Gay & Bisex

la doppia


di freddy15
05.09.2015    |    23.381    |    15 9.5
"Un dito entrava dritto senza difficoltà e mentre succhiavo sempre più avidamente il cazzo di Giovanni, Mario ha iniziato a masturbarmi il culo infilando..."
Da un po' di tempo frequentavo un nuovo amico, Giovanni. Lo ho conosciuto in una chat e abbiamo iniziato a vederci e a conoscerci. Giovanni ha 52 anni e un fisico niente male, sposato ma bsx da sempre almeno così mi ha raccontato. Già dal primo incontro abbiamo sperimentato una notevole affinità. Tutto avveniva con naturalezza e dal primo incontro in cui gli ho fatto un gran bel pompino ho apprezzato il suo cazzo e la sua maniera giocosa di fare sex. Negli incontri successivi abbiamo "approfondito" la conoscenza e ho potuto apprezzare e godere anche nel culo il suo bel cazzo, non grosso ma lungo e duraturo!
Ad ogni incontro il sesso diventava più bello, e come piace a me sempre più fantasioso. Nel tempo il mio culo si è abituato al suo cazzo che mi scopava in tutte le posizioni possibili senza farmi mai mancare anche delle lunghe succhiate. A Giovanni piaceva molto giocare anche con le dita e un po' alla volta è arrivato a masturbarmi il culo con 4 dita senza difficoltà e facendomi provare sensazioni incredibili. La cosa che più mi eccitava mentre mi scopava o mi masturbava il culo era le sue parole. Mi diceva sempre che avevo il culo meglio di una figa e che godevo come una troia e più me lo diceva più mi eccitavo e effettivamente lo diventavo.

Dopo una decina di incontri con il suo cazzo e con le dita i aveva aperto per bene, ci riuscivamo ad incontrare anche due o tre volte alla settimana e il risultato si sentiva. Il mio culo era diventato accogliente e Giovanni si divertiva a giocarci. Una sera mentre mi scopava alla pecorina dicendomi che ero una troia mai stanca di cazzo lo ho sentito che mi accarezzava il buco con un dito mentre mi inculava. Ad ogni botta sentivo il dito spingere accompagnando il cazzo che affondava. Dopo poco ho sentito il dito entrare insieme al suo cazzo riempiendomi ancora di più. Incredibilmente non ho provato alcun dolore ma una sensazione bellissima e ho emesso un sospiro di godimento che ha eccitato ancor di più Giovanni. mi spingeva il cazzo e un dito dentro e mentre lo faceva mi ha detto: "troia saresti pronta per due cazzi!". Io eccitato quanto lui stavo al gioco e gli ho detto: "siii li voglio! Due bei cazzoni dentro che mi riempiono tutto, scopami porco!".
La serata è finita con un orgasmo quasi in contemporanea!

Le volte successive Giovanni ritornava sempre sull'argomento fino a chiedermi se poteva portare un amico e farmeli provare sul serio due cazzi dentro. Al momento sono stato un po' indeciso, ma Giovanni mi ha convinto: "dai se poi non ti va o ti fa male ci fermiamo". Ho acconsentito.
La settimana successiva sono andato a casa di Giovanni e li lo ho trovato con un amico, un quarant'enne biondo fisico atletico che appena sono entrato mi si è fatto incontro dicendomi: "Ciao sono Mario, allora sei tu la famosa troia!". Al momento sono rimasto sorpreso ma Giovanni ha subito creato la giusta atmosfera scherzando sul fatto che ero una troia "naturale"!

La serata è iniziata sul divano scherzando e bevendo un prosecco. Mentre si scherzava con battutine sempre più spinte ad un certo punto Giovanni mi ha preso una mano per appoggiarsela sul pacco e ho iniziato ad accarezzare il suo cazzo da sopra la tuta, lo sentivo indurirsi e ho allungato la mano anche verso il pacco di Mario. Subito i due porci si sono abbassati i pantaloni e mutande e mi sono trovato con due cazzi in mano. Non era in realtà la prima volta che capitava ma dentro alla mia testa cominciava a girare l'idea che tra poco mi avrebbero scopato insieme e saliva una strana eccitazione mista a paura.
Avere due bei cazzi tutti per me mi ha fatto dimenticare presto ogni timore e ho iniziato a dare una leccatina ed uno e una all'altro. Mi hanno fatto alzare e inginocchiare a terra davanti al divano, ora potevo succhiarli a turno e il sapore di quei cazzi mi ha fatto schizzare subito di eccitazione. Loro apprezzavamo e ridacchiavano della mia golosità. Giovanni diceva a Mario: "vedi che è come ti avevo detto! E' una troia scatenata!". Al sentire quelle parole invece che sentirmi offeso mi eccitavo ancora di più. Mentre succhiavo Giovanni, Mario si è inumidito un dito in bocca e ha cercato di avvicinarlo al mio buco del culo. Senza pensarci su ho subito agevolato la mossa portando il culo verso la sua mano e lui mi ha penetrato. Un dito entrava dritto senza difficoltà e mentre succhiavo sempre più avidamente il cazzo di Giovanni, Mario ha iniziato a masturbarmi il culo infilando sempre di più dita e commentando la "morbidezza" della mia fica!!

A quel punto Giovanni mi ha fatto alzare e mi ha detto: "Dai troia impalati, ho voglia del tuo culo e tu del mio cazzo!". Non vedevo l'ora mi sono alzato e mi sono seduto sul suo cazzo. Lo ho sentito entrare lentamente e mentre si faceva strada dentro di me ho iniziato a sospirare per il godimento. Mi muovevo lentamente facendo entrare il cazzo fino in fondo, e quando era tutto dentro muovevo il bacino in avanti e indietro per far godere Giovanni che apprezzava molto. Nel frattempo Mario mi ha messo il suo cazzo davanti alla bocca e mentre mi scopavo Giovanni ho iniziato a succhiarlo. Eravamo tutti eccitati ed a un certo punto Giovanni mi ha detto: "sei pronto?". Io che stavo godendo ho detto subito di si. Allora Mario si è portato dietro di me e ho sentito il suo cazzo appoggiarsi al buco già pieno del cazzo di Giovanni. Istintivamente mi sono fermato e irrigidito, ma Giovanni ha iniziato ad accarezzarmi le chiappe dicendomi: "dai tranquillo vedrai che ti piace". Mi sono rilassato, e Mario ha iniziato a spingere. Sentivo il culo fare resistenza, ed ero sicuro che non sarebbe entrato mai, ma improvvisamente ha ceduto e con un po' di dolore mi sono sentito riempito! Avevo due cazzi dentro di me!! Mario ha iniziato a muoversi lentamente, il culo lentamente si rilassava, e dopo qualche istante hanno iniziato a scoparmi entrambi. Mi sentivo come spaccato, quasi non sentivo le parole che mi dicevano, avevo come una specie di giramento alla testa e dopo pochissimo mi sono reso conto che stavo sborrando!! I due porci si sono dati da fare scopandomi fino a che Mario si è tolto dal culo lasciandomi come una sensazione di vuoto nonostante Giovanni stesse continuando a scoparmi sempre più forte.
Mario mi ha sborrato sulla schiena quasi urlando dal piacere mentre Giovanni mi godeva dentro dicendomi che ero una gran troia!

Finito tutto ci siamo seduti sul divano sfiniti. Mi sentivo così bene che ho ringraziato Giovanni per l'esperienza facendoli ridere entrambi! Sono andato in bagno a lavarmi, facendomi il bidet ho sentito il buco larghissimo e non ho potuto resistere a guardamelo allo specchio. Era apertissimo!
Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 9.5
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per la doppia:

Altri Racconti Erotici in Gay & Bisex:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni