con te, Venere," disse Saucy, con un tono di ammirazione. "Non avrei mai immaginato di incontrare un'altra trans in un luogo come questo."

Venere annuì con un sorriso, percependo la complessità delle emozioni che Saucy stava provando. "Ma qui non siamo le uniche donne transessuali. I nobili sono bestie perverse e amano i grossi cazzi. Ecco perché ce li hanno dati in dono."
Saucy, senza esitazione, afferrò il pene di Venere con una mossa decisa, iniziando a muovere la mano su e giù lungo l'albero bionico con abilità e fermezza. Venere si sentì colpita dalla spontaneità di Saucy, ma non oppose resistenza, lasciando che le sensazioni di piacere si diffondessero attraverso il suo corpo mentre Saucy continuava il suo gesto.

I gemiti soffocati di piacere si unirono al ritmo regolare della mano di Saucy, creando un'atmosfera carica di tensione erotica. Saucy continuava a massaggiare il membro di Venere con abilità e intensità crescenti, trasmettendo il suo desiderio e la sua passione attraverso ogni movimento della mano.

Venere chiuse gli occhi e si abbandonò al piacere, lasciando che le sensazioni travolgenti la avvolgessero completamente. La sua mente si perse nei vortici del desiderio, mentre il tocco esperto di Saucy la portava sempre più vicino al culmine del piacere.

Con un gemito sommesso, Venere si lasciò andare all'orgasmo, lasciando che le onde di piacere la attraversassero in una cascata di sensazioni estatiche. Saucy continuò a seguire il suo ritmo, aumentando l'intensità del suo movimento mentre accompagnava Venere attraverso ogni momento di estasi.

Quando finalmente l'orgasmo si placò, Venere aprì gli occhi e sorrise a Saucy, riconoscente per il suo tocco premuroso e appassionato.
In un momento di passione travolgente, Venere si lasciò andare completamente all'impulso del desiderio e si mise in posizione, offrendo il suo sedere a Saucy. Saucy, con occhi bramosi, accettò l'invito con fervore, desiderosa di penetrare Venere con il suo imponente membro.

Con movimenti decisi, Saucy si avvicinò a Venere, guidando con precisione il suo pene verso l'entrata desiderata. Lentamente, con un gemito di piacere, Saucy penetrò Venere, spingendo dentro di lei con dolcezza ma determinazione.

Venere si sentì completamente riempita da Saucy, mentre il piacere si diffondeva attraverso il suo corpo con una potenza travolgente. I loro movimenti si fusero in un ritmo sincronizzato, mentre entrambe le donne si abbandonavano completamente alla passione del momento.
Il pene di Saucy, imponente e vigoroso, si stagliava nel buio della tenda, pronto a penetrare il sedere di Venere con la sua maestosità. Con una leggera curva verso l'alto, il suo membro sembrava ansioso di affondare nelle profondità del piacere.

Con ogni spinta, il pene di Saucy si insinuava sempre più profondamente nel corpo di Venere, provocando una serie di gemiti di piacere dalla donna. Le sue palle, pendenti e pesanti, andavano avanti e indietro con ogni movimento, creando un ritmo ipnotico e sensuale che riempiva la stanza.

Le palle di Venere, altrettanto piene di desiderio, oscillavano in sincronia con quelle di Saucy, mentre entrambe le donne si abbandonavano al piacere del momento. Ogni colpo, ogni spinta, era accompagnato da un'ondata di eccitazione che permeava l'aria intorno a loro, avvolgendole in una sensazione di estasi totale.
Con destrezza e maestria, Saucy continuava a penetrare Venere con fermezza mentre contemporaneamente accarezzava e massaggiava le palle dell'amica con le sue mani esperte. La sua presa era delicata ma decisa, e ogni carezza aggiungeva un'altra dimensione di piacere all'esperienza sensoriale che stavano condividendo.
Venere: "Guardami, Saucy... Voglio vedere il desiderio nei tuoi occhi mentre mi prendi."

Saucy: "Oh, sì... Guardami mentre ti riempio completamente... Voglio che tu senta tutto il mio desiderio per te."

Le parole venivano sussurrate tra gemiti di piacere mentre Saucy continuava a penetrare Venere con passione e fermezza. La lingua biforcuta di Saucy danzava sul viso di Venere, lasciando una scia di eccitazione e desiderio sulla sua pelle.

Venere gemeva e urlava di piacere, incapace di trattenere le sensazioni travolgenti che la attraversavano mentre Saucy la prendeva con passione e intensità. I loro sguardi si incrociavano in un momento di pura connessione, mentre entrambe si abbandonavano completamente al piacere travolgente della loro unione.

Giunto al punto di non ritorno Saucy viene dentro il sedere di Venere. Venere grazie ai tubi bionici innestati nel suo sedere assorbe tutto lo sperma della prixa e lo porta nelle sue palle di silicone.
Dopo un veloce segata al pene, Venere risborra lo sperma di Saucy dal suo cazzo grondante di piacere. In un turbinio di godimento Venere si lascia andare sul corpo dell'amica travolgendola con il seme riciclato.

Dopo aver concluso il loro momento intimo, Venere rivolge a Saucy la proposta di unirsi al gruppo di ribelli prixa per lottare per la libertà e rovesciare l'imperatore. Saucy ascolta attentamente la proposta di Venere, riflettendo sulle sue parole. Dopo un momento di silenzio, fissando Venere dritto negli occhi, risponde con voce ferma ma carica di determinazione:

"Sì, sono pronta ad unirmi al vostro gruppo. Ancora non ho visto le crudeltà degli aristocratici, ma li odio per avermi rapito e modificato geneticamente per il loro piacere sessuale. Sono con voi."

Venere sorride soddisfatta, accogliendo Saucy nel gruppo con un abbraccio caloroso. Pianificano insieme i prossimi passi per prepararsi alla ribellione, sapendo che il loro cammino sarà difficile ma che la loro determinazione è più forte di qualsiasi ostacolo possano incontrare.
Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 6.0
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per La saga di Garula - Succubo Ep. 9:

Altri Racconti Erotici in trans:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni