Il primo sito di Annunci erotici italiano, scambio coppie, racconti ed esibizionismo.        Siamo 525.861        Online 51.560        WebCam Chat: 130
Entra







Pubblicato il: 08.11.2007


Canali



Articoli Simili


SexyBlog > Fisting: come praticarlo

Fisting: come praticarlo


Guide        257   |   Canali: guide, fisting, sesso anale, pratiche sessuali,



Un gusto speciale cosi come da alcuni sottolineato, un mix di piacere estremo, punitivo o accattivante. Definire una delle pratiche in voga del momento non è semplice, ma cercheremo di introdurre, colpire e affondare, mettendo in luce alcuni step che permettono una sicura  e fiduciosa tecnica di avvicinamento per chi non l'ha mai praticato e magari qualche piccolo suggerimento ai veterani dell'arte.

Il fisting deriva dall'inglese fist “pugno” teoricamente è il letterale colpire con il pugno, praticamente un attività sessuale umana estrema che consiste nell'introduzione dell'intera mano all'interno della vagina o del retto. Viene utilizzato come prosecuzione all 'handballing(appallottolamento della mano), ma rendendola elementare è più propriamente l'inserzione della mano nella vagina o nell'ano. Vediamo la differenza tra i due termini l'handballing introduce lentamente la mano , un dito per volta e poi chiude la mano a pugno, una volta entrata del tutto.


Il Fisting non è solo anale, ma è anche vaginale e non si pratica solo alle donne ma è anche una attività in voga fra gli uomini nonché fra gli omosessuali. Molti credono sia una pratica BDSM ma non è proprio cosi, anche se molti praticanti sono bdsmers non è detto lo siano necessariamente. Trattando il Fisting anale l'immagine di un pugno immerso nel culo è senza dubbio un'immagine molto forte, che potrebbe far pensare ad un atto di dominazione assoluta e all'inflizione di dolore. Nonostante la sua immagine potente, il fisting è una pratica sessuale molto gentile e premurosa mai impositiva o punitiva.

È una pratica che richiede tempo e pazienza e molta fiducia anche perchè la non fiducia porta a non rilassamento e la mancanza di questo non permette un fisting sicuro. Il dolore in questa pratica deve essere ascoltato perché è il primo campanello d'allarme a un eventuale danno imminente. Resistere al dolore non è un atto di eccessivo masochismo/autolesionismo ma potrebbe essere un antecedente ad un muscolo anale strappato. La struttura anatomica dell'ano e del retto ovviamente progettata per accogliere e movimentare grandi masse di materiale organico, diciamo cosi è quasi allenata ad accogliere un oggetto grande come una mano.

I passaggi del Fisting Anale

Accorgimenti
Questa pratica richiede una certa predisposizione fisica ed in ogni caso una preparazione per poter estendere l'elasticità dei tessuti ad un punto tale da poter accogliere la mano. Sebbene la vagina e l'ano siano elastici in ogni soggetto, non tutti hanno le capacità fisiche necessarie per attuare questa pratica. Per l'attuazione di questa pratica è altresì necessaria un'attenta igiene, specialmente per quanto riguarda il fisting anale. È necessario avere le unghie accuratamente limate per non lacerare neanche minimamente la mucosa. È necessario non avere tagli, abrasioni o ferite che possono facilitare la trasmissione di sangue durante l'atto. Per prevenzione si usano solitamente guanti di lattice per uso chirurgico. Prima di iniziare la pratica sarebbe buona cosa data la stimolazione forte e continua orinare , perché l'attività di fisting potrebbe solleticare la vescica fino all'involontario rilascio (cosa che se accadesse non è dovrebbe comportare disagio, è fisiologicamente normale ).

La posizione ideale è quella in cui il sub è in posizione supina con le ginocchia divaricate e le gambe tenute leggermente in alto, come la classica posizione ginecologica. Alcune persone preferiscono la classica pecorina ma se siete neofiti sarebbe meglio evitarla. Anche in questo caso comunque fate in modo che il sub sia comodo, magari ponendogli dei cuscini sotto il ventre per non costringerlo a sforzare i muscoli e favorire il rilassamento.

Dilatazione
Per preparare bene l'ano a ricevere un fisting, si può iniziare dilatandolo progressivamente con le dita, cominciando con un solo dito, roteandolo delicatamente in modo da rilassare la muscolatura per poi una volta che l'ano si è assuefatto e lo sentite pronto ad accogliere qualcosa di più grosso, inserire un secondo dito e cosi via. Il sesso anale potrebbe essere un ottimo intermedio, almeno per acquistare fiducia nel partner , inserire poi oggetti di grandezza crescente lo step successivo. Quindi ribadiamo che l'esercizio lento e costante è il migliore alleato per una pratica sicura.

Penetrazione
La lubrificazione artificiale è indispensabile, perciò l'utilizzo di un lubrificante intimo è d'uopo tra quelli a base acquosa , oleosa e siliconica , questi ultimi diciamo cosi di ultima generazione sono i migliori in quanto offrono meno attrito, si seccano più lentamente e durano di più. Le sensazioni al momento della penetrazione potrebbero essere ambivalenti e comunque chi pratica il Fisting deve tenere sotto controllo le reazioni del partner perché se la soglia del dolore supera quella del piacere, allora quello è il momento di fermarsi. Il partner attivo deve inserire la mano nell'ano piegando le dita e seguendo la naturale curvatura del retto, il pollice deve essere tenuto a contatto col palmo (a formare un cuneo)e man mano che avanzano nel retto le dita vanno ripiegate sul pollice fino a formare il pugno.

Pratiche
Una volta che la mano è penetrata, ci sono varie tecniche per stimolare il retto. Tra le più comuni ci sono: la torsione, la vibrazione, lo stantuffo e il mantice. Andiamo a verificarle una per una cercando quindi di “praticarle” di più. La Torsione si esegue ruotando il pugno in un moto circolare cosi che l'ano strofini contro il polso ed il retto contro il pugno. La Vibrazione si muove il pugno rapidamente ma senza muoverlo fino a farlo vibrare dentro. Lo Stantuffo consiste nel movimento dentro-fuori, simile alla penetrazione (fist-fucking). Il Mantice consiste nell'aprire e chiudere la mano dentro al retto, aumentando la sensazione di tensione muscolare e di riempimento.

Rimozione
Il momento della rimozione è assai delicato dal punto di vista di eventuali danni che una non scrupolosa fuoriuscita della mano potrebbe comportare ( lacerazione delle mucose, lacerazione e stiramento del muscolo anale, perforazione dell'intestino, incontinenza), dal punto di vista tecnico bisognerebbe intervenire esattamente all'inverso. Col pollice e l'indice dell'altra mano cingete il polso della mano da estrarre e premete delicatamente l'ano con le dita libere durante l'estrazione, per assicurarvi che lo sfintere stia al suo posto ed evitare la fuoriuscita di eventuali emorroidi, ma Attenzione non è solo questo, Ragazzi!! E' un momento anche di gradito piacere portando sensazioni altrettanto intense quanto quelle dell'inserzione. Un ultima cosa, anche se il fisting viene eseguito in modo corretto, qualche lieve conseguenza è inevitabile da un meteorismo addominale incontrollato a una leggera dilatazione dello sfintere, ma questi “ disagi” hanno vita breve nel giro di qualche giorno rientrano.


Fisting vaginale

Oltre quanto detto per il fisting anale, il fisting vaginale, oltremodo praticato, è sotto alcuni aspetti più semplice vista la maggiore apertura della vagina, ma lo spazio dopo l'entrata e' più ristretto e le sensazioni sono molto differenti. Il metodo più usato per la pratica del fisting vaginale consiste nella stimolazione dell'orifizio opportunamente lubrificato, partendo dalla penetrazione di un dito, sino ad arrivare a quattro dita escluso il pollice. Il pollice è l'ultimo dito che si inserisce, piegandolo sotto le altre quattro dita e formando una forma a becco della mano. La lubrificazione naturale è generalmente insufficiente per una pratica così estrema, quindi d'uopo il lubrificante intimo.


Talune donne -affermano- sostenitrici della Yours Maternally- l'estrazione può sembrare similare a quella di un parto! Commento shoc ma che ha un suo senso, quale? Grazie all'esperienza positiva di alcune donne convinte che il piacere sia la soluzione migliore per non avere paura del parto e per trasformarlo in un evento unico, è nata Yours Maternally, un'associazione indipendente di ostetriche inglesi impegnate fortemente nella causa. Anche il Birth Center londinese caldeggia l'esperienza, come alcuni esperti americani. A breve anche in Italia il parto erotico ma per questo evento vi lasciamo ancora un po' in sospeso.

In Rete: [VIDEOPrincess Donna insegna come eseguire il fisting.

E voi, l'avete mai provato?





Lascia il tuo commento (257):



Per lasciare un commento fai il login o unisciti a noi, è gratis!



Membro VIP di Annunci69.it RODMASTER, coppie Liguria il 02.01.2017 alle 18:34 ha scritto:

oltre 30 anni di esperienza in merito! e con mucho gusto di chi lo subisce (godendo pero')
TopaeTopone, coppie Toscana il 06.02.2017 alle 21:48 ha scritto:

Pratica eccitantissima...ma solo da mani esperte!
templare14, singoli Toscana il 11.02.2017 alle 01:00 ha scritto:

a me piace farlo alle donne e mi dicono che sono molto bravo.
asmodeoelilith, coppie Lazio il 13.02.2017 alle 01:37 ha scritto:

ciao coppia bisex la mia lei adora fistarmi cerchiamo a roma donna o coppia bisex con lei fister ,per introdurre la mia lei al fisting vaginale ! a e che non trascuri pure il mio culo voglioso
niky136, trans Toscana il 19.02.2017 alle 14:52 ha scritto:

Ciao a tutti sono una trav con la passione del fisting...Che dirvi...È incredibilmente godurioso riceverlo. . Fosse per me lo praticherei sempre..un enorme fonte di piacere con orgasmi anali che si ripetono in continuazione, uno dietro l altro, per tutto il tempo che mi viene praticato. Purtroppo è difficoltoso individuare un soggetto recettivo a questa pratica ...Se capitasse ..Me ne innamorerei
panterarosa29, singoli Campania il 21.02.2017 alle 01:30 ha scritto:

Vorrei praticare il fisting anale !!!mettere un bel pugno nel retto di una bella figa!!!chi vuole mi può contattare solo donne!!!!!

 SexBox




Sex Extra