Racconti Erotici > trans > Rosalba 2
trans

Rosalba 2


di Membro VIP di Annunci69.it Curioso917
17.08.2023    |    1.241    |    0 9.6
"Parliamo per giorni di questa cosa, Stella vuole che sia convinto di quello che faccio, ricordati che ti amo egualmente, come uomo o donna non fa differenza..."
Vado a letto e da giorni che dormo senza incubi, verso le tre sento la chiave girare , Stella entra nella cameretta,mi osserva da lontano, fingo di dormire,si avvicina e mi bacia la fronte, poi esce e accosta la porta.
Ho subito, ma non era lei, Stella mi piace .
Mi sveglio col profumo di caffè, Stella è già in cucina, prepara la colazione, ciao ghiro ti sei svegliato finalmente,bevi il caffè e preparati, oggi ti cerchiamo lavoro.
Alle 9 siamo al negozio di una sua amica, ciao Stefy ciao Stella è questo il famoso figo? Speriamo sia in grado di aiutarmi,in un negozio di calzature da donna un bel uomo può fare la differenza .
Sono frastornato Stella mi ha soccorso, ospitato mi ha trovato lavoro, non è solo bella è una persona eccezionale,dai tu resti qui ripasso all'ora di pranzo.
Ha ragione Stefy un bell'uomo attira clienti,imparo a calzare i piedini delle clienti,a pranzo Stella mi raggiunge, ormai la guardo come donna, ci mangiamo un sandwich in allegria, poi torno al lavoro.
La sera rientro a casa con mezzi pubblici, nella mia testa mille perché.
Stella non voglio certo fare il moralista,ma perché batti ,sei non solo bella,sei intelligente hai capacità, amiche che possono aiutarti, perché.
Mi guarda con un velo di tristezza, Roberto potrei dirti fatti i fatti tuoi,la verità è che come tè sono rimasta sola da ragazzino,mi sentivo donna,ho dovuto prostituirmi per sopravvivere,poi per il percorso,ho fatto debiti ora ho quasi finito di pagare,ti faccio una confessione.
Con i clienti sono solo passiva,non che non funziona,ma non riesco a eccitarmi senza provare un minimo di sentimento ,ti sembrerò stupida ma per me amare è condivisione,non c'è maschio o femmina, c'è solo il noi e dopo tante delusioni il noi non esiste.
La guardo,comincio a capirla, Stella sei unica, certo come crocerossina non come donna, lascia perdere vado al lavoro.
Resto solo a pensare,per me era tutto bianco o tutto nero,ora so che non è così, spero ritorni presto non credevo ,mai l'avrei pensato ho voglia di lei ,forse non del suo corpo ma di lei.
Sono le tre fingo ancora di essere tra le braccia di Morfeo.
Stella come la sera prima entra in cameretta in punta di piedi mi guarda dormire si cala sul mio viso, le prendo la testa tra le mani le bacio le labbra,gli occhi,con le labbra seguo il contorno del suo viso ,del naso,torno alle labbra,le dischiude,inizia un bacio passionale,niente violenza ne frenesia,ci gustiamo le lingue esploriamo in palato, il tempo si è fermato non vogliono più staccarsi,le mani accarezzano i corpi,sento irrigidire i suoi capezzoli,le accarezzo l'ombelico, seguo la curva delle dolci chiappe, improvvisamente si stacca da me.
No Roberto non possiamo sei un bravo ragazzo,io sono sporca,la abbraccio la stringo a me, sento la sua erezione e lei la mia ,ci strusciamo ,il desiderio aumenta.
Mi metto in ginocchio con la lingua, lecco il ventre , entro nell'ombelico, Stella freme di
piacere, scendo con le mani,accarezzo le stupende gambe,le prendo un piedino e me ne nutro. Ma che fai, sono sporca,lo dice con poca convinzione,le succhio dito per dito ,li lecco dal collo alla pianta,non mi sazio di lei.
È il momento della verità, è tancora appoggiata alla parete, lentamente abbasso la brasiliana,il suo membro scatto come una molla a pochi centimetri dal mio viso è durissimo sarà sui 16 centimetri,con la cappella violacea, già gocciola precum. Non esito con la lingua gusto il liquido preseminale ,le lecco intorno la cappella e piano la faccio entrare.
Stella ansima di piacere, appoggia con delicatezza le mani sui miei capelli e inizia a scoparmi lentamente,non c'è frenesia solo dolcezza,il ricordo della violenza è sparito, godiamo dei nostri corpi, lei mi stringe i capezzoli una sensazione stupenda.
Ti prego entra in me, dammi amore,la sua parola è musica per me ,si inginocchia a pecora,non voglio farlo così,la rigiro, voglio i sui occhi,la sua bocca, appoggio il membro al suo fiore.
Una piccola pressione e vengo risucchiato nel suo scrigno, entro come una lama nel burro,ma non è una caverna è più stretto della figa di Claretta,in lei c'è il paradiso.
Muove i muscoli interni ,mi manda stimoli al cervello,sono come munto,ma resisto voglio anche il suo piacere.
Inizio lentamente a muovermi ,
che bella sensazione,le accarezzo i testicoli stringendoli piano,lei si masturba, i suoi occhi nei miei, l'orgasmo arriva simultaneo, non so se lo vuole esco da lei e sborriamo sui nostri ventri.
Non c'è tempo per nulla ,ancora intrisi di noi crolliamo abbracciati sul lettino e ci addormentiamo .
Mi sveglio verso 7, Stella è rannicchiata in un angolo , accarezzo i suoi capelli,si rigira a pancia in su, per la prima volta la vedo completamente nuda, ammiro il suo corpo,ha le labbra socchiuse sembra sorridere, spero sia contenta di quanto accaduto nella notte, guardo le tettine che ho trascurato sono proporzionate perfettamente in armonia col resto del corpo,le gambe esili,i piccoli piedi laccati di rosso,il suo pene è mollemente appoggiato sulla coscia, tutto mi piace di lei.
Mi alzo senza il minimo rumore,in punta di piedi vado in cucina a preparare la colazione, le disgrazie dei giorni prima non esistono più, quasi fosse la via per arrivare a lei, sicuramente qualche anno ci divide, avrà poco più di vent'anni, ma farò di tutto per meritarla.
Sto pensando a lei, quando entra sbadigliando in cucina, oggi sei tu la dormigliona,mi dà una spintarella e si siede a consumare il suo caffè.
Bravo pensavo una ciofeca, le sorrido, ci guardiamo negli occhi non abbiamo bisogno di parlare, entrambi sappiamo che ieri notte non è stato un incidente,ma l'inizio di qualcosa tra noi.
Mi avvicino per baciarla, no ho un alito pestilenziale, meglio ci laviamo,va in bagno dopo pochi minuti sento correre l'acqua della doccia, Roberto arrivi? come resistere.
Ci laviamo a vicenda,la schiuma ci ricopre le labbra si uniscono , è tutto naturale, ieri era impossibile, oggi mi inginocchiò ,con la mano porto il suo gioiello alla bocca, faccio il mio vero primo pompino , non credevo mi desse simile sensazione,il piacere è per tutti due.
Lecco, succhio ,bacio il glande, inizio su e giù,non provo conati solo piacere,un piacere non solo mentale, il mio cazzo è di marmo. Stella è appoggiata alla parete ansima come le
mancasse fiato,gli occhi al cielo,le sue mani sono appoggiate alle mie orecchie, accompagna il movimento senza forzare, è percossa da sussulti, geme ,gode,le labbra dischiuse.
In pochi minuti è al capolinea,urla mi infila fino alle tonsille,muove velocemente il bacino, esplode l'orgasmo,continua a contrarsi e schizzare nella mia bocca,ha un buon sapore,mi fa alzare ci uniamo in un bacio infinito, le lingue giocano ,si scambiano lo sperma fino alla fine.
Mi guarda con occhi da cerbiatta, Roberto è stato bellissimo è da tanto che non godo veramente, grazie amore.
Vado al lavoro con l'autobus , Stefy mi guarda e sorride,ehi scendi dalle nuvole ,le clienti aspettano un uomo macho.
Stefy è una brava persona ,si capisce che anche lei è nata uomo,ma ora è realizzata,mi racconta tante cose sulla vita di Stella,cose tristi,poi mi guarda seria è presa di tè,se gli fai del male ti tolgo dal mondo.
Purtroppo il nostro tempo è limitato,lavoro fino alle 19.30,lei alle 23 purtroppo deve andare,il più delle volte saltiamo la cena per amarci,Il desiderio non si placa mai.
La domenica è per noi, purtroppo la sera deve rientrare, passiamo giornate al lago ,a visitare posti nuovi, Stella dimostra un'intelligenza superlativa ,sa parlare di tutto,io ho interrotto gioco forza le superiori, lei è a un passo da laurearsi.
A chiudere i giochi manca qualcosa, una domenica piove a scrosci,poltroniamo a letto ,ho un desiderio improvviso.
Stella, voglio provare il piacere di essere donna,mi guarda commossa ,si Roberto se lo desideri mi fai felice.
Ho un po' di timore, ma i sui baci mi rilassano , mi fa stendere pancia sotto, inizia a leccare l'asta,il perineo fino all'ano,entra con la lingua, continua a masturbami lentamente,pian piano mi apro , infila un dito ,sobbalzo,lei smette di penetrare, lecca lo sfintere,lo riempie di saliva,poi piano riprende la corsa,un sottile piacere mi pervade,muovo i fianchi verso di lei. Inizia con movimenti circolari, infila un secondo dito,li ruota dentro di me', nessun dolore, sento qualcosa di fresco,mi lubrifica anche in profondità,si lubrifica anche lei ,il suo piolo e durissimo,si appoggia e lentamente spinge.
Quando la cappella entra completamente,caccio un urlo ,si ferma,cerca di farmi abituare, presto il dolore scompare, riprende la corsa centimetro dopo centimetro, inizio a sentire piacere misto a dolore, la voglio dentro di me, prendo fiato e sono io a impalarmi.
Sento i testicoli sulle chiappe ,godo di una nuova sensazione, Stella inizia un lento su e giù, non c'è violenza è un atto d'amore, la incitò ha penetrare con forza, perde il controllo, inizia una cavalcata che porta al piacere.
Urla al mondo l'orgasmo,si accascia su di me stremata, stupendo sentirmi riempire l'intestino, vengo senza toccarmi con lei ancora in me'.
A Stella scendono due lacrime, è stato bellissimo,non ricordavo un simile piacere, forse non l'ho mai raggiunto.
Restiamo ore nel letto a farci coccole.
Tra pochi mesi terminerà il suo calvario , con le sue capacità un lavoro è assicurato, un pomeriggio Stella è fuori con amiche, mi metto a bighellonare per casa,su una sedia ci sono le sue autoreggenti da battaglia, accarezzo la lycra, è piacevole al tatto, improvvisamente ho l'impulso di indossarle, è un' impresa ma riesco.mi guardo allo specchio, l'immagine riflessa mi colpisce,mi sento sexy , bella per la prima volta penso al femminile,la cosa mi piace,mi siedo,con la sinistra accarezzo le gambe,con la destra inizio a masturbarmi, sono quasi al limite,la porta si apre.
Roberto cosa fai? scusa Stella non ho resistito, perché? ti sei sempre sentito maschio è colpa mia, lo dice quasi spaventata, no Stella forse il mio percorso è diverso dal tuo, sai che potresti rovinarti la vita, Stella non so cosa succederà, ma voglio viverlo insieme a te , ci buttiamo uno nelle braccia dell'altro.
Parliamo per giorni di questa cosa, Stella vuole che sia convinto di quello che faccio, ricordati che ti amo egualmente, come uomo o donna non fa differenza. Troppe cose son cambiate in me, non è il sesso, potrei tranquillamente essere gay, inizio a capire che nel mio inconscio la donna era latente.
Ne parliamo anche con Stefy , Mi spiace perdere il maschio Alfa, ma guadagnerò una splendida commessa, scoppiamo tutti a ridere.
Inizio per me un faticoso percorso, solo l'aiuto di Stella mi dà conforto, il mio corpo era già esile, portavo un 38 di piede, le spalle sono piccole, più mi guardo allo specchio e più vedo una donna.
Psicologo, depilazione permanente, mi sottopongo a ogni genere di tortora, Stella ha pagato il sui debiti,da la tesi di laurea, nonostante sia una trans ,la sua abilità convince una multinazionale,ad assumerla ,non ha ancora esperienza ma si intuisce che sarà un grande ingegnere. Abbiamo più giorni da vivere insieme e notti per fare l'amore, voglio il cambiamento ,ma senza di lei non ci riuscirei. Piccoli Interventi correttivi, grazie a una cura ormonale calibrata, in poco tempo ho una seconda di seno e non perdo la carica erotica, ormai sono donna,la sua donna.
Non mi interessano gli uomini, non è il sesso trasgressivo che cerco, ho già tutto, ho lei.
È passato un anno , il tempo è volato in sua compagnia, tutti ci guardano come splendide donne, chi nota le nostre effusioni in pubblico, dice a se stesso, peccato che sono lesbiche.
Perché mi chiamo Rosalba, la nuova alba della mia vita, è sbocciata nel mese delle rose.


L'amore è solo amore, non c'è sesso, c'è solo il NOI.





Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 9.6
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per Rosalba 2:

Altri Racconti Erotici in trans:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni