Racconti Erotici > bdsm > Mia moglie 2
bdsm

Mia moglie 2


di luigigigi
18.01.2024    |    6.472    |    2 7.0
"Poi Andrea saltò a cavalcioni di Angelica rivolta verso Paola, allargò le natiche di Angelica e Paola iniziò a penetrarla prima con un dito poi con due e poi..."
.... Dopo aver procurato ad Angelica parecchi orgasmi e averle fatto bere litri di sborra, Paola e Andrea fecero riposare mia moglie per alcuni minuti.
Ad un certo punto Paola disse: ora viene il vero piace!!!
Fecero mettere angelica alla pecorina, Paola le spalmò tantissima crema lubrificante, sull' ano e anche all'interno, si spalmò la crema sulla mano e sul braccio, fino al gomito.
Poi Andrea saltò a cavalcioni di Angelica rivolta verso Paola, allargò le natiche di Angelica e Paola iniziò a penetrarla prima con un dito poi con due e poi con tre e così via finché la sua mano entro completamente nel suo ano.
Angelica mugolava di piacere anche perché la mano di Paola non era molto grossa per cui quella penetrazione le dava un grande piacere.
Poi Paola inizio ad entrare nel suo ano sempre più in profondità fino a penetrarla con tutto il braccio e fermarsi al gomito.
Successivamente Paola dopo essere rimasta per qualche minuto ferma con tutto il braccio infilato nell'ano di Angelica le disse : ora viene il vero godimento.
Iniziò ad estrarre il braccio fino al polso e ad entrare nuovamente fino al gomito.
Prima lo faceva in modo lento poi sempre più velocemente Angelica impazziva e urlava dal piacere anche perché Andrea che era messa sopra di lei le dava delle violente sculacciate sulle natiche da prima con le mani poi inizio a batterla con un tubo di gomma che è procurava un immenso dolore e al contempo un immenso piacere.
Quando raggiunse l'orgasmo entrò il solito uomo che si stava masturbando le infilo il cazzo in bocca ma a differenza degli altri aveva una circonferenza veramente enorme.
Angelica lo accolse a malapena nella sua bocca e beve con grande soddisfazione enorme quantità di sperma che l'uomo le aveva riversato in bocca.
Dopo aver ottenuto diversi orgasmi in quel modo Angelica si lasciò andare sul letto sfinita disse alle sue amiche lasciatemi riposare fino a domani mattina perché non riesco più a muovermi.
Scherzi disse Paola, che nel frattempo aveva sempre il braccio infilato nel suo culo, il vero divertimento inizia ora.
Andrea scese dalla schiena di Angelica si spalmò abbondantemente la mano e il braccio della crema lubrificante, poi piano piano incominciò a infilarle prima un dito poi due poi tre e poi tutta la mano a fianco di quella di Paola.
Angelica disse: Ora basta non andare oltre altrimenti mi rompi il buco del culo.
Andrea nemmeno sentì quelle parole e assieme a Paola entrarono nel culo di Angelica entrambe fino al gomito.
Questa volta Angelica urlava ma solo per il dolore e cercò di ribellarsi, ma l'uomo che le aveva sborrato in bocca la teneva Ferma con una mano le aveva bloccato il collo e con l'altra le teneva fermo un braccio.
Le due amiche le entravano insieme nell'ano e facevano avanti e indietro dal polso fino al gomito Angelica che era veramente esausta le pregò di smettere perché il dolore Era troppo e non provava nessun orgasmo.
Ma loro imperterrite continuarono ad entrare e ad uscire dal suo ano con le loro braccia e quando fecero un gesto di Intesa con l'uomo questo infilò il suo cazzo nella bocca di Angelica e iniziò ad urinare al suo
Interno.
Angelica cercò di far uscire l'urina dalla sua bocca ma le dimensioni enormi di quel c**** le impedirono di farlo e fu costretta a berla tutta.
Nel frattempo le sue amiche avevano accelerato il ritmo della penetrazione e continuarono con quel ritmo finché non furono esse stesse stanche a quel punto estrassero lentamente le braccia fino al polso dopo di che chiusero la mano a mo' di pugno ed estrassero anche quelle ma essendo diventate di dimensioni enormi le due mani chiuse a pugno le procurarono una profonda lacerazione nello spazio tra l'ano e la figa.
Quando videro il sangue uscire Paola e Andrea si spaventarono pensando di aver esagerato mandarono via l'uomo pulirono Angelica e le misero un paio di mutandine normali con all'interno un pannolino per assorbire il sangue che usciva e la riaccompagnarono a casa.
Terminato il racconto il marito di Angelica si arrabbiò parecchio e le disse che se non avesse smesso di fare quelle pratiche l'avrebbe lasciata.
Angelica lo abbracciò lo baciò e gli disse Io ti amo ma tu sai che il sesso estremo fa parte di me e devo confessarti che mentre mi estraevano i due pugni dal culo il dolore è stato una cosa indescrivibile ma contemporaneamente il piacere che ne ho avuto è stato altrettanto sublime.
La perdonai e la abbracciai a mia volta.
Quando tornò a casa, Angelica per più di un mese, non riuscì a fare sesso, le avevano messo 15 punti sull' ano, le natiche erano profondamente segnate dalle vergate col tubo di gomma e i capezzoli erano gonfi a dismisura però lei era molto contenta e soddisfatta della sua avventura e ogni giorno mi diceva che aspettava il momento di poter ripetere quell'avventura ma in modo ancora più estremo.
Dove vorrà arrivare?
Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 7.0
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per Mia moglie 2:

Altri Racconti Erotici in bdsm:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni