Racconti Erotici > Gay & Bisex > E' tornato da me
Gay & Bisex

E' tornato da me


di Membro VIP di Annunci69.it Oldpig49
11.03.2024    |    409    |    1 8.0
"Si sfila ancora e mi chiede di sdraiarmi a pancia in aria, mi apre le gambe e ricomincia a fottermi il culo con rinnovata energia, lo vedo ansimare, lo..."
Fabrizio è tornato, gli apro la porta, ho soltanto un telo avvolto sui fianchi, entra e mi bacia insinuando la sua lingua nella mia bocca, sento il cazzo che si gonfia, mi tocca il culo con mani avide, lo porto in camera da letto, si spoglia in fretta e si sdraia sul letto, mi chino su di lui e cerco la sua bocca, mi piace baciarlo e mentre mi bacia mi palpa le chiappe cercando il mio buco del culo, adoro essere avvinghiato a lui mentre con le sue mani mi esplora dolcemente.
Mi fa girare supino e si posiziona su di me come se volesse prendermi da davanti, mi bacia ancora con passione mentre sento il suo cazzo duro come il marmo strofinarsi sulla mia pancia, ora la sua bocca scende sul mio petto, sulla mia pancia e finalmente ingoia il mio cazzo in erezione, lo succhia lo lecca lo ingoia fino in fondo lentamente con maestria, si sdraia alla mia destra ed io lo abbraccio cercando ancora la sua bocca.
La sua lingua rotea intorno alla mia in un voluttuoso bacio, mi palpa ancora le chiappe, mi chino su di lui e affermo quel randello, lo lecco, lo succhio con avidità e lo ingoio fino ai coglioni, gli succhio le palle poi mi metto seduto sul suo inguine e mi strofino la sua cappella sul buco del culo che ormai anela essere preso, lo bacio ancora con voluttà, mi stendo sul fianco e appoggio il mio sedere sulla sua pancia, lui mi abbraccia e mi bacia il collo mentre sento la sua cappella cercare un’entrata, inarco la schiena per agevolare l’entrata, lo sento che spinge con delicatezza , la sua cappella scivola piano dentro facendomi gemere di goduria, mi bacia il collo ancora e mi prende il cazzo in mano segandolo dolcemente, ecco ora lo sento tutto dentro, ci rimane un pochino poi comincia a stantuffarmi il culo piano piano,lo amo in questo momento, mi giro con la testa cercando la sua bocca, la trovo e infilo la lingua nelle sue labbra, lui si muove sempre più velocemente facendomi gemere di piacere, continua così per un bel po’ .
Si stacca da me e si stende, io mi siedo di nuovo sulla sua pancia e con la mano indirizzo il suo bel cazzone fra le mie chiappe vogliose, me lo infilo tutto dentro allargandomi le chiappe con le mani e rimango così per un attimo beandomi della sensazione di pieno che mi da la sua carne nello sfintere, poi comincio a muovermi avanti e indietro come cavalcassi uno stallone a pelo, sento la sua cappella sbattere contro le pareti del mio intestino, mi chino e lo bacio ancora.
E’ una sensazione paradisiaca essere inculati, continuo a muovermi roteando il bacino, vorrei che non finisse mai, ma lui mi prende per le spalle e mi fa sdraiare al suo fianco, poi si mette su di me ponendo il suo cazzo sul mio viso e prendendo il mio nella sua bocca, mi succhia il cazzo e mi scopa nella bocca, le sue palle mi sbattono sul viso e l’odore dei suoi coglioni mi inebria.
Si gira, si china e mi bacia ancora mentre mi accarezza le cosce aperte, mi solleva le gambe e mi incula nuovamente, gli accarezzo il torace e le spalle, lui entra prepotentemente dentro di me facendomi gemere dal piacere, entra ed esce , rotea il bacino spingendo fino in fondo parlandomi dolcemente “ Lo senti?..è tutto dentro…ti piace?”
“ Si, mi piace ma adesso prendimi come piace a te “.
Mi alzo in piedi e mi metto a pecorina poggiando le mani sul letto, lui si posiziona dietro di me e mi infila il suo amato cazzo fra le chiappe, lo vedo riflesso nello specchio che mi incula selvaggiamente tenendomi per i fianchi e ad ogni suo assalto io emetto un grido di piacere.
“ Si amore sfondami il culo”, mi sento una gran vacca e mi piace , il piacere mi invade il corpo e la mente, vorrei avere questo trattamento tutti i giorni.
Si sfila ancora e mi chiede di sdraiarmi a pancia in aria, mi apre le gambe e ricomincia a fottermi il culo con rinnovata energia, lo vedo ansimare, lo sento gemere e infine sento colare nelle viscere il suo seme caldo, rimane per un po’ sopra di me immobile con il cazzo ancora avvolto dalla mia carne, il respiro si quieta e lui si sdraia accanto a me sfinito, io mi avvicino e ripulisco dal suo cazzo tutta la sborra che ancora rimane, poi lo bacio ancora una volta passandogli il sapore del suo sperma..
Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 8.0
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per E' tornato da me:

Altri Racconti Erotici in Gay & Bisex:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni