Racconti Erotici > Lui & Lei > Salerno/ Tour irraccontabile, ma “Raccontato” V Parte
Lui & Lei

Salerno/ Tour irraccontabile, ma “Raccontato” V Parte


di rodubi
05.10.2022    |    2.346    |    0 9.5
"Non fatemi aspettare…sono eccitataaa…siiiii… cosiii..."



Dopo aver scopato come due dannati io e Jessica ci siamo docciati e goduto della Suite. Abbiamo riso, scherzato, mangiato dolci a volontà, bevuto e parlato del più e del meno. Era oramai notte fonda, furtivi complici di scopate all’oscuro del marito!
Eravamo entrambi in accappatoio, vi lascio immaginare quando si muoveva, si apriva l’accappatoio tutto il ben di dio che era davanti ai miei occhi, figa, tette, cosce…tutto insomma. Seduti sul divano con lei tra le mie braccia come due Amanti, ad un certo punto ha cominciato a parlare della sua “Domestica/Collaboratrice” Tonya. Lei è una ex prostituta salvata da un camionista che poi l’aveva sposata. Era ed è al servizio di Jessica, soddisfa le voglie sessuali di lei e suo marito ad Aviano dietro lauti compensi, il tutto naturalmente all’insaputa del camionista cornuto e contento! A questo proposito, se vi va, leggete i racconti nella mia sezione “Rodubi”, avrete modo di scoprire ciò che è accaduto nella precedente visita guidata a Napoli, dove “Tonya” si racconta e descrive la sua non facile esistenza.
Jessica: di la verità, ma ti piaccio più io o lei?
Siete entrambe stupende! Non faccio paragoni!
Jessica: si però lei ha la figa sempre depilata in maniera perfetta, io invece o una figa con una peluria nera, ti piace più depilata? Di la verità, ti piace depilata, lo leggo negli occhi! Allora Vieni con me! Andiamo su, andiamo in bagno! E’giunto il momento di cambiare!!
Avevo una vaga idea di quello che volesse intendere e forse fare, e infatti! Una volta in bagno ha preso la schiuma da barba in dotazione alla suite e, sedutasi sulla poltrona accanto alla vasca idromassaggi, ha allargato le cosce e mi ha chiesto di spuzzarle la crema sulla fessa!!! Allargando le cosce addirittura si vedevano ancora piccole tracce della sborra scaricatale durante la notte!
Ha allargato con le mani le labbra della figa, erano di fuoco!
Jessica: Bella vero, rosso come piace a te e piena della tua sborra come piace a me!!
La troia stava gia bagnandosi e godendo di quella situazione!! Mi sono sparato la schiuma sulle mani e in modo sensuale ho incominciato a sparmagliela sulla fessa, sulla peluria nera, ummm che spettacolo, non so se lo avete mai fatto, ma masturbare una donna con la schiuma da barba sulla e nella figa, manda in delirio e ti fa diventare il cazzo d’acciaio!!
Jessica: ohhh..però..così…così…non..vale..mi stai..facendo…venire…ohhh…smettila…voglio..voglio depilarmi..non scopare...ohhh.mamma...siii..siiiii...
Avevo la mano intera nella fessa!!! La mano intera!!!! La stavo chiavando con la mano ed il cazzo era bello, grosso e filante!!!
Jessica: no…non..vale…non..vale…mi..stai..mi..stai..facendo..arrivare…ooohhh..siiii.siiii..vengo…vengo.. sono…venuta..siiii.siiiii.Ohhhhhhhh!!! basta, basta, sono arrivata!!!
Che troia, che puttana!!!Che donna!! Ripresasi da quella sglillettata, si è depilata davanti a me tra risate e commenti spinti su Tonya! Che spettacolo vederla depilarsi con le tette ed i capezzoli turgidi, rigidi, con la collana di perle che di tanto intanto le arrivava sulla fessa! Una volta depilata, ci siamo rilassati un po', lei si è messa una camicetta bianca abbottonata sin sotto le tette!! Sotto, nulla!! Ci siamo buttati nella piscina incassata a terra tutta illuminata! Ci siamo baciati, toccati, accarezzati, siamo stati li a godere dei nostri corpi e di quell’acqua calda in silenzio per un bel po', con melodie della filodiffusione coccolandoci a vicenda. La camicetta bianca trasparente era eccezionale, lo sapeva, sapeva che quell’effetto appiccicoso della camicetta bianca sulle aureole rosse con i capezzoli duri aveva sul cazzo un effetto dirompente, lo aveva già fatto nell’Hotel a Napoli! Uno spettacolo nello spettacolo! Non sapevo se dovevo restare con lei tutta la notte, così le ho chiesto se dovevo lasciarla riposare e ritornamene in camera mia, ma di tutta risposta:
Jessica: cosa?? Tu resti qui! Tu dormi qui con me! In camera tua ci vai domani per vestirti e guidarci in Costiera. Dai mangiamo e poi…a letto!!!
Dal ristorante dell’hotel sono arrivati spaghetti, secondi, vino…frutta.
Jessica: sai, di notte spesso dormo con abbigliamento molto sexy, ora vado in bagno e lo vado ad indossare, tu aspettami a letto!! Vedraiiii, ci divertiremo!
Dopo poco, mentre ero sul letto è arrivata con calze bianche autoreggeti, un mirco perizoma fatto da un filo di perle che le spaccava culo e fessa, guanti di velo bianco, sino alle braccia, un reggiseno che in pratica la circondava i sei che erano tutti all’aria!!! I capelli raccolti dietro, senza alcuna collana!! Che spettacolo!
Jessica: ti piaccio?? Hai visto la figa depilata? Così me lo metti meglio dentro…. Devo confessarti una cosa. Ho una mia fantasia erotica che non ho mai detto e fatto con mio marito e Tonya! Lo scoprirai stasera, tu non devi assolutamente preoccuparti… ma lo voglio fare… e tu mi asseconderai, vedrai..sarà un segreto tra te, me e….
Conoscendola, un po mi sono allarmato… che cazzo mai sarà, cosa mi chiederà ..boh?!
Ci siamo messi a letto…luci soffuse, candele profumate, lo scroscio dell’acqua della piscina incassata e illuminata a terra a pochi metri dal letto tondo…lo spettacolo della Costa Amalfitana
Lei era stupenda, divina, solo a vederla così, a vedere quel culo meraviglioso, il cazzo era già in tiro!! Ci stavamo baciando, la stavo toccando tutta, ma proprio tutta, cosce, fessa, seni, capezzoli in bocca, le leccavo il collo, il suo profumo era inebriante, le baciavo le pacche, le cosce, la schiena….ummm che spettacolo…che bella donna…ad un certo punto si sdraia su di un fianco…mi sussurra…
Jessica: dai, leccami il culo, la schiena, voglio sentire il tuo cazzo tra le pacche, nella spaccata del culo…ohhh..siii..cosiii bravo..si..stringimi..da dietro…si prendimi le zizze in mano ohhhh..siiiii, dai..dai..siii stringimi, stringimi tutta, ohh sento il cazzo nellle pacche…siiii….ummm siiii… cosììì
Da sotto il cuscino prende un tubetto di crema…
Jessica: ora mettimi tutta la crema nel buco del culo…voglio che me lo metti nel culo…voglio che me lo sfondi....ohhhh...lo voglio sentire tutto dentro...voglio sentire la sborra dentro...devi scaricarmi tutta la sborra che haiiii…ummm siii…aspetta…non ho finito! Prendi anche questi!!
Da sotto ai cuscini però prende anche dei preservativi! Non capisco, cosa dovevo farci?? Avevamo scopato sempre senza!?
Jessica: i preservativi non sono per te! Sono per la mia voglia, per quello che voglio fare stasera e non ho mai fatto ma ho sempre voluto farlo! Mio marito non lo sa e mai dovrà saperlo!
Continuavo a non capire, anzi peggio, non la seguivo!
Jessica: Ora farò una telefonata, non a mio marito! E’ una persona che verrà qui, con noi! Ha la chiave della camera.
Resto allibito! Cosa? Mi scosto un attimo da lei…ma, di tutta risposta…
Jessica: no, non fare così, ti prego, stammi accanto, ascoltami! Verrà solo per pochissimo tempo, giusto il tempo per soddisfare la mia voglia! E’ una Trans! Si chiama Gina, vedrai è bellissima, come me ha grossi seni, un volto meraviglioso e anche un cazzo grande e meraviglioso. L’ho contattato in Chat e ci siamo incontrati di persona ieri quando ho fatto shopping con Tonia nel centro di Salerno! Sa già di te, sa già tutto! Sa della nostra precedente esperienza di “Visite Guidate” con te a Napoli, con Tonia (leggete i racconti precedenti su Rodubi).
Con te e “Gina” stasera voglio avere una doppia penetrazione, ma voglio lui nella fessa con i preservativi e te nel culo, senza naturalmente!! Voglio fare questa pazzia!!!
Cazzo che sorpresa!!! Porca miseria!! Il tempo di rendermi conto e mi trovo Jessica addosso a baciarmi, toccarmi, prendere il cazzo in bocca!
Jessica: Dai…ti prego…dimmi di si!!! Che ci stai!! Che non ti da fastidio tutto ciò!
Ok le dico, è un’esperienza diversa, ma, a condizione che io non abbia a che fare in alcun modo con il Trans!!!!
Dalla gioia mi spiaccica sul letto e mi bacia focosamente!! Poi prende il cellulare, chiama! Dopo pochi istanti sentiamo aprire la porta della Suite..
Gina: hei.. ciao, Guida?, Jessica?, sono io, Gina! Pochi istanti, mi cambio e arrivo!!
Jessica: vedrai, sarà bellissimo! Era già qui in Hotel, gli ho detto di trattenersi verso quest’ora nel corridoio in attesa che tu mi dicessi di si! Grazie, Grazie, per questo regalo che mi fai d’ora in poi farò tutto ciò che vorrai!
E’galvanizzata, lei stessa si spalma la crema nel buco del culo… poi vedo entrare Gina! Sembra una splendida donna, se non sapessi che fosse trans, non lo immaginerei! Ha seni provocanti, un bel viso, truccata, ha un completo intimo meraviglioso, elegante, gambe depilate avvolte da calze nere di seta, le gambe non hanno nulla di maschile, non sono muscolose, anzi… ha uno slip nero di pizzo, una vestaglia rossa (un pò troppo rossa!), scarpe con tacchi altissimi.
Gina: che bella coppia che siete… che bella che sei Jessica senza vestiti, posso venire a letto con voi!?
Jessica: si, ti stavamo aspettando, questa è sempre stata la mia voglia segreta, fare sesso con due persone di cui una “Trans”!
Gina: siamo qui per accontentarti!! Tu sei la sua Guida Turistica! Jessica mi ha parlato benissimo di te, mi ha detto che sei una persona “Speciale”, sai unire Arte & Sesso in modo eccellente! Bravo!
Jessica: ora ascoltatemi, voglio stare al centro tra voi due, la mia voglia e quella di essere al centro del letto, prima coricata su di un fianco…voglio che Gina mi sia davanti e tu, la mia Guida Turistica Perfetta che mi stia dietro che mi tocchi dietro come stavi già facendo, voglio sentire il tuo cazzo nelle pacche e poi nel culo….Gina, questi sono i preservativi per te…Gina dopo ti metterai sotto di me nella fessa e dietro vogl..…..
Nemmeno il tempo di farla finire la frase che l’ho sdraiata come voleva lei, al centro tra me e Gina, ed ho incominciato a leccarle il collo, mi dava la schiena, le palpavo il culo, il cazzo incominciava a salirle tra le pacche unte della crema, le toccavo il culo, da dietro le stringevo le zizze…, le ho strappato letteralmente quel micro reggiseno! Gina ha capito che era quello il momento, ha tolto lo slip, ho visto il cazzo bello e già pronto! Ha messo il preservativo! Gina ha affondato il viso tra le zizze di Jessica, leccandole, mordicchiandole, Jessica ha cominciato a pendere entrambi i cazzi in mano, con la sinistra il mio dietro al culo, e davanti quello di Gina, ha cominciato a segarci, i nostri corpi hanno incominciato ad avvolgersi ad essere un corpo solo!! Jessica era come un Wurstel messo in un panino!
Ha cominciato a slinguarsi con Gina, a toccare, accarezzare, baciare le zizze di Gina, a prenderle i capezzoli in bocca…
Jessica: Oooohhh, siii.ummm sii..dai..daii..Chiavatemi..scopatemi..sventratemi..sono la vostra puttana..ummm siii voglio i vostri cazzi..voglio le tue zizze Gina..uuummm siii daiii mettimelo nel culo, tu mettimelo nella fessa…Gina mettiti sotto…ohhh ummm siii…cosììì voglio impalarmi …voglio il cazzo del Trans nella fessa…tu aprimi il cullooo..ooohh siiii cosiiii…godo..godoooo…voglio una doppia penetrazioneee
Le ho strappato il filo di perle che le segava le pacche, le stavo dietro la schiena, vedevo rimbalzare le zizze di Gina sotto e le zizze di Jessica, le stavo leccando il culo, le ho messo prima un dito nel culo, ha inarcato la schiena dal piacere,
Jessica: ohhh..siiii. il dito nel culo…senti ..senti come scivola..ohhh voglio il cazzo, voglio il cazzo nel culoooo..siii dai…non farmi aspettare…daiii.. non fatemi aspettare…sono eccitataaa…siiiii… cosiii..bucatemi tutta… voglio sentire la vostra sborraa….
Il buco era pieno di crema, non avrei fatto fatica ad aprirle il Culo! Gina nel frattempo la stava baciando, un carnaio, eravamo come impazziti, impazziti di Sesso!!!Jessica si è impalata sul cazzo di Gina, il cazzo di Gina è lentamente sparito nella fessa di Jessica.
Jessica toccava e ritoccava le zizze di Gina, affogava il viso nei suoi seni, incominciava a saltare come una forsennata sul cazzo della Trans, ho dovuta quasi fermarla per metterglielo nel culo! L’ho fatta abbassare a novanta gradi e, mentre si baciava lei e Gina, con il cazzo di Gina già nella figa, da dietro ho incominciato a penetrarla nel culo… il cazzo entrava che era una meraviglia, mio dio, sentivo il calore del buco, sentivo lentamente aprirsi e richiudersi la carne al mio passaggio, quasi a dire “Ora sei qui nel culo e mi scopi, mi scopi alla grande”!!”.
Sentivo le pareti del buco sulla spaccata della cappella del cazzo…era fantastico chiavarmela nel culo…ecco ero dentro, tutto dentro, ho incominciato a chiavarmela, a stantuffarmela… sentivo il peso del culo, il cazzo nel culo!!! Era così a fondo che quasi intercettavo anche il cazzo di Gina, Gina se la stava sbattendo a più non posso nella fessa…
Jessica alternava momenti di urli pazzeschi, a momenti in cui tanto era l’orgasmo da farla essere come “Assente” come in Trans!!In preda a quella situazione di Sesso i nostri cazzi erano di marmo, tosti, davvero duri!!!
Jessica: ohhh..siii..siiii che cazzi che avete…siii rompimi il culo…ummmm osss siiii…una doppia, una doppiaaaa…lo desideravo desideravo essere scopata da un Trans nella fessa e prenderlo nel culo da te….ooohhh…siiii sventratemi…sono la vostra troia..siiiii chiavatemi..sborratemiiiii riempitemi di sborrraaaa… sono una puttana, una puttanaaaa
Io e Gina avevamo le mani sui fianchi di Jessica, era come un voler sfondarle fessa e culo il più possibile, fino in fondo…fino a farle male!!!
Jessica: sssiiiii, godoooo,siiii.sborrratemi…sborratemiiiii..voglio la vostra sborraaa…sto arrivando…vi supplico…la sborraaa,sto arrivanndooo..
Un breve sguardo di intesa tra me e Gina, eravamo pronti, c’eravamo e…all’unisono le abbiamo scaricato tutta la sborra che avevamo in corpo! Vi assicuro che è stata tanta, davvero tanta, era una situazione assurda, anomala e assurda, ma, al tempo stesso, super eccitante!! Per cui…sborra a volontà!
Jessica: ohhh,siiii, siiii. Grazie, grazie ragazzi, grazie, mi avete fatto toccare il cielo…siii ho goduto come mai…che troia che sono, che zoccola…siii grazie…ohhh..che scopata, che scopata!!! Ohhh quanta sborraaa, nel culo…siiii…tanta…ohhhh…haiiii..siiiiii ummmm….
Siamo rimasti sul letto per un po'. Jessica leccava le aureole del trans, io le roteavo i capezzoli, le toccavo i seni, le baciavo quelle cosce da urlo, le sbaciucchiavo quel culo…
Dopo poco Gina si è rivestita, ha lasciato accanto a Jessica il preservativo pieno di sborra!!! Jessica gli aveva detto che doveva andare via subito e che voleva restare solo con me. Gina è andata via, ci ha salutato lanciandoci bacetti. Di lei ricorderò sicuramente la bellezza, l’educazione, la discrezione, non mi ha mai chiesto nemmeno come mi chiamassi. Siamo rimasti da soli, nel letto tondo, avvinghiati l’un l’altro con la sborra che le fuoriusciva dal culo e le arrivava all’interno delle coscia. L’uno stretto all’altro ci siamo addormentati, di tanto in tanto la stringevo e la baciavo, lei faceva altrettanto. Che notte fantastica!
Se volete sapere come è proseguita il Tour Guidato. Leggete i prossimi racconti e soprattutto quelli precedenti nella "Sezione racconti Rodubi".
Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 9.5
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per Salerno/ Tour irraccontabile, ma “Raccontato” V Parte :

Altri Racconti Erotici in Lui & Lei:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni