Racconti Erotici > tradimenti > La telefonata…divento cuck
tradimenti

La telefonata…divento cuck


di Membro VIP di Annunci69.it Perfectgentleman
02.04.2024    |    13.694    |    16 9.1
"In men che non si dica siamo finiti a baciarci con la lingua..."
Il telefono squillo’ poche volte prima che rispondessi, in quel caldo pomeriggio di giugno. Era mia moglie. “Ciao, come va?”…”ti devo confessare una cosa”.
Era partita per un viaggio di lavoro di pochi giorni, in un’altra città. Capitava spesso che si allontanasse per lavoro, ormai era una routine e nemmeno ci facevo più caso. Qualche giorno di libertà non mi dispiaceva in fondo. Quella volta però successe qualcosa che cambiò per sempre le sorti della nostra coppia.
Era partita con una responsabile dell’azienda, una tipa molto indipendente, per non dire una Troia da competizione…mi sono sempre fidato di mia moglie, anche se effettivamente vorrebbero farsela in molti.
“Che succede?” Le dissi. “Mettiti comodo, dobbiamo parlare!”. Iniziò a salirmi l’ansia. Mi sedetti e le chiesi di darmi spiegazioni in fretta. “Ti ho tradito!”. Disse.
Mi cadde il mondo addosso; tutte le mie certezze sgretolate; un matrimonio perfetto ormai distrutto…”come…come…cosa?!?” Farfugliai con molta esitazione.
“Ieri sera ti ho tradito, e sono così agitata che non riesco ad aspettare di rientrare a casa per dirtelo…dovevo farlo subito! Ti ricordi Francesca? Beh, ieri sera è andata su di giri e mi sono lasciata trasportare…ero ubriaca…non volevo!”, esclamò con sincero dispiacere. Respirai profondamente al telefono. Iniziai ad immaginare Francesca vestita di tutto punto, così sexy e sfacciata…e poi mia moglie, con quelle forme irresistibili. Ma cosa mi stava succedendo?Iniziavo ad eccitarmi cavolo! Appena scoperto che mia moglie mi tradisce e…mi eccito! Wow…”non ti preoccupare, se ti va di raccontare fai pure”.
Rimase un secondo in silenzio, poi chiese conferma; era strano che le chiedessi di raccontare il suo tradimento, ma accettò.
“Ieri sera siamo uscite, e Francesca ha invitato due amici. Eravamo in un locale e continuavano a prendere da bere, la musica era alta”…iniziavo ad immaginare la scena, mentre mi veniva duro. Che eccitazione cavolo!
“Dai rilassati, capita a tutti di sbagliare; e com’erano questi ragazzi? Carini?”
“Ma…come? Non sei geloso?”. Le confessai che la cosa mi stava piacendo, che mi stavo eccitando, e la incitai a continuare.
“Beh, se proprio vuoi…erano molto grossi, muscolosi, più giovani di noi. Erano senza dubbio molto prestanti. Dopo l’ennesimo drink iniziammo a ballare, a ridere, scherzare…e a strusciarci. E poi non so…uff…mi sentivo euforica, eccitata! Francesca buttava benzina sul fuoco, diceva che questi erano 2 stalloni molto dotati che ci avrebbero fatto divertire, e così mi sono lasciata andare!”.
“Wow cara… mi è venuto duro. Continua che mi faccio una sega…”.
“ ad un certo punto, mentre ballavamo, mi hanno accerchiata ed hanno iniziato ad appoggiarsi su di me, a strusciarsi per bene. Ero bagnata, eccitata da morire! Uno dei due ha iniziato a baciarmi il collo, mentre l’altro mi palpava i fianchi. Iniziavo a sentire i loro rigonfiamenti…sapevo che sarei finita a scopare! Oddio se ci ripenso mi eccito di nuovo! Abbiamo lasciato il locale, io sono salita dietro all’auto di Francesca, con il più giovane dei due. In men che non si dica siamo finiti a baciarci con la lingua. Ci siamo toccati a lungo, poi ho sentito il suo cazzo duro spingere la patta dei pantaloni e non ho resistito! L’ho tirato fuori, un palo di marmo con una cappella turgida, grosso come non avevo mai visto. L’ho ingoiato a fatica, e mentre gli facevo il pompino più bello della mia vita lo sentivo pulsare nella mia bocca! Francesca intanto si stava facendo fare un ditalino dall’amico , mentre guidava.
Ero in estasi quando mi ha staccata dal suo splendido cazzo e mi ha spinto sul sedile di fianco; in pochi secondi era lì che mi scopava. Ho sentito il calore del suo membro entrare con forza nella mia vagina, un piacere immenso! Un cazzo favoloso! Ho iniziato a godere e sono esplosa dopo pochi minuti in un orgasmo tremendo!”
“O cavolo cara! Io sto per venire…e’ bellissimo quello che mi racconti”
“Non è finita”, aggiunse lei: “ di lì a poco Francesca ha accostato la macchina e mi ha detto che dovevo godere come si deve. L’altro ragazzo è venuto sul sedile posteriore ed hanno iniziato a scoparmi a turno. Mentre uno mi scopava, l’altro me lo infilava in bocca! Mi sono sentita una vera Troia, amore! E’ stato fantastico. Alla fine, mentre cavalcavo, l’altro ha deciso di farmi una doppia. Ha iniziato a spingermi nel culo quel palo gigante. Oh mio dio che piacere! E’ entrato a fatica! Ho avuto subito due orgasmi consecutivi, intensi! Quei 2 cazzoni mi stavano scopando forte…e mi piaceva cazzo!…amore sei ancora in linea?”
“ oddio! Sono venuto…e’ stato il racconto più eccitante della mia vita, meglio della realtà!”
“Oh grazie marito mio, non solo sono sollevata, ma anche felice!”
“ amore mio, prima di tornare fatti un’altra scopata. Questa volta però chiamami, perché voglio sentirti al telefono mentre godi. Ti amo”
Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 9.1
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per La telefonata…divento cuck:

Altri Racconti Erotici in tradimenti:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni