tradimenti

Il timido


di Membro VIP di Annunci69.it Curioso917
31.01.2024    |    12.280    |    3 9.5
"Evelina non rientra per giorni poi arriva la comunicazione di richiesta di separazione, anche per il classico tre volte buono è la goccia che fa traboccare..."
Delio è quello che si può definire un uomo fortunato,ha un buon lavoro e un gruzzolo sostanzioso lasciato dai suoi genitori, unico handicap è la timidezza,a 36 anni non è mai stato con una donna.
Non le sono mancate le occasioni, nel lavoro è un uomo deciso con le donne una frana,era quasi inevitabile che finisse tra le grinfie di una nobildonna in cerca del pollo da sposare.
Per Evelina ogni occasione è buona per farsi una bella scopata e il verginello è un'occasione troppo ghiotta per farsela sfuggire,da poco ha scoperto di essere incinta e ovviamente non sa chi è il padre,ha sospeso la pillola probabilmente un preservativo bucato e la frittata è fatta.
A Evelina non dispiace l'idea di diventare madre e Delio è il tipo giusto,buono e credulone,è bastata qualche moina e una notte d'amore e il povero Delio è cotto a puntino.
Tempo un mese e convolano a nozze ,lei indossa l'abito bianco simbolo di purezza, gli amici di lei se la ridono alle spalle del cornuto felice.
La prima notte di nozze per Delio è stato un tripudio di felicità, Evelina gli fa provare il paradiso, Delio come da tradizione la porta in braccio sino al talamo dove lei si scatena in un fellatio da Guinness, Delio è al settimo cielo,non può resistere più di tanto,le inonda la bocca di sperma,lei ingoia tutto e si lecca le labbra con fare da vera porcellina.
È solo l'inizio ,lei si fa scopare alla missionaria,di sponda, alla pecorina,poi con fare da bambina innocente finge di donare al marito la verginità anale, il poveretto è orgoglioso e felice ,lei gli insegna come prepararla, Delio lappa le grinze del pertugio che crede intonso,poi con delicatezza entra con la falange dell'indice, Evelina da buona attrice caccia piccoli urletti, finge di svenire dal dolore ma desidera farsi inculare per accontentare il marito.
Dlal comodino estrae un gel miracoloso , Evelina tremante cosparge le piccole labbra di unguento,Delio si unge la verga e cerca la via da deflorare, Evelina prende il pene e lo accompagna al buchino,poi come un agnello sacrificale gli chiede di prenderla ma di fare con delicatezza, appena la cappella forza lo sfintere urla che le fa male ma di continuare,ormai la via è aperta, Evelina attiva i muscoli interni stringendo la mazza per simulare la verginità di un tunnel dove sono passati più treni che nella metropolitana di Milano, ora può smettere di simulare e godersi l'inculata.
Delio si sente il maschio Alfa e inizia a cavalcarla fino al punto di non ritorno, Evelina geme di piacere e lo implora di riempirla, dopo pochi forti affondi le riempie l'intestino di sborra e crolla sul letto distrutto.
Evelina finge che le brucia tantissimo e gli chiede di lenirlo con la lingua,lui premuroso obbedisce mangiando il suo stesso seme, la donna si sforza per non ridere, ormai sa di averlo in pugno e già progetta di tornare a fare bagordi con chi gli pare,il povero fesso pende dalle sue labbra e sarà facile prenderlo per i fondelli.
Già durante il viaggio di nozze alza l'asticella, Cuba è piena di bei ragazzi cazzuti , Evelina ne adocchia qualcuno e decide che l'ultima sera di vacanze si festeggia con una bella orgia, basta una polverina per fare addormentare Delio .
I ragazzi l'aspettano fuori dall'hotel,era d'accordo con tre ma si presentano in cinque, per Evelina è una sfida che intende vincere,la portano in un capanno vicino alla spiaggia e subito inizia la giostra ,i caproni presto si accorgono di aver trovato pane per i loro denti.
Evelina non vuole che nessuno resti a riposo, nonostante i torelli hanno verghe di più di venti centimetri, si fa sfondare con gioia,solo a vederli nudi la figa sbava umori,fa stendere il più cazzuto e si infila l'obelisco fino a cozzare l'utero, lavora con le labbra un altro ragazzo che sbava di piacere,il tempo di adattarsi alla misura e con le labbra gli tocca i peli del pube.
Come un'amazzone salta sul cazzo del caprone ,poi si stende sul suo petto e si infila a secco due dita in culo,il messaggio è chiaro e immediatamente viene presa in doppia,i ragazzi sanno il fatto loro,si sincronizzano mandando in estasi la donna.
Il primo a sborrare e quello che spompina,come un idrante le riempie il viso, subito chiede il cambio e viene accontentata.
La scopano a turno in tutti i buchi, Evelina gode di continuo,per tre ore ogni suo pertugio è sempre occupato ,poi chiude la kermesse facendosi sfondare la figa dai due cazzi più grossi.
I cinque sono stremati, applaudono la signora,lei sorridente si fa accompagnare in albergo, saluta con un bacio e torna in camera dove Delio dorme come un angioletto.
Alle nove si svegliano, lui ha un po' di mal di testa ,lei lo rimprovera di bere troppo,poi si godono l'ultimo giorno di mare, Evelina coccola il maritino come la più fedele delle mogli,uno dei ragazzi della sera prima la guarda e la saluta con la mano,lei gli sorride e le fa segno di sparire.
Dopo un mese dalla luna di miele, Evelina da al marito la lieta novella, Delio sembra impazzire per la felicità,se prima la trattava da regina ora vive solo per lei,il ginecologo della donna è uno dei suoi amanti e ovviamente mente sul fatto che è gravida da tre mesi, meglio non correre il rischio di una paternità da spiegare alla moglie.
Unica paura della donna e che non sia figlio di un uomo di colore, anche il povero fesso non se la berrebbe ,dalle prime ecografia è certo che si tratta di una bimba,il medico la tranquillizza tutto procede al meglio anche se non può determinare il colore della pelle.
Per due mesi approfittando delle ripetute assenze del marito continua la vita di sempre,ha ancora in affitto un piccolo monolocale dove poter ricevere i suoi amanti vecchi e nuovi, poi al quinto mese comincia qualche problemino,la pancia comincia a crescere e ha spesso nausea.
Per Delio è un periodo felice ,Evelina esce di rado e si concede spesso al marito,poi si avvicina il momento del parto e giocoforza i coniugi devono rallentare l'attività sessuale fino a smettere definitivamente.
Il ginecologo comunica ai genitori che la bimba nascerà prima, Delio è preoccupato per il parto prematuro, Evelina che non partorisca una bimba di colore.
In sala parto c'è molta tensione,poi la gioia è una splendida bimba e in certi tratti sembra assomigliare al padre putativo.
Il tempo scorre, Evelina si riprende al meglio e la voglia di cazzo torna a farla da padrone.
Col tempo le chiavate casalinghe si diradano fino alla concessione solo della classica scopatina del sabato sera, Delio vorrebbe di più ma Evelina inventa mille scuse, unica gioia per l'uomo la figlia che adora.
Evelina adduce improbabili uscite con fantomatiche amiche e Delio è felice di spupazzarsi la figlia .
Dopo poco più di un anno di matrimonio le attività sessuali in famiglia si azzerano Evelina dice di amarlo ma di non provare più stimoli sessuali,il pover'uomo si rivolge al solito medico che lo convince a avere pazienza e che non è raro che dopo la maternità una donna possa avere simili momenti.
Delio per anni non ha conosciuto il sesso ma ora ne sente la necessità, non è un brutto uomo e la sua dotazione farebbe felice molte donne,non vuole farsi un amante e l'unico ripiego sono le professioniste del sesso.
Prova a caricarne per strada ma la cosa non lo soddisfa e il guanto l’ammoscia, quindi decide di consultare i siti delle escort, dopo diverse delusioni trova una disperata disposta a farlo a pelle.
La ragazza si chiama Bena è un albanese da pochi anni in Italia, lavorava come operaia in una tessitura ma la crisi l'ha lasciata in mezzo a una strada e anche se a malincuore ha deciso di prostituirsi,si è iscritta al sito da pochi giorni e finora non ha avuto contatti,Delio è il suo primo cliente e la ragazza non sa come comportarsi con un cliente,ha accettato di fare sesso senza preservativo perché se non paga la pigione la sbattono fuori di casa e quel signore è disposto a pagare trecento euro quanto basta per l'affitto e il mangiare per qualche giorno.
La situazione è quasi comica ,lo riceve in tuta e pantofole, quando Delio cerca di baciarla si sottrae,si stende sul letto si sfila i pantaloni della tuta e scosta le mutandine di cotone, chiude gli occhi in attesa di sentire il cazzo profanare la figa, Delio si limita a accarezzarla anche se la verga gli scoppia,si distende nudo accanto a lei e inizia a baciarle il collo,Bena riapre gli occhi e guarda l'uomo, è un bel tipo in altre circostanze gli sarebbe piaciuto incontrarlo ma ora deve fare la puttana e per lei non è facile.
Delio la implora di baciarlo,vuole
veramente fare all'amore,lei è confusa non si aspettava una richiesta del genere, Delio ne approfitta e la bacia sulle labbra lei d'istinto apre la bocca e riceve con piacere la lingua dell'amante occasionale, dopo un momento di imbarazzo si baciano con passione,lui non è più un cliente e lei è la sua donna.
È inevitabile che tutto cambia, Delio le sfila le mutandine e si fionda a divorare la figa,lei si lascia andare al piacere e ansimando schiaccia la testa dell'uomo sulla sua intimità, l'uomo ha avuto una buona insegnante e presto porta Bena ha un primo orgasmo ferino,senza bisogno di parlarsi iniziano a leccarsi i sessi a vicenda,allacciati a 69 si divorando i sessi, lei è inesperta ma supplisce con il desiderio, presto sono in vista del traguardo, Bena per la prima volta nella sua vita squirta umori e urina lui le spara in gola bordate di sperma.
L'eccitazione non cala si baciano scambiandosi i sapori poi è lei che gli chiede di scoparla, quando lui la prende a pecora sente che è stretta, è abituato alla figona di Evelina e cerca di essere il più possibile delicato,lei ansima di piacere e presto raggiunge un nuovo orgasmo, Delio ha voglia di lei e fa di tutto per durare,la prende vis a vis e la bacia con desiderio,gli solleva la felpa e si impossessa delle mammelle,lei è stravolta dal piacere e lo incita a sborrare nel suo ventre,per Delio è troppo, Bena sente gli schizzi di sperma invadere in profondità la sua tana.
Crollano sul letto esausti come due innamorati,le coccole si sprecano, poi come inevitabile ognuno racconta di sé,viene il momento di lasciarsi,Bena non vorrebbe i soldi da Delio insiste una banconota da 500 euro scivola sotto il portafrutta,la ragazza lo accompagna alla porta lui si volta e si scambiano un ultimo bacio,:”Bena non sono geloso ,tra di noi se qualcuno è in torto questo sono io,ma sarei felice di vederti spesso, non pretendo che tu mi aspetti,ma non buttare la tua vita,mi sento in colpa nei confronti di mia moglie ma sento di non poter fare a meno di te,di qualsiasi cosa hai bisogno io ci sono,so che preferisci trovarti un lavoro onesto,mi guarderò attorno e se trovo qualcosa ti avviso”.
Delio se ne và,a Bena scendono lacrime,sa che quell'uomo per lei è irraggiungibile ma non vuole perderlo,il povero Delio e pervaso dai sensi di colpa ma non è pentito, Bena gli è entrata nella testa e nel cuore.
Una volta a settimana i due si incontrano, Delio pensa ai fabbisogni della ragazza e poi tramite un caro amico le trova un lavoro,con Evelina le cose non vanno bene l'unica cosa che lo lega è la figlia per cui stravede,la moglie è sempre più distaccata e ormai non scambia con il coniuge neanche una carezza , gli è balenata l'idea di lasciarla per vivere il nuovo amore ma teme di perdere la figlia.
Le voci su Evelina corrono così velocemente che anche il cornuto si rende conto di essere stato ingannato,un giorno esce dal suo ufficio per farsi un caffè in santa pace , in un tavolino appartato del bar vede la moglie limonare col suo ginecologo, ormai è chiaro che per lei è solo un bancomat,esce dal bar senza farsi vedere,una scenata peggiorerebbe le cose.
Ne parla con l'unica persona di cui si fida ciecamente, Bena lo ascolta e cerca di consolarlo, d'improvviso gli balena un'idea,una madre indegna può perdere la potestà sui figli e se risulta che non è il padre scatta la denuncia per furto continuato e per il ginecologo la radiazione dall'albo.
Delio mette subito in chiaro che amerà sempre la figlia indipendentemente da chi è il padre genetico, Bena lo guarda con affetto:”non potrebbe che essere così, l'uomo che amo non abbandonerebbe mai la figlia che ha allevato con amore”,non sfugge a Delio che a detto che l'ama,lei cerca di glissare ma come da copione finiscono a rotolarsi sul tappeto, Bena ormai non può negare il suo sentimento,fa sdraiare il suo uomo e mentre lo bacia accompagna con la mano la verga a quella che ormai è un lago profumato,infila lo spadone in un solo colpo fino a sentire dolore poi si agita senza smettere di baciarlo e gli munge il cazzone attivando i muscoli interni.
Delio è in paradiso si abbandona a occhi chiusi tra le braccia del suo vero unico amore,dopo innumerevoli piccoli orgasmi la donna decide di raggiungere l'apice, inizia a cavalcare con furia la verga fino a raggiungere insieme al suo uomo un orgasmo forse mai neanche immaginato.
Mentre lui la riempie di coccole Bena gli espone la sua idea:”se sei d'accordo ho un cugino che lavora in Albania per il vecchio regime,si occupava di intercettazioni ,ora in Italia non saprei ma se vuoi lo contatto, non può negarmi un favore “,non può che dirle di si,sa che Elvira lo tradisce col dottore ma da tempo non sa nulla di lei,cosa fa,chi frequenta, insomma è una perfetta sconosciuta ,il più delle volte cucina lui per se e Beatrice, lei torna tardi e spesso dorme in cameretta.
Dopo qualche giorno incontrano il cugino,un tipo poco raccomandabile ma sicuramente scaltro,gli spiega la vicenda e i sospetti e di quando l'ha vista al bar con il medico .
Il tipo lo rassicura se c'è qualcosa da scoprire in breve uscirà,gli consegna un piccolo aggeggio da inserire sotto la cover del telefono di Evelina,chiede una sua foto e se conosce qualche posto che frequenta,e consegna un kit per fare alla piccola un tampone di saliva.
Delio non è ancora deciso a procedere, vorrebbe chiarire con la moglie, meglio separarsi da buoni amici che entrare in conflitto , Evelina non è di questo avviso, è da tempo che fa seguire il marito nella speranza di trovare uno straccio di prova per chiedere la separazione con colpa,un innocente bacio sulla guancia con Bena scambiato in un bar per lei è una prova schiacciante di tradimento.
Evelina non rientra per giorni poi arriva la comunicazione di richiesta di separazione, anche per il classico tre volte buono è la goccia che fa traboccare l’otre, mette sotto controllo il telefono della troia e da mandato all'ex poliziotto.
La convocazione è tra quindici giorni ma basta molto meno a fare chiarezza,il cugino è molto scaltro, già dalle intercettazioni escono incontri con molti amanti e serate in ville dove si praticano orge , esce anche il nome di qualche amico di lui, Delio è furente si rende conto che di lui non gli è mai importato nulla,poi è il momento dei video girati in una di quelle serate,Ledion si è imbucato e ha partecipato al festino,uno che credeva amico da sempre è il primo a aprire le danze con la moglie,gli scopa la bocca ,mentre un biondino gli lecca la figa preludio alla gangbang con Evelina unica protagonista.
Marco che credeva suo amico, le chiede se il cornuto c'è l'ha così lungo,lei toglie per un attimo il cazzo dalla gola:”certo a una nerchia meglio della tua ma è un povero cretino,ora cercate di farmi godere,tra pochi giorni sarò libera e ricca,il coglione per paura di rinunciare alla bastarda farà tutto quel che voglio”.
Da quel momento si sentono solo ansimi e urla di godimento, Evelina viene presa da dieci individui tra cui Ledion,i suoi buchi sono farciti di sborra e leccati dal cuck padrone di casa dove ormai vive la sua ex.
Sembra un film porno,la porca non ha limiti si fa anche fistare fino al polso,la scopano in figa uno per volta,poi è il momento delle doppie, Evelina è multiorgiastica e non smette un attimo di godere, tutti i presenti si scaricano più volte,chi in culo chi in figa.
Al povero Delio gli viene da vomitare solo la presenza di Bena l'aiuta a sopportare, ormai è tutto chiaro non è necessario vedere altro, Ledion consegna il materiale e se ne va, Delio guarda con amore la sua donna:”amore questa notte desidero che vieni nella tua nuova casa a conoscere Beatrice, spero che tu l’accetti come figlia,il padre e colui che ama e lei è mia figlia,se lo vorrai tu sarai la nuova mamma “, Bena scoppia a piangere:”ti seguirò ovunque “.
Bena fa subito amicizia con la bimba di due anni,per Beatrice c'è solo la tata e il papà,la madre quasi non la conosce, Bena da subito gioca con lei e la copre di affetto,la bimba guarda il suo papà e con l'ingenuità dei bambini gli chiede se lei è la mamma, Delio a gli occhi pieni di lacrime:”si amore, lei è mamma e staremo sempre insieme “, Beatrice guarda Bena:”perché piangi”,”perché sono felice di stare con la mia bambina “,
Beatrice è troppo eccitata, questa notte niente sesso,la bimba si addormenta nel lettone tra mamma e papà .
Delio ormai è deciso a non farsi più infinocchiare dalla sua ormai ex moglie, quando l'avvocato di Evelina prova a parlare,il suo tira fuori il materiale e Evelina sbianca,poi si riprende e da buona stronza gioca la carta della figlia,Delio sorride:”scusa avvocato ma se si scopre che era già incinta prima di conoscermi e che mi ha ingannato sulla paternità è reato?”,la stronza ha un leggero svenimento :”ovviamente parlavo per ipotesi ,a Beatrice ci penso io non può vivere in certi ambienti, meglio evitare che veda mamma all'opera , faccio una proposta,500€ fino a che trova il pollo che la sposi e la chiudiamo qui,se vuole vedere la figlia non ci sono problemi ma solo a casa mia, pensateci “.
Dopo una mezz'ora Evelina e l'avvocato tornano,la mia ex con uno sguardo pieno di odio firma le carte e pone fine alla nostra storia, fuori ci aspetta Bena con in braccio Beatrice:”ti sei già messo con questa puttanella?”Delio gli ride in faccia e corre a baciare le sue donne.
Evelina non si è mai fatta vedere,vive con l'uomo proprietario della famosa villa, finché il fisico le regge spero sia felice, d'altronde è stata lei a farmi vincere la timidezza.











Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 9.5
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per Il timido :

Altri Racconti Erotici in tradimenti:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni