Racconti Erotici > Lui & Lei > Ripetizioni
Lui & Lei

Ripetizioni


di Membro VIP di Annunci69.it amoletettone
13.01.2012    |    18.236    |    2 9.8
"Faccio ricorso a tutta la mia pazienza e concentrazione e continuo..."
Sono un po emozionato , devo ammetterlo mentre guido un po nervosamente fra le strade di Napoli. Guardo di continuo fuori dal finestrino cercando il palazzo dove abita Michela. E' la prima volta che vado da lei e ci tengo a non far tardi . Ci siamo conosciuti in chat tempo fa : io come al solito facevo il solito cascamorto con lei che non abboccava. Poi pian piano abbiamo cominciato a conoscerci meglio e mi sono accorto che oltre alle doti fisiche che subito balzano all'occhio a uno come me , c'è anche una ragazza molto interessante. Sono sotto casa sua , pronto a farle "lezione". Ebbene si , mi sono offerto di darle una mano e prestarle qualche appunto di un esame della mia facoltà di legge che però è anche nel suo piano di studi di Economia. Busso alla porta e dopo qualche istante mi apre lei : alta , mora , carnagione scura , labbra carnose e un decoltè da infarto saggiamente esaltato da una generosa scollatura . La saluto e le sorrido , non rinunciando a una rapida occhiata a quel ben di dio che io adoro , cosa che sicuramente non le sarà sfuggita visto che arriccia un mezzo sorriso... Mi offre qualcosa da bere e ci accomodiamo in camera sua , i suoi sono via per il weekend.Tiro fuori i libri e gli appunti , ci sediamo alla scrivania e con fare da professorino comincio a spiegare. All'inizio sono concentrato per non fare brutta figura , poi però , lo sguardo inevitabilmente cade nella sua scollatura."è difficile cosi" penso fra me e me mentre cerco di andare avanti , ma le sue tettone morbide sono una calamita per i miei occhi. Lei lo capisce e sorride divertita...anzi , la signorina si sporge sulla scrivania accentuando la porzione di "ben di dio" visibile ai miei occhi . A un certo punto con lo sguardo incollato al decoltè mi blocco. :-" Basta.... non si può andare avanti cosi"... e lei ":- che c'è?? basta che vedi due tette e non riesci piu ad andare avanti??" :-"no... però un pochetto mi distraggono" rispondo io mentre lei ridacchia...":- lo so che non sei venuto solo per le ripetizioni" e cosi dicendo mi stringe con forza la patta del jeans! Se prima già l' avevo in "allerta" , quella stretta mixata con quelle parole danno il via a una poderosa erezione. :-"se riesci a finire tutta la lezione...dopo farò io ripetizioni a te..." . La maiala vuole giocare....non sa quanto mi eccitano ste cose. Avrei dovuto aspettarmelo , ma tutto ciò va gia oltre le mie piu rosee aspettative. Riprendo a esporre i concetti con voce squillante e decisa , ma la sua mano ripiomba sulla mia patta. Stavolta piu dolcemente : la accarezza....sguscia all'interno come un serpente , destreggiandosi virtuosamente tra i bottoni. Il mio incedere cantilenante comicncia a vacillare , sento la sua mano calda che massaggia la stoffa sopra lo slip.Il mio cazzo ormai è duro e compresso , costretto curvo su un lato. Il suo palmo della mano percorre tutta l'asta....fino a che le dita non premono curiose sulla cappella durissima. Mi fermo di nuovo....abbasso gli occhi e faccio come per baciarla ma la lei prontamente mi blocca. :-" ho detto che devi riuscire a finire la lezione ....altrimenti niente ricompensa..." . Faccio ricorso a tutta la mia pazienza e concentrazione e continuo. Mai fatto niente di piu difficile. Piu vado avanti , piu la sua mano si addentra ed è ormai vicina all'elastico dello slip che pian piano allarga per finire al suo interno . Me lo prende pieno in mano , con decisione. Serra la sua mano attorno allasta , la lascia salire verso la cappella e portandolo in posizione eretta finalmente lo scappuccia facendo arrivare la pelle fin giu.... Quel movimento è eccitantissimo....per un paio di secondi mi stoppo , ma riprendo prontamente. Un paio di gocce di umore escono dal mio uccello e colano lungo la sua mano chiusa attorno all'asta dura e venosa .Comincia a fare un lento e snervante su e giu , Io non riesco piu a resistere , ma so che per come è decisa , vuole che io finisca il gioco. Tra un sospiro e l'altro e la voce rotta dal piacere vado a finire la mia "esposizione" mentre ho ormai il cazzo in piena erezione che svetta puntando minaccioso sotto la scrivania. ":- Bene...non proprio precisissimo...ma niente male" mi prende in giro lei mentre da gran maiala mi lavora ancora il cazzo. Si sente il risucchio liquido tipico mentre me lo scappella ora piu velocemente : mi irrigidisco...non voglio venire con una sega mentre ho davanti a me tutto quel ben di dio! La fermo e la bacio! è un bacio umido e appassionato : le nostre lingue si intorcigliano quasi a voler penetrare l'uno la bocca dell'altra.Lei non mi molla il cazzo un attimo e io a mani libere le tiro giu quel vestitino : è senza reggiseno e balzano finalmente fuoori due tettone da urlo! Sode grandi e con due capezzoli durissimi.... Le massaggio a piene mani , con il pollice stimolo i capezzoli per poi succhiarli avidamente e farli impazzire con la lingua. Lei si avventa sul collo e me lo bacia salendo a leccarmi il lobo dell'orecchio . A questo punto pazzo d'eccitazione mi alzo e le punto il cazzo dritto in viso. Glielo passo sulle guance , sul naso , sulle labbra , quasi a volerle fare sentire l'odore. Poi lei apre la bocca e comincia un pompino da favola. Il mio glande di fuoco viene chiuso a tenaglia dalle sue labbra , la lingua lavora frenetica e comincia a scendere e salire lungo l'asta mentre anche le mani non perdono tempo , andando a tastare le palle dure e gonfie di voglia... Il rumore liquido è pura musica per le mie orecchie.... Accentuo col bacino il suo movimento di bocca e praticamente le scopo la gola. Lei scende profondissima e alterna rapide leccate sul glande scoperto e violaceo di piacere. La fermo anche stavolta , le tiro giu definitivamente il vestito e scopro con piacere che non porta l'intimo."Mmm" : peggio di un toro la metto a pecora curva sulla scrivania. Con una mano le tasto la figa : è una fontana... lecco gli umori portando la mia mano alla bocca e poi dopo un paio di strusciatine di cappella , con la mano arrivo stimolarle il clitoride riuscendo poi a penetrale la passera grondante. I primi colpi sono decisi e profondi... forse finisco anche per farla un po male dai piccoli gemiti che emette. Ma ho troppa voglia : tenendola da dietro per i capelli la pompo a dovere con botte sempre piu forti e veloci. Prendo in poco tempo il ritmo "applauso" che il mio bacino simula con le sue chiappe aperte... Alterno affondi piu e meno veloci ad altri in cui gli faccio sentire il capocchione gonfio uscire e rientrare inghiottito da quel lago che ha fra le gambe. Lo tiro fuori un secondo : sguscia via facilmente e sempre da dietro cerco di stimolarle il clitoride con la cappella . lo sento , è eretto anche lui.Lo sgrilletto di cazzo per benino , intanto so gia cosa fare come seconda mossa : raccolgo un po di umori grondanti con le dita e li porto al buco del culo spalmandoli per bene ... La maiala avrà gia capito ma intanto dai gemiti che emette si gode a pieno la mia verga. Lo estraggo gocciolante di umori , lei si gira un momento e la guardo in viso rossa e sconvolta dalla goduria...anche io non sono da meno paonazzo come sono! Una sua mano , come se ce ne fosse bisogno , sega ancora un po il mio cazzone come a volerlo lubrificare e me lo poggia prorpio li.... sul secondo buchino. So che le farà male...ma voglio il suo culo adesso : pianto per bene le braccia sulla scrivania , mi sposto per avere il miglior movimento possibile e puntando la verga rovente affondo piano ma deciso il cappellone del suo buco : è fradicio di umori e saliva ma ci vuole un po per allargarglielo quanto basta... la verga è entrata per metà...leggo un misto di goduria e sofferenza sul suo volto. Affondo ancora un po e la inculo per bene... facendo arrivare le palle a toccarle le chiappe . Comincio a pomparla : le prime due , tre spinte sono lente e controllate ma appena le membra si rilassano al punto giusto comincio a randellarla di santa ragione. Botte continue e velocissime : sento il fuoco sul mio cazzo.... non so davvero quanto possa resistere ancora ma anche lei vedo che si sgrilletta come una matta . é arrapata quanto me che osservo le sue tettone da dietro ballonzolarmi davanti agli occhi... E' una visone paradisiaca vederle con quei capezzoli dure come chiodi che difficilmente riesco a contenere fra le mani . Sono vicino all'orgasmo e anche lei . Ansima e gode a voce alta. .La sento mentre viene imprigionandomi di fatto il cazzo nel suo culo....i suoi umori colano ai lati della figa. Allora anche io mi abbandono con un urlo roco e animalesco skizzando tutto lo sperma che mi resta nei coglioni li....nel profondo del suo culo.... le palle mi si comprimono...quasi da farmi male per la violenza della sborrata.... affondo altre tre volte il cazzo con decisione come a posare le ultime gocce di seme...per poi estrarlo gocciolantema ancora duro. Michela si volta , ha il fiatone ma mi sorride e si china nuovamente a raccogliere le ultime gocce.

per contatti : [email protected]

oppure facebook : Cristian Raccontoeros
Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 9.8
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per Ripetizioni:

Altri Racconti Erotici in Lui & Lei:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni