Racconti Erotici > orge > gang da ubriaca
orge

gang da ubriaca


di javecla
15.05.2024    |    13.370    |    7 9.3
"Ubriaca io e mia moglie amiamo il buon vino (da veneti) ma abbiamo sempre gestito la quantità bevuta, solo in un paio di occasioni Caterina ha abusato e si..."
ubriaca

io e mia moglie amiamo il buon vino (da veneti) ma abbiamo sempre gestito la quantità bevuta, solo in un paio di occasioni Caterina ha abusato e si è trovata ubriaca, una volta di ritorno dalla Croazia per colpa però di un liquore e una volta invece per colpa del buon vino.

Succedeva che proprio in questo periodo, maggio del 2016, eravamo in giro per cantine. Il nostro obiettivo era quello di ordinare alcune tipologie di buon vino per arricchire la nostra cantina.

Già nella tarda mattinata avevamo visitato un paio di cantine e verso l'una ci eravamo fermati in zona colline trevigiane per pranzare, ristorante di buon livello (seppure di tipo familiare) con vista sulla valle sottostante.

Personale gentile cibo squisito e poiché avevamo già fatto un po' di assaggi ci siamo limitati nel bere, anzi solo acqua e libagioni abbondanti.

Io ordino una pasta corta con la ricotta e mia moglie tagliatelle al sugo di cinghiale, piatti altre tutto abbondanti e, complice anche il vino bevuto in precedenza, li divoriamo in men che non si dica. Troppo velocemente tanto che inevitabilmente Caterina si macchia la camicia. Prova una pulizia veloce ma peggio il “Tacon del Buso”.

Prima dell'arrivo dei secondi mia moglie chiama il cameriere

- scusi ha del “via va”
- non credo signora, vado a chiedere
- fa lo stesso – dice mia moglie e si alza dirigendosi ai bagni

ritorna dopo un paio di minuti con la camicia in mano e con addosso il solo giubbino di jeans che però sul davanti è molto teso

- che è successo - chiedo a mia moglie
- niente non è giornata ho tolto la camicetta per provare a pulirla al bagno ma per errore l'ho strappata e ho fatto peggio, per fortuna che ho il giubbino, ma si chiude appena appena
- già vedo anzi credo che quel bottone lassù sarebbe meglio aprirlo altrimenti se parte mi colpisce
- spiritoso – dice lei aprendolo e lasciando così apparire un bel decolte, anzi mette molto in risalto i seni come avesse un push-up

arrivano i secondi ed i contorni e poi dolce e caffè. Noto che il cameriere quanto ci porta i piatti o deve andare ad un tavolo vicino passa sempre vicino a mia moglie e gli occhi vanno a cadere sul suo seno.

Quando stiamo per alzarci il cameriere si avvicina con il carrello dei liquori

- gradisce un digestivo – dice rivolgendosi a mia moglie quasi dandomi le spalle
- si grazie
- abbiamo il limoncello, il nocino, la liquirizia – e continua con tutte le bottiglie del carrello ed ogni volta che ne cita una la mostra a mia moglie
- del nocino grazie

poi rivolgendosi a me

- e lei cosa desidera? - senza elencarmi nulla e senza mostrarmi nulla
- un grappino grazie

così servito anche il sottoscritto ci saluta

ci alziamo e andiamo verso la cassa e dopo aver pagato chiediamo al proprietario se sa indicarci li vicino qualche cantina di buon livello ma non industriali, diciamo di tipo familiare.

- Bella questa – dice il titolare alla nostra richiesta mentre stiamo pagando il conto – mi domandate di una cantina e non avete bevuto vino, come mai?
- Sa – rispondo io – abbiamo già iniziato questa mattina a fare il giro di alcune cantine e non vogliamo eccedere, dobbiamo tornare a casa anche
- Capisco, se volete venite verso le 4 a questo indirizzo che vi porto da mio cugino che ha una cantina, serve solo un paio di ristoranti e poi vende a qualche conoscente, ma ha un vino eccellente, non lo avete bevuto ma lo servo ai nostri commensali.

Così partiamo e ci rechiamo ad un'altra cantina del posto dove ci viene fatto assaggiare del buonissimo prosecco ed anche del reciotto molto carico. Assaggiamo diverse annate di questo reciotto ed alla fine carichiamo in macchina quattro scatoloni di buon vino bianco e rosso di diverse annate.

Poi passiamo da un'altra dove sappiamo esserci del buon passito ed anche qui assaggiamo diversi tipi di passito e di diverse annate. Qui mia moglie oltre ad assaggiare con piacere i vini vedo che inizia ad avere strani occhi. Hai hai secondo me sta esagerando.

Sono già le quattro passate, carichiamo ancora uno scatolone di vino passito e ci indirizziamo alla cantina suggerita dal ristoratore. Arriviamo che sono già le cinque, il cancello è chiuso, suoniamo il campanello ma non ci risponde nessuno, riproviamo ancora ma nulla. Stiamo per ripartire quando sentiamo una voce

- arriviamo ad aprire noi, l'automatismo è rotto

così aspettiamo un e vediamo arrivare il camerire in bicicletta che ci apre il cancello e ci fa segno di seguirlo.

La stradina sterrata si dirige verso una casa colonica e, seguendo la guida, giriamo attorno e ci fermiamo di fronte ad un portone grande dove all'interno vediamo dei trattori.

- Ri buongiorno – salutò il cameriere – le chiamo subito il fattore
- grazie
- accomodatevi intanto li – indicandoci un salottino

Appena entrati in questo salottino di attesa, dove oltre ad un banco bar c'erano due tre divani e un tavolo con una mesanplace piena di bicchieri di ogni tipo, quasi contemporaneamente si apre una porta interna ed esce il ristoratore.

- benvenuti credevo non arrivaste più o che eravate in balia degli assaggi
- no no abbiamo fatto degli acquisti da …... e da …... - e snocciolo le cantine visitate, quando interviene mia moglie
- insomma comunque di assaggi anche troppi
- ma in attesa che arrivi mio cugino vi faccio fare un giro della cantina

Mentre ci spostiamo dal salottino alla cantina vera il ristoratore ci indica tutti i vitigni e le peculiarità di ogni uno di loro e poi entrati nella cantina vera e propria ci presenta il cugino. Omone grande e grosso, ma non grasso, con un viso tutto rosso

- ecco Valerio i signori di cui ti ho parlato, approposito io mi chiamo Gilberto ma tutti mi chiamano Gil.
- Piacere Giovanni e Caterina
- venite seguitemi – dice Valerio – cosa preferite bianco, rosso, mosso, fermo, leggero, corposo, ditemi

Iniziamo così, spostandoci da una botte all'altra, ad assaggiare un vino dopo l'altro e mentre discutevamo di vino e io ordinavo alcune bottiglie vedo Caterina che si sposta verso una grande botte in legno dove c'è una apertura e ci infila la testa per guardare dentro

- no signora ferma che altrimenti si soffoca.

Caterina si sposta velocemente

- porca la miseria se si entra li si muore, mi sono solo avvicinata e già sentivo la testa girare
- si adesso è colpa dei vapori della botte non che abbiamo fatto troppi assaggi
- spiritoso – mi risponde lei – dai continuiamo con gli assaggi credi che noi donne non reggiamo?

silenzio di tutti e leggero sorriso le viene posto un bicchiere per l'assaggio

- buono questo ma leggero

continuiamo così altri due o tre assaggi per tipo di vino poi Caterina da segni di barcollare e si appoggia al cameriere

- oddio credo di aver superato il limite mi gira la testa
- la sorreggo io signora – interviene il cameriere che ci stava raggiungendo, Caterina gli sta letteralmente cadendo addosso, ma pur se tempestivo le sta scivolando tanto che interviene da dietro Valerio che la prende per la vita
- ti aiuto io – e da dietro la cinge da sotto le braccia

dopo un attimo Caterina esclama

- io credo che lei più che sorreggermi mi stia palpando le tette ha ha ha – dice con tono poco sobrio
- Caterina che dici
- dico che il ragazzo qui o ha una torcia nei pantaloni o ha una notevole dotazione

cala il silenzio tra tutti noi mentre Caterina abbracciando il cameriere al collo inizia a baciarlo

- sono un po' brilla ma piena di voglia

mentre mia moglie ancora intenta a baciare il ragazzo si prona con il sedere verso Valerio

- ma anche Valerio ha una pila in tasca? ma è una cantina o un negozio di elettronica - rilancia Caterina

tutti mi guardano io sollevo le spalle

- se vuole giocare stiamo al gioco

in un attimo Caterina viene alzata e portata alla panca e prima di farla sedere le sbottonano il giubbino di jeans facendo uscire il seno su cui si piomba Gil a leccarlo e succhiarlo

- guarda qui che bocce e che capezzoloni eccitati, sembrano attaccapanni

Valerio intanto da dietro armeggia da sotto la gonna

- e ma allora senti senti tutta bagnata e senza intimo sia sopra che sotto del tipo milflona sempre pronta – dice Valerio

il cameriere nel frattempo si toglie i pantaloni facendo uscire dalle mutande un discreto uccello.

- birbanti mi tenevate nascosto la fonte migliore – dice Caterina – vieni qui tu che mi faccio anche questo assaggino
- assaggino? dai fai sentire alla signora di che pasta sono i nostri vitigni duri e nodosi

Caterina inizia uno dei suo bocchini che poi estende anche agli altri due, meragliviata che tutti e tre stanno bene a dotazioni, in particolare Valerio per la grossezza e il cameriere per la lunghezza, si alterna a leccare e succhiare per ben 5 minuti e quando sono tutti e tre belli duri fa sdraiare il ragazzo sulla panca e, tolta la gonna, si accomoda infilandosi l'uccello in figa ed inizia una monta delle sue, che oltre ad andare su e giù ogni tanto si muove col bacino a strofinarsi il clito e per sentirlo muoversi dentro.

Gli altri due non si perdono d'animo e posizionati al suo fianco, uno per parte, la baciano dalle orecchie fino al seno, mentre lei impugna i loro uccelli quasi a sorreggersi, poi Valerio si avvicina con la mano alle chiappe ed inizia a giocare con il suo ano. Caterina seppur ubriaca ha quasi subito un orgasmo al cui culmine sussurra

- si leccatemi il buco del culo si dai che ho voglia

i due quasi si danno una testata per chinarsi a bagnarle e prepararle il culo. Lo spettacolo che sto osservando non lo avevo previsto, Caterina era sopra il ragazzo che la aveva stretta a se per favorire la vista del culo agli altri due, Gil le teneva aperte le chiappe e Valerio era chino a leccarle il buco del culo, poi passa ad armeggiare con le dita, le entrava ed usciva dal culo con uno, poi due e alla fine con tre dita.

- è abituata e pronta è piena di voglia – dice Valerio
- inizio io – dice Gil

e così Valerio si porta all'altezza della faccia di mia moglie

- assaggia questo tronco così non gridi fino a che Gil ti apre

mentre Gil le si posiziona dietro e senza fatica la penetra per quasi metà cazzo, mia moglie non ha nessuna reazione se non quella di sbocchinare Valerio mentre inizia a godersi la doppia.

- abituata e molto abituata manco una smorfia, le piacciono le doppie, devi essere più incisivo Gil

- ora te lo cazzo tutto – dice Gil che la tiene per i fianchi ed alzandosi in punta dei piedi spinge tutto il cazzo nel culo – ora ti scopo il culo ora ti apro tutta

ed inizia un dentro e fuori lungo ed alternato a movimenti lenti e veloci, Caterina non si ritrae anzi si muove agevolando la penetrazione avendo l'accortezza di non far uscire dalla figa il cameriere.

- guarda come le piace – esclama Valerio che la prende per la nuca e passa dal bocchino alla scopata in bocca.

Dopo un paio di minuti di questo trattamento Caterina riesplode in una goduta delle sue

- god.... si go.....

non si capisce nulla di quello che dice perchè ha la bocca piena del cazzo di Valerio, ma si vede da come si muove che sta godendo alla grande, e tanta è la voglia di sentirsi piena che con le mani si apre le chiappe ad agevolare l'inculata

Gil a quella vista aumenta la forza con cui la incula e tutto ad un tratto si toglie dal culo veloce, tenendosi stretto alla base il cazzo e posizionandosi al posto di Valerio per sborrare in faccia a Caterina ancora intenta a godere

- tho ti sborro tutta, tho tho - esclama menandosi furiosamente l'uccello davanti alla bocca di Caterina ed esplode 4/5 getti che però la colpiscono sulla fronte e sulla guancia

- cazzo ti stati perdendo il meglio

e così dicendo afferra la nuca di mia moglie e la scopa in bocca

- così è meglio bevi bevi – spingendo l'uccello in bocca a mia moglie

Valerio a quel punto fa per portarsi dietro ma Caterina si alza si sfila e girandosi si incula sul cazzo del cameriere, un cazzo non grosso ma parecchio lungo, e poi si stende su di lui offrendo così la figa a Valerio mentre Gil le rimette il cazzo in bocca

- scopatemi fatemi godere

- vuoi sentire il mio cazzone in figa vero? Ho capito che sei una buon gustaia, anzi una troiona buongustatia, ora ti sistemo io

Valerio ha un cazzo di notevoli dimensioni e non usa dolcezza nella penetrazione, una volta posizionata la cappella la spinge dentro ed inizia a pomparla con foga tenendole le gambe aperte ed alte

- ora ti apro, ora ti scopo tutta, ora ti faccio godere

passano un paio di minuti, il cameriere le stà palpando il seno e si stà muovendo con il bacino per tenerlo nel culo di mia moglie sottoposta ai colpi di Valerio, si vede che il ragazzo è al limite

- fermati fermati che non resisto

- riempigli il culo – dice Valerio che si ferma con il cazzo tutto dentro alla figa di mia moglie per facilitare la penetrazione del cameriere
- godo godo godo hummmmm godoooooo
- riempila riempila tutta che poi ci penso io

Caterina ha un'altro orgasmo sentendosi riempita nel culo

- godo siiiii riempimi siiii godoooo

Valerio continua a scoparla per ancora una decina di minuti, lo fa lasciandola distesa sopra il cameriere che le palpeggia il seno e mia moglie è sempre con il cazzo di Gil in bocca

Valerio si accorge che l'afflosciamento dell'uccello del cameriere ha lasciato il culo libero allora passa dalla figa al culo di mia moglie, e una volta penetrato con la cappella la sorregge per sotto le cosce

- tenetela ferma – dice Valerio che inizia a scoparla in culo aumentando ad ogni colpo la penetrazione
- senti come le piace, tho prendilo tutto, si tutto dentro

Gil è nuovamente infervorito, ed eccitato dalla scena ha ripreso vigore, Valerio ci sa fare e a forza di pompare in culo Caterina le procura un orgasmo forte, inizia a mugugnare, prende le mani del cameriere che è ancora sotto di lei e se le porta al sena stringendole e poi sbalordendo tutti si sditalina e gode,

- oh si godo si mi piace si godoooo si tutto si ancora

Valerio a quelle parole e a quella vista di mia moglie, che si sditalina mentre lui la incula, non resiste e gli mena due tre colpi forti per poi godere. Esplode quasi contemporaneamente a Caterina ed a Gil, esce dal culo e le riempie il ventre di sborra
- ti sborro tutta – quasi urla Valerio mentre Gil tenendo la testa di mia moglie le sborra in bocca
- bevi bevi tutto

quando i due si staccano da mia moglie lei si solleva e mi guarda, io sono li nell'indifferenza con il cazzo duro nelle mutande e la guardo con la faccia le tette ed il ventre gocciolanti sborra quando, d'un tratto, si frappone alla nostra vista il cameriere che salendo sulla panca le pone l'uccello nuovamente duro davanti alla bocca

- assaggia anche questo è meno invecchiato ma sicuramente migliore

Caterina così inizia un pompino dei suoi, una mano sui coglioni una sull'asta e gran lavoro di lingua e di bocca.

Gli altri due iniziano i commenti

- azzo che bocchinara
- ma è una svuotapalle

e continuano così fino a che il ragazzo inizia ad irrigidirsi fino ad esplodere una sborrata che Caterina con classe e sapienza, pur ricevendola in bocca, fa uscire dagli angoli spalmandosela con le mani sulle tette.

Alla fine non paghiamo nulla carichiamo del vino e partiamo per tornare a casa quando Caterina guardandomi mi dice

- sono una troia
- si una grande troia, ed è per quello che mi piaci ora abbassati e vedi di assaggiare il mio

mentre guido Caterina si abbassa e fattomi uscire l'uccello dai pantaloni inizia un bocchino che però dura poco vista la mia voglia e la mia eccitazione.

Fortuna vuole che le curve erano finite altrimenti ….....
Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 9.3
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per gang da ubriaca:

Altri Racconti Erotici in orge:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni