Racconti Erotici > trio > Guardo...e sono felice
trio

Guardo...e sono felice


di Membro VIP di Annunci69.it Daty79
15.04.2024    |    11.722    |    10 9.6
"Io non ero certo una santarellina; in passato, prima di perdere interesse per il sesso, avevo sempre assecondato le fantasie anche piuttosto particolari di..."
Ciao a tutti, sono Lara, mi ritengo ancora una donna piacente nonostante abbia già passato la sessantina da un bel po'; sono qui per raccontarvi un piacere che ho scoperto grazie a quel porco di mio marito.

Luigi, di 3 anni più vecchio, a letto si difenderebbe ancora, ogni mattina mi mostra orgoglioso il suo cazzo (per la verità non troppo grande) che svetta eretto sotto le lenzuola…ciò che non ha capito è che a me il suo articolo non interessa in più. In realtà non mi interessa più il cazzo in generale, ho raggiunto una totale pace dei sensi e indirizzo le mie energie su attività che al momento mi gratificano di più.

Questa situazione perdura da circa 5 anni, il povero Luigi deve arrangiarsi manualmente, ogni tanto gli concedo una sega, oppure gli lascio leccare i miei grossi capezzoli; lui sembra accontentarsi ma ho sempre sospettato che ricercasse fuori casa quello che ormai io non ho più voglia di dargli.

Circa un mese fa ho avuto da parte sua, esasperato dopo un weekend passato con il cazzo duro a cercare di infilarmelo in ogni modo, conferma del fatto che ciò che io gli concedo non è più sufficiente: lui già da tempo sogna di sfogare questa voglia repressa.
“Senti amore, devo confessarti una cosa” ; “Dimmi” gli risposi io, certa del fatto che debba confessarmi un tradimento.
“Io ormai è un bel po' che ho mille fantasie, alcune delle quali non avrei mai sospettato di poter partorire”, “Eh la Madonna” gli dico “Cosa sogni? Di fare un’orgia con 10 donne?”
“No Lara, in realtà è un bel po' che desidero provare un’ esperienza soft con un uomo”; “Oh cazzo, cosa intendi per esperienza soft?”, “Intendo dire che mi piacerebbe provare a fare del sesso orale con un uomo”.

Io, scioccata per la confessione di Luigi, mi presi qualche secondo respirando a fondo, mai avrei pensato a ciò ho appena sentito; “Senti Luigi, ti confesso di essere molto sorpresa, ma in fondo se siamo in questa situazione una parte di responsabilità è anche mia, quindi vai, fatti la tua esperienza, togliti la voglia e poi mi dirai…ti prego solo di stare attento alle malattie”.

In quel momento realizzo che il cazzo di Luigi, se possibile era diventato ancora più dritto e duro, sintomo che la cosa lo eccitava parecchio. “C’è solo una cosa Lara”, “cosa?”, “Per me sarebbe importante che ci fossi anche tu”.
“Ma come puoi chiedermi questo? Non faccio più sesso con te e mi metto a farlo con un altro uomo?” replicai un tantino incazzata. “No, no, tu non dovresti fare niente, dovresti solo guardare”.

Ero sempre stata conscia del fatto che a Luigi la fantasia non mancasse ma sta cosa mi lasciava molto interdetta, tra l’altro non era proprio da lui.
“Perché mi chiedi ciò? Cosa c’è sotto?”, “No, non c’è niente di strano, è che io avrei già conosciuto un ragazzo con il quale mi piacerebbe avere questa esperienza ma lui insiste sul fatto che sia presente anche mia moglie”.

Io non ero certo una santarellina; in passato, prima di perdere interesse per il sesso, avevo sempre assecondato le fantasie anche piuttosto particolari di Luigi, ma questa, non so perché, mi aveva realmente sorpreso. L’amore sincero che provavo e provo ancora nei suoi confronti però, fece si che accettassi anche questa condizione: “Oh, ti avverto però che io non faccio niente, me ne sto vestita in un angolo a guardare e basta”…”Certo amore, non serve che fai altro, grazie mille, ti amo”.
Era felice come un bambino il mattino di Natale e si mise all’opera per organizzare questo incontro quanto prima.

Già due giorni dopo Matteo, un uomo nostro concittadino di circa 40 anni suonò il campanello; andai ad aprirgli io in quanto Luigi era veramente agitato: Matteo è il classico ragazzo quarantenne di oggi, dimostra sicuramente meno anni di quelli che ha, è molto educato e mediamente carino, ma niente di che.

Dopo i soliti convenevoli, Luigi disse “Signori, c’è del lavoro da fare”, ridemmo tutti ed io mi accomodai sulla poltrona per assistere a questo strano spettacolo.
Luigi si sedette sulla poltrona di fianco alla mia e Matteo gli si parò davanti in piedi; con movimenti molto lenti Luigi iniziò a slacciare la cintura di Matteo, per poi sbottonargli i jeans che calò fino ai piedi; sotto gli slip neri si vedeva che Matteo aveva già un accenno di erezione, Luigi iniziò a massaggiargli il cazzo attraverso il sottile tessuto delle mutande ed il cazzo di Matteo aumentò di volume e di lunghezza: ora Luigi, come una consumata professionista, passava la lingua lungo tutta la forma del cazzo, tutto questo sempre attraverso gli slip: io avevo lo sguardo fisso sulla scena, rapita e stupita dalla maestria con cui il mio compagno di una vita riusciva a procurare estremo piacere ad un altro uomo.

Afferrò poi gli slip con la due mani e calò anch’essi fino ai piedi di Matteo; il suo cazzo balzò fuori in tutta la sua erezione….era veramente eccitato, e il liquido che rendeva lucido il suo glande ne era testimone.

Luigi afferrò con gentilezza lo scroto di Matteo e lo tirò a se cominciando a dare dei leggeri colpetti con la lingua alla cappella; poi iniziò a percorrere con la lingua l’asta in tutta la sua lunghezza (Matteo non era chissachè dotato, poco più di Luigi, ma il suo cazzo aveva comunque un ottimo aspetto, molto proporzionato).

Mentre Luigi continuava con la sua, devo dire, maestosa opera di lingua, io cominciai a sentirmi un po' accaldata; dovetti ammettere a me stessa che era una scena decisamente eccitante da osservare, pur non essendomi mai passato per la testa di unirmi al gioco.
Distolsi per un attimo lo sguardo dalla scena principale per guardare in faccia Matteo: mi stava fissando in modo insistente e aveva lo sguardo trasfigurato dal piacere; evidentemente, vista anche la condizione della mia presenza posta da subito, a lui piacevano molto anche le donne.
Sentirmi osservata da un uomo abbastanza giovane, tutto sommato carino, mi eccitò ancora di più; nel frattempo Luigi aveva abbandonato ogni remora e aveva iniziato a ciucciare il cazzo nella sua interezza…dovetti ammettere che probabilmente non avrei saputo fare meglio: Matteo con dei colpi profondi ma gentili scopava in profondità la bocca di Luigi, che nel frattempo continuava a massaggiare con vigore le palle ed il culo di Matteo.

Non passò moltissimo prima che Matteo desse segno di essere prossimo all’orgasmo e, con grande educazione, chiese come doveva comportarsi “Dove devo venire? La vuoi in bocca?”, Luigi si girò verso di me in cerca di consenso ed io gli feci segno di sì con la testa; Matteo lo capì al volo ed iniziò avenire nella bocca spalancata del mio maritino che non accennò a spostarsi neanche per un secondo: doveva essere molto eccitato Matteo, perché non smetteva più di venire….era di sicuro la sborrata più abbondante che avessi visto in vita mia.

Appena finito, si staccò e si sdraiò distrutto sul divano mentre Luigi prese un fazzolettino e ci sputò dentro la sborra (da buon principiante) e venne subito a baciarmi; percepire il sapore dello sperma di un altro uomo mi provocò un brivido ed in quel momento ebbi un orgasmo che fui brava a mascherare ai due.

Matteo chiese la possibilità di fare una doccia, alle quale assistemmo sia io che Luigi, dopodichè, uscito, chiese a Luigi se volesse restituito il favore.
“Ci penso io ora a lui” mi intromisi strappando allo stesso Matteo un sorriso; “Uomo fortunato” disse guardando nella direzione di Luigi e si incamminò verso l’uscita salutando e ringraziandoci per l’ospitalità.

Non appena rimasti soli, spinsi Luigi sulla poltrona, mi misi in ginocchio ed iniziai a leccargli il cazzo ancora durissimo cercando di fare le stesse cose che lui aveva fatto a Matteo.

“Sta cosa mi ha fatto godere da matti, non lo avrei mai pensato”, gli dissi mentre mi impiastricciava il viso di sborra…voglio che succeda ancora!

….continua….
Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 9.6
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per Guardo...e sono felice:

Altri Racconti Erotici in trio:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni