Racconti Erotici > tradimenti > Una Cognata Vogliosa .
tradimenti

Una Cognata Vogliosa .


di rodubi
29.12.2013    |    38.072    |    3 9.0
"Probabilmente, anzi sicuramente, era anche lei eccitata da quell’incontro tesomi inaspettato, la fessa era calda, ma calda davvero ed era li per cercare di..."
Con mia cognata, diciamo così, ho un certo rapporto, da qualche anno abbiamo scoperto di avere una certa reciproca attrazione, ci piaciamo insomma, spesso e volentieri è lei a contattarmi per affondare le sue splendide e carnosissime labbra (quelle di sotto e di sopra) sul mio cazzo che riesce ad ingoiare sino all'inverosimile facendomi arrivare in modo sempre più copioso e arrapante. Tra le cosce ha una fessa da paura che, candidamente ammette, da quando è iniziata la ns relazione ha incominciato a depilarla. Spesso lo ha fatto anche in mia presenza, facendomi rizzare il cazzo all'inverosimile. E' una bomba sexy, molto curata, dai capelli lunghi e neri, la carnagione appena appena scura, due belle zizze, cosce da fotomodella, un culo da presentare a Tinto Bras. Una sventolona insomma. Poche settimane fa (durante le feste del Natale appena trascorso) è capitato che trovandosi nei pressi di dove abito, ha citofonato ed ha risposto mia moglie, ha chiesto di poter salire per fare due chiacchiere e per dei consigli su alcuni acquisti. Al solo pensiero che stesse salendo il mio cazzo ha cominciato a gonfiarsi.
Ero tra l altro intento a fare l’albero di natale sullo scaletto in tuta ed il rigonfiamento diventava sempre più vistoso! Suona alla porta, mia moglie apre. Truccata in modo perfetto, vestita di tutto punto, in modo attillato e sexi, uno schianto da far resuscitare Babbo Natale e tutti i Folletti.
Tacchi 12, minigonna nera da paura con un cappotto lungo di colore marrone che la copre, calze nere a
fiorellini sparsi in chiaro scuro da far intravedere a tratti la splendida pelle curata e profumata delle sue stupende cosce, una maglietta di lana color rosso con un piccolo
scollo a V, seni pronunciatissimi con due chiodi di capezzoli da poterci appendere una catenina, tanto che anche lei li nascondeva un po. Probabilmente, anzi sicuramente, era anche lei eccitata da quell’incontro tesomi inaspettato, la fessa era calda, ma calda davvero ed era li per cercare di vedere se vi erano le condizioni per poter avere un rapporto, o soddisfarla in qualche modo. Mi vede sullo scaletto, mi saluta, il mio sguardo affonda in quella straminigonna che lascia intravedere quella bella
figa, lei (facendolo apposta) divarica le cosce per farmi intravedere il perizoma che è sotto e che le sta segando le labbra, il clitoride, con il relativo eccitantissimo leggero rigonfiamento della figa. Vi assicuro ha tra le cosce una figa da urlo ed è amante della lingery sexy. Come già detto, si è scoperta Troia da quando è iniziato il ns rapporto.
Mentre ero sullo scaletto, furbescamente e di proposito, rischiando parecchio, dava le spalle a mia moglie che per fortuna era in un altra stanza e, astutamente, allargando le spalle allargava anche il cappotto in modo da non far vedere quello che faceva davanti! La gran Troia provocatoriamente si abbassava la parte superiore della gonna lasciandomi intravedere lo splendido perizoma di pizzo che si tirava con le dita segandosi le labbra della fessa, ad un certo punto ha abbassato il davanti della gonna e mi ha mostrato la fessa depilatissima. Si passava la mano sulla fessa che mi mostrava, era bagnatissima, lo sospettavo era venuta perchè aveva una crisi, voleva scopare! Con un dito si sgrillettava il clitoride
masturbandosi davanti a me!! Evidentemente era già da un po che lo faceva perchè la fessa era completamente inzuppata e forse stava anche per avere un orgasmo, le labbra erano rosso fuoco. Contemporaneamente mi guardava, tra una frase e l’altra tirava provocotariamente fuori la lingua passondosela sulla bocca, sulle labbra piene di rossetto e strizzava l’occhiolino! Voleva assolutamente il mio cazzo! Per un momento si è anche tirata la maglia lasciando fuoriuscire una zizza da paura con un capezzolo, un chiodo!
Lo faceva apposta e ripetutamente, il mio timore era che arrivasse mia moglie inaspettatamente, anche perchè il rigonfiamento del mio cazzo nella tuta era a mille e lo nascondevo con difficoltà. Quando era sicura di non essere vista, allunava la mano e mi toccava il cazzo, le palle, dava delle forte strette con la mano che poi si portava alla fessa accarezzandosela. Stringeva il cazzo, ormai di marmo e mimava come a metterselo in bocca per un pompino. Se non che,se non che, mia moglie inaspettatamente dice che deve assolutamente allontanarsi per arrivare al market. Panettoni e cose varie non potevano attendere! tempo previsto almeno un ora!
Contenta di lasciarmi con lei,così mi avrebbe dato una mano al posto suo a fare l'albero!
Una volta soli,senza dirci nulla e senza nemmeno baciarci, si è affacciata dalla finestra del bagno per essere sicura che mia moglie partisse con l'auto, mi ha invitato a seguirla e,una volta affacciatasi dalla
finestra, mentre parlottava con mia moglie, con un gesto sensuale ed erotico ha sollevato la gonna dandomi tutto il culo, si è posizionata a 90 gradi sul davanzale con le calze nere e il perizoma che le scompariva nelle pacche, belle, sode, mi ha invitato con la mano ad accovacciarmi sotto di lei, tra le cosce. Sottovoce per non farsi sentire (ma siamo comunque in alto) mi ha sussurrato dai,datti da fare mentre saluto la tua mogliettina, la mia adorata sorellina!Voglio che me la lecchi mentre lei parla con me, voglio sentire la tua lingua nella fessa! Mi sono messo con la faccia sotto tra le sue gambe mentre lei parlava dalla finestra con mia moglie, la eccitava da morire quella situazione, lo capivo dalla profusione dei suoi umori nella mia bocca, le leccavo da sopra le calze la figa, bagnatissima, poi lei con una mossa si è abbassata le calze e con una scusa ha chiesto delle cose ha mia moglie prolungando la sua partenza, la eccitava da morire, essere leccata le fessa da suo cognato mentre parlava in diretta con la sorella, una sorta di “Corna in tempo reale”eccitante ed arrapante anche per il sottoscritto, tanto è vero che il mio cazzo era talmente rigido che ho abbassato la tuta per non sentire dolore!! Mi aiutava inarcando la vagina, mi strusciava la fessa sulla
bocca, avanti e indietro, mi stava scopando con la fessa la bocca ed io godevo di quella situazione e le infilavo la lingua nella fica aiutandomi anche con le dita a divaricargliel.era rosso fuoco!!! ad un certo punto ha preso tra le mani la mia testa e mi ha schiacciato il viso e la bocca con tutta
la forza sulla fessa e mentre parlottava con mia moglie sottovoce diceva :
"leccala,lecca sta fesssa alla tua Puttana,siiii,daii,siii, fammi
godere con la tua mogliettina che va al market e tu che mi fai arrivare,ooohhummm
siii, cosììì dai metti sta cazzo di lingua sul clito, daiii fammi godereee.! Ti voglio pisciare in boccaaa, possooo,daiii.ddaiiii, dimmi che posso,mi eccita farlo,voglio farloooo!!
Le ho detto: " Ale sei impazzita,no,ti prego non farlo,mi sporchi la tuta!
Ale: "E togliala stronzo "
In un baleno ho tolto il pezzo di sopra.
Ale:"Ora mettiti tra le cosce,daiiii, ti pregoo! "
Ho fatto come diceva, ho chiuso la bocca e lei è venuta, mi ha pisciato in faccia! Ale: "OOohhh,uummm,sssii,leccamela,leccamela "
Una volta terminata l’urina sul mio viso e petto,le ho leccato le figa.Squisita,avevo in bocca gli umori del suo orgasmo misti all'odore della piscia, una sensazione piacevolissima, non affatto disgustosa. Il cazzo stava quasi per esplodere!
Partita mia moglie mi sono alzato,ci siamo baciati, le ho tolto la
maglietta, il reggiseno, le ho leccato e mordicchiato i capezzoli, le ho
affondato la lingua e faccia tra quelle splendide zizze., morbide, enormi, con dei capezzoli chiodi!! Ad un certo punto mi ha portato in salone, ha abbassato le tapparelle e
accesso la lampada in penombra, è salita sullo scaletto si è seduta allargando le cosce dandomi la fessa in faccia !
Ale:"Leccami la figa, voglio sentire la tua lingua dentro di me!"
L'ho fatto! ero all'impiedi completamente con la faccia in mezzo alle sua cosce, stringeva le cosce e inarcava la schiena, sono riuscito a stento a dirle che non c’è la facevo più e che volevo penetrarla! Ma lei quasi a togliermi
il respiro continuava a inarcarsi era in orgasmo, la mia lingua era abbondandemente nella sua vagina, in bocca avevo
flotti di umori, aveva messo il profumo anche n mezzo alle cosce, un
profumo inebriante, aveva tutto premeditato,solo non si aspettava il colpo
di fortuna che mia moglie si allontanava.
La leccavo le cosce, la fessa, poi si è girata
Ale:"dai leccami il culo,il
buco devi leccarmo cognatino,si hooo cosìììì,sii,daiii.sii,sotto, si leccami dalla fessa al buco del culo, bravo cosiii
ooohhh,siii,daiii,prendimi ora dai in macchina mentre venivo da te
pensavo al tuo cazzo a quante è grosso a come chiavi e scopi bene a differenza
di mio marito!!! Quel citrulo rincoglionito!"
E' scesa dallo scaletto si è messa sul divano a cosce larghe e divaricate la fessa all'aria, le labbra già larghe e inzuppate
la fica rosso fuoco!!!! bagnatissima mi sono avvicinato lei ha preso in bocca il mio cazzo, con
una mano si toccava la fessa, con l'altra mi in vitava a toccarle le zizze i capezzoli, siamo riusciti a resistere così x pochi minuti toccandoci, leccandoci ovunque, con le sue gambe spesso mi avvinghiava e risucchiava premendomi su di lei, assatanata del mio cazzo, Con il cazzo che le
entrava e usciva dalla bocca
Ale: "UUmmm ohhhh siii sono la tua puttana che cognatina puttanona che
haii siii in casa tua a scoparmi mentre tua moglie pensa che facciamo l’albero, e che albero che hai qui sotto! lo so è mia sorella un pò mi spiace, ma il tuo cazzo e tu siete unici! oohhh che cazzo che cazzo che
haii daiii dai penetrami daiii" "
Le ho fatto notare che non avevo preservativi in casa!! La risposta è
stata!
Ale: "E chi se ne fotte!! Scopami e spermami, peggio per quello stronzo di
mio marito, se mi metti incinta sarò felice!!! Anzi ti dirò, mi piacerebbe proprio avere un figlio da te!
Mio marito non sa nemmeno cosa vuol dire "Slinguata"! "
Mi ha aperto le cosce, le ho puntato il cazzo, l’ho chiavata, sono entrato come in un burro
tanto era bagnata
Ale "hhhooo siii chiavami siii daiii siii cosiii scopamiiiii siiii "
entravo e uscivo come un forsennato da quella bollentissima fica,affondavo
la faccia e la lingua sui capezzoli, tra le zizze, ci baciavamo con la lingua a penetrarci
in gola!! Si sentiva in quel silenzio irreale il rumore delle mie palle sbattere con tutta la violenza possibile sulla fessa!!
Ale :" OOoohhsiiissiii "
Si spermami riempimi la fessa del tuo caldo spermmmmmaaa allla faccia
del cornuto di mio maritooo e della mia sorellina! Daaaii goooddoooo Arrrivooo "
Le ho sparato nella fessa Due, tre flotti di sperma calda, un turbinio di passioni e mani ovunque, ansimava aspettava quella chiavata.
Ale: " Laky era troppo tempo che non mi scopavi t voglio ti voglio capito? Ti desidero e ti voglio più spesso!
Non contenta con lo sperma che le scendeva che ormai le usciva dalla fessa mi ha chiesto
di prenderne un po’ con le dita dalla fessa, l'ho fatto lentamente, penetrandola con le dita mentre lei ansimava, ansimava, poi mi ha preso la mano, le dita e se le è portate alla bocca, le ha
leccate tutte in modo sexy!! Mi faceva impazzire ed il cazzo incominciava di nuovo a risalire, a risalire!
Ale : "ora sbrighiamoci ti voglio ancora, dai andiamo in doccia!!!
Laky: " In Doccia?? Ma sei impazzita, e se arriva tua sorella?
Ale:"Noo è presto, c’è traffico, wuè è Natale!!! "
Avevo già capito, voleva darmi anche il culo!!! voleva sentire allargare
quelle pacche e lo sfintere dal cazzo duro, sapeva che forse sarebbe passato dell'altro tempo prima di riscopare , forse troppo e allora!
Siamo andati in doccia, l'acqua calda scorreva sui ns corpi,ad un certo
punto ho preso l'olio per il corpo e mentre ci baciavamo e ci
stringevamo con l’acua che bagnava quei seni con i capezzoli turgidi ed eccitanti, ho spalmato di olio il culo come si fa con i massaggi, sul buco, nel buco,. lei è uscita dalla doccia ha steso una asciugamano a terra Ale:" lo so che sei bravo nei massaggi, mi hai raccontato la storia di Alma, quella turista che ti sei scopata facendole prima un massaggio e poi te la sei chiavata!!! Sai incomincio ad essere anche un po gelosa!! Ma ora sei mio! dai mi stendo, massaggiami e quando vuoi spaccami il culo."
Ho incominciato a massaggiare, le mie mani andavano su e giù dai seni, la fessa depilata, lei gemeva, si agitava!
Ale : "Oohh siiiiii non resistooo uuummmdaiii dammi sto cazzo daiii non resisto daiiiiii!!!! sfondami il culo, fammi sentire il cazzo nel culo muoviti abbiamo poco tempo "
L’ho girata, messa a pecorina, le ho allargato le pacche, prima le ho infilato nel culo un piccolo tubetto di profumo, per prepararle la strada godeva come una troia in calore!!
Ale: "ooohh ma che faii uummm haiii questo fa male daiii dammi il cazzo! "
Le ho puntato il cazzo al buco,lei si allargava le pacche con le mani.
sono entrato prima lentamente
Ale:"ooohhhaii siii haii sii cosi fai piano uumm siii.daiii daiii!!
Entravo sempre più dentro, sentivo le pareti strofinare poco a poco sul cazzo che veniva sempre più ingoiato da quel culo meraviglioso e tondo, gemiti e gridolini di dolore e piacere,alla fine
le sono penetrato tutto, il cazzo era tutto dentro!!!
Ale:"OOOOhhh uuummmssiii piano piano daiissii cosìì piano oohh ssii cosììì siii bravoo sii godo cazzo come mi fai godere, ummm sento la cappella che mi spacca il culo che sensazione che troia che mi hai fatto diventare umm una puttana hai fatto di me la tua oohh puttana!!!!
Il cazzo usciva ed entrava dal culo come se fosse stata la fica, lei inarcava la schiena e
tratteneva le urla del piacere per non farsi sentire
Ale: "UUUUmmm oohhh sii cosììììì siii ti amo ti amo amo il tuo cazzooooo"
A quella frase “Ti Amo!!” per me anche inaspettata (dal primo momento che è iniziata la storia tra noi abbiamo detto che era solo x Sesso!),le ho inondato il culo di caldo sperma. Era uno spettacolo le colava sperma dalla fica e dal culo contemporaneamente
ci siamo a lungo baciati e distesi per terra, poi si è chinata sul cazzo per ripulirmi con la lingua lo
sperma filante
Non contenta mentre si incominciava ad asciugare mi ha detto:
Ale :"guardami come piscio cognatino, so che ti piace vedermi pisciare, ci siamo
incontrati e scoperti così la prima volta, ricordi? quando hai sbagliato bagno a casa
mia e sei entrato nel mio mentre pisciavo..ti ricordi???"
Certamente le ho detto! Mi hai invitato a guardarti e non mi hai cacciato, anzi!
Ale:"male che sei entrato nel mio bagno e dentro la mia fessa! "
Il fiume di piscia dorata le è uscito copioso misto ad umori mentre si allargava con le
dita le labbra per farmi meglio vedere la fessa rosso fuoco.
Ci siamo baciati e rivestiti Poi abbiamo fatto in fretta e furia l'albero con le mani che andavano (tra
una pallina e l'altra) ovunque tra le cosce, sul cazzo, dietro e dentro il suo
culo, ci baciavamo come bambini poi abbiamo sentito l'auto di
mia moglie arrivare. Un Ultimo appassionato bacio!
Ale:"Buon Natale cognatino"
Laky:"Buon Natale cognatina! Alla prossima!!
[email protected]
Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 9.0
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per Una Cognata Vogliosa .:

Altri Racconti Erotici in tradimenti:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni