Racconti Erotici > trio > Quello strano piacere... (4a parte)
trio

Quello strano piacere... (4a parte)


di Membro VIP di Annunci69.it amoletettone
22.10.2010    |    13.929    |    0 7.9
"Li ci scappa una risatina che cerchiamo divertiti di soffocare..."
Rientrati in casa, aspetto che Gianluca e Federica vadano in stanza. Anna segue i miei movimenti, sa che al minimo mio cenno potrà appostarsi fuori la porta della camera di Gianluca e origliare quanto staremo dicendo. Io sono tutto eccitato dalla situazione, e anche un pò emozionato, visto che dovrò usare i giusti modi e le giuste parole con Gianluca considerando anche il fatto che Anna è fuori ad ascoltarci .

Busso alla porta: "avanti!" mi dice Gianluca; entro e noto con piacere che Fede è gia in bagno a docciarsi, avrei potuto quindi parlare con lui in tutta tranquillità

Io:- Gianlù posso? scusami... allora dov'è la puledra? e gli do qualche colpetto al corpo sorridendo.
Gianluca: "heheheh, è sotto la doccia"
Io: "mmm... nonostante quello che abbia visto ierisera, avrei ancora voglia di spiarla"
Gianluca:- "Insaziabile, sei proprio uno pieno di voglie"
Io:-" Già e non sai quante altre ne ho" Gianluca capisce che non sono li per caso e intuisce che dalla conversazione ci sarebbero state altre novità.
Gianluca:- "e sentiamo che altra voglia hai? cosa hai in mente?" mi chiede curioso.
Io:- "beh, mi ecciterebbe molto mostrarti la mia lei all'opera, te hai visto solo la carrozzeria ma non sai come si da da fare." Gianluca abbozza un sorriso e scuote leggermente la testa un pò incredulo
Io:- ti andrebbe la cosa??
Gianluca:- "Cristian magari... ma dubito che la tua lei sappia fare meglio della mia" capisco che ora anche lui sta iniziando un giochetto di provocazioni, ma mi piace e sto al gioco .
IO:- "caro la mia lei te lo fa venir fuori dai pantaloni da solo, cosa credi?"
dicendo queste parole penso a Anna fuori la stanza che mai mi ha sentito parlare in questo modo, fare questi discorsi, con un mio amico per di più!
Gianluca: "sarà, ma non credo"
Io: "scommettiamo? se la mia lei ti farà perdere la testa stasera, avro facoltà di chiederti qualsiasi cosa e tu mi dovrai assecondare... ok?"
Gianluca:-" qualsiasi cosa come? che intendi?"
IO:- "qualsiasi mio desiderio. allora accetti o ti tiri indietro da fifone quale sei" gli dico soddisfatto "se voleva le provocazioni questa lo è " penso compiaciuto fra me e me
Gianluca: "mmm... ok, vediamo la tua lei cosa è in grado di fare, poi decideremo il da farsi"
si gira verso la porta del bagno e verso quella della sua camera con aria circospetta.
Mi dice sottovoce: "ma come possiamo fare?"
Io: "ascoltami, stasera lascerò la finestra del terrazzo piu aperta del solito. verso le 22 lei verrà a cambiarsi, io guarderò con calma la tv seduto sul letto, magari potresti goderti lo spogliarello e quello che ne viene dopo? che dici?". Gianluca sembra contento come un bambino ma cerca di rimanere pacato.
Gianluca: "Uhm... se la cosa ti fa piacere. sarò lieto di fare il guadone e di eccitamri spiando la tua ragazza"
Io: "ok stasera verso le 10 metti a letto la "puledra" e sali in terrazzo, troverai un bel regalino."
cosi dicendo mi congedo da lui che quasi sembra sfregarsi le mani per l'attesa della serata , lo saluto apro la porta e torno in soggiorno dove vedo Anna che a pochi metri finge di rassettare.
"ha ascoltato tutto, chissà che reazione avrà." penso curioso.
Ha il viso rosso e uno sguardo famelico. Tutta questa situazione deve averla eccitata molto e ho conferma dalle sue parole che di li a poco mi sussurra all'orecchio.
Anna: "tesoro sei uno sporco maialeee! addirittura una scommessa?!?! e poi che è sta storia della puledra?!?! li hai gia spiati!?"
ma dice tutto ciò con tono entusiasta: "non puoi capire quanto mi ha eccitata sentirvi, è totalmente assurda come cosa... io che faccio arrapare il migliore amico del mio ragazzo e lui che vuole che mi spogli davanti ai suoi occhi! cazzo gia sono bagnata..."
cosi dicendo mi bacia voracemente: le nostre lingue si intrecciano, la sua mano si piazza sul pacco e me lo stringe talmente forte quasi da farmi male. Mi lecca l'orecchio e mi dice " tesoro ti amo da impazzire. andiamo di sopra..."
Io: "Cara freniamoci, non ci sprechiamo per lo spettacolino di stasera. sai comè, vorrei venire piu di qualche volta stanotte..."
Mi sorride divertita: " sei un vero porco, questa storia mi avrebbe dovuto far arrabbiare come non mai, invece mi piace e mi spinge ad impegnarmi per vincere la sfida. se solo mi avessi confidato prima le tue voglie non avremmo perso tanto tempo"
Io: "non è mai tardi per iniziare. stasera , facciamo vedere cosa sa fare la mia fidanzatina, poi sarai tu libera di chiedremi qualunque cosa"
Anna: "mmm, ancora piu interessante..." e mi stringe divertita con forza l'uccello nei pantaloni.

Sentiamo gianluca parlare con Federica ancora chiusa in bagno e ad alta voce dice: "NO fede, stasera non usciamo, sono un pò stanco, preferirei rimanere a casa".

Li ci scappa una risatina che cerchiamo divertiti di soffocare. Strizzo una pacca dello splendido culo della mia lei e sempre sottovoce gli sussurro: "STASERA FAGLI SKIZZARE FUORI TUTTO QUELLO CHE HA NEI COGLIONI..." e vedo Anna che mi strizza l'occhio complice.

continua...
per contatti : [email protected]

oppure facebook : Cristian Raccontoeros
Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 7.9
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per Quello strano piacere... (4a parte):

Altri Racconti Erotici in trio:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni