Racconti Erotici > orge > Senza tabù (storia vera)
orge

Senza tabù (storia vera)


di Membro VIP di Annunci69.it CristalClear
30.03.2024    |    11.973    |    3 9.8
"Antonio era venuto grazie al culo di Marco, ma questo ne voleva ancora..."
Stavo attraversando un periodo negativo. Avevo appena divorziato da mia moglie da un paio di mesi e mi ritrovavo da solo a ricostruirmi una vita. Fortunatamente per me ho saputo sempre curare gli amici, per cui un freddo pomeriggio di novembre mi arrivò la telefonata di Antonio, un mio amico di vecchia data, spesso compagno di scorribande e avventure.
Mi invitò per la serata successiva a casa sua, facendomi capire che sarebbe stato molto interessante. Antonio, anche lui divorziato, si frequentava in quel periodo con una bella mora austriaca, Katerina. Una relazione,a suo dire di poco conto, più che altro per divertimento reciproco.
'Tieniti leggero per domani e vieni in forma, sarà una grande serata.', queste furono le sue parole.
Io, conoscendolo e leggendo tra le righe, il giorno successivo rinunciai alla lezione in palestra e mi preparai accuratamente alla serata sistemando anche le mie parti intime (mi piace depilarmi intimamente, lo trovo più igienico).
Arrivati puntuale a casa di Antonio e venne lui ad aprirmi. Katerina era in tiro ed era veramente notevole. Mi dissero di accomodarmi e di prendere qualcosa dal buffet, dei loro amici sarebbero giunti di li a poco!
Fui sorpreso e il mio stupore si manifestò palesemente visto che sia Antonio che Caterina mi guardarono e scoppiarono in una fragorosa risata.
Come previsto qualche minuto dopo il suono del campanello preannuncio l'arrivo dei loro amici.
Una bella coppia veramente. Lui alto, magro, moro e dai modi gentili; lei una bellezza costruita da ore e ore di palestra, seno palesemente rifatto e bene in mostra, gambe muscolose e culo talmente sodo che la minigonna si alzava posteriormente facendo intravedere il poco o nulla dell'intimo che indossava.
Si chiamavano Marco e Cinzia.
Dopo le formali presentazioni ci pensarono Antonio e Katerina a rompere il ghiaccio, presentandomi a gli altri ospiti come un amico fidato di giochi. Era chiaro che sarebbe successo qualcosa di molto interessante da un momento all'altro, e infatti già durante la cena Cinzia, seduta di fianco a me mi sfiorò più volte l'uccello sempre con una scusa poco plausibile. Ma era chiaro a tutti che lo facesse di proposito tra l'ilarità generale. Katerina e Cinzia spesso si guardavano e sorridevano, si notava che avessero una gran voglia di cazzo...
E furono accontentate quando dalla sala da pranzo ci spostammo in una camera in cui Antonio aveva allestito una vera sala giochi, con un bel lettone nel centro della stanza e sui vari ripiani tutta la loro collezione di sex toys, strumenti bondage e ovviamente lubrificanti e condom. Non facemmo nemmeno in tempo a varcare la soglia che Katerina e Cinzia erano completamente nude. Katerina con una tutina a rete nera ovviamente aperta nelle parti intime e Cinzia con un paio di autoreggenti da brivido. Mai visto gambe più adatte, un vero spettacolo. Cinzia, che evidentemente mi aveva puntato si sbrigò ad abbassarmi i pantaloni e a prendere tra le mani il mio cazzo. Non ho mai avuto problemi a mostrarmi nudo, quindi aprimmo noi i giochi, con gli altri che guardavano mentre si spogliavano. Arrivò anche Katerina sul mio cazzo e potrei godere di un bel pompino stereofonico. Appena anche Antonio e Marco furono pronti iniziò il gioco totale. I nostri cinque corpi erano aggrovigliati sul letto e le due donne presero il cazzo da tutti in tutte le posizioni e combinazioni. Cinzia era una esibizionista nata, e volle fare delle foto mentre era in doppia penetrazione da me e Antonio. Acconsentimmo pregando di non inquadrare i nostri volti. Sapemmo poi che le foto servirono per il loro annuncio su un notissimo sito di scambio di coppia. Mentre io e Antonio ci occupavano di Cinzia, Marco era sopra Katerina. Erano posizionati perpendicolarmente a noi tre, per cui mentre scopavano avevano anche la possibilità di assistere alla doppia penetrazione di Cinzia. Io che ero sotto Cinzia ad un certo punto sentii una mano sfilare il mio cazzo dalla sua figa sbrodolante e sentii un calore unito ad un risucchio. Pensai che sicuramente era Katerina che mi stava facendo un pompino. Mi sbagliavo però, perché non era Katerina bensì Marco a succhiarmelo!
Era per me la prima volta che un uomo entrava in contatto con il mio cazzo, e non mi opposi. D'altronde ci sapeva fare eccome con la bocca! Noi eravamo lì per godere, non mi importava minimamente con chi. Cambiammo posizione, Antonio uscì dal culo di Cinzia e si cambiò preservativo. Cinzia e Katerina si misero in un 69 spettacolare e noi uomini eravamo spettatori entusiasti, quando all'improvviso Marco si mise in ginocchio e mostrò il suo culo ad Antonio. Antonio non se lo fece ripetere, prese il lubrificante e affondò il suo cazzo nel culo di Marco. Poi mi guardò e mi disse sorridendo: ' poi prova anche tu!'
Io nel frattempo avevo affondato il mio cazzo nella figa di Katerina, ancora a 69 con Cinzia. Stavo assistendo ad un doppio rapporto omosessuale, e la cosa mi divertiva molto. Cinzia era sopra Katerina, e mentre io scopavo questa lei ogni tanto prendeva il mio cazzo, lo passava in bocca e poi lo rinfilava nella figa di Katerina. Ecco che sentii un gemito di piacere. Antonio era venuto grazie al culo di Marco, ma questo ne voleva ancora. Marco si girò verso di me me mi invitò a penetrarlo. Senza pensarci due volte mi infilai un nuovo preservativo e lo feci. Fu una sensazione strana ma molto piacevole. Capii in quel momento che se si supera il tabù dell'omosessualità le possibilità di godimento si moltiplicano.
Le due donne ad un certo punto vollero finire lo spettacolo nel bagno, dove era presente una bella e capiente vasca ad idromassaggio. Fecero entrare nella vasca noi uomini, poi si misero su due sedie a bordo vasca e aprirono le loro gambe nella nostra direzione. Entrambe, quasi contemporaneamente cominciarono ad inondarci di pioggia dorata. Fu bellissimo, e a turno io, Antonio e Marco asciugamano le loro fighe con le nostre lingue e assaporammo i loro umori, come omaggio a due grandi troie.
Aveva ragione Antonio. Una grande serata!
Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 9.8
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per Senza tabù (storia vera):

Altri Racconti Erotici in orge:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni