Racconti Erotici > trio > Loretta
trio

Loretta


di -andreami-
05.06.2024    |    5.994    |    4 9.6
"Il plug nel culo si muove per le contrazioni..."
La fica di Loretta sa di vaniglia e limone, Dolce, ma un po’ asprina. Buona insomma. E poi è liscia liscia, un piacere per la lingua. Adoro la fica liscia liscia, mmmm.Ma facciamo un passo indietro…Loretta l’ho conosciuta su un sito di incontri. Eh sì, a volte anche io frequento questo tipo di siti. Ma se stai leggendo questo racconto immagino tu l’abbia capito.Dicevo che Loretta l’avevo incrociata la prima volta grazie a un Last in cui chiedeva ai vari utenti di leggere alcuni suoi racconti.Leggo velocemente l’annuncio di coppia e visto che non dicono di no a prescindere agli uomini singoli, mi ondo a guardare le foto del profilo. Ricordo che mi aveva attratto in particolare la foto in cui lei stava in piedi in lingerie davanti a una grande porta a vetri, guardava fuori, verso il giardino. Ma allo stesso tempo sembrava volesse che noi spettatori ammirassimo il suo magnico lato B.Vista la vicinanza, anche lei è della mia città, avevo deciso di scriverle. Pronto a non ricevere risposta, come nella maggioranza dei tentativi.Invece, vuoi per gentilezza, vuoi per curiosità, mi arriva la notica di risposta. Felicità.Per alcuni giorni siamo andati avanti a proposte soft da parte mia e dinieghi hard da parte sua. Capito l’andazzo ero passato a proposte di incontro più concrete. E qui è entrato in gioco Ivo, il fortunato marito e fotografo di quel gran bel culo di cui mi ero invaghito. Ivo, con tre parole, aveva stroncato le mie velleità scoperecce. Succede. È il gioco.Da quel no, così deciso, così definitivo, passano mesi.Poi un giorno un altro Last mi riporta alla mente la donna dal bellissimo culo pieno e rotondo. Sbircio l’annuncio, non è cambiato molto. Ci sono alcune foto in più. Alcune molto esplicite. E riguardo, ingrandendola, quella di schiena, l’ammiro. Poi fantastico su una in cui un plug fa capolino dal buchetto del culo. È tutto un programma quel culo.Le riscrivo, giusto per vedere se si ricorda di me. Si ricorda.Passano i giorni e delicatamente riprendo le avance lasciate in sospeso per mesi. Piano piano le scopo il cervello. I no decisi diventano dei no più morbidi, finché un giorno una “ì” tutta sola dà un calcio nel sedere alla “o” e ottengo un nì. Non ho mai sudato virtualmente tanto per arrivare a un semplice nì. Ma con il senno di poi ne è valsa la pena.Poi una mattina, guardando il sito di annunci, trovo un nuovo messaggio. È di Loretta e Ivo, entrambi mi invitano a casa loro per quel pomeriggio.Mi presento puntualissimo. Finalmente ci vediamo dal vivo. Loretta è una signora radiosa, elegante, ma anche timida il giusto. Non si aspettava un omone di più di un metro e novanta. Ivo è allegro e dallo sguardo eccitato, ha voglia di giocare anche lui.Mi fanno entrare nel loro salotto. Ecco la grande porta finestra della famosa foto. Ivo in pantaloni di lino e polo. Loretta indossa un leggero vestito estivo, giallo chiaro, con le spalline a spaghetto. Corto al ginocchio. Non indossa il reggiseno. Fuori fa caldo.Ci accomodiamo sul divano mentre Ivo va in cucina a prendere qualcosa da bere. Non riesco a togliere lo sguardo da Loretta. I suoi occhi, le sue labbra, il decollete generoso. Poi le gambe incrociate che sbucano dall’orlo del vestito. Ivo torna. Beviamo qualcosa mentre parliamo di noi. I soliti discorsi generici in attesa che uno dei tre prenda la situazione in mano. Non passa molto e Ivo, sedendosi vicino a Loretta, le tocca una coscia nuda. È il via ai giochi.
Loretta si gira verso di lui e lo bacia appassionatamente. Vedo le loro lingue guizzare nella bocca l’una dell’altro. Loretta scavalla le gambe e le divarica leggermente. Vorrebbe già che una mano la esplorasse. Ma né io né Ivo lo facciamo. Ivo continua a baciarla e con le mani le tocca i generosi seni. Io li guardo eccitato. Non ho detto a Loretta come avremmo giocato. Lo sa solo Ivo.Attraverso la leggera stoffa del vestito noto i capezzoli indurirsi. Mentre bacia il marito Loretta mi lancia uno sguardo. Sembra chiedersi cosa stia aspettando a giocare. Mi guarda il grembo e capisco che si è accorta della mia erezione. Prima di bussare alla loro porta mi ero tolto i boxer, in modo che il mio cazzo non fosse imbrigliato non momento dell’erezione. Volevo che mi vedesse vestito, ma visibilmente eccitato.Loretta allunga una mano verso la patta dei miei pantaloni. Mi allontano giusto di qualche centimetro per impedirle di arrivarci. Ivo, nel frattempo, le abbassa le spalline del vestito e scopre i seni turgidi, con i capezzoli ormai duri. Smette di baciarla e inizia a succhiare il capezzolo più vicino a lui.
“Andrea, sei venuto solo a guardare?” mi chiede Loretta con il respiro che non riesce a nascondere l’eccitazione.
“Forse”
Ivo la fa alzare. Il vestito cade a terra. Non indossa le mutandine. Loretta è completamente nuda. I grossi seni eccitati puntano verso di me. Il pube perfettamente depilato. Mi aveva detto di averlo fatto due giorni prima. Posso solo immaginare il piacere di passare la lingua su quella liscezza. Mi alzo dal divano anche io. La prendo per mano e la faccio avvicinare alla grande porta finestra. Il giardino al di là del vetro. Una siepe lo delimita. Non possiamo sapere se qualcuno sta passando o sta spiando. Non ci interessa. L’eccitazione sta crescendo.Le faccio mettere le mani contro il vetro. La schiena leggermente piegata in avanti. Le faccio divaricare le gambe e… scopro con piacere che indossa il plug che le avevo detto mi aveva colpito tra le sue foto. Nel frattempo, Ivo si è spogliato. Si sta masturbando piano di fianco a Loretta. Lei lo guarda. Si vede che si amano.Mi metto in ginocchio dietro Loretta. Non voglio parlare. Voglio solo che senta le mie labbra, la mia lingua su di lei. Le mie mani le accarezzano le natiche generose. Sono morbide e calde. Bacio le cosce. Delicato. Risalgo piano con la bocca verso il culo svettante. Con le mani lo dischiudo, Ammiro la fessura della fica, lucida di umori, aprirsi lentamente. La bacio. Un solo bacio. Leggero.
“Leccami”. Sembra implorare.
No Loretta, non è ancora il momento.
Mi rialzo. La faccio piegare di più. È a novanta gradi. Le mani sempre contro i vetri. Ivo prende il mio posto. Il cazzo ormai duro. Lo appoggia alla fica bagnata e non trova resistenza. Entra e inizia un gioco di spinte e richiami del bacino. Mi appoggio al muro di fianco a Loretta. La guardo godersi il cazzo del marito. Lei gira la testa. Mi guarda, non capisce, ma si sta godendo la situazione.Mi abbasso, passo sotto Loretta e inizio a baciare i seni dondolanti sotto i colpi da dietro di Ivo. Provo a tenerli fermi con le mani. Le succhio i capezzoli. Ivo accelera i colpi. Loretta mi guarda ansimando dal piacere. Mi stacco dai suoi seni e sempre restando sotto di lei la bacio. Le nostre lingue eccitate si inseguono, si esplorano, si danno una sorta di piacere. Loretta non resiste oltre. Sento che sta per venire. Mi stacco. Seduto per terra sotto di lei la guardo venire. Gli occhi li tiene chiusi. La bocca spalancata. Gode.
Mi rimetto in piedi. Ivo esce da lei. Il cazzo lucido di umori. La prendo per mano e la accompagno al divano. La faccio sedere sul bordo. Le cosce spalancate. Il plug/gioiello ancora piantato nel suo culo. Ivo si mette in piedi di anco a lei. Il cazzo vicino alla bocca. Loretta non si fa pregare e lo prende in bocca. Vuole sentire il marito esplodere dentro di lei.Io mi inginocchio tra le cosce ancora bagnate dal godimento di prima. Loretta mi guarda mentre continua a succhiare. Vuole che la faccia godere ancora.Le bacio le ginocchia. Le cosce. L’interno coscia. La ca gona e spalancata chiede di essere leccata. Il plug nel culo si muove per le contrazioni. Mi avvicino sempre più con la bocca. Ora è la punta della lingua che esplora la zona tra cosce e ca pulsante. È perfettamente liscia. Loretta smette di succhiare. Guarda verso di me. Con una mano continua a masturbare Ivo. Con l’altra prende la mia testa e cerca di spingerla verso la fica. Non riesce più ad aspettare. Mi oppongo alla sua spinta. Continuo a leccare tra cosce e fica. Sento il profumo di sesso e del detergente con cui si è lavata prima dell’incontro. Con un dito gioco con il plug, spingendolo più in profondità quando vedo che le contrazioni lo spingono in fuori. Ivo le avvicina il cazzo alla bocca. Loretta lo accoglie e ricomincia a succhiare.
“Vengo” ci informa Ivo.
Come concordato.
“Bevi tutto” ordina a Loretta.
È il momento che aspettavo. Ivo, con mugugni sempre più forti, spruzza il suo godimento in gola a Loretta.
E io inizio a leccare la fica di Loretta. Dal clito giù verso la fessura. Fino alla porzione di pelle tra fica e culo. Poi su ancora. Succhio il clitoride.
Ivo, nel frattempo, ha finito di godere. Loretta non capisce più nulla. Ha la bocca piena di Ivo e la fica attaccata alla mia bocca. Sa di vaniglia e leggermente di limone. Continuo a leccare mentre Ivo si stacca da Loretta.
La sento ingoiare la sborra di Ivo e poi sussurrare con la bocca ancora impastata “Sto venendo”.
Non resiste oltre. Si lascia andare ad un urlo liberatore. Gode, esplodendo nella mia bocca. Le cosce si chiudono di scatto attorno alla mia testa. Continuo a leccarla. Continuo a sentire il suo sapore intenso. Poi la bacio delicatamente. Le cosce si rilassano. Mi lascia libero.
Mi alzo.
La guardo.
Alla prossima volta.
Ivo mi accompagna alla porta.
Loretta è incapace di reagire.
Vedo il suo viso felice, ma al tempo stesso stupito.
Esco.


FINE

Commenti, opinioni, consigli: [email protected]
Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 9.6
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per Loretta:

Altri Racconti Erotici in trio:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni