Racconti Erotici > tradimenti > Mia moglie Venduta dal suo capo
tradimenti

Mia moglie Venduta dal suo capo


di Membro VIP di Annunci69.it Vaaaa1972
09.05.2024    |    18.408    |    12 9.4
"Alla vista del sandwich non resisto, vedendo mia moglie così scopata nei due buchi contemporaneamente, vengo , sborro, mentre lei bacia prima uno e poi..."
Gennaio di quest'anno , ore 10 del mattino, appostato in auto da un oretta fuori casa mia , la vedo uscire, bella, con un vestitino nero stivaletti con tacco giubbotto di pelle e capelli raccolti a coda di cavallo. Mia moglie si avvicina alla sua auto, si guarda attorno, entra e mette in moto. Dev'essere di fretta, perché comincia a correre, stento quasi a starle dietro , facendo attenzione a non essere scoperto.
Sono curioso, troppo curioso di vedere dove va la mattina così presto nel suo giorno di festa dall'ufficio. È una segretaria di jn grosso studio legale e due giorni a settimana la mattina è libera, resta a casa (così mi dice quando torno la sera ) , deve rassettare, lavare, ecc.
Però sono due settimane che chiamo a casa e non risponde, in più quelle calze autoreggenti che ho trovato nella sua borsa dentro all'armadio mi hanno allarmato, non le ha mai messe con me, e pure siamo sposati da 10 anni, sa che mi piace quando si veste sexy, quando evidenzia le sue curve per eccitarmi, perché non le ha mai usate con me?
Finalmente rallenta, svolta in un parcheggio multipiano, prende la rampa per salire, spero di nn perderla, ma devo stare un po distante, altrimenti mi vede. Così dopo 3 minuti entro anche io , al primo piano niente , prendo la rampa salgo al secondo, ma nn vedo l'auto di Anna salgo al terzo, neanche qui.
Cazzo lho persa!!
Salgo al quarto livello ma neanche qui vedo la sua auto, faccio per tornare nella rampa per andare al quinto ed ultimo livello , ma una Mercedes nera mi precede, riconosco l'auto, CAZZO! È l'avvocato, il titolare dell'ufficio dove mia moglie è segretaria, li ho sgamati, per essere li in quel parcheggio anche lui è chiaro che abbiano un appuntamento. Non devo farmi vedere , resto dietro , poi salgo anche io.
Arrivato all'ultimo livello, in fondo al parcheggio la Mercedes si affianca alla macchina di mia moglie , parcheggiata in un angolo, vicino al muro.
Io mi fermo lontano, troppo lontano per sentire, i finestrini sono abbassati, si stanno parlando, vedo qualcosa di strano, sul sedile passeggero della Mercedes c'è qualcun altro, che parla con mia moglie, l'avvocato è di fianco al lato guida. Devo sentire , così decido di scendere dall'auto, chinato basso mi avvicino, facendo attenzione a non essere visto. Sento a stento, ma percepisco l'uomo sul sedile passeggeri che dice "allora ci stai?"
Mia moglie annuisce con la testa abbassata, quasi sottomessa.
Così lei scende dalla macchina si chiude la portiera dietro di sé e poggiata al suo sportello infila le mani sotto la gonna mostrando gli autoreggenti famigerati, si sfila le mutandine, prima una gamba e poi l'altra è le porge all'uomo che si gustava lo spettacolo sorridendo.
Il parcheggio è deserto, diverse auto parcheggiate, a coprire la scena ma da dove ero messo avevo una ottima visuale, sicuro di non essere scoperto, guardavo la scena a bocca aperta, incredulo, il respiro affannato la mente confusa dalla rabbia , il sangue che circolava a mille, la mia dolce mogliettina, mamma di due splendidi figli, che stava combinando, dovevo vedere fino a che punto sarebbe arrivata.
"Avvicinati puttana!!!" Le ordina l'uomo allungando la mano fuori al finestrino,
"Poggiami la fica sulla mano...!" Dinuovo perentorio.
Lei senza farselo ripetere si avvicina , afferra la mano dell'uomo e se la infila sotto al vestitino.
Gode la troia , la vedo gemere, senza alzare la testa vedo il corpo fremere , lo desiderava.
"Sta troia è un lago Mattia, avevi ragione è bellissima!" Ribadisce l'uomo rivolgendosi all avvocato, il quale sorridente risponde
"Perché non sai come lo succhia, provala...."
L'uomo apre lo sportello e mantenendo la mano tra le gambe di mia moglie Anna, tira fuori il cazzo e la invita ad abbassarsi .
Non si fa pregare mia moglie, a me non lo fa mai volentieri, devo sempre fare la doccia e depilarmi per sperare in un pompino da lei, adesso invece lo sta per prendere in bocca da un perfetto sconosciuto, come una puttana di strada.
Si abbassa sulle gambe dell'uomo, io sono dietro e non riesco a vederla mentre si imbocca ma comincia a fare su e giù con la testa, lo sta facendo, glie lo succhia, ho bisogno di prove, metto la mano in tasca per cercare il cel per farle una foto, lo prendo e ... cazzo, ma sono eccitato, perché mi eccita vedere questa scena? dovrei essere solo arrabbiato, invece ho il cazzo duro mentre mia moglie spompina un altro uomo in un parcheggio....
Accendo lo stesso il cel, l'immagine è lontana, allargo lo schermo, ora la vedo bene , la sua bocca accoglie un cazzo enorme mentre con la mano segue il movimento nel massaggio.
L'uomo con una mano le tiene la testa stringendo la coda di cavallo, e l'altra le ha scoperto il culo, fotografo il tutto, mi sembra un set porno, ed Anna interpreta perfettamente il ruolo di puttana.
Mattia l'avvocato scende dall'auto, le va dietro, ha il cazzo da fuori, anche lui ce l'ha molto grosso, almeno molto più grosso del mio, le prende i fianchi con una mano , sputa sul culo di mia moglie e gli infila il cazzo nel buchetto posteriore. Io ero ancora più allibito, in 10 anni di matrimonio più 3 di fidanzamento non me lo ha mai fatto fare, il culo non me lo ha mai dato ed ora il suo capo senza chiedere niente se la incula davanti a me, mentre lei succhia un altro cazzo...
Sono disperato, ma abbassando lo sguardo mi rendo conto che mi sto masturbando, ho il mio cazzo in mano e mi sto gustando mia moglie scopata da due uomini per strada.
Il ritmo aumenta, Anna geme come una porca, lo sconosciuto le tiene la testa abbassata sul suo cazzo e Mattia la incula selvaggiamente
"Toh prendi puttana, che culo da troia che hai, ti dobbiamo riempire di sborra..."
Vanno avanti così per un quarto d'ora, ma ad un certo punto lo sconosciuto afferra una spalla di Anna e la tira a sé, la fa montare sul suo cazzo e la impala nella fica,
Anna comincia a cavalcarlo senza sosta, lo bacia , lingua in bocca, mentre Mattia che nel movimento si era sfilato , rientra in auto, posizionandosi dietro Anna e con non poca fatica glie lo infila dinuovo in culo, prendendo il ritmo dei due sotto.
Alla vista del sandwich non resisto, vedendo mia moglie così scopata nei due buchi contemporaneamente, vengo , sborro, mentre lei bacia prima uno e poi l'altro che la sbattono forte, urla , urla tutto il suo piacere.
Io sfinito dalle emozioni mi poggio alla macchina che mi nascondeva, forse mi poggio troppo pesantemente, così da far scattare l'allarme sonoro dell'auto, i tre si voltano verso di me, mi vedono, Mattia mi riconosce, sorride, e riprende il ritmo "Anna il cornuto apprezza lo spettacolo, datti da fare zoccola..."
Anna dopo un attimo di imbarazzo lentamente riprende anche lei il suo ritmo e riprende a baciare lo sconosciuto mentre muove i fianchi avanti e indietro a godersi quei due pali di carne in lei.
Cinque minuti eterni in cui io arreso completamente avevo accettato l'invito del capo di mia moglie ad avvicinarmi, lei mi aveva preso per mano, senza neanche guardarmi continuava a baciare prima uno poi l'altro fino a quando Mattia si sfila da dietro, la prende per mano e la fa inginocchiare per terra, si posizionano entrambe sui lati e cominciano a masturbarsi tenendo i cazzi puntati verso la faccia di mia moglie. Lei continua a tenermi la mano , ma la sua lingua cerca le punte di quei due bazooka per ricevere il loro nettare direttamente in bocca e finalmente prima lo sconosciuto poi mattia le riversano sul volto e nella bocca un quantitativo impressionante di sborra , riempiendola di bianca crema calda che lei continua a leccare e spalmare sul viso.
"Vale, perché non ti abbassi a baciare tua moglie è stata così brava, merita sia i complimenti tuoi che un lauto pagamento per la prestazione da troia, ora prendo i soldi , tu leccale la nostra sborra da faccia..." quasi in trans io obbedisco, alzo Anna da terra la abbraccio e la bacio con la lingua, assaporando l'acre gusto della sborra per la prima volta , mi stupisco per il buon sapore che ha e la ripulisco per bene sulle guance , in fronte , sotto al mento, ingoio tutta la sborra dei due senza battere ciglio.
L'avvocato arriva da noi con una mazzetta da 50 euro, Anna li prende e li mette in tasca
"Ci vediamo domani in ufficio..."senza battere ciglio si volta entra in auto dove lo sconosciuto già lo aspettava e va via"
Sento mentre si allontanano "ma davvero era il marito???" L'uomo chiedeva a mattia conferma .
Mia moglie mi guarda mi sorride entra in auto e va via , lasciandomi così in piedi , col cazzo da fuori, con la mia nuova consapevolezza da cuckold .
Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 9.4
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per Mia moglie Venduta dal suo capo:

Altri Racconti Erotici in tradimenti:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni