Racconti Erotici > Lui & Lei > Bagnata a mezzanotte
Lui & Lei

Bagnata a mezzanotte


di Membro VIP di Annunci69.it Duo2434
20.03.2024    |    4.549    |    8 9.8
"Non per sentire la brezza e le onde del mare di Novembre, bensì per tuffarmici nuda..."
Era una fredda e piovosa sera di Novembre, in quel di Milano, il cielo era sempre cupo ed io mi trovavo in aeroporto con il mio solito abbigliamento inadeguato. Indossavo una camicia di seta, una gonna in denim, degli stivali col tacco completamente umidi e un cardigan in cashmere molto caldo che metteva in risalto i miei tatuaggi sulla scollatura. In quel momento ero un mix di stati d'animo tra malinconia, felicità, irrequietezza, spensieratezza, ma ciò che predominava in me era la sete di passione, trasgressione e di ritrovarmi in situazioni insolite, colme di adrenalina. Una volta salita a bordo, cercando la postazione e una volta individuata, mi accomodai..
Dopo qualche secondo si sedette alla mia destra un uomo trentenne , molto sicuro di sé , dal suo portamento e dal suo abbigliamento sembrava fosse un uomo in carriera. Al decollo notai che il suo sguardo era sempre rivolto verso di me, osservava le mie mani , le mie unghie a mandorla rosse , il mio tatuaggio sull'avambraccio e tutti i miei movimenti da ragazzina impacciata e un po' sonnolente. Iniziò a parlarmi chiedendomi il mio nome.. lui si chiamava Fabio. Dopo una breve conversazione conoscitiva, mi invitò a guardare una serie TV ricca di scene piccanti... notó il mio interesse nel guardare con piacere quelle scene e mi guardó per un millisecondo negli occhi. Pensai che forse era eccitato all'idea di guardare una ragazzina così curiosa nel guardare con tanto interesse quelle scene e poco dopo mi addormentai. Dopo un'ora lui mi sfiorò con un tocco sulla mano per dirmi che mancava poco all'atterraggio e continuava a guardare i miei lineamenti mentre io guardavo il mare dal mio finestrino alla mia sinistra.
Ero super felice di essere ritornata nella mia terra e una volta atterrata, gli sorrisi e mi affrettai a recuperare le mie cose per poi raggiungere la mia famiglia ; era notte fonda e ricordavo l'atmosfera di quella notte, mi sentivo purificata ma allo stesso tempo pensavo a quello strano incontro sull'aereo. Non so per quale motivo ma volli sfuggire a quell'uomo e farmi desiderare da lui, desideravo essere il suo pensiero costante del giorno perché sapevo che mi avrebbe cercata in futuro. Di base sono del pensiero che tutto accade per una ragione ed io ero alla ricerca di qualcosa di inaspettato.
Arrivai finalmente dalla mia famiglia e durante questa permanenza nella mia terra, tra sorrisi, lunghe chiacchierate, grandi pranzi, bicchieri di vino, una sera decisi di recarmi al mare con una mia cara amica.. non per sentire la brezza e le onde del mare di Novembre, bensì per tuffarmici nuda.. avevo voglia di fare pazzie e sentirmi davvero viva.
Qualche giorno dopo capì che non era stata una buona idea perché mi ammalai, ma ero felice , allettata e molto arrapata. Ero così arrapata che decisi di mettermi nuda per la casa con solo addosso una camicia e la porta della mia camera semiaperta ed è lì che la mia indole da esibizionista prese il sopravvento. Decisi di collegarmi in cam su un sito in cui vedere e interagire con gente proveniente da tutto il mondo, totalmente struccata mi misi un lipgloss rosso glitterato e poco dopo fui online.
Un uomo quarantenne e bruno mi apparve sul desktop, lui sgranò gli occhi guardandomi , forse non aspettandosi di trovarsi davanti ad una ragazzina online a notte fonda su quel sito.
Lui:" Ciao! Come ti chiami?"
Io:"Ciao, sono Veronica, e tu?"
Lui:"Sono Carlo, piacere di conoscerti! Come mai una ragazza così giovane da queste parti?"
Io:" Sono ammalata, annoiata e cercavo un po' di compagnia."
Digitando sulla mia tastiera mi accorsi che la voglia di provocarlo iniziò ad assalirmi e quindi iniziai a slacciarmi la camicia sottomano.
Lui:" Oh mi dispiace, cos'hai? Anch'io sono annoiato e la mia ragazza sta dormendo."
Io:" Ho avuto la brillante idea di farmi un bagno al mare ed eccomi qui...fai attenzione a non fare rumore per non svegliarla 😉."
Continuando a guardarci in cam....
Io:" Non odi tutto questo?"
Lui:" Odio cosa ?"
Io:" I silenzi che mettono disagio. Perché sentiamo la necessità di chiacchierare di puttanate per sentirci più a nostro agio?"
Lui:" Non lo so, è un' ottima domanda!"
Io:" Beh allora potremmo comunicare stando in silenzio."
Carlo continuava a guardarmi ed io iniziai a togliermi la camicia poi a toccarmi il décolleté. Mi sfilai il reggiseno e dai miei piercing ai capezzoli si notavano quanto fossero duri in quel momento. Carlo osservava ogni mio singolo sguardo e movimento.
Leccai le mie dita e iniziai a giocare con i miei capezzoli luccicanti, notai subito che lui iniziò a muovere le sue mani verso il basso e sentii il rumore della zip dei suoi jeans blu. L'atmosfera si fece così bollente che iniziai a non avere più il controllo della situazione e iniziai a spingermi oltre. Iniziai a sfilare le mie mutandine , inquadrai la CAM sul mio basso ventre , sputai sul mio seno facendo scorrere la saliva verso il basso, come se fosse un cubetto di ghiaccio ,verso il mio ombelico e oltre...
Iniziai a toccarmi il monte di Venere e le mie grandi labbra umide e calde , successivamente inquadrai il mio viso e feci capire lui con uno sguardo di quanto avessi voglia di vedere il suo cazzo. Lui mi capì all'istante e sentii la sua voglia matta; decisi di lasciarlo senza fiato inquadrando la mia fica e mettendomi a 90 rivolta con le mie natiche verso di lui.
Io: (sussurrando) "Vorresti essere dentro di me?"
Lui ( super arrapato) mosse il capo dall'alto verso il basso in silenzio.
Io: "Bene!"
Leccai le mie dita, allargai le mie natiche e misi due dita nel mio culo emettendo un profondo gemito di piacere..
Continuai aumentando d'intensità e aggiungendo un altro dito.
Lui era pietrificato e notai la sua cappella bagnata. Decisi di prendere la mia borsetta dei giochi proibiti e tirai un dildo rosa di 30cm.
Nel mentre che Carlo continuava a segarsi io poggiai il mio grande giocattolo tra le mie labbra e iniziai a leccarlo come se fosse un gelato alla fragola.. lo misi in bocca e con un colpo secco lo feci arrivare quasi in gola muovendolo dall'esterno verso l'interno e viceversa.
Lui:" Oh cazzo.. non mi aspettavo tutto ciò da quel visino da angioletto."
Io senza dargli una risposta decisi di sorridergli in modo malizioso e iniziai a penetrarmi con il mio caro amico rosa. Sentii la necessità di spingerlo tutto dentro per provare dolore e allo stesso tempo piacere e goduria come una matta.. nel mentre avvicinai un seno duro alle mie labbra e lo leccai.
Lui:" Ti prego tiralo fuori e poi rimettilo tutto dentro.. voglio vedere il tuo culo sfondato!"
Io:" Vuoi vedere come mi sfondo?"
E continuai a fare movimenti con il mio giocattolo dentro al mio culo; sentivo il mio sfintere elastico dilatarsi e contrarsi e il mio ano completamente bagnato..
Tirai fuori il mio dildo e mettendomi in primo piano in cam , mostrai con fierezza il mio culo aperto e sfondato con un piccolo prolasso.
Lui:"Oh mio Dio..sei il mio sogno, vorrei infilarti il mio cazzo e persino la mia mano in quel culo!"
Il mio desiderio nel voler vedere la sua eiaculazione aumentava...tutto mentre la sua ragazza era in un sonno profondo.
Bagnai nuovamente le mie dita e iniziai a infilarle ad una ad una fino a metterne 4, poi il palmo e il pollice; il mio culo in quel momento era davvero felice.
Io:" Vuoi riempire il culo della tua troietta?"
Lui:"Si cazzo...continua ad allargartelo e fammi vedere quanto sei troia!"
Io gli sorrisi e misi del lubrificante all'interno del mio ano per poi spingerlo fuori per fingere che fosse la sua sborra.
Lui non riusciva più a trattenersi, guardai l'espressione, lo sguardo del suo viso , il rossore delle sue guance causati dall'eccitazione estrema e il suo cazzo colmo di vene che stava per esplodere. Tirai subito fuori la mia lingua mettendo in mostra il mio diamante e invitandolo a cospargermi il viso di sperma. 1.....2.....3...
Esplosione...
Io" Vorrei tanto sentire il tuo sapore! Lo faresti tu per me?" 👅
Lui raccolse una piccola quantità di sperma con le sue dita e lo assaggiò esclamandomi " È dolce..."
Per la continuazione attendete
Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 9.8
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per Bagnata a mezzanotte :

Altri Racconti Erotici in Lui & Lei:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni