Racconti Erotici > orge > La saga di Garula - Orgia Ep. 3
orge

La saga di Garula - Orgia Ep. 3


di Tiscopotrans
31.03.2024    |    703    |    0 8.0
"" Garula annuì, aggiungendo: "Una delle nostre azioni pianificate è quella di approfittare dei momenti di intimità con l'imperatore per attuare..."
Le tre prixa, Garula, Miak e Venere, si riunirono nell'intimità dell'harem, discutendo dei loro piani futuri. La tensione nel pianeta Odexa era palpabile, e sentivano il peso dell'oppressione dell'imperatore Frioxo gravare su di loro. Decisero di agire, di reclutare altre alleate per la loro causa di ribellione.

"Abbiamo bisogno di alleati," disse Garula con voce determinata. "Persone che condividano il nostro desiderio di libertà e che siano pronte a lottare per cambiar il nostro destino."

Miak annuì, i suoi occhi brillavano di speranza. "Dobbiamo cercare tra le altre prixa dell'harem. Molte di loro sono insoddisfatte della loro condizione e potrebbero essere inclini a unirsi a noi."

Venere aggiunse con fermezza: "Dobbiamo essere discrete, ma dobbiamo anche essere coraggiose. La nostra causa è giusta e dobbiamo trovare alleati disposti a lottare al nostro fianco."

Decisero di avvicinarsi a Lysa, una Prixa che avevano conosciuto durante una festa dell'harem. Lysa sembrava sempre insoddisfatta della sua condizione e desiderosa di libertà. Le tre donne speravano che potesse essere una preziosa alleata nella loro lotta.

Una sera, dopo che Lysa si era ritirata nel suo angolo dell'harem, le tre donne si avvicinarono con discrezione. Con calma e determinazione, le parlano della loro causa, condividendo le loro esperienze di oppressione e il desiderio di un futuro migliore.

Le tre prixa si avvicinarono con cautela a Lysa, trovandola seduta in un angolo dell'harem, immersa nei suoi pensieri. Con un sorriso gentile, Garula prese la parola: "Lysa, possiamo parlarti un momento?"

Lysa sollevò lo sguardo, sorpresa di essere avvicinata dalle tre donne. "Certo," rispose con una leggera incertezza nella voce. "Di cosa si tratta?"

Miak si sedette accanto a lei, emanando un'aura di calma e solidarietà. "Stiamo cercando alleati per la nostra causa," iniziò, "per cambiare il nostro destino su questo pianeta. Vorremmo che tu ti unissi a noi."

Lysa sembrò sorpresa, ma anche incuriosita. "Che tipo di causa?" chiese, guardando le tre donne con occhi scrutatori.

"Una causa per la libertà," rispose Venere con fermezza. "Stiamo cercando di ribellarci all'imperatore Frioxo e al suo regime oppressivo. Vogliamo un futuro migliore per tutte noi."

Lysa annuì lentamente, contemplando le parole delle tre donne. "Capisco," disse infine. "Ma perché pensate che io possa esservi utile?"

"Abbiamo notato che non sei soddisfatta della tua condizione qui," disse Garula con gentilezza. "Sappiamo che desideri qualcosa di più, e crediamo che insieme possiamo fare la differenza."
Lysa, con uno sguardo riflessivo, sollevò delle perplessità sulla ribellione, esprimendo le sue preoccupazioni riguardo alle azioni che le ragazze stavano pianificando contro l'imperatore Frioxo. "Non sono sicura di capire quale sia il nostro piano d'azione," disse, le sopracciglia leggermente aggrottate. "Quali sono le azioni concrete che vogliamo prendere contro l'imperatore?"

Le tre prixa scambiarono uno sguardo, comprendendo le legittime preoccupazioni di Lysa. Venere prese la parola, cercando di spiegare la loro strategia con calma e chiarezza. "Il nostro obiettivo è rovesciare il regime oppressivo dell'imperatore Frioxo," disse con voce decisa. "Vogliamo porre fine alla sua tirannia e garantire un futuro migliore per tutte noi."

Garula annuì, aggiungendo: "Una delle nostre azioni pianificate è quella di approfittare dei momenti di intimità con l'imperatore per attuare il nostro piano. Vogliamo ucciderlo durante il sesso con una di noi, sfruttando la sua vulnerabilità e la nostra vicinanza fisica per compiere il colpo."

Miak, con una nota di determinazione nella voce, continuò: "Sappiamo che è un piano rischioso, ma crediamo che sia l'unico modo per porre fine al suo regno di terrore. Siamo disposte a correre il rischio per la nostra libertà e per il bene di tutte le prixa su questo pianeta."

Venere, con un'espressione seria, prese la parola per affrontare il delicato argomento dell'uccisione dell'imperatore Frioxo. "Capisco che possa sembrare un compito quasi impossibile," iniziò, "ma dobbiamo essere consapevoli delle sfide che ci aspettano."

"In primo luogo," continuò Venere, "Frioxo è stato sottoposto a pesanti modifiche genetiche che lo rendono quasi immortale. La sua forza e la sua resistenza sono ben al di là di quelle di una prixa normale. Ucciderlo non sarà affatto facile."

"Oltre a ciò," aggiunse, "l'imperatore è circondato da una rete di protezione che lo rende estremamente difficile da raggiungere. È costantemente vigilato e protetto da guardie e dispositivi di sicurezza avanzati. Entrare nel suo palazzo e avvicinarsi a lui sarà una vera sfida."

Venere fece una pausa, scrutando l'espressione delle altre ragazze per vedere se comprendevano la gravità della situazione. "Ma nonostante tutte queste difficoltà," concluse, "dobbiamo rimanere determinate. La nostra causa è giusta e dobbiamo fare tutto ciò che è in nostro potere per liberarci dall'oppressione di Frioxo. Dobbiamo agire con intelligenza e astuzia, trovando il momento e il modo giusto per colpire. Non sarà facile, ma insieme possiamo farcela."
Dopo aver ascoltato le parole determinate di Lysa e aver sentito il suo impegno a unirsi alla causa, Venere fu pervasa da un'ondata di eccitazione e adrenalina. Le parole di Lysa avevano acceso una fiamma di determinazione e passione in lei, spingendola verso un desiderio irrefrenabile di azione e liberazione.

Senza esitazione, Venere sentì il suo pene bionico attivarsi, rispondendo istintivamente alla sua eccitazione crescente. Con uno sguardo ardente, si avvicinò alle altre prixa, trasmettendo la sua energia elettrizzante con ogni movimento.

L'atmosfera nell'harem cambiò istantaneamente, trasformandosi in un vortice di desiderio e passione condivisa. Le altre prixa, contagiata dall'energia di Venere, si unirono all'orgia, abbandonandosi al piacere carnale senza restrizioni.

Miak, Garula e Lysa, trasportate dall'atmosfera carica di desiderio e passione, si avvicinarono a Venere con una determinazione ardente negli occhi. Con gesti lenti e sensuali, iniziarono a prendersi cura del pene bionico di Venere, succhiandolo con abilità e fervore.

I gemiti di piacere riempirono l'aria, mescolandosi al suono umido dei loro movimenti. Le lingue giocavano audacemente con la superficie del pene bionico, mentre le mani esploravano le curve e i contorni del corpo di Venere con desiderio crescente.

Venere gemette di piacere, abbandonandosi completamente alla sensazione travolgente di essere adorata e riverita dalle altre prixa.

Con grazia e determinazione, Lysa si avvicinò a Venere, emanando un'aura di sensualità e desiderio. I suoi movimenti erano fluidi e sicuri, mentre con una mano delicata avvolse il pene bionico di Venere, iniziando a segarlo con abilità e maestria.

I suoi lunghi capelli biondi cadettero morbidi sulle spalle, incorniciando un viso dallo splendore quasi etereo, illuminato da uno sguardo penetrante e affascinante. Con le labbra leggermente socchiuse in un sorriso malizioso, Lysa emetteva un'energia magnetica che catturava l'attenzione di chiunque la guardasse.

Con la sua mano libera, Lysa esplorò audacemente il corpo di Venere, accarezzando le sue curve con una dolcezza irresistibile. Poi, con un movimento audace, scivolò un dito nel sedere di Venere, provocando un gemito di piacere dalla donna.

Venere si contorse leggermente sotto le carezze esperte di Lysa, il suo respiro diventò più affannoso mentre il piacere si diffondeva attraverso ogni fibra del suo essere. Era un momento di pura estasi, in cui il desiderio e la passione si fusero in un'unica sensazione travolgente.

Nel vortice dell'orgia, Garula si dedicò con fervore alla dolcezza della vagina di Miak, leccandola con abilità e passione mentre Miak, con le sue mani trasformate in peni, soddisfaceva le voglie di Lysa. I gemiti di piacere riempirono l'aria, mescolandosi al suono umido dei loro movimenti, mentre il desiderio cresceva sempre di più.

Lysa si abbandonò al piacere delle penetrazioni di Miak, il suo corpo ondeggiava con l'estasi di essere posseduta in così tante maniere. Con ogni spinta, il suo respiro si fece più affannoso, mentre il piacere la avvolgeva in un abbraccio avvolgente e irresistibile.

Mentre tutto questo accadeva, Venere si unì alla danza dell'estasi, avvicinandosi a Garula con un desiderio ardente nei suoi occhi. Senza esitazione, si unì a lei, iniziando a scoparla con passione e determinazione. I loro corpi si mossero all'unisono, in un ritmo frenetico di desiderio e passione condivisi.

Mentre l'estasi dell'orgia continuava a imperversare nell'harem, Miak raggiunse il culmine del piacere, spruzzando con vigore il suo liquido su Lysa. Senza esitazione, Lysa si chinò e cominciò a bere avidamente ogni goccia del suo succo, il suo desiderio insaziabile di soddisfazione alimentato dal piacere condiviso.

Nel frattempo, Garula, con i suoi capelli rosa ora completamente bagnati dal liquido di Miak, si lasciò trasportare dal turbine di sensazioni che le investivano il corpo. Il piacere era ovunque intorno a lei, avvolgendola in un abbraccio umido e caloroso che la faceva gemere di gioia.
Venere, travolta dall'intensità della scena erotica che si svolgeva davanti ai suoi occhi, sentì un'ondata di eccitazione così travolgente da farle sussultare il corpo. I suoi sensi erano accecati dal desiderio mentre osservava la passione sfrenata delle altre donne nell'harem.

Senza preavviso, le sue palle bioniche, già gonfie di sperma, si ingrossarono ulteriormente, fino a raggiungere dimensioni imponenti. Con un gemito di piacere misto a sorpresa, un potente getto di sperma spruzzò fuori da esse, come lo scroscio di un idrante, riempiendo l'aria con la sua presenza viscerale e lasciando una scia di eccitazione nell'aria.

L'intero harem fu investito dallo spettacolo inaspettato, mentre il liquido bianco si riversava in tutte le direzioni, imprimendo una nuova intensità all'atmosfera già carica di desiderio. Venere si lasciò trasportare dal momento, abbandonandosi completamente alla sensazione travolgente di piacere e di potenza che la pervadeva.
L'orgasmo travolgente di Miak, amplificato dalla visione della scena erotica che si svolgeva attorno a lei, la fece gemere di piacere mentre il suo corpo veniva scosso da potenti spasmi di piacere. I suoi genitali bionici si gonfiarono e, con un gemito di estasi, iniziarono a spruzzare un'intensa cascata di sperma, che riempì l'aria con la sua presenza densa e appagante.

Il liquido bianco e viscoso colò copiosamente su Lysa e Garula, dalle loro teste fino ai piedi, formando una rivendicazione viscerale del piacere condiviso che le aveva unite in quell'orgasmo collettivo. Lysa e Garula furono avvolti da un mare di eccitazione, mentre il liquido caldo scivolava su di loro, imprimendo un senso di connessione profonda e intima tra di loro.
In mezzo all'estasi dell'orgasmo condiviso, Lysa e Garula si guardarono negli occhi con un'intensità carica di desiderio. Un sorriso complice si delineò sulle loro labbra mentre si avvicinavano lentamente l'una all'altra, attratte da un'attrazione magnetica che non potevano ignorare.

I loro baci erano pieni di passione e dolcezza, un tributo alla connessione profonda e intima che le univa. Le labbra di Lysa e Garula si scontravano con una fervente urgenza, trasmettendo un desiderio bruciante e inestinguibile che aveva preso il sopravvento su di loro.

Le loro lingue danzavano in un gioco sensuale e audace, esplorando ogni angolo e creando una sinfonia di piacere e gratificazione. Erano perse nel momento, abbandonandosi completamente alla passione travolgente che le consumava.
Il corpo di Garula era una sinfonia di curve perfette e di grazia irresistibile. I suoi lunghi capelli rosa, ora umidi per il liquido dell'orgia, cadevano morbidi sulle sue spalle, incorniciando un viso dallo splendore quasi etereo, illuminato da occhi scintillanti di passione e desiderio.

Le sue labbra carnose, ancora rosse dall'eccitazione, formavano un sorriso di complicità mentre si abbandonava al bacio appassionato con Lysa. Il suo collo elegante e slanciato si curvava con grazia, invitando al tocco e alle carezze.

Il suo seno prosperoso, solleticato dalle lingue del piacere, risevava al ritmo dei suoi respiri affannosi, mentre il liquido dell'orgia ne bagnava la superficie, creando un riflesso lucente che attirava lo sguardo.

Le sue curve sinuose e aggraziate si muovevano con una grazia felina, mentre le sue mani esploravano il corpo di Lysa con una dolcezza irresistibile. Ogni movimento di Garula era carico di desiderio e passione, trasmettendo un'energia magnetica che catturava l'attenzione di chiunque la guardasse.

Nel culmine dell'orgia, tra baci appassionati e abbracci sensuali, Lysa, Garula, Miak e Venere si persero completamente nell'estasi del momento. Era stato un incontro di passione e ribellione, un tributo al potere dell'unione e della solidarietà tra donne determinate a lottare per la loro libertà.

Mentre il piacere si placava e le pulsazioni del loro cuore tornavano alla normalità, le quattro donne si guardarono negli occhi con un sorriso complice. Avevano condiviso qualcosa di più di una semplice esperienza erotica; avevano rafforzato il loro legame e rinnovato il loro impegno nella lotta contro l'oppressione dell'imperatore Frioxo.

Era stato un momento indimenticabile, che avrebbe lasciato un segno indelebile nella loro memoria e che avrebbe alimentato il fuoco della loro ribellione con una nuova intensità. Con il cuore pieno di determinazione e speranza, le quattro donne si preparavano a continuare la loro lotta per un futuro migliore, consapevoli che insieme avrebbero potuto superare ogni ostacolo e conquistare la libertà che tanto desideravano. Era solo l'inizio della loro avventura, e sapevano che il loro destino era nelle loro mani.
Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 8.0
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per La saga di Garula - Orgia Ep. 3:

Altri Racconti Erotici in orge:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni