Racconti Erotici > Lui & Lei > Le avventure di Carmen : Gennaro e Cristina
Lui & Lei

Le avventure di Carmen : Gennaro e Cristina


di Libertyna
07.04.2024    |    4.900    |    5 9.7
""Mmmmmm che mappamondo" spingendo la sua lingua dentro " Ohh sii, che meraviglia, non ti fermare mmmm..."
Quella che sto vivendo è l'estate più bella della mia vita. Almeno un paio di volte a settimana vado al mare solo per un motivo: gli orgasmi che mi fa provare Salvatore, il bagnino. Quando il lido è pieno, non abbiamo molto tempo quindi devo accontentarmi di una sveltina, ma quando ci sono poche persone, si dedica con anima, lingua e cazzo a me. Ormai mi ha presa in tutte le posizioni, le sue mani possenti e virili le voglio sempre addosso. Quando mi metto a pecorina, mi sculaccia divinamente facendomi sentire una gran troia. Lo consiglierei a tutte le donne un toyboy come lui.
Una mattina vado al mare già pregustandomi quello che sarebbe accaduto nel pomeriggio nella cabina con lui.
Alla cassa c'è Gennaro, il proprietario del lido.
"Buongiorno" gli dico.
"Ciao splendore" mi saluta lui.
"Salvatore c'è?" Gli chiedo guardandomi intorno.
"Purtroppo no" risponde Gennaro compiaciuto.
"Come mai?" Chiedo un po' delusa.
"Non mi ha detto il motivo, non verrà per un paio di giorni."
"Che peccato" gli dico sempre più delusa.
"Mi dispiace, oggi non potrai divertirti" provoca Gennaro.
"Ma se vuoi, posso sostituirlo io..." Aggiunge abbassando lo sguardo sulle mie tette.
Ho un brivido di eccitazione. Gennaro mi è sempre piaciuto. E' un bell'uomo quarantenne,palestrato, ma sono amica di sua moglie, Cristina, quindi non vado oltre.
Fortunatamente arriva il bagnino a interromperci, così Gennaro gli dice di prendere un lettino e di accompagnarmi all'ombrellone.
La giornata è molto rilassante, non come avrei voluto, ma meglio di nulla.
Dopo pranzo, stesa sul mio lettino pensando di essere nella cabina, mi sento chiamare.
"Scusa Carmen, possiamo parlare?"
Mi giro. È Cristina.
"Ciao Cristina, ehm.. certo siediti" le dico preoccupata.
"Vorrei parlarti di Gennaro" mi dice sedendosi sul lettino accanto.
Sono ancora più preoccupata perché penso abbia capito tutto.
"In che senso?" Le chiedo.
"Ho visto come ti guarda. Ti fissa con occhi pieni di desiderio, come prima faceva con me."
"Bhe, se è per questo ti assicuro che non è successo nulla" cerco di rassicurarla.
"Ma certo lo so, tranquilla. Il punto è proprio questo."
"Non capisco" la guardo dubbiosa.
"È da un po' di tempo che siamo in crisi. Abbiamo provato a riaccendere la passione, ma finora con scarsi risultati."
"Mi dispiace..."
"Stamattina vi ho visti alla cassa e ho sentito cosa ti diceva, e mi è venuta un'idea."
"Di che tipo?"
"Bhe, se ti va, stasera potresti venire a casa nostra, così da vedere come lo fai godere. Magari così potremmo riavvicinarci."
Rimango stupita, non mi aspettavo minimamente una richiesta del genere. Anche Cristina si accorge del mio stupore
"Se non vuoi farlo, ti capisco. Anzi facciamo che non ti ho chiesto nulla" Cristina sta per alzarsi.
"No, aspetta. Ti aiuterò."
"Davvero? Grazie" mi sorride Cristina felicissima.
Risalgo prima dalla spiaggia, così posso prepararmi con calma. Cristina mi dà l'indirizzo di casa e ci diamo appuntamento per la sera.
Dopo una lunga doccia e un rilassante shampoo, inizio a vestirmi. Metto un vestitino molto corto dato il caldo, e un perizoma molto sottile da lasciare poco spazio all'immaginazione.
Per tutto il tragitto sono ancora incredula. Davvero Cristina mi ha chiesto di scoparmi suo marito e vuole essere lì a vedere? Gennaro saprà già tutto oppure per lui è una sorpresa? L'unica cosa che so è che la cosa mi eccita molto.
Arrivo davanti a una bella villetta. Il cancello è aperto. Entro e mi dirigo alla porta. Suono il campanello.
"Arrivo". Sento la voce di lui.
La porta si apre, e la prima cosa che vedo è Gennaro a petto nudo che mi guarda sorpreso.
"Carmen? Che ci fai qui? Vestita così sexy tra l'altro"
"Cristina c'è?" Chiedo subito.
"Si, è in cucina, entra" Gennaro continua a squadrarmi dalla testa ai piedi.
"Ciao Carmen, finalmente!" Mi saluta Cristina
"Non capisco" sussurra Gennaro.
"Andiamo in camera e capirai" risponde Cristina.
Lei e la prima a salire le scale per andare in camera da letto, io subito dietro e Gennaro dietro di me. Sento i suoi occhi sul mio culo.
Entriamo nella loro stanza. Cristina ha impostato le luci soffuse e si siede sulla poltrona accanto al letto.
"Bene Carmen, vediamo come ti scopi mio marito" mi dice Cristina eccitata.
"Con piacere" le dico iniziando ad eccitarmi, poi guardo Gennaro.
"Siediti sul letto"
Gennaro non se lo fa ripetere e si siede. Mi metto in piedi davanti a lui.
"Finalmente stasera potrai assaggiarle". Mi abbasso le spalline e lascio cadere il vestito così che Gennaro possa vedere i miei seni nudi.
"Lo sapevo che erano stupende." Esclama Gennaro eccitato. Così mi stringe le tette e inizia a leccarmi i capezzoli, a succhiarli ed ad assaporarli sempre di più come se assaporasse della frutta gustosa. Mentre Gennaro si prende cura dei miei seni turgidi, guardo Cristina così da farle capire come mi fa godere suo marito. Anche lei è eccitata e inizia a toccarsi tra le cosce.
"Ti piacciono le sue tette eh?" Cristina chiede a suo marito.
"E' da quando me le ha sbattute la prima volta davanti la cassa che volevo gustarmele per bene mmmm" ansima Gennaro continuando a lavorare di lingua sui capezzoli.
Sono sempre più eccitata. Non pensavo di eccitarmi così sapendo che la moglie ci guarda.
"Abbassati, dai. Succhiami il cazzo. Mi sta esplodendo nei pantaloni."
Mi inginocchio e vedo già il suo cazzo dritto e duro come un palo che spinge per uscire.
Glielo tiro fuori. Ha una cappella enorme, rossa rossa.
"Però, Cristina, non mi hai mai detto che tuo marito ha una cappella così grande" le dico ridendo.
" Assaggia, è davvero gustosa."
Mi do subito da fare. Cristina ha ragione. È una cappella irresistibile. Non riesco a smettere di tenere la lingua sopra.
"Oh cazzo si" ansima Gennaro. Mi prende subito i capelli e me lo spinge fino in gola. Più spinge e più gode.
"Guardami mentre ti fai spompinare" ordina Cristina a suo marito.
"Ohh sii, che pompinara" Gennaro continua ad ansimare guardando Cristina che si sta masturbando, anche lei adesso inizia a gemere.
Mentre loro si guardano, io non voglio più lasciare il suo cazzo. È durissimo, mi riempie tutta la bocca. Me lo sbatto ovunque, sulle guance, sulla lingua.
"Alzati, dai. Mettiti a pecora, così vediamo chi ti scopa meglio, se io o Salvatore."
Io e Gennaro andiamo dall'altra parte del letto, così Cristina può vedere meglio mentre mi tolgo il perizoma e mi metto a pecora aspettando il cazzo del marito che mi entra tra le gambe. Invece di mettere il suo cazzo, Gennaro si abbassa e inizia a divorarmi il culo.
"Mmmmmm che mappamondo" spingendo la sua lingua dentro
" Ohh sii, che meraviglia, non ti fermare mmmm. Tuo marito mi sta mangiando il culo aaaa" adesso io e Cristina ci guardiamo mentre ci eccitiamo.
"Lecca davvero bene aaa" ansima Cristina con due dita nella fica.
"Dalle il cazzo, voglio vedere come la sbatti"
Gennaro obbedisce alla moglie, si alza e inizia a penetrarmi. Inizio subito a gridare.
" Aaaaa cazzo, è enorme"
"Prendilo tutto, troia" e inizia a scoparmi.
Gennaro è un toro da monta, mi sbatte tutto il cazzo in fica, sento le sue palle gonfie che sbattono. Guardo Cristina, ma lei guarda il marito e continua a sgrillettarsi.
"Visto come me la scopo questa troia? Mmmm"
Chiede Gennaro alla moglie.
" Ohhh siii, continua a scopare daiii " Cristina è eccitatissima. Le piace proprio che mi scopo il marito.
"Dillo che sono una cornuta, dillooo"
"Sei una cornuta, una cornutaaa" ripete Gennaro sbattendomi sempre più forte.
"Siii non ti fermare, cosi vengoo, vengooooo" Cristina inizia ad urlare di piacere
Gennaro sente la moglie godere e si eccita ancora di più.
"Te la sfondo questa ficaaa "
"Ooo siii continuaaa" adesso tocca a me venire
Improvvisamente Cristina smette di ansimare.
"Vienile dentro, così assaggio la sborra direttamente dalla sua fica."
Sentendo questo, Gennaro è inarrestabile
Mi prende per i capelli e inizia a sbattermi sempre più forte.
"Hai sentito mia moglie, ti devo scopare fino a venirti dentro, zoccola"
Mi eccito sempre di più.
"Ooo siii daiii non ti fermare, mmmmm siii"
"Zoccola" e mi sculaccia
"Puttana" e mi sculaccia
"Troia " e mi sculaccia sempre più forte. Ormai prende il mio culo come fa Salvatore.
"Sto venendo troia, sto venendo"
Sono al culmine del piacere
"Anche io siii siiiii vengooooo"
Entrambi urliamo guardando Cristina mentre sento tutta la sborra calda di Gennaro inondarmi la fica.
Cristina si alza pronta ad assaggiare. Velocemente Gennaro toglie il cazzo da dentro di me e sento la lingua di Cristina che mi lecca tutta la fica,dentro e fuori assaporando i miei umori e la sborra calda e succosa del marito.
Nessuna donna mi aveva leccato la fica fino a quel momento. È stato meraviglioso.
Qualche giorno dopo mi arriva un messaggio da Cristina.
"Ciao Carmen come va? Volevo ringraziarti. È stata una notte indimenticabile. Sapevo che ce l'avresti fatta a salvare il mio matrimonio. Gennaro mi scopa continuamente, non ho mai goduto come in questo periodo. E solo grazie a te. Ti devo un favore enorme. Grazie ancora 😘"
Le rispondo solo "Grazie a te 😘" visto che è proprio grazie a lei che finalmente quel quarantenne palestrato mi aveva scopata.








Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 9.7
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per Le avventure di Carmen : Gennaro e Cristina :

Altri Racconti Erotici in Lui & Lei:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni