Racconti Erotici > incesto > Dedicato a "Diana" , Una Matrigna in Calore
incesto

Dedicato a "Diana" , Una Matrigna in Calore


di rodubi
04.09.2020    |    18.050    |    2 9.6
"Buona Lettura Una "Matrigna in Calore" Mio padre si è lasciato con mia mamma da pochi anni, io, suo figlio, mi chiamo Andrea, ho vissuto..."
E' un bel po che manco dal "Palco Racconti", ciò che mi ha spinto a ritornare è stata la conoscenza in rete, sul "Palco", di una splendida persona dal nome "Diana". Non so molto di lei, so solo che mi ha nuovamente "Ricaricato" di quella voglia di scrittura erotica che può far trascorrere alcuni piacevoli e fantastici momenti da soli o in compagnia a godere di Storie incredibili (alcune inventate di sana pianta, alcune ispirate, alcune realmente accadute). Non sono uno scrittore professionista, per cui perdonate alcune eventuali "Cadute & Sfasature", il mio unico scopo è quello di regalare e regalarvi momenti di erotismo. Purtroppo, e non so perché, quale sia il motivo, "Diana" non mi contatta più, peccato, stavamo godendo insieme dei miei racconti e delle sue fantastiche ispirazioni. Alcuni di questi racconti sono a Lei dedicati perché è Lei la fonte, la mente, oserei dire Sublime e Raffinata sublime che mi hanno ispirato..
Buona Lettura

Una "Matrigna in Calore"

Mio padre si è lasciato con mia mamma da pochi anni, io, suo figlio, mi chiamo Andrea, ho vissuto un dramma per il loro divorzio. Mia mamma è andata via con un altro in Francia. Per fortuna, essendo entrambi giovani, trascorso un pò di tempo, papà ha cominciato a riprendere in mano la vita e, essendo abbastanza giovane, ha incominciato a frequentare amici e appunto donne. Mio padre ha un negozio di “Lingerie”, “Intimo Donna & Uomo”, o meglio, era mia mamma che era dietro al banco suggerendo, consigliando, indicando, alla vasta clientela (fatta soprattutto di belle donne, grandi gnocche piene di soldi) capi di abbigliamento costosi, completini intimi da sballo, tipo quelli da troie allo stato puro. Ho notato che da non molto tempo una ragazza in particolare è diventata una delle più assidue frequentatrici. E’ una ragazza un po’ più giovane di mio padre, ha una concessionaria di auto ereditata da suo padre, economicamente sta benissimo!! Spesso, terminati gli studi a casa, vado in negozio ad aiutare e da un po di tempo ho notato che anche lei è in negozio, addirittura qualche volta, per la vasta affluenza, aiuta a scegliere alle signore capi (tra i più costosi ed arrapanti)!! Non ho chiesto nulla a mio padre, ma dai loro sguardi e dai loro sorrisi complici, ho capito probabilmente che tra lui e Susy (questo è il suo nome) c’è sicuramente qualcosa. Il negozio è molto grande, abbiamo diversi camerini e qualche settimana fa, non vedendo tornare mio padre per pranzo, temendo che fosse successo qualcosa, sono andato in negozio, era chiuso al pubblico perché in orario di spacco, ho aperto con le mie chiavi e, una volta entrato, ho incominciato a sentire grida e mugolii di piacere provenire dai camerini!! Furtivamente e senza farmi accorgere, mi sono avvicinato il più possibile e ho visto mio padre con il solo slip addosso, con il cazzo gonfio che si evidenziava dallo slip. Era dietro il culo di Susy che si dimenava tutta e strusciava il culo sul cazzo come una “Ballerina arrapata” che desiderava essere aperta il culo!! Erano tutte e due davanti allo specchio del camerino con la tenda semi aperta! Susy, come una gran troia, Saliva e scendeva strusciando il culo su quel cazzo, a mo di “Odalisca”!! Una scena arrapantissima!! Indossava uno degli ultimi capi intimi arrivati in negozio, un capo che già vederlo da solo ti fa rizzare il cazzo, visto addosso a Susy…. una bomba di Sesso & Orgasmo. Calze autoreggenti color prugna , un perizoma mini mini dello stesso colore che sprofondava nel culo e davanti le segava le labbra umide, color rosso fuoco, un corpetto traforato di merletti che reggeva i seni con due coppe di velo trasparente e due buchi al centro da cui spuntavano i capezzoli duri e rossi…un paradiso di femmina. IL corpetto proseguiva con una specie di collana di merletto che saliva al collo e le girava intorno…uno sballo!!! Sotto, scarpe rosse con tacco 10 !!! Un incubo di bellezza!! Mio padre le strusciava il cazzo che spesso faceva fuoriuscire dallo slip e glielo sbatteva duro come era tra le pacche, le toccava con entrambi le mani il culo…glielo baciava, tornava su, e da dietro le roteava i seni stringendo leggermente i capezzoli tra le dita!!! Lei dalla goduria reclinava il capo all’indietro e lui nel baciarla sul collo spingeva quel cazzo tra le pacche!! Uno spettacolo che ho ben pensato di immortalare nel mio cellulare. Video e foto a volontà…anche perché in testa incominciava a frullarmi alcune idee…. E naturalmente il cazzo mi cresceva sotto il mio pantalone!!!Susy è uno spettacolo di ragazza, alta circa 1,75 gambe perfette un culo da favola, fianchi statuari e una buona quarta di seno, forse rifatto, ma comunque una vera e propria opera d’arte!! Capelli neri neri, con occhi castani,un vero sballo !!
Ad un certo punto Susi si è piegata in avanti a 90 gradi, ha appoggiato le mani alle pareti del camerino e ha detto a mio padre,avanti stronzo,ora spaccami il culo!!!
Avevo il cazzo in tiro, quella scena era degna di “Moana Pozzi & Cicciolina”, sembrava un Film di Tinto Bras,uno spettacolo di donna, un culo fantastico accompagnato dagli umori che colavano della figa
bagnando appena il pavimento.
Mio padre ho tolto lo slip…ha messo un po di saliva sulla testa del cazzo scappellato rosso fuoco e…lentamente lentamente ha incominciato a penetrarla…evidentemente non era la prima volta che la chiavava nel culo…il cazzo scendeva lentamente…ma le pareti del culo cedevano che era una meraviglia sotto quella pressione!! Si vedeva il corpo di mio padre affondare in quel culo paradisiaco come un coltello che avanza nel burro lentamente lentamente ma…profondamente!!!
Susy:
Ummmm siiii cha cazzo che haii si cosiii dai vieni giù si così più giu piu dentro UUmmm ohhh siiii dai aprimi il culo ssiiiiii spaccamelo ummmm godo godoooo
Mentre mio padre era intendo ad aprirle il culo con colpi di cazzo che facevano inarcare ad entrambi la schiena, la troia si sditalinava a più non posso la fica mettendo l’intera mano all’interno, che spettacolo!! Con la mano sgrillettava velocemente sul clitoride, godeva e urlava di piacere come una pazza con il cazzo nel culo e mio padre assecondava i suoi inarcamenti!!!
Era in orgasmo..le urla di piacere erano forti, fortissime, mio padre stava godendo, i colpi nel culo erano sempre più violenti, lei era quasi come drogata di sesso , abbandonata e consapevole vittima di essere spaccata quel culo meraviglioso!!!
Un urlo liberatorio di mio padre mette fine a quella scopata pazzesca. In pratica le aveva scaricato flotti di sperma caldo nel culo, tanto ne era uscito che colava dappertutto!!!Ansimavano entrambi, erano un corpo solo, il cazzo ancora dentro e lo sperma che incominciava copioso a fuoriuscire dal buco del culo…la figa grondava umori, la sua mano completamente bagnata di umori e sperma!! Cominciavano ad essere più copiosi i fili di umori e sperma sul pavimento, una parte scivolava e all’interno delle cosce bagnando quelle splendide calze sexi e aderenti…le autoreggenti…tutte macchiate, sperma ance sule scarpe rosse fuoco…fuoco come la sua figa!!
Confesso che anche io avevo aperto la cerniera dei pantaloni e mi ero sparato una sega davanti a quello spettacolo!! Il mio sperma scaricato in un tovagliolo di carta per non lasciare tracce della mia intrusione!!! Chiuso il cellulare, sono uscito alla chetichella.
Passavano i giorni e anche io ero sempre più presente nel negozio, mio padre mi aveva detto che quella ragazza era una sua amica ed era li saltuariamente per dare una mano!!!
Ma…. avevo iniziato la mia tattica di corteggiamento a Susy e, spesso e volentieri, passando le strusciavo il cazzo, le lasciavo cadere una mano sul culo…una volta che era su di uno scaffale, le ho persino messo le mani sin quasi sotto il culo per mantenerla in quell’occasione, una volta scesa dallo scaffale mi ha anche dato un piccolo buffetto sule guance!! Dicendomi “ Tieni a posto le mani” se vedesse tuo padre!!!!
Lei non sapeva che avevo foto e video della sua scopata!
Ho continuato ad importunarla…una volta mentre lei era in bagno a fare la pipi accovacciata sul water, ho aperto la porta già con il cazzo da fuori facendo finta di non sapere che lei era li. Il cazzo era in tiro, lei è rimasta sbigottita, ma da come guardava il cazzo…dal suo sguardo, ho capito che probabilmente faceva la “sostenuta” ma che davanti al Sesso ed a un gran cazzo prima o poi avrebbe ceduto!!!
In quell’occasione stava quasi per portarselo alla bocca, ma poi mi allontanò a malo modo!! Sbattendomi la porta in faccia!!
Nulla da fare, ogni mio “assalto” veniva respinto ma, ma notavo che di sfuggita il suo sguardo spesso e volentieri cadeva sul mio cazzo, cazzo che avevo sempre in tiro, la mia patta accanto a lei era sempre gonfia, ma gonfia!!!!!
Mentre mostrava i completi intimi da dietro il banco, io da sotto con la scusa di sistemare scatole e scartoffie spesso cercavo di metterle le mani sulla figa, le sbaciucchiavo le caviglie, e lei sempre a darmi calci e rimproverarmi!! Insomma era tutta per mio padre che quasi quotidianamente la scopava o nel retro bottega o altrove facendola indossare capi intimi dell’ultima moda, uno più arrapante dell’altro!!
La svolta è stata quando un giorno non sono andato al negozio, mi sentivo poco bene e stavo a casa in camera mia in pantaloncini…rimpiangevo già le mie pressioni su quel corpo da favola, e pensando a lei, il cazzo si rizzava da solo! Quel giorno, stando a casa, mio padre aveva lasciato una scatola di completino intimo sulla tavola in cucina. Era un completino da urlo, calze autoreggenti con i lacci che si legavano ad uno slip trasparentissimo e ricco di pizzi ma con al centro, proprio all’altezza della figa, aveva una spaccatura orlata su entrambi i lati di piccole perline bianche, l’ideale per le troie che indossando quel capo avrebbero avuto di continuo la sensazione di quelle perline quasi all’altezza del clitoride!! Una goduria senza fine!. Con le perline avrebbero sentito in continuazione lo “strofinio” sulle labbra della figa e del clitoride, in pratica un orgasmo e una goduria continua!!!! Lo ammiravo e immaginavo Susi all’interno…sai che spettacolo!!. Il tutto era supportato da un reggiseno in tema con buchi ai capezzoli ed anche lì, piccole, ma proprio piccolissime, minuscole sfere di cristallo colorato (simili alle perline della figa) che , con il movimento delle tette, avrebbe sicuramente provocato piaceri e godurie ai capezzoli!! Avevo aperto quel completino e stavo osservandolo con il cazzo in tiro quando improvvisamente sento suonare il campanello della porta!
Mi rimetto il cazzo alla meglio nelle mutande, guardo nello spioncino, nell’occhio magico e, Incredibile!!, era lei con borse e scatoli!!, Apro la porta ed in breve mi spiega che mio padre l’aveva inviata a casa per depositare vecchi capi, per far spazio in negozio, e le aveva chiesto di prendere quel capo dimenticato e poco fa descritto da me aperto e sdraiato sul letto matrimoniale in bella mostra!!!
Incominciavo a fantasticare, ma, il suo atteggiamento riottoso e scostante non lasciava presagire nulla di buono.! Le ho preso i pacchetti, ho rinchiuso la porta, era alquanto imbarazzante, il cazzo in tiro era evidentissimo, con lei li era diventato ancora più duro, ero in uno sto di eccitazione, era evidente dai pantaloncini corti.
Mentre lei sistemava i pacchi, chinandosi e accovacciandosi, ho notato che sotto aveva (come sempre) calze autoreggenti e, cosa strana, non aveva alcun reggiseno, per cui con quei movimenti tutto le ballava ed i capezzoli erano evidentissimi e durissimi!!! Avevo anche notato che dalla minigonna si intravedevano al centro, in tiro con la figa, piccolissime, ma proprio piccole macchiette umide! Era probabilmente in calore, forse la figa le ribolliva anche a lei la figa per quella strana ed anomala situazioe, essere li da “Matrigna” con il figlio del suo compagno!!.
Mentre lei stava china per sistemare gli scatoli, per far finta di aiutarla mi sono portata dietro di lei, come quella volta beccata con mio padre. Il cazzo era durissimo, glielo appoggiato al culo!! Susy si è girata di scatto e mi ha detto, ma che fai, sei impazzito!! Cosa fai!! Porco!
Ha cominciato ad alzare le mani e a tentato di picchiarmi!! Ma era un “Picchiare” strano, come a cercare il contatto!!Nel difendermi, cercando di parare i suoi colpi, involontariamente, si è aperta la camicetta, mio dio, due seni meravigliosi con i capezzoli di marmo, la troia, era in calore, eccitata, quasi scuramente voleva scopare, eccome se voleva chiavare!!
Susy: Stronzo hai visto cosa hai fatto? Hai rotto la camicetta!!
Mentre era a guardare i miei occhi fissi su quei seni meravigliosi l’ ho presa per le braccia e stretta a me , in pratica l’ho incollata a me, schiacciandola sul petto sul mio, sentivo i suoi seni sulla mia pelle, i chiodi dei capezzoli sulla mia pelle!! Dopo alcune resistenze l’ho baciata, le ho alzato la minigonna, le ho messo le mani sul culo, non ci ho messo nulla ad arrivare al buco del culo, un dito intero nel culo!! Ha inarcato la schiena dal godimento, la troia lo aspettava e come se lo aspettava!! Nella foga e “Lotta”, indietreggiando e avvinghiandola, circondandola, siamo arrivati sul letto matrimoniale di mio padre!
Sul letto vi era, bello e steso, il completino che avevo aperto e che mio padre voleva che arrivasse al negozio!!
Susy lo ha visto con la coda dell’occhio e mentre lo guardava, in quel preciso istante sono arrivato con la mano anche alla figa, le ho messo la mano nella figa, ho sentito i suoi umori, i suoi liquidi, scendere a flotti, era un lago, quasi scottava di piacere!! la troia avrebbe voluto essere violentata, scopata con quel completino!! Glielo leggevo negli occhi, voleva essere violentata!!! Più testavo la figa, più si bagnava, la mia mano era unta di umori e di odori misti a piscia e profumo, una sensazione unica al mondo, le ho messo la mano e dita in bocca, la troia mi ha leccato le dita!!! La lingua da bocchinara navigata mi ha avvolto le dita come se fosse un cazzo!!! Oramai il cazzo era a mille ed era chiaro che voleva scopare ma faceva ancora finta di scappare. La tenevo ferma e mentre si dimenava, o faceva finta di dimenarsi!! sentivo il calore della sua fica che le premevo contro il cazzo!! Nella concitazione siamo caduti sul letto, lei sotto io sopra a bloccarla e sono riuscito a tirare fuori il cellulare, mentre si dibatteva, ma al tempo stesso faceva ballare a più non posso i seni con i capezzoli turgidi per farmi arrapare, ho avviato il video della scopata con mio padre!!
Lei si è bloccata !! è rimasta basita!! Allargando le braccia e divaricando seni e gambe, Si è lasciata andare, non ha opposto più resistenza!! Ha aperto le gambe che prima stringeva con forza per evitare che la penetrassi, la violentassi!!!, finite subito resistenze, e calci.
Susy: Brutto porco, hai registrato tutto!!
Si, so che ti fai scopare da mio padre, ora se non vuoi che il video lo abbiano i tuoi, la tua famiglia, fatti scopare anche dal figlio!! Fatti chiavare da me!!
La troia è rimasta sbigottita, cosa fare? Scegliere di chiavarsi anche il figliastro?? Lei da li a poco sarebbe diventata la sua “Matrigna””.
Non se lo è fatta ripetere e con occhi dolci mi ha detto: togli il pantaloncino!!
Il cazzo è svettato come l’asta di una bandiera!!! Mi sono scostato, lei si è chinata su di me e ha preso il cazzo in bocca, da sottofondo il cellulare con lei che godeva con mio padre, era una situazione super eccitante…sul letto di mio padre, con il video che scopava con lui ed ora stava facendomi un bocchino esagerato e mentre lo faceva mi guardava da troia, passava il cazzo sui capezzoli, lo rimetteva in bocca, guardava il video della scopata alzando il culo e mettendomelo in bella mostra, un culo esagerato, tondo, bianco, stupendo!!
Stavo per scoparmi la mia futura matrigna, il cazzo era alle stelle!!! Susy lentamente si è tolta la minigonna, sono sbucate le parti alte delle autoreggenti, tutte di pizzo e merletto, la figa era un lago, era rosso fuoco!!! il perizoma bagnatissimo, mi stava ingoiando letteralmente il cazzo, un bocchino da favola, nel frattempo le sgrillettavo il buco del culo, anche quello umido, avevo le mani nella figa, sui seni, la leccavo ovunque nello spazio che avevo per non distoglierla dal cazzo che aveva in gola!!! con un gesto le spezzo il perizoma, lei gode perché le era entrato nella fessa, e, tirandolo via lentamente si sentiva segare la figa provocandole una goduria e piaceri immensi!! gode, gode urlando di piacere, è in orgasmo!!!
Susy: ummm che cazzo che hai!! è più grande di tuo padre, buon sangue non mente…uummmmoohhhh che cazzooo
Il cazzo le entrava e usciva di bocca..leccava le palle, si faceva toccare ovunque..la baciavo ovunque…la figa emetteva umori
Incredibile ero a scoparmela, era la donna di mio padre, la mia futura matrigna, me la stavo scopando alla grande!!
Susy : Dai figlio mio!! Ora chiavami, però voglio il tuo cazzo nella fessa, voglio che tu mi metta incinta, così quel cornuto di tuo padre penserà che è stato lui .ed io sarò per sempre la tua cagna, la tua puttana ed avrò due cazzi, il tuo più duro e ti sarò schiava di sesso, per sempre!!!
Ssiiii dai cosiii scopamiiii, vienimi dentro, mi sdraio allargo le cosce, voglio che tu mi chiavi sul letto di tuo padre, dove dormirò con lui quando sarò la tua matrigna!!!Non me lo sono fatto ripetere, le ho tolto il cazzo dalle mani e dalle labbra che passava e ripassava come se mettesse un rossetto fatto di umori e sperma, lo girata, le ho aperto le gambe e lentamente le ho fatto penetrare il cazzo, entrava come nella marmellata, era un lago, sentivo le pareti della figa, avvertivo il calore sulla cappella del cazzo che scivolava lentamente ma decisa all’interno di quel lago caldo, una sensazione di benessere unica, come entrare in una iacuzzi calda e accogliente!
le tette erano sempre più vicine, penetrando mi arrivavano al viso, ondulavano al ritmo del mio cazzo che cominciava ad andare avanti e dietro, avanti e dietro…lei portava spesso la mano sul clitoride per aumentare la goduria, le mie dita erano anche nella sua bocca, ed una mano dietro al culo con il dito nello sfintere, lei inarcava la schiena per la goduria, che scena ragazzi, da film!!
La sua lingua mi penetrava in bocca, i baci erano avvolgenti e coinvolgenti, sentivo sotto di me tutta la penetrazione della figa, sentivo il cazzo nella sua pancia, nell’utero più profondo, i suoi gemiti ed urla erano al settimo cielo!!
A volte mordeva le lenzuola dalla goduria, la troia guardava il video con mio padre, prendeva il cellulare in mano e mentre la scopavo i suoi occhi erano sul video a vedere mio padre che le spaccava il culo!! aveva in corpo nella figa il mio cazzo, con le gambe mi cingeva il culo e schiena a spingermi il più possibile dentro la figa con il cazzo, lo voleva , e cazzo se lo voleva, che troia!!! Le baciavo i seni, le mordevo i capezzoli, eravamo un corpo solo!!
Susy: siii bastardo,siiii cosììì lo sento fin dentro l utero, dentro la pancia siiii scopami siii ooohh vengooo venggooo daiii daii dammi lo sperma mettimi incintaaaaAAAAAAA
A quelle parole, le ho scaricato tutto lo sperma che avevo nel cazzo, la mia faccia era affondata tra le sue tette, i suoi seni, glieli leccavo tutti letteralmente ingoiando i capezzoli, si sentiva i colpi dello sperma che usciva e inondava la figa, una scopata eccezionale, probabilmente, forse l’avevo messa anche incinta, non avevo usato il preservativo!!!
Susy: Bastardo, io non volevo ma quando mi toccavi al negozio, ammetto che mi bagnavo , mi bagnavo da morire, sono una insospettabile ragazza per bene, ma per il sesso darei tutto!!! Mentre la leccavo e ci baciavamo, mentre sentivo uscire cazzo e sperma dalla figa, baciandomi mi ha sussurrato:
Hai uno splendido cazzo, non dire nulla a nessuno, nemmeno alla tua fidanzata che conosco!! Sarà il ns segreto, scoperemo e godremo insieme di nascosto alla faccia di entrambi e con te farò delle cose che ho sempre pensato di fare ma che non ho mai fatto con nessuno, faremo tutto questo alla faccia dei nostri partner, la tua fidanzata e il cornuto di tuo padre !!!!
La prossima volta voglio che tu mi prenda nel culo, voglio che ci pisci anche dentro il culo, non l’ho mai fatto con nessuno, mi devi prendere non nel negozio, ma in un posto che ti scriverò su un foglio di carta che avrò negli slip, tu senza farti accorgere da tuo padre e dai clienti, dovrai essere così bravo da sfilarmi il foglio e farti trovare in quel luogo dove mi chiaverai ancora e ancora e ancora!! Ora indosserò questo completo che tuo padre aveva chiesto di portargli, dirò che si è sporcato, si è sporcato del tuo sperma!! No tranquillo, dirò che è così bello che ho voluto metterlo subito!
Ricordati, avrò il foglio nella fessa, tu mi scoperai nel culo, ci piscerai dentro!! Sono la tua Matrigna, dovrai ubbidirmi!!!
[email protected]
Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 9.6
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per Dedicato a "Diana" , Una Matrigna in Calore:

Altri Racconti Erotici in incesto:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni