SexyBlog > Sesso Orale e HIV, cosa c'è da sapere     

Sesso Orale e HIV, cosa c'è da sapere


salute 06.07.2022 72   |   Canali: prevenzione hiv sesso orale aids malattie mst

Sesso Orale e HIV, cosa c'è da sapere

Le malattie sessualmente trasmissibili (MST) sono molto pericolose, peggio poi quando si ha a che fare con la regina di questo tipo di patologie, la più letale, che ha mietuto numerose vittime fra gli anni '80 e '90, sì stiamo parlando dell'HIV.

Se in passato questa malattia era poco conosciuta, oggi disponiamo di tutti gli strumenti per valutare come avviene il contagio, rimangono però, una serie di dilemmi, ad esempio ancora non è ben chiaro a molte persone, come tramite il sesso orale si possa trasmettere l'HIV. Che cosa avviene dunque?

Il sesso orale è uno dei più comuni comportamenti sessuali, è veloce, facile, eccitante e molto più intimo del sesso anale o vaginale - stai mettendo tutta la bocca intorno o nell'organo riproduttivo, se non è intimo questo, cosa potrebbe esserlo?

Si può contrarre l'HIV attraverso il sesso orale?

La risposta è SI anche se, a quanto pare, è altamente improbabile, ma appunto non impossibile.

Che ci crediate o no, l'HIV non è il virus più facile da gestire e individuare, passa attraverso sangue, sperma, liquido pre-seminale (o pre-cum), fluidi rettali/vaginali e persino latte materno. Per trasmetterlo a un'altra persona, deve essere immesso in maniera diretta nel flusso sanguigno. I principali modi in cui questo avviene è attraverso le membrane mucose, gli aghi o le trasfusioni di sangue.

Le membrane mucose si trovano all'interno del retto, della vagina, del pene e della bocca, ma sono protette attraverso strati di tessuto, a meno che non vi siano perdite di cui non si è a conoscenza, o il tessuto sia danneggiato e questo sia visibile.

È di fondamentale importanza essere estremamente attenti se si notano ferite aperte dentro e intorno alla bocca. Se sono visibili, probabilmente dovreste saltare il signor Fellatio quella sera. Perdite, ferite e piaghe aperte rendono più facile la penetrazione dei liquidi.


Il parere degli studiosi

"la trasmissione dell'HIV attraverso fellatio senza eiaculazione può accadere, ma è un caso estremamente raro"

Il dott. Thomas Coates, professore di medicina e direttore dell'Università della California, San Francisco, dell'Istituto di ricerca sull'AIDS e Centro per gli studi sulla prevenzione dell'AIDS, ha dichiarato che la trasmissione dell'HIV attraverso fellatio senza eiaculazione può accadere, ma è un caso estremamente raro. In effetti, la maggior parte dei ricercatori afferma che il rischio di trasmissione è vicino allo zero.

Quando il rischio di contrarre l'HIV aumenta attraverso i rapporti orali?

Il rischio di trasmissione dell'HIV aumenta leggermente, se un uomo con HIV eiacula nella bocca del suo partner, o quando la donna che riceve il sesso orale ha le mestruazioni, ma la persona che esegue il sesso orale deve anche avere ferite aperte o un altro punto di ingresso per le mucose, e questo è ancora estremamente raro.


Cosa fare per ridurre il rischio di contagio?

Quando si fa sesso orale, sputare o inghiottire sempre l'eiaculazione è un ottimo metodo per prevenire il contagio. Non lasciar riposare il liquido in bocca per lunghi periodi di tempo, poiché potrebbe farsi strada attraverso ferite aperte o tessuto danneggiato.

"La deglutizione è in realtà una delle cose più sicure dopo un rapporto orale".

La deglutizione invece, è perfettamente sicura, secondo la San Francisco AIDS Foundation. Una volta che lo sperma si fa strada oltre la bocca, l'acido dello stomaco e gli enzimi nell'esofago uccidono il virus HIV, quindi la deglutizione è in realtà una delle cose più sicure dopo un rapporto orale.

Quando si riceve sesso orale, può essere utile a tutti e due di non praticarlo con tale forza da lacerare il tessuto delicato intorno al pene, alla vagina o nella bocca del partner, creando così un'opportunità più grande in cui i liquidi possono penetrare. Assicuratevi di ricontrollare il pene (in particolare intorno al glande) o la vagina per essere sicuri che non ci siano ferite o lacerazioni.

Inoltre, bisogna essere consapevoli quando si fanno cose che creano ferite aperte in bocca, come mangiare cibi duri, aprire lattine o bottiglie con i denti, cosa che molti fanno. Far trascorrere almeno un'ora dopo aver compiuto una di queste operazioni, consente alle ferite di chiudersi prima di essere esposte allo sperma o ai liquidi vaginali.


Ma l'uso del preservativo durante il sesso orale è ancora il metodo più sicuro per difendersi sia dell'HIV che da qualsiasi altra malattia sessualmente trasmissibile. Usatelo sempre!


@ RIPRODUZIONE RISERVATA - Annunci69.it

Altro:

prevenzione hiv sesso orale aids malattie mst




Lascia il tuo commento (72):



Sex Extra



® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni