Racconti Erotici > tradimenti > Una Prof. In Calore II Parte
tradimenti

Una Prof. In Calore II Parte


di rodubi
23.01.2016    |    45.398    |    0 7.8
"Laky; cosa vuoi darci se possiamo prendere tutto!! Prof: Vi darò anche culo, va bene? Si vi farò chiavare con il mio culo!! se me li tenete lontano, ..."
Una Prof. In Calore (II Parte)

Questa storia è scritta a quattro mani, quelle del sottoscritto “Rodubi”e di “Francy”, lettrice di alcuni miei racconti. Francy è l’ ispiratrice ed ideatrice di una serie di racconti che vedranno come protagonista una giovane e bella professoressa alla presa di una attività non proprio esattamente “Scolastica”. Naturalmente potrete inviare i vs commenti sulla storia, sia al sottoscritto che a Francy, questa è la sua email; [email protected].


La prof, riprende la sua vita scolastica, sempre vestita in modo impeccabile, preparata, con le sue gonnelline ed autoreggenti, con i reggi seni in tinta, tanto di perizoma ad attraversarle e segarle quella splendida figa facendola bagnare ad ogni passo, e ad ogni passo, tra quelle aule spesso le scorrono davanti agli occhi, come in un Film Erotico, le scene di quella mega ed eccitante scopata avuta con lo studente fotografo in cui aveva cornificato in diretta il suo fidanzato. Ripensando a tutto ciò provava sollievo e naturalmente aumentavano gli umori tra le cosce, sempre più bagnate.
La sua normale routine fatta di interrogazioni, riunioni, colloqui, ecc.. l’aveva portata casualmente un pomeriggio a fare tardi e, prima di prendere la metro per tornare a casa, decide naturalmente di approfittare del bagno della scuola.
Nell’avvicinarsi alla toilette, incomincia a sentire però un susseguirsi di affannati sospiri, sospiri di piacere, sente ansimare e godere al tempo stesso, sente il tutto provenire dal bagno degli uomini. La scuola, le aule, i corridoi, quel pomeriggio erano deserti, gli stessi custodi erano lontani e comunque al piano di sotto, proprio non riusciva a caprie cosa fossero quei sospiri!!
Fattasi coraggio, la Prof scosta delicatamente e silenziosamente la porta del WC , scorge tutti i gabinetti con le porte aperte e intravede in uno di questi un culo che si muoveva avanti e indietro , dei pantaloni abbassati e la voce provenire da quel gabinetto.
Lentamente si avvicina e senza farsi scorgere nota uno studente che ha il cazzo di marmo in mano che si sta menando, si sta segando alla grande tenendo in mano delle foto. Il cazzo è enorme, quella situazione, anomala, inaspettata, inconsueta, da un lato la imbarazza, ma dall’altro la stimola una produzione di umori nella figa impressionante, uno spettacolo del genere è raro assistervi, e temendo di essere scoperta dal ragazzo, decide di intervenire, fattasi coraggio, apre del tutto la porta e:
Prof: Ehi dico, ma che cazzo stai facendo, sei impazzito?! Ma ti rendi conto?? Ti stai segando nel cesso della scuola? Cosa ci fai qui, come sei entrato, posa queste foto!! Di chi sono, ora chiamo i bidelli e vediamo!!!
Lo studente con il cazzo di marmo in mano, i pantaloni abbassati, la capocchia rossa pronta ad esplodere di sperma, con la pelle delle palle tesa per l’irrigidimento del cazzo gli dice:
Scusi prof, ma proprio non ho resistito a farmi una mega sega, ho delle foto incredibili che meritano dieci, cento, mille seghe!!
La Prof.; scostumato, non ti vergogni!! Posa queste foto, rivestiti e rimetti questo cazzo dentro le mutande!! Non hai sentito ti ho detto dammi queste foto!!
L’alunno cerca di sottrargliele divincolandosi alla meglio con il cazzo di fuori, fa di tutto per non fargliele strappare dalle mani ma, ma vistosi sgamato le dice :
Ok Prof, le prenda pure, ma poi ci sediamo e parliamo!
Prof: io mi siedo e parlo?? Ma che cazzo hai capito idiota!!non parlo con nessuno, dammi queste foto!!
Così dicendogli gli strappa di mano le foto e una volta avutele, sbianca, si sente quasi venire meno, ha un senso di smarrimento, mancamento, paura, sbigottimento. Quelle erano le foto della sua scopata con lo studente “Fotografo”!
L’alunno; che c’è prof, hai perso la lingua?? Sei divina vero?, eccezionale, hai una pucchiacca eccezionale, una gran figa, guarda, guarda come Laky ti ha allargato il buco del culo e ti sta chiavando, guarda che Troia che sei, guarda il tuo sguardo di piacere , lo vedi il cellulare, laky mi ha detto che stavi al telefono con quel cornuto del tuo fidanzato mentre ti scopava, guarda dall’eccitazione come mi ha fatto venire il cazzo!!! Che Troia che sei!! Ora mia bella prof ci sediamo e parliamo e poi vediamo!!!

La prof senza parole, si siede sul water, non sa più come reagire, le gira la testa, intravede già quali possano essere i risvolti di tutta quella anomala ed erotica situazione che se da un lato la sgomenta, dall’altro l’eccita da morire, si sente una Prof, una Prof in Calore che vuole infiammare cazzi a volontà ma ha nche paura di quello che può succederle!!
Poi con una voce sommessa e tremante gli dice:
Prof: chi cazzo sei, come ti chiami, chi altro ha visto queste foto!!
Mi chiamo Luca, sono della V B, le foto le abbiamo viste in parecchi,
Prof; quanti?
L; non tanti ma abbastanza!!
Prof; devi dirmi i nomi, altrimenti ti faccio espellere!!Ti denuncio stronzo!
L; mia bella Troia, forse non hai capito, il gioco lo conduciamo noi!! Chi cazzo fai espellere, sei tu in queste foto, mica io!!
La prof si rende conto di aver detto una stronzata, ma, peggio ancora si rende conto di essere ostaggio di quel ragazzo e chissà ancora di quanti!! E’ catapultata in una specie di incubo!! Un Incubo Erotico!
Prof: Ok, facciamo così. Tu mi dici chi sa di questo, mi fai avere la scheda originale delle foto ed in cambio ti prometto che ti faccio promuovere!
L: ah, ah , ah, ma sei tutta scema?? NO !!, il gioco lo conduco io!! Facciamo così, seduta sul cesso, come stai adesso, ad ogni indizio che vorrai chiedermi, tu ti toglierai un capo dei tuoi vestiti!!
Prof. ; Se impazzito!! Sei tutto stronzo?! Non ci pensare neppure!! Sei fuori!! Non farò nulla del genere!
L: o così, o sarai su facebook domani mattina e dunque su tutti i giornali d’Italia!!!
La prof capisce che non ha armi al suo arco!
Prof: Che stronzo che sei!! Figlio di puttana!! Sei un Bastardo figlio di puttana!!
L. Puttana sei tu, e tra poco lo sarai ancor di più!! Vedrai, ti piacerà, alla fine godrai come una Prof. In Calore. Ora incomincia a toglierti la scarpe!! Brava così!! Ora continua a chiedermi e farmi domande, ricorda prof, ad ogni domanda toglierai un capo d’abbigliamento, che io risponda oppure no, lo toglierai!!
Prof: Stronzo di merda, Dimmi chi altro sa!!
Prof: Rispondimiii!! Stronzo!
Ma Luca non risponde!! Lei è costretta ad incominciare quell’anomalo spogliarello, dall’esterno è turbata, ma la sua figa sta trasudando umori a volontà, sente le labbra umide, bagnate, spera di non arrivare a togliere la gonna, lo studente si accorgerebbe di quanto si sta bagnando e sarebbe la fine, ma forse è proprio li che vuole arrivare ad essere chiavata come una puttana in un cesso dell’istituto. Tutta quella situazione è eccitante, è stramaledettamente eccitata!!
Lei si sbottona lentamente la camicetta, pin piano si intravede il reggiseno di pizzo trasparente, si intravedono i capezzoli, appuntiti, le zizze sode, toste!!
P: avanti stronzo, rispondi! chi ha visto queste foto?
Il ragazzo non risponde, e la prof come una Troia ubbidendo, sbottona da sotto la camicetta il reggiseno e lo fa scivolare lentamente, ora è solo con la camicetta che copre e non copre quello spettacolo di zizze appuntite, tradita dai capezzoli!!. Deve ubbidire a quel gioco erotico, ma in anima sua sa che la stuzzica e la rende puttana, puttana dentro!
P: ti ho chiesto chi sa di queste foto??!! Cazzo, rispondi!!
Il ragazzo non risponde ancora e ka prof sfila lentamente la camicetta, il ragazzo resta in silenzio menandosi il cazzo sempre più duro, eccitato da quello che vede e da quella situazione inaspettata. Ora la Prof. È con le zizze all’aria, è uno spettacolo, i suoi seni sono stupendi, sodi, con i capezzoli all’insù, uno spettacolo straordinario, sotto la figa è un lago!!
P: rispondi cazzo!!
P: da chi hai avuto le foto,! Chi l ha viste?!
L: le ho avuto da Laky, che trombata che ti sei fatta, che gran troia, sei splendida, seduta sul cesso con le zizze da fuori sei uno spettacolo, sei una gran zoccola!
I capezzoli la tradiscono, sono due chiodi, lei si sente umiliata, ma al tempo stesso sta godendo, godendo come una Troia in calore, si sente quasi protagonista di un film erotico di Tinto Bras!
L; che Puttana, che bella troia!! Sei splendida, hai sbagliato mestiere, non dovevi fare la Prof, ma la Pornostar!!
P: Figlio di puttana, dimmi chi sa di questa storia?!
L: Oltre a Laky che ti ha inculato, ci sono io, Carlo, Ettore e Paolo!!
P: ma che cazzo dici i tre bulli e delinquenti!! Proprio quei tre violenti e stronzi?? Ma ti rendi conto quei tre hanno avuto problemi anche con la legge!!
L: si troia, proprio quelli, sai come ti faranno esplodere la figa quando sarà il loro turno, puttana! Dai togliti la gonna!!
La prof con la mente altrove e già con il cervello proiettata più in avanti, conoscendo nomi e personaggi, avverte un misto di preoccupazione ad un misto di goduria per quello che realmente può accaderle in quella figa che ha tra le cosce e pensa a già quante corna metterà a quel coglione del suo fidanzato!
esegue quanto Luca gli ha chiesto e lentamente sfila la minigonna, esce un perizoma rosso da paura con le calze in tinta autoreggenti.
Il cazzo di Luca è quasi pronto per esploderle un litro di sperma in faccia!! Si sta menando il cazzo, cazzo che lei guarda sempre più spesso e sempre con più voglia di ingoiarlo e sentirselo dento, guarda la spaccata rosso fuoco di quel glande e lo immagina nella sua bocca, sta sperando che lui le chieda di metterselo in bocca!!
Prof; Ora basta!!
L: Troia, prendi sto cazzo incomincia a mettertelo in bocca!! Su puttana, so che ti stai bagnando come una zoccola, so che ti piace!! Avantiii!!! Fammi un bocchino, grande troia!
La prof esegue impaurita, ma eccitata,in cuor suo era quello che la figa desiderava!! si sta bagnando, quel perizoma, sta diventando acqua!
E’ rimasta con le calze autoreggenti rosse, uno slip inzuppato di umori, seduta con quel culo sexi e meraviglioso sul water, prende con le due mani quel cazzo, ne avverte subito il calore ed incomincia ad ingoiarlo, poco a poco, lentamente, lo lecca, lo succhia, lo fa sparire sempre più, sempre più nella sua bocca, nella sua gola, sente quel cazzo, il suo spessore, e gode, sente quel caldo, caldissimo cazzo che sta per esploderle in bocca, non aspetta altro, sta umiliandosi, pensa al suo fidanzato, per l’ennesima volta si ritrova con un cazzo enorme in bocca, mezza nuda e pensa alle corna che sta mettendo al suo ragazzo. Le sono rimasti indosso solo le splendide calze autoreggenti che la rendono davvero Sexy e troia, uno spettacolo da far esplodere cazzi a ripetizione, e il perizoma bagnato, inzuppato dei suoi umori che cominciano a filarle nell’interno coscia !!
L: uummm, oohh, siii, brava la mia zoccola di professoressa, aveva ragione laky, sai ingoiare il cazzo alla grande, guarda sta troia, anche la lingua sulla spaccata del cazzo sai passare e leccare divinamente, uuauuuu!!
La prof incomincia a fargli un bocchino da paura, da tutta se stessa, lentamente il cazzo entra ed esce dalla bocca, le sue labbra calde sono di una sensualità estrema, lavora di lingua e con la lingua gli lecca di tanto in tanto anche le palle!!
No molla mai il cazzo dalla bocca, ormai le piace, ma non deve farlo capire, se no è spacciata!!
L: brava, uauu che zizze che hai, guardati i capezzoli, fantastici, fantastica!! Dai strizzati i capezzoli, ubbidisci troia!!
Come una automa, ma un automa in calore, incomincia a massaggiarsi le zizze, a stringersi i capezzoli tra le dita, a stuzzicarseli, a massaggiarsi i seni, sta godendo, sta godendo come una troia!!
L: ora giù il perizoma!!
La prof con uno scatto si leva il cazzo dalla bocca e
Prof: basta, ora basta, smettila!!
L: giù lo slip zoccola!!
Lei quasi impaurita dal tono, lo toglie, si nota una fessa rosso fuoco bagnatissima, tradita da quella situazione le labbra della figa sono un lago, tra le cosce si intravedono i fili colanti dei suoi umori, della sua goduria!!. Mentre lo toglie quasi si tradisce, bacia la cappella del cazzo!! Lecca le palle a quel ragazzo che sa da li a qualche secondo la pomperà di brutto cornificando ancora e ancora il suo cornuto di fidanzato
L: alzati e metti le braccia alla parete!!
Prof. Cosa cazzo vuoi fare!?
L: ora lo vedrai!
Luca la gira velocemente, di scatto Francy poggia le braccia quasi all’altezza della catenina dello sciacquone, la fa piegare e le chiava il cazzo nella fessa!!! Talmente era bagnata che entra come nel burro!!
Prof: ooohhhnnooo, noo, ti prego, nooo, mi stai violentando!!!
L: zitta troia e pompa, pompa, zoccola, fatti chiavare, uummmooohhh, che fessa che hai, che culo, mamma che culo
Prof. Oohh, uumm, stronzo, mi stai, mi stai, aprendo la fessa, ooohh, nooo, ti prego, nooo,,uuumm ooohh, però che cazzo che haii, uummmsiii, ora incomincia a piacermi, stronzo, sei uno stronzo figlio di puttana!!! Ooomm, si, dai fammi vedere, fammi vedere se mi sai chiavare, se sai soddisfarmi, pezzo di merda, fammi vedere quanto sperma riesci a farmi esplodere nella fessa,ooohh, uuu, siii
Luca se la sta pompando di santa ragione, le zizze di francy sbattono sul petto provocando un rumore sordo ma piacevole, il culo di francy sbatte sul cazzo e le palle di Luca, entrambi si stanno scopando a vicenda, una scopata stellare!!
L: ooohhh, puttana, cosa credevi di cavartela con lo spogliarello, so che ti piace, le foto ti tradiscono, a quel cornuto del tuo fidanzato gli cresceranno un bel po di corna!! Ohhhm, preparati, preparati che ti sto per esplodere la sborra nella fessa, eccoloooo, tieni troiaaa, senti quanto sperma caldo, puttanaaa
Luca le aveva scaricato una mitragliata di caldo sperma nella fessa, lei sentiva pulsare quel cazzo nella figa e godeva, godeva come una grande troia, aveva ancora una volta messo le corna a quel coglione del fidanzato che avrebbe visto di li a poco con una fessa inzuppata di sborra di un altro, chiavata in un lurido cesso di una scuola !!!!
P: ora ti basta? Ho pagato anche con te il mio debito, ora basta, lasciami andare ti prego!
L: forse non hai capito!! Siamo solo all’inizio!
P: che cazzo vuoi ancora, guarda quanta sborra mi hai sparato nella figa, che vuoi ancora?
L: incomincia con pulirmi il cazzo! Puttana, come fanno le puttane, il servizio completo!! Avanti ubbidisci!!
Con la cintura dei suoi pantaloni le sferra una scudisciata sul culo!! Evidentemente Laky aveva notato che le faceva piacere e glielo aveva detto!
La prof seduta sul water, ripulisce leccando quel cazzo momentaneamente afflosciato, lo ripulisce a dovere e, come una vera troia ,lo scappella, tira fuori la capocchia e lo succhia, lo slingua, lo ripulisce a dovere tanto che il cazzo pian piano ricomincia a prendere forma, sempre più, sempre più!!
L: brava la mia zoccola!!
Luca la prende per i capelli e l’abbassa la testa ripetutamente sul cazzo!!
L: ok, ora alzati e fammi sedere sul cesso!! Tu mi cavalcherai come una troia! Mi farai una bella smorza candela, vieni puttana, guarda quanta sborra ti cola dalla fessa!!
In effetti era vero, dalla fessa usciva copiosa la sborra,
P: no, ora basta ti prego, ho la fessa piena e…
Non finisce la frase che luca la prende a forza ai fianchi e la fa sedere sul cazzo con le zizze che gli sbattono quasi sulla faccia!
P:Ooohhh,nooo, ummmm, mi stai penetrando nello stomaco!! Come cazzo è lungo sto cazzo, ooohhh,ummm
L: dai lasciati andare, cavalcami, scopami, lasciti andareee, ora conduci tu il gioco, sei tu che puoi spezzarmi il cazzoooo, dai fammi godere e godi anche tu, prof in Calore che sei!!
P: oohh, ssiii, siiii, dai, daiii, dammelo, schiattami, scopami,
la Porf sembra un indemoniata, sentirsi quel cazzo enorme sin nello stomaco, sentirselo strusciare sul clito, poterlo gestire a suo piacimento nella fessa e contemporaneamente sentirsi succhiare i capezzoli, mordicchiare le zizze, il collo i capezzoli da quello studente in erba mai visto prima che le stava affondando la faccia nelle zizze, tutto questo, trovarsi in un cesso della scuola, con le sue foto a terra che guardava e la eccitavano mentre se lo stava scopando la eccitava e la faceva sentire come lei voleva, una Troia, una Puttana.
La eccitava il pensiero delle corna che stava mettendo ancora al fidanzato con il quale di li a poco sarebbe andata al cinema!! Si al cinema a bagnare la poltrona con la sborra che le sarebbe uscita dalla fessa, la sborra di quel figlio di puttana che la stava pompando a dovere e se la stava chiavando a tutta forza su un cesso facendola godere come una zoccola!!
Cavalca la prof, cavalca come se davvero fosse a cavallo!!! Si sente il “Paf paf” del suo culo sbattere sulle palle di luca e sulle cosce, sempre più veloce, sempre più dentro, lei prende le zizze con una mano schiaccia la testa di quel ragazzo nelle zizze come se lo volesse affogare nei suoi capezzoli, nella sua carne, sta godendo, è in orgasmo, non capisce più nulla, un orgasmo stellare, sente la sborra colarle dalla fessa della precedente sborrata, sa che Luca ci metterà più tempo perché ora era venuto e questo le fa ancora più piacere, vuole il più a lungo possibile quel cazzo dentro a sbatterla, ad allargarle quelle labbra infuocate e desiderose di cazzo!! ,
P: oohhh, ssiii,siiiiiiii,
L: oohh, sto arrivandooo, ci sono troia, zoccollaaaa
Luca gli spara ancora una volta nella fessa sperma caldo, caldissimo, dopo qualche movimento ancora con la fessa per sentirsi la cappella sin dentro l’utero la prof si accascia su di lui, si baciano, lui si mette le zizze in bocca, la lecca e restano in silenzio avvinghiati tutti e due.
Si rivestono, lei incazzata prima di lui.
P: Basta, ora sparisci, non farti più vedere!!
La prof si avvia nel corridoio della scuola ma ad un tratto nota che gli viene incontro Laky!! Forse lo aveva avvisato Luca di tutto e si era precipitato anche lui a scuola:
P: brutto stronzo, hai dato le foto a mezza scuola, idiota!! Me la paghi sai, ti faccio bocciare!! Figlio di Puttana!!
Incazzata passa alle mani, ma laky riesce a bloccarle le braccia, nella colluttazione la spinge e la porta in una specie di sgabuzzino dove vi era uno scaletto, tante scope ed asciugamani, era lo stanzino dei bidelli e delle pulizie.
Nella colluttazione laky riesce addirittura a sbottonarle la camicetta e tirar giù la gonna, è uno spettacolo, nota che dallo slip fuoriesce sborra, capisce tutto.
Laky;
ehi prof, ti sei scopato anche Luca vero? Madonna quanto sei bella con lo sperma che ti esce dalla figa,peccato che non ho la macchina fotografica!!
guardati sei una vera donna, una gran puttana, si è vero ho dato le foto ai miei amici più cari, tra questi anche i tre delinquenti dell’istituto che ti faranno il culo e se solo provi a denunciarci hai chiuso con la carriera, noi saremo sospesi, ma tu ti immagini sui giornali di mezza Italia: La Prof. In Calore si scopa mezza classe e si fa chiavare da tre bulli??
Nel frattempo nello sgabuzzino era arrivato anche Luca a dare man forte a Laky
Lu: uauu ora siamo due studenti che vogliono avere qualche lezione privata dalla loro prof, vieni prof, vieni facci divertire un po!!
Chiudono la porta dello sgabuzzino e la prendono per le braccia, lei cerca disperatamente di divincolarsi, con tutte le forze, ma sono in due, belli robusti
P: Lasciatami, stronzi, vi ho detto di lasciarmi..capito??Mi avete scopato entrambi, non vi basta, stronzi!
Ma di tutta risposta, le tolgono a forza camicetta, reggiseno !! La prof resta in calze autoreggenti e scalza.
L: madonna che schianto che sei, che fessa, guarda ti esce ancora la mia sborra!
P: stronzo, tutti e due, due stronzi che volete farmi, idioti, basta!!
Di tutta risposta Luca estrae la cinta dei pantaloni e la scudiscia sul culo bianco e sodo lasciandogli il segno.
Sarà, ma quella situazione alla prof in cuor suo la eccita maledettamente, sta godendo, si sente scoppiare, i suoi umori sono alle stelle, ama essere sculacciata e restare in calze e scalza, è un orgasmo quello che sta vivendo.
Lu: siediti sui gradini dello scaletto puttana e esegui i nostri ordini
La Prof pensa al suo fidanzato se la vedesse in quelle condizioni, nuda su uno scaletto chiusa in uno sgabuzzino con due studenti con il cazzo da fuori che probabilmente dovrà armeggiare e con la sborra che esce copiosa dalle labbra rosso fuoco!!.
LaK:
dai prof, datti da fare, non c’è nessuno a scuola, puoi gridare pure, ma abbiamo offerto un po di soldi al bidello per andarsi a fare una pizza, siamo solo noi tre ed ora ci farai due bei bocchini da paura, vediamo come te la cavi con due cazzi in bocca contemporaneamente, dai puttana esegui!!
P: no, vi prego, lasciatemi, lasciatemi stareee, vi prego basta!!
Di tutta risposta riceve un'altra scudisciata sul culo, E’ una gran Troia, in effetti in anima sua era proprio quello che voleva, ricevere ancora e ancora scudisciate, essere picchiata, magari stuprata mentre davanti ai suoi occhi le passano le immagini del suo fidanzato.
Entrambi i ragazzi hanno il cazzo in mano, lei ne prende uno per ogni mano, Luca prende la cintura e a mo di guinzaglio gliela gira intorno al collo!!
Lu: Puttana dai, facci vedere con la lingua come te la cavi mettiti sti cazzi in gola, su avanti troia di prof!!
Lei esegue, incomincia a leccarli, ad assaggiarli, li mette tutti e due in gola, quasi affoga ma le piace da morire, lo aveva sempre desiderato, ma poi..
Prof: no ragazzi, vi prego, basta!!
Ma a questo punto Laky prende la testa della prof per i capelli e le ficca il suo cazzo in gola!!
Prof. Offff ugggoohhh,tronzo quasi mi affoghi!
Lu; Facci sti cazzi di pompini!! Ubbidisci!! Troia!
La prof stavolta ubbidisce, non ha frecce al suo arco e, in cuor suo, sta godendo come una zoccola. Afferra per le mani i due cazzi e incomincia a leccarli, baciarli, strofinarseli sul volto, incomincia a succhiarli in modo alternato, mentre succhia guarda con senso di sfida quei due balordi che vorrebbe ringraziare ma non può farlo, la stanno facendo vivere una situazione al limite tra orgasmo, erotismo ed illecito, tutto all’insegna delle corna che ormai non si contano più che sta mettendo al suo fidanzato con il quale sarà di li a poco a cinema
Prof: uummm, oohh,uggg, ooohh
Luca: ooohhh, siii, cosii, brava la nostra prof, la nostra puttana personale, siii, continu, brava bacia la cappella, siii,,ooohh,,,siiii
Laky;
che zoccola ssiii, ummm che troia, brava, si struscialo anche sul seno, si, brava, cosi, rimettilo in bocca, brava affogati con due cazzi in bocca, brava le pallee sii ummme tu saresti una prof??? Tu sei una grande zoccola!!! Dai che ti sborriamo in gola, dai, daii, siiii, cosiii
Lu;
siii, dai che ti veniamo in gola e affoghi nello sperma, siii, continua
Alla prof non sembra vero, quella situazione l’aveva vista e rivista nei DVD a casa sua, mentre da sola sul letto si strofinava la fessa con il vibra, con il dildo di 26 cm, sdraiata per terra a menarsi la fessa in modo violento, strizzandosi in camera i capezzoli sino a farsi male, giocando con il dildo a smorza candela e immaginando di vivere una scena del genere, mettendo le corna al fidanzato anche con il vibratore!!
Ora invece era lei oggetto del DVD, un DVD reale che la vedeva coinvolta con due veri cazzi in gola:
Lu / Lak: Ooohhh…veniamooo, siiii..
Entrambi i ragazzi erano arrivati e le avevano scaricato sperma a volontà in bocca, la bocca della prof tracimava di sperma!!
Prof.uuu,,oohhh,ummm,
La prof era piena di sperma ma. Presa dall’orgasmo, con un senso di voracità si getta su quei cazzi, li slingua, li risucchia, prende quanta più sborra in bocca è possibile, i si siedono a terra con i cazzi all’aria, entusiasti, lei si accovaccia a terra accanto a loro.
I ragazzi le prendono la sborra che cola dalla bocca e la passano sulle calze, sulle zizze, lei ne approfitta, mettendosi di fronte a loro chiude i suoi piedi ed incomincia a masturbare i due cazzi con i suoi piedi, i ragazzi godono, godono da morire, che troia!!!
Con i piedini e le calze rosse strizza quei cazzi pieni di sperma, i ragazzi le toccano le cosce, le mattono le mani sui seni, è in loro ostaggio, soffre ma gode al tempo stesso, continua con i suoi piedi a far rizzare i cazzi, per i due studenti è una nuova sensazione, nemmeno le loro fidanzate arrivano a tanto!! Non glielo avevano mai fatto, masturbare i cazzi con i piedi e calze sporche di sperma mentre se la menano tutta.
LU:
Ohhh, che troia, che puttana, sei insaziabile!! Guarda come lavora con i soli piedini.
Prof: Vi prego, farò tutto quello che volete, ma non fatemi toccare da quei tre stronzi delinquenti, vi prego, difendetemi da loro, farò tutto quello che vorrete, vi darò…vi darò..
Laky;
cosa vuoi darci se possiamo prendere tutto!!
Prof: Vi darò anche culo, va bene? Si vi farò chiavare con il mio culo!! se me li tenete lontano, tutti e tre!! potrete spaccarmi il culo, vi prometto che mentre lo fate chiamo al telefono anche il mio fidanzato, così mentre mi spaccate il culo, parlo con lui e gli metto le corna!!!
Luca/ Laky:
Puttana!!, però?! cazzo che Troia che sei, ummm, ci hai dato un idea, e sai che ti dico, proviamo proprio ora, subito!! vediamo come te la cavi con due cazzi nel culo!!
Prof: No, vi prego, ora basta, basta, mi avete spaccato a figa, riempito la bocca e le zizze di sperma, ora basta, lasciatemi andare vi prego.
Ma di tutta risposta i due ragazzi l’aiutano a rialzare, uno dei due continua a toccarla e sbaciucchiarla sulla schiena, nell’alzarsi fuoriesce un fiotto copioso di sperma dalla fessa, la contrazione del movimento le aveva fatto colare copiosamente la sborra dalla figa e come una corda spessa bianca ed elastica le stava colando lo sperma di quei due tra le cosce, una scena erotica, davvero arrapante che i due ragazzi non si erano fatti sfuggire e che li aveva aiutato a raddrizzare ancora i loro cazzi.
Lu:
su prof, sei in mano nostra, brava così, poggiati le mani sullo scaletto, brava, girati, apri le cosce, ora ti facciamo il culo.
Prof.;Nooo, vi prego, nooo,,,lasciatemi andare, vi supplico!
Laky: Sai che sei davvero arrapante con queste autoreggenti tutte piene di sperma!?
Laky aveva capito subdolamente che alla prof per uno strano motivo le piaceva essere presa a cinghiate sul culo e dunque!!
Splach, Splach! Due forti scudisciate con la cinta dei pantaloni
Prof. Ohh..nooo.oohhhh
L’aiutano a girarsi, la mettono con la faccia rivolta verso lo scaletto, lei intuisce tutto, già sa che a turno abuseranno di lei, le spaccheranno il culo, vorrebbe resistere ma è una sensazione più forte di lei, in animo suo sta fremendo per sentirsi aprile quel culo, per sentire avanzare nella sua palle i cazzi caldi e spessi di quei due maledetti che la stanno umiliando ma la stanno facendo godere come una zoccola, una zoccola in calore!!
Lu:
dai su, un ultimo sforzo, vedrai di fronte a quello che ti faranno quei tre stronzi, prenderla nel culo da noi due sarà come fare un interrogazione facile facile!!
Laky: che gran culo che hai, che gran bel culo!!
Prof; no vi prego, lasciatemi, vi supplico!!
Tra sculacciate, baci e morsi sul culo, i due incominciano a metterle le mani sulla figa, prendono i suoi umori e lo sperma che le fuoriesce copioso dalla fessa e a turno lo passano e ripassano sul buco del culo per rendere più agevole lampenetrazione.
Mettono lo sperma sul buco del culo e mentre lo fanno la baciano sulla schiena, sul culo, i loro cazzi incominciano a rialzarsi di brutto, lei con la coda dell’occhio li nota e dentro di se nella fessa, gli umori incominciano nuovamente a produrre, si sta arrapando anche lei, chiusa in uno sgabuzzino con le mani su uno scaletto sta aspettando tra lacrime, singhiozzi e tanta voglia di cazzo, che quei due la spacchino il culo.
Lu; uumm, prof, che cosce, con le calze autoreggenti sei divina, tutte piene di sperma, ora che ti vede stasera quel cornuto del tuo fidanzato, dammi il cell, dai chiamalo. Aspetta però quando sto per aprirti il culo, lo chiami, vero troia??
Prof: col cazzo, non chiamo nessuno!!
Ma una forte tirata di capelli ed un dolore immenso, le fa subito cambiare idea!
Prof. Va bene, va bene, lo chiamo, lo chiamo..
Lu: uuumm, Laky apri le pacche a questa troia, dai voglio sfondarle il culo!
Laky l’aiuta e mentre la mordicchia il culo e le sputa sul buco del culo luca lentamente incomincia a penetrarla, il cazzo è grosso, largo, lungo come piace a quella puttana in calore, dopo le prime ridicole resistenze la prof incomincia a collaborare, incomincia ad avvertire quel calore che le sta pervadendo il culo, le sta penetrando nell’anima!!
Prof: ooohhh, stronzo, mi stai aprendo il culo, maledetto, meled..ohhhh, stronzo, uummm che cazzo, che cazzo enorme che hai, figlio di puttana, ora mi squarti il buco, ooohh, uuumm che cazzo, che cazzooo
Haii, oohh, ahhhiii,
La prof, incomincia a dimenarsi, il cazzo di Luca è sempre più dentro, sempre più dentro, laky sta cercando il cell per farla chiamare, ma lei, troia com’è, lo strappa di mano è più forte di lei, chiama il suo uomo!!
ProF:
Ciao, amore, amore, sai…sai..ohhh..sai cosa sto facendo?? Sto tenendo una lezione privata, si con due studenti, sono,ooohh..ripetenti, tardo, faccio più tardi tesoro, amore mio, ooohhh andiamo allo spettacolo più tardi, aspettami, ti prego..aspettami!!!
Come per lo studio fotografico, lei stessa nell’ennesimo orgasmo prende il cell e lo mette sotto la fessa, lasciando che fili di sperma e sborra colino sul celll, poi lo riprende,
Prof: Hai capito tesoro? Si ci vediamo più tardi! Spegne, ed è solo Sesso!!!
Prof: OOohh, cazzzo, dammi sto cazzo, stronzo, fammi vedere come mi spacchi il culooo, daiii!!
Quella scena spettacolare ha fatto rizzare il cazzo che ora è di marmo a Laky, e mentre lei sta dimenandosi e gridando, le afferra i capelli, si mette davanti a lei e le mette il cazzo in bocca, sino in gola!!
Per la prof è una goduria senza fine. Si trova con un cazzo enorme in bocca uno in culo !!
Prof: uufff, ooohh, che cazzo, uumm che sborra, daii, sii, cosìì. Sono la vostra puttana, la vostra prof in calore, stronzi bastardi!!
Luca se la sta chiavando nel culo di santa ragione, si sente il rumore sordo delle pacche, del culo che sbatte sul cazzo e le palle,
LU; oohh, troia che culo, che buco enorme, che puttana, zoccola, la mia prof è una gran zoccola in caloreee..
Prof ohhh, sii, daii, daiii vienimi dentro, dai, sparami sta cazza di sborra..
Mentre lo dice, ingoia letteralmente il cazzo di laky che le arriva in gola, quasi affoga nella sborra, le fuoriesce dai lati delle labbra i fiotti di sperma, cerca di trattenerla, le piace ingoiare quella sborra perché pensa che da li a poco bacerà anche quel cornuto del fidanzato con ancora la sborra in bocca di quei due bastardi!!!
Laky; le sono arrivato in bocca, ma ora tocca a me, devo spaccarti anche io il culo, bella troia!!
Laky si siede a terra per recuperare un po le energie, da dietro il culo luca le sta massaggiando le zizze con i capezzoli appuntiti e la sta sorreggendo sotto le braccia mentre il cazzo si sta sfilando dal buco del culo, anche quella è una sensazione stupenda, dal culo si sente anche un po d’aria uscire, i tre sorridono, lei accenna a piangere, umiliata, son indosso solo le calze piene e zeppe di sperma. La prof, si fa forza, vuole divincolarsi, ma luca la blocca da dietro!
Lu: dove vai? Non hai capito, laky ti deve bucare il culo!! Dai fallo rizzare il cazzo come facesti nello studio! Segali il cazzo con i tuoi piedini, fallo rizzare il cazzo con i piedini adorati pieni di sborra!!!
Senza battere ciglio, la prof incomincia a ubbidire, prende il cazzo tra i piedi e con movimenti sensuali incomincia a fare una sega al cazzo, dalla bocca le scorrono rivoli di sborra, da culo pure e dalla fessa fuoriescono palline di sperma!!
Laky: oohh, sei proprio una zoccola, brava, con i piedini ci sai fare, zoccola!!
Mentre ciò accade, luca è intento a baciarle le zizze, a leccarle i capezzoli rendendola ancora più arrapata, tanto è vero che..
Prof:
Ok stronzo bastardo, vedo che il cazzo è in tiro, dai fammi vedere se sei in grado di farmi uscire il sangue da buco del culo!!
Laky: con piacere grande troia!!
Laky si posiziona dietro, le bacia sul collo, le scosta i capelli le passa la mano sulle cosce che con le autoreggenti sembrano di seta, il cazzo si rizza ancor di più, il buco è già aperto, nel frattempo la prof ha in mano il cazzo di luca, incomincia a segarlo, e leccarlo, si alza ancora, lo fa sparire in gola e per farlo si china a 90 gradi, ora il culo è tutto di Laky!!
Laky: uumm,oohh, che culo, troia, che culo, che puttana,
Prof. Uummogff, si, fammi vedere scopami nel culo, uummm così, si dai, fammi godere bastardo!!
Un susseguirsi di movimenti sinuosi, e veloci, la rendono troia ed eccitata, si trova nuovamente con un cazzo nel culo ed uno in bocca!
Lu: Uumm che bocchino, che troia
Mentre lo dice le abbassa violentemente la testa sul cazzo e la tra su, l’accompagna come se si stesse segando il cazzo, solo che ha le labbra della prof che stanno succhiandogli anche le palle, nel frattempo laky se la sta chiavando di brutto nel culo, sempre più a fondo, sempre in modo violento, proprio come voleva quella splendida prof in calore, che troia.
Alla fine quasi contemporaneamente arrivano , dalla bocca escono fiotti di sperma, negli occhi, nel naso, sulle zizze, un lago di sperma, laky nell’arrivarle nel culo emette un grido di piacere enorme
Laky: OOohh, ssiii,, troiaa,,, vedi, anche il sanguee, ti ho spaccato il culo!!!
Era vero, la troia aveva sentito un dolore immenso aveva capito che le era arrivato a spaccarle il culo, ma come una troia, aveva goduto e goduto.
Alla fine crolla a terra i due si fanno ripulire per bene i loro cazzi, pieni di sperma. Mente i ragazzi si rivestono e se ne vanno, lei resta in un lago di sperma, scoppia a piangere. Si lascia andare ad un pianto inarrestabile, sofferente, ma in anima sua soddisfatta di quelle sensazioni mai provate.
Prof. Che troia che sono, non c’è la faccio a vivere senza il cazzo, senza tradire, ho voglia di cazzo, ho voglia costante di essere penetrata, ora sono in ostaggio di una banda di stronzi, mi massacreranno..
Il suo discorso in solitaria è interrotto dai singhiozzi del pianto!
Prof: ora mi violenteranno a turno, non so cosa mi aspetta, ma qualsiasi cosa sarà godrò e sarò sempre una grande troia, una Prof. In Calore!! sempre
Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 7.8
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per Una Prof. In Calore II Parte :

Altri Racconti Erotici in tradimenti:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni