Racconti Erotici > trio > I colleghi - parte 2
trio

I colleghi - parte 2


di Tocilizumab83
20.03.2024    |    5.841    |    2 10.0
"Si sedette e disse "Vieni troietta, salimi sul cazzo che ti facciamo godere"..."
Franco si era accomiatato con una semplice pacca sulla spalla ed un "Ciao, allora ci si vede domani al lavoro" lasciandomi quasi annichilito.
Passai la notte seguente oscillando tra lo sbigottimento ed una travolgente eccitazione.
Confesso di essermi masturbato di gusto diverse volte al ricordo della suadente e vogliosa voce di Martina.
Nei momenti di lucidità mi chiedevo come mi sarei comportato al lavoro e non solo...avevano acceso la mia fantasia come un fuoco divorante, come sarei riuscito ad acquietarlo?

Rimanere in balia degli eventi non è mai stata la mia filosofia, per cui, appena rividi Franco, chiesi, come se nulla fosse mai accaduto: " Stasera alle 8 a casa mia? Ho un Amarone che merita di essere stappato in compagnia" Accettò con un sorriso.
Come riuscii a dominare l'impaziente durante la lunga giornata di lavoro rimane un mistero.

Arrivarono puntuali. Lui molto casual e con un sorriso caloroso, lei sempre bellissima, profumata come una rosa d'inverno e con un lungo abito di lana inaspettatamente castigato.
Si misero a proprio agio sull'ampio divano del salotto mentre io versavo il vino. Alzai per primo il calice dicendo: " Alle soprese inaspettate, che possano portare a su nuove e bellissime strade!" Bevi d'un fiato e poi, guardando prima Martina e poi Franco: "Ti confesso che avrei proprio voglia di limonare tua moglie"
"Bene, perché credo di aver proprio voglia di guardarvi mentre lo fate" mi rispose.
Martina si alzò flessuosa, si avvicinò lentamente al mio viso socchiudendo le labbra per darmi un rapido e sensuale bacio, quindi, allontanandosi sfilò l'abito rimanendo al centro della stanza a farsi ammirare.
Con indosso solo gli autoreggenti tornò a sedersi allargando oscenamente le gambe e, mente con le dita si sfiorava vogliosa le labbra sussurrò: "Vieni".
In preda ad un leggero stordimento mi accoccolai con la testa tre le sue cosce affamato del suo sesso che iniziai a leccare avidamente, mentre nel silenzio della stanza iniziavano a riecheggiare primi mugolii del suo piacere.
Mi accarezzava i capelli mentre con la mano libera stuzzicava un capezzolo quando, grondante di piacere disse "Infilami due dita nel culo, sfondami il culo, ti prego!"
Avevo già intuito quale fosse il suo antro del piacere preferito, avrei voluto limonarmelo di gusto prima di arrivare a violarlo con forma, ma pazienza...forse l'avrei fatto dopo e così la accontentai, sentendo i sui gemiti aumentare di intensità, progressivamente, incessantemente e con violenza fino al travolgente orgasmo.

Mi alzai come risvegliato da un sogno. Guardai Martina: sospirava ancora travolta dalle scosse dell'orgasmo.
Il mio cazzo pulsava durissimo costretto nei jeans. Desiderando ardentemente godere a mia volta mi spogliai con solo un momento di esitazione, ma guardando Franco, che rimasto tranquillamente seduto aveva preso a masturbarsi con lentezza con un'espressione compiaciuta sul volto, ogni inibizione cadde.

Lei guardava il mio grosso cazzo affamata. "Ti voglio, fammelo sentire tutto. Fino in fondo" mi disse e io, prendendola rudemente per le caviglie per spalancarle le gambe lo sbattei profondamente nella figa calda e bagnata.
Risucchiato da un piacere violentissimo iniziai a stantuffarla con forza, ritmicamente, selvaggiamente seguendo un cieco istinto ed un travolgente piacere incitato sempre più dalle sue grida di piacere.
Desideravo continuare a godere ancora ed ancora ed al contempo la voglia di sborrare ed inondare il suo antro voluttuoso mi martellava nella mente, quando Franco venne a risolvere il mio dilemma.

Nel frattempo s'era spogliato anche lui. Mi si avvicinò e disse: "Dobbiamo dare qualcosa di più a questa gran cagna, lascia che ti dia una mano" , così mi fermai per ascoltarlo. " Secondo me sai cosa dobbiamo fare per far felice quest'adorabile puttana".
Si sedette e disse "Vieni troietta, salimi sul cazzo che ti facciamo godere" . Lei, agile e sinuosa come una pantera, si sfilò dal mio uccello per mettersi a cavalcioni del marito facendo scomparire il suo lungo cazzo nelle profondità della sua passera, poi, inarcando la schiena si girò per dirmi "E' da tanto che lo voglio. Hai un cazzo bellissimo. Ti prego, dammelo nel culo, dammelo tutto"
Sputai sulla cappella per poi puntarla sul suo buco che già si contraeva per accogliermi. La mia eccitazione era già alle stelle e quando finalmente affondai il mio cazzo nel suo culo il godimento che provai mi fece tremare le gambe.
I nostri corpi iniziarono a muoversi come seguendo il ritmo di una danza antica, il piacere di ognuno si confondeva con quello dell'altro. Artigliavo le soffici tettone di Martina sentendo i suoi capezzoli duri tra le dita, prendendola da dietro e sbattendola mi sentivo accolto dalle sue natiche sode.
I miei colpi sempre più profondi e veloci accompagnati da quelli del mio più caro amico facevano esplodere di piacere Martina incapace oramai di contare gli orgasmi che scuotevano il suo corpo rendendola capace solo di urlare il proprio piacere con gemiti inarticolati.
Franco venne con un grido sordo, io lo seguii poco dopo con la sborrata più intensa e travolgente della mia vita.

Ed eccoci. Non so cosa passi per la mente dei miei amici e nemmeno per la mia. Siamo seduti tutti e tre sul pavimento con i volti illuminati dal fuoco del camino, quadro Martina, si protende a baciare prima Franco e poi me, quindi ci guarda e mormora sorridente: "Grazie, è stato bellissimo"
Prima che possa dire alcunché Franco ribatte facendomi l'occhiolino "Ed è solo l'inizio..."
Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 10.0
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per I colleghi - parte 2:

Altri Racconti Erotici in trio:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni