Racconti Erotici > Lui & Lei > Quando scopai la nonna del mio amico
Lui & Lei

Quando scopai la nonna del mio amico


di Tiscopotrans
04.04.2024    |    4.583    |    1 8.1
"Decisi di lasciarmi andare alla passione, permettendomi di esplorare le cosce della vecchietta..."
Ero nervoso e emozionato. Era la mia prima volta e non sapevo cosa aspettarmi. Il mio cuore batteva forte nel petto mentre mi avvicinavo alla casa della nonna del mio amico, dove sapevo che l'avrei incontrata e scopata.
La nonna del mio amico, un giorno, mi ha sorpreso con sguardi che trascendevano l'innocenza di una semplice conversazione. Ha notato il mio sguardo e, con una voce carica di suggestione, mi ha chiesto se ero interessato a vedere qualcosa di più di quanto avessi già visto. Questa sua domanda, apparentemente innocua ma carica di intenzioni nascoste, ha suscitato in me una sensazione di stupore e curiosità. Era come se volesse sondare il terreno, testare le mie reazioni, forse per capire se c'era un'attrazione reciproca o se il desiderio era solo unilaterale. La sua proposta era audace e provocatoria, eppure c'era qualcosa nella sua espressione che mi ha attratto, una sorta di promessa di avventura e piacere che mi ha intrigato profondamente. È stato in quel momento che ho capito che c'era qualcosa di più dietro quei suoi sguardi, qualcosa che avrebbe potuto cambiare il corso delle nostre vite per sempre.

Quando entrai nella casa, vidi la nonna del mio amico seduta sul divano, con un sorriso gentile sulle labbra. Era una donna affascinante, con gli occhi pieni di saggezza e un'aura di mistero che mi intrigava profondamente.

Ci sedemmo insieme sul divano, parlando e ridendo di cose senza importanza. Ma poi, all'improvviso, la conversazione prese una piega diversa. I nostri sguardi si incrociarono e sentii una scintilla di desiderio nel mio petto.

Senza dire una parola, ci avvicinammo lentamente, lasciando che il desiderio prendesse il sopravvento su di noi. Le sue labbra trovarono le mie e un brivido di eccitazione mi attraversò il corpo. Era come se il tempo si fosse fermato, lasciandoci soli in un mondo di passione e desiderio.

Mentre le nostre labbra si avvicinavano, ho sentito un brivido di eccitazione correre lungo la mia spina dorsale. Le sue mani rugose mi hanno accarezzato il viso, trasmettendomi una sensazione di calore e comfort. Nonostante l'odore di vecchio che aleggiava nell'aria, la sua presenza emanava un'aura di sensualità e mistero che mi attrasse irresistibilmente.

Le sue labbra erano morbide e calde contro le mie, mentre le mie mani esploravano il suo corpo, sentendo la pelle rugosa sotto le mie dita. Era diverso da qualsiasi altra cosa avessi mai sperimentato prima, ma allo stesso tempo era eccitante e stimolante.

Le sue mani mi guidavano con maestria, esplorando ogni centimetro del mio corpo con una lussuria ardente. Nonostante la sua età avanzata, c'era ancora una passione ardente nei suoi movimenti, un desiderio che bruciava dentro di lei con una ferocia inarrestabile.

La vecchina era avvolta da un'aura di vecchiaia e debolezza, i suoi capelli grigi e secchi cadevano in ciocche disordinate intorno al suo viso rugoso. La sua pelle era segnata dalle rughe profonde e dalle macchie dell'età, e il suo corpo magro e fragile sembrava quasi scomparire sotto gli abiti larghi e sgualciti da vecchia.

Il suo seno era piccolo e pendente, testimone del passare degli anni e delle esperienze vissute. Gli abiti che indossava erano datati e trascurati, con colori sbiaditi e tessuti logori che sembravano raccontare storie di un tempo lontano.

Ma nonostante l'apparenza malandata, i suoi occhi brillavano di un fuoco interno, un desiderio irrefrenabile che traspariva dallo sguardo giovane e vitale. Era come se dietro quella maschera di vecchiaia si nascondesse una donna ancora piena di passione e desiderio, pronta a esplorare nuovi orizzonti e a godere della vita fino all'ultimo respiro.

Era un contrasto sorprendente, quella combinazione di fragilità e vitalità, di vecchiaia e desiderio. Ma era proprio quel mix di elementi apparentemente opposti a renderla così affascinante e intrigante, una donna dallo spirito indomito e dalla voglia di vivere che non si lasciava scoraggiare dall'avanzare degli anni o dalle limitazioni del tempo. Era una vecchina prossima alla morte, ma con uno spirito giovane e desideroso di avventure ancora da vivere.
Mi sentivo nervoso mentre alzavo la gonna della vecchina, scoprendo la sua zona intima segnata dal tempo. I peli grigi e radi circondavano la sua vagina, creando un'immagine strana. Nonostante la scarsa igiene, il mio desiderio e la mia curiosità mi spinsero a esplorare il suo corpo con una certa incertezza.

Decisi di lasciarmi andare alla passione, permettendomi di esplorare le cosce della vecchietta. Di dargli le sue ultime botte di vita.
Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 8.1
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per Quando scopai la nonna del mio amico:

Altri Racconti Erotici in Lui & Lei:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni