Racconti Erotici > trio > Adele per due
trio

Adele per due


di Membro VIP di Annunci69.it Cpcuriosa60
27.03.2024    |    7.445    |    15 9.9
"È un Triangolo, dai lati strani, forse Renato potrebbe scriverci una nuova canzone..."
Dedicato a chi guardava.
........................................
Adele ed io siamo amiche da una vita.
Di quelle che non si mandano messaggi tutte le mattine ma che ci sono, sempre, quando serve.
Lei ha avuto una vita movimentata, prima un matrimonio burrascoso, poi varie relazioni turbolente.
"Mai 'na gioia, è il mio nome" lo diceva ridendo fino a qualche tempo fa.
Negli ultimi mesi mi sembra più serena, forse dopo il compleanno dei suoi sessant'anni, in parte passato in questa stessa piscina calda, ha qualche buona notizia da darmi.
Ci siamo prese di nuovo una giornata di puro relax, solo per noi stavolta, visto che la nostra comune amica Mimma è ammalata.
Non ci dispiace essere sole, possiamo confidarci meglio.
O almeno, Adele mi sembra di essere pronta a raccontarmi qualcosa.
Ci mettiamo comode, ad occhi chiusi e la faccia rivolta verso un tiepido sole primaverile.
Aspetto, so che non mi deluderà.
"Ho conosciuto Piero in una piccola discoteca del centro, appena dopo Natale.
Mi ero già preparata alla solita routine, ballo insieme, sigaretta nel parcheggio, limonata dura, scopata a casa mia.
È successo effettivamente tutto in quest'ordine ma con tempi e modi inconsueti.
Nessuna fretta, nessuna proposta spinta, tante chiacchiere e qualche bacio.
Un corteggiamento quasi della vecchia scuola, che mi ha coinvolta e placato quella smania di uccello che provavo con gli altri.
Lui non parla molto di sé, mi vien da pensare che viva il solito matrimonio di facciata ma non insisto non chiedo.
Non ci siamo nemmeno scambiati il numero di telefono, ci vedevamo ogni tanto, senza impegno.
Sabato sera però l'ho rivisto e non era solo, ma in compagnia di Claudio, un amico, mi ha detto.
Diverso da lui, che è tranquillo, elegante ma quasi anonimo.
L'altro no, era l'esatto opposto, capelli lunghi, tatuaggi sparsi ed una vitalità prorompente.
Ci siamo presentati e mi sono sentita percorsa dal suo sguardo, come se fossi sotto esame.
Devo averlo superato a pieni voti perché l'ho visto guardare il suo amico ridendo e fargli un gesto un po' stile Fonzie, per dirgli che gli piacevo.
I suoi occhi non mi lasciavano, parlava, rideva ma anche se si rivolgeva a Piero non smetteva di fissarmi.
Abbiamo ballato, bevuto, scherzato sempre insieme, soprattutto bevuto, lo ammetto.
Mi ha sorpreso vedere Piero più vivace del solito, quasi come se l'energia del suo amico si trasmettesse anche a lui.
Si è fatto tardi e stavo già pensando di chiamare un taxi per tornare a casa visto che ero piuttosto alticcia.
I due amici si sono offerti di dividere la spesa, trovandosi nella stessa situazione.
Il primo a scendere avrebbe dovuto essere Claudio e mentre stavamo per arrivare a casa sua, ci ha offerto di salire e bere l'ultimo goccio.
Ho risposto io per prima, e dicendo quel sì, già sapevo come sarebbe andata a finire.
Pagato il tassista, un po' seccato per la corsa incompleta, abbiamo salito le scale sostenendoci a vicenda.
Anzi, a dire il vero, Claudio mi ha messo una mano sul culo e accompagnata gradino per gradino.
Ridevamo, col rischio di cadere, ma in qualche modo abbiamo raggiunto e chiuso dietro di noi la porta.
E subito è successo l'inaspettato.
Non avevo mai visto due uomini baciarsi, almeno non da vicino e non in quel modo frenetico.
Stavano con la bocca incollata e nello stesso tempo si spogliavano l'un l'altro, in forse trenta secondi, mi sono apparsi nudi, con i cazzi eretti.
Ero paralizzata, forse per l'eccitazione salita durante tutta la serata passata oppure per l'emozione nuova, violenta, mai provata prima che assaporavo in quegli attimi.
Poi, placata quella fame di loro stessi, si sono rivolti a me.
Era soprattutto Claudio a condurre il gioco.
Via, anche i miei vestiti e senza tanti riguardi, presa di peso, buttata su di una spalla e, dopo pochi passi, depositata come fossi una bambola su di un letto, a dire il vero, ancora disfatto.
E subito la sua bocca sulla mia passera, assaggiata, leccata, morsa come se fosse un qualcosa pronto a svanire.
Ridevamo ancora, io quasi senza fiato, finché la mia bocca non venne occupata dal cazzo di Piero.
Era il nostro primo contatto intimo, sfacciato, niente a che vedere con i preliminari dolci che mi sarei aspettata.
Lo so, sono stata un giocattolo nelle loro mani, uno sfizio.
Ricordo, a fatica perchè l'alcol faceva ancora il suo effetto, che mi gustavano e poi si baciavano, poi tornavano su di me.
Poi li ho visti soddisfarsi l'un l'altro, ed è stato ancora eccitante, ed anche tenero, non so bene spiegare.
Mi hanno coinvolta e sconvolta, si sono offerti a me, non so più chi baciava chi , e quale uccello poi mi ha conosciuta e placata.
Tutto è nel mio ricordo ma tutto è anche avvolto in quell'atmosfera di sogno.
E la luce del mattino dopo, ci ha sorpresi ancora in quel letto disfatto, abbracciati, io tra loro.
Mi sono sfilata dalle loro braccia e ho cercato i miei vestiti, rinunciando, a dire il vero, ad un paio di slip finiti chissà dove.
Piero e Claudio dormivano ancora quando ho richiuso la porta alle mie spalle.
Li avevo guardati per un lungo momento, prima di uscire.
Nel sonno si erano riavvicinati, sembrava che io non fossi mai stata al centro di quel letto.
E sabato tornerò a ballare, chissà se li rivedrò..."
La guardo sorridere, bella più del solito.
Mi viene l'istinto di dirle "Portami con te", ma il gioco è suo, soddisfacente, per una volta tanto.
"È stato bello, davvero.
Stuzzicante, travolgente ma anche dolce.
Li ho scoperti appassionati, veri, come dire, completi.
Non avrei mai creduto di poter, poi, pensare a loro con il desiderio che mi sto trascinando da giorni.
È un Triangolo, dai lati strani, forse Renato potrebbe scriverci una nuova canzone..."





Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 9.9
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per Adele per due:

Altri Racconti Erotici in trio:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni