Racconti Erotici > Lui & Lei > Il mio piacere …. anale!
Lui & Lei

Il mio piacere …. anale!


di Membro VIP di Annunci69.it Braviragazzi17
03.08.2023    |    1.196    |    23 9.4
"Insaziabile gli dicevo: ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, continua! …volevo prolungare quel piacere fino a quando possibile… mi sono presa tutto..."
Sono sveglia? Ancora provo quell’eccitazione quel senso di benessere che mi provoca la contrazione dei muscoli anali. Ieri sono stati sollecitati dal piacere …avevo tanta voglia di prenderla e riprenderla li dove per molte è un tabu, sí, di essere sodomizzata dal mio uomo.
La situazione ci ha portato a cercarci, toccarci da subito, ero in pigiama, pronta in apparenza per andare a dormire, in realtà sotto avevo le mutandine nere sgambate ed un bel paio di autoreggenti; il seno era invece libero da costrizioni e fiero faceva capolino sotto la ciniglia del pigiama, i seni si facevano guardare così turgidi e vogliosi di essere leccati e succhiati.
Eravamo fuori sul divano ad ammirare la luna ,meravigliosa nel suo splendore; dopo aver sorseggiato un calice di vino rosso, ci siamo protesi verso il nostro talamo e la passione ci ha travolti.
Di spalle inginocchiata sul letto aspettavo che lui arrivasse e si facesse sentire in tutto il suo vigore e così è stato. Il membro duro entrava ed usciva sempre più prepotentemente; sentivo come una cavalla montata e questo mi eccitava; ero bagnata, il mio liquido colava sul letto mentre lui andava più veloce ed io ho cominciato ad impazzire… le contrazioni anali aumentavano, stringevo il buco e quando lui lo apriva era godimento puro e questo avveniva ripetutamente e sempre più velocemente. Alternai gemiti ed urla di piacere nella mia mente, perché null’altro potevo fare, nessuno doveva ascoltare…
Lui mi ha girata di fronte, mi ha aperto le gambe, me le ha alzate e mi ha penetrata guardandomi… Credo di aver provato una delle sensazioni più forti in assoluto, ci osservavamo mentre scopavamo, ad un certo punto ha perso il controllo, non mi guardava, era in estasi ed io sono venuta schizzando su di lui, che premeva su di me.
Insaziabile gli dicevo: ancora, ancora, ancora, ancora, ancora, continua! …volevo prolungare quel piacere fino a quando possibile… mi sono presa tutto ciò che volevo…
E pensare che la giornata era stata così noiosa ma quella notte no, sarebbe stata speciale. Soddisfatta per il momento e un po’ stanca, ma ancora vogliosa, ero stesa sul letto per riposare qualche minuto; lui accanto a me ancora pieno dello sperma che aveva riservato per il finale, mi ha presa sempre nella stessa posizione e mi ha infilato di nuovo nello stesso pertugio il suo cazzo duro che, devo dire, è entrato abbastanza agevolmente; oramai la strada era spianata.
Le tette bramavano le sue attenzioni e lui, guardandomi negli occhi, ha capito qual era il mio desiderio e ci si è fiondato succhiandomele e muovendo la lingua a ritmo con il suo membro, fino a farmele diventare due chiodi.
La luce era accesa come se fosse giorno, le finestre spalancate e i palazzi intorno a noi… se qualcuno avesse assistito a quella scena di sesso anale, si sarebbe sicuramente eccitato, speravo che qualcuno ci vedesse, pensavo che sicuramente, uomo o donna che fosse, avrebbe messo mano alle sue parti intime e si sarebbe stuzzicato.
Ad un certo punto si è fermato, ha preso il telefono e mi ha fatto una foto. “Perché “? Gli ho chiesto. Mi ha risposto che avrebbe voluto che vedessi in che stato era il mio fondischiena, aperto al piacere e pronto a riceverlo un’altra volta. Dopo aver pronunciato questa frase mi ha rigirata, gambe in alto, mi ha tenuta in quella posizione e mi ha penetrata ed io gemevo di piacere e sgorgavo liquido. Avida mi sono masturbata, la mano bagnata fino al polso l’ho portata alla mia bocca ed ho assaggiato i miei umori… buono! ho pensato e lui mi ha baciata,partecipando a quell’assaggio con l’eccitazione che cresceva.
Il caldo si era fatto asfissiante e lui, nonostante il respiro affannato, continuava ad entrare dentro di me. All’apice del godimento ho urlato, come una lupa alla luna e lui ha potuto lasciare che lo sperma schizzasse dentro me e poi è colato… Eravamo esausti, ma appagati; ci siamo guardati negli occhi senza pronunciare una parola e poi ci siamo addormentati.
Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 9.4
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per Il mio piacere …. anale!:

Altri Racconti Erotici in Lui & Lei:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni