Racconti Erotici > trans > Anche questo è amore
trans

Anche questo è amore


di Membro VIP di Annunci69.it Curioso917
17.01.2024    |    9.170    |    28 9.9
"È da tempo che desiderano provare un trans, forse attratto dal mio stesso sesso ma con sembianze femminili, sono il classico sposato represso, lavoro, casa,..."
È da tempo che desiderano provare un trans,forse attratto dal mio stesso sesso ma con sembianze femminili, sono il classico sposato represso, lavoro, casa,figli e una moglie che da tempo sembra disinteressata al sesso o almeno è con me.
Non ho certezze sulla sua infedeltà,io esco di casa alle otto e rientro alle 20,la classica vita di un pendolare nella grande metropoli,lei non lavora e qualche sera dopo cena esce con le amiche .
Quasi ogni sera rincasando faccio il giro delle zone dove battono le donne con il cazzo,ma non ho mai trovato il coraggio di fermarmi.
Un venerdì torno a casa alla solita ora fuori c'è un nebbione che si taglia con un coltello,mia moglie ha preparato la cena ed è pronta per uscire:”ma amore dove vai con questo tempo e poi eravamo d'accordo per una serata di coccole,una volta puoi fare a meno delle amiche”.
Asia si incazza e mi dice che è sempre prigioniera in casa e che di fare l'amore non le va,le ricordo che è da mesi che non facciamo sesso e che comincio a sospettare della sua fedeltà.
Scoppia la lite,mi riempie di insulti e mi tira una mela che mi centra in pieno volto,sono nero di rabbia, per non malmenarla sono io che esco di casa sbattendo la porta.
Non ho più amici, ormai freguento solo i mariti delle amiche di Asia e non mi sembra il caso di rivolgermi a una sua amica alle 10 di sera,la città in cui vivevo è a più di cento km.
Giro in auto senza una meta per sbollire la rabbia, l'auto quasi in automatico percorre la strada che mi porta al lavoro, c'è molta nebbia, vado piano.
Ad un certo punto svolto e prendo le strade del putan Tour ,ormai conosco dove si piazzano le transessuali,ma la serata è gelida poche auto che procedono a passo d'uomo, finalmente scorgo un gruppo di quelle creature,col cuore che batte a mille costeggio,ma due auto prima di me caricano le due bionde con tette da paura, l'ultima si avvicina al mio finestrino.
Non è certo quella che sognavo, nera come la pece,con i tacchi sarà alta più di due metri,non che io sia piccolo anzi ,sono alto1.90,mi guarda con dei grandi occhi neri,direi che è truccata bene, non è nemmeno vestita volgare.
“Ciao qui fuori si gela,se ti piaccio vedrai che ti faccio godere come un porco,se non ti vado a genio almeno portami a casa,con sto freddo non si batte chiodo, abito a pochi km al limite ci facciamo un drink
e torni dalla mogliettina”.
Mi spiace lasciarla lì ,le slbocco la portiera e la faccio accomodare,ora che la guardo bene non è niente male, anche da vestita si intravede un corpo femminile,i lunghi capelli ondulati sono i suoi,dalla pronuncia di capisce che viene dal Brasile.
Sono un po' impacciato è la prima volta che carico una prostituta,lei parla come un fiume di un po' di tutto,pian piano mi mette a mio agio,in dieci minuti arriviamo a casa sua,una palazzina dignitosa nella prima periferia,ho paura che mi sgamino,lei capisce e con il telecomando apre l'entrata dei garage,un ascensore ci porta fino all'attico dove lei vive.
Con le sue grandi labbra mi bacia:”allora come ti sembro”,fa una piroetta su se stessa per farsi ammirare:”mi sa che per te è la prima volta ,quale onore, peccato che non ero la tua prima scelta,tu mi piaci ,adoro i biondini gentili e timidi,dai ti preparo un gin-tonic , poi decidi se ti va di saltare il fosso con me “.
Beviamo il drink, lei si avvicina e mi porge le labbra leggermente aperte,so che è insolito per una puttana,ne approfitto e ci scambiamo un bacio lingua in bocca che a memoria è il migliore della mia vita, il trans ci mette passione che io ricambio,la sua lingua saetta nella mia bocca,le intrecciamo come in una danza,ogni tanto mi mordicchia il labbro e mi succhia la lingua, non sono mai stato baciato così neanche durante il fidanzamento.
Mi dice :”amore vieni in camera”, faccio per prendere mano al portafoglio,ma lei mi ferma:”mi chiamo Esmeralda,ai soldi ci pensiamo dopo,ora pensiamo a fare l'amore”.
Mi apre la camicia, mi strizza i capezzoli e li succhia uno per volta,una sensazione nuova per me,il fratellino scatta sull'attenti, intrappolato nei pantaloni.
Mi cala pantaloni e boxer e si prende cura del mio uccello,lo masturba lentamente guardandomi negli occhi,con le lunghe unghie mi sgraffia lo scroto ,mi sembra di impazzire,poi si toglie i maglioncino e mi schiaccia la testa sulle sue tettine,non ha il seno rifatto ma e bellissimo, appena metto in bocca un capezzolo si allunga come la falange di un mignolo,le succhierei le tette per ore.
Mi stende sul letto e inizia un pompino da favola,ho una mazza importante,ma lei la ingoia completamente,cola saliva sull'asta e mi succhia la cappella come un idrovora,le chiedo di fermarsi se no sborro subito,mi chiede se dopo la prima non funziona più,la rincuoro e lei riprende la pompa portandomi velocemente all'orgasmo,le riempio la bocca lei non ingoia subito ma mi bacia colando la sborra nella mia bocca,se me lo dicevano non ci avrei mai creduto,ci scambiamo più volte il mio sperma fino a finire l'ultima goccia.
Questo giochetto mi ha di nuovo eccitato,il pene è tornato di marmo,lei si mette a pecora e scosta leggermente il perizoma,mi getto a leccare quel culo che sembra una figa,penso ai primi anni di matrimonio, mia moglie adorava farsi sodomizzare, certo il suo fiorellino era stretto ma godevano come matti.
Ora quasi non mi ricordo più come è fatta, Esmeralda si spalma un po' di lubrificante e mi invita a possederla.
I miei 19 centimetri entrano come una lama calda nel burro,la cavalco con gusto,lei aziona i muscoli interni e mi munge il cazzo:”dai piccolo continua così riempimi la fighetta,non ci vedo più le do profondi affondi e le riempio l'intestino.
Mi stendo di fianco a lei distrutto,solo ora mi rendo conto che non ho indossato il preservativo, Esmeralda mi tranquillizza:”con i clienti lo uso sempre,ma tu mi piaci,non lo uso solo con la mia donna e ora con te.
Rimango incuriosito:”quindi hai una fidanzata?”,”certo è una splendida donna, purtroppo è sposata e ha poco tempo da dedicarmi stasera dovevamo vederci ma ha avuto un intoppo , è per questo che mi hai trovata in strada,ho disdetto clienti per vederla, quando non è venuta ho deciso di scendere in strada “.
“Ma allora sei attiva? Mi risponde non sai quanto è si sfila il perizoma,ne esce una proboscide di almeno trenta centimetri,lo guardo a occhi sbarrati:”se ti piace poi toccarlo, non morde anzi da tanto piacere,so che sei un verginello,ma tu hai goduto due volte e io niente,ti sembra giusto?”
Resto incantato a guardare quel cazzone ancora molle,mi dice di toccarlo,come stregato lo prendo tra le mani e le bacio la cappella, è come una droga passo la lingua sul prepuzio,la verga cresce nelle mie mani,ha una circonferenza da paura ma e come se mi ipnotizzasse , riesco a fatica a prendere in bocca la cappella.
Esmeralda comincia a ansimare,la cosa mi inorgoglisce, riesco a ingoiare un pezzo e lo masturbo con due mani,lei appoggia le mani sulla mia testa e mi detta il ritmo.
Sto succhiano un cazzo e mi piace,le vene del mostro si gonfiano Esmeralda mugula di piacere, succhio forte il glande per prenderne il frutto,lei mi avvisa che sta per venire,io aumento la velocità della sega e spalanco la bocca, Esmeralda urla” vengo,bevi “e mi riempie la gola di schizzi, continua a sparare bordate mi riempe il viso e il torace,poi si piega su di me e lecca tutte le secrezioni.
Questa volta sono io a cercare le sue labbra per scambiarci lo sperma, sono già le due passate, facciamo la doccia insieme,lei mi palpa il forellino e mi dice che se torno sarà suo.
Quando sto per andarmene le chiedo il compenso,lei mi dice che la pagherò la prossima volta con il mio culetto.
Torna a casa alle due e mezza passate ,stranamente la luce del comodino in camera è ancora accesa, strano che mia moglie mi aspetti sveglia,non mi chiede dove sono stato,si alza dal letto nuda e mi bacia come tanti anni fa,poi si distende a cosce larghe sul letto, allarga le labbra della figa e mi fa cenno con un dito di prenderla.
Nonostante la serata di sesso, desiderio ancora mia moglie,le lecco la fichetta e la scopo come non ci fosse un domani, questa notte sono venuto più volte , quindi ho molta resistenza,.
Asia mi chiede di riempirla di sperma,ma questa scopata voglio godermela,lei raggiungere un infinita di orgasmi, finché capitolo e le riempio il ventre.
Crollo sul letto distrutto,lei mi fa le fusa come una gattina e mette il suo culetto sulla mia faccia, è un invito a nozze,lo lavoro con la lingua e ci infilo tre dita, Asia mugola di piacere,ma mi accorgo che qualcosa non va, quello che conoscevo come un piccolo fiore, ora è molto più cedevole,la inculo senza la minima resistenza,ho paura che quella strada è molto frequentata.
Non le dico nulla e mi godo il terzo amplesso della serata, Asia geme e ruota il culetto come a sentire meglio la mia verga.
Ora ho la certezza di essere cornuto ma non è il caso di fare una scenata,non voglio svegliare i bambini e voglio affrontare la questione con calma.
Fingo di venire grugnendo il mio piacere,le do un bacio e mi giro dall'altra parte fingendo di addormentarmi.
Dopo un paio d'ore suona la sveglia,mi alzo come uno zombie mi faccio una doccia e vado al lavoro.
Riflettendo,non voglio mandare all'aria il matrimonio,amo ancora Asia, vorrei solo un po' più di affetto, è un ottima madre attenta a ogni esigenza dei figli,se si concede qualche scappatella mi dispiace ma la capisco , tiene la casa un gioiello ma ha tanto tempo libero e un marito assente tutto il giorno.
Da quella famosa sera il nostro menage migliora, almeno due sere a settimana facciamo l'amore e durante i weekend portiamo i ragazzi a fare gite fuori porta.
Le sere che esce so che non va con le amiche, non è bello sapere che mi tradisce,ma spero distingua il sesso dall'amore,del resto anch'io l'ho tradita ed è stata un esperienza emozionante,ma non per questo ho smesso di amarla.
Forse vorrei fosse sincera,ma d'altronde anch'io non gli ho confessato la mia marachella, spero solo che restiamo una famiglia.
Dopo diverse settimane mi prende ancora la voglia di Esmeralda,tutte le sere faccio il giro dove l'ho caricata, ma di lei nessuna traccia.
Un giorno la ditta mi dà mezza giornata libera per fare lavori in ufficio, telefono a mia moglie che posso rientrare ma lei mi dice che è andata a trovare sua zia.
Subito penso a Esmeralda, raggiungo la sua abitazione ma non so come contattarla e se può ricevermi.
Parcheggio nelle vicinanze e attendo l'occasione per entrare nel palazzo,dopo dieci minuti vedo un corriere che suona i campanelli,mi accodo e entro.
Davanti alla sua porta non so cosa fare,se suono ed è occupata si potrebbe arrabbiare,sto pensando al da farsi quando sento movimenti dietro la porta,mi nascondo sull'angolo della scala e vedo Esmeralda che bacia una donna dandogli appuntamento all'indomani, per un momento mi sembra di riconoscere la voce, poi Esmeralda rientra in casa,la tipa è in attesa dell'ascensore, quando entra e si gira mi si gela il sangue.
Quella donna è mia moglie, resto immobiliare come un imbecille, nella testa mille pensieri, è incredibile abbiamo la stessa amante o meglio è la sua donna io sono forse solo un cliente anche se mi ha detto che gli piaccio.
Sono indeciso se suonare il campanello, prendo coraggio e suono alla porta,dopo poco tempo mi apre in accappatoio: “ciao amore finalmente ti sei deciso a venire a trovarmi,avevi nostalgia del mio manganello vero, vieni dentro,ero sotto la doccia “.
È bella anche senza un filo di trucco, non mi sono mai piaciute le nere ma lei mi manda fuori di testa, dovrei fare una scenata ma l'inquilino al piano di sotto la pensa diversamente.
Si apre l'accappatoio, il suo mostro è già in tiro,mi prende le spalle e mi fa inginocchiare,il mio viso è a pochi centimetri dalla verga,senza pensarci lo stringo tra le mani e inizio a succhiare quella torre .
Esmeralda mi incinta:”su piccolo fammi vedere fin dove arrivi con la boccuccia”, sono incantato dal suo totem, cerco di spingerlo il più possibile in gola, ma ne resta fuori buona parte, Esmeralda mi dice che imparerò a prenderlo tutto,ma ne dubito.
Dopo un po' mi porta in camera e si stende sul letto a braccia aperte,mi butto sui suoi piccoli seni,e li ciuccio con gusto,lei sembra gradire:”su così,ci sai fare, adesso rilassati che ti lavoro il culetto “,lo desidero ma ne ho paura,le dico che non mi sono preparato,lei sorride e mi dice:”tutto a suo tempo, questa mattina sono libera, quando uscirai da qui,ti sentirai una femminuccia,ora mettiti a quattro zampe,non avere paura,non è ancora il momento “.
Obbedisco alla dea,lei inizia a leccarmi,il culetto,la sua lingua entra e mi dà uno strano piacere,con una delle mani mi tiene in tiro segandomi lentamente.
“Devi dirmi se lo vuoi veramente,la mia mazza ti desidera ma voglio scoparti a pelle,se mi dici di sì andiamo in bagno,ti insegno a fare i clisteri, vedrai che ti piacerà “.
Sono frastornato ma desidero capire cosa si prova,la seguo in bagno, mentre lei tiene un dito nel mio buchetto e lo lavora,se all'inizio provo fastidio ora mi piace.
Riempie il clistere con acqua tiepida e un liquido che non conosco,mi fa piegare sul lavabo,sento la sua bestia sbattermi sulle gambe,mi rendo conto che desidero provare.
Avvicina il clistere:”sentirai un leggero fastidio solo quando la cannula passerà lo sfintere,poi vedrai che bella sensazione “.
Con calma ne fa entrare un pezzetto, sento un po' di dolore ma niente di insopportabile,poi spinge la cannula tutta dentro,e svuota il liquido,una strana sensazione ma è piacevole,mi chiede di trattenere tutto dentro,mi trattengo fino a che mi dice che posso scaricare.
Mi vergogno a farlo davanti a lei, Esmeralda capisce e mi dice ridendo che la prossima volta verrò da lei già pronto, riempie più volte il clistere, finché scarico solo acqua pulita, inizia a scoparmi con la cannula,non credevo fosse così piacevole.
Torniamo in camera mi mette due cuscini sotto la schiena e con un dito mi massaggia la prostata ,non credevo di provare un simile piacere,il cazzo è così duro da farmi male.
Si unge altre due dita e continua il massaggio prostatico,la mia cappella perde liquido,mugolo di piacere come la più porca delle femmine.
Infine giunge il momento, Esmeralda si unge per bene mette le mie gambe sulle spalle e appoggia la cappella sulle labbra dilatate del mio culo,una spinta e passa lo sfintere, sento un male cane, è come mi squarciasse.
Si ferma e aspetta che mi abitui ,pian piano il dolore scema, riprende la lenta discesa,ormai lo sento nell'intestino,le dico di fare piano,lei si piega a baciarmi e dà un'altra spinta .
Mentre le succhio la lingua, sento sbattere le nostre palle, è arrivato a fine corsa,mi sento pieno ma è una bella sensazione.
Resta un po' ferma poi inizia un lento su e giù,mi scopa il culo guardandomi negli occhi, quando capisce che il dolore è passato inizia a martellare è un piacere diverso,dal culo mi partono scosse che mi arrivano direttamente al cervello.
Inizia a insultarmi,mi chiama troia ,vacca ,rotta in culo,mi stringe l'uccello e lo masturba velocemente, lancio urletti di piacere come una vera donna,ormai godo,non voglio che esca da me,lo invito a fare più forte, Esmeralda mi dà colpi tremendi che mi mandano in visibilio .
L'orgasmo esplode schizzo sperma come una fontana ,mi imbratto torace,viso e capelli,uno schizzo mi colpisce un occhio mi sembra di impazzire e Esmeralda con me , vedendomi godere come una vacca non riesce più a trattenersi,urla il suo piacere,e scarica bordate di sperma nel mio intestino.
Mi crolla addosso,ha il fiato corto,mi dice che solo una donna l'ha fatta godere così,mi rendo conto che sta parlando di mia moglie,ma in questo momento non importa.
Il suo Anaconda è ancora dentro di me, lentamente si ammoscia fino a uscire, sento la sborra che esce dal cratere, Esmeralda lo raccoglie con le mani a coppa e me lo cola in bocca,poi ci baciamo scambiandoci il suo sapore.
È stato qualcosa di incredibile,ora il culo mi brucia terribilmente ma sarei disposto a ricominciare da subito, Esmeralda continua a baciarmi,non è il rapporto di una prostituta con un cliente.
Andiamo a farci una doccia calda, ho le gambe che non mi reggono,ci accarezziamo sotto i getti che lavano le scorie del nostro piacere.
Mi chiede se posso fermarmi a mangiare qualcosa con lei,la sua donna ha preparato la parmigiana, già è la specialità di Asia, accetto volentieri e ci sediamo a tavola nudi.
In tutto questo tempo non mi ha mai chiesto il nome,mi chiama tesorino, amore, piccolino , non so se dirglielo, magari mia moglie gli ha parlato di me.
Non so se rivelargli tutto ho fingere di non sapere ,le chiedo di lei, Esmeralda con lo sguardo trasognato mi racconta di mia moglie.
“È una donna meravigliosa è sposata con un marito che ama,se non fosse così vivremo insieme, l'ho incontrata a una festa in discoteca con delle amiche,suo marito durante la settimana lavora fino a tardi e non sempre se la sente di accompagnarla, tutto è nato per caso,era convinta che fossi una donna, abbiamo scolato una bottiglia di vodka al melone,era un po' brilla le amiche volevo restare alla festa ma lei voleva rientrare a casa.
Mi sono offerto di accompagnarla,lei ha accettato ,nel parcheggio l'ho abbracciata e baciata,lei era confusa,ti giuro che non volevo abusare di lei, è salita in auto ma non sapeva più indicarmi la strada,le ho chiesto di venire a casa mia per farle passare la sbornia ,si chiama Asia,si è fidata di me, l'ho portata a casa,l'ho stesa sul divano e ho preparato un bricco di caffè forte,mi sono seduta accanto e gli accarezzavo i capelli mentre tragugiava il caffè,non ho potuto fare a meno di toccare un seno ,lei ha reagito per togliermi la mano da lì,ma è finita sul mio cazzo,lo sai la mia bestia ipnotizza,non riusciva a credere che ero un uomo,mi ha alzato la la gonna e la verga è esplosa fuori dal perizoma a pochi centimetri dalla sua bocca.
Il resto puoi immaginarlo,poi si è sentita trafitta dai sensi di colpa ha giurato di non rivedermi più,ma dopo una settimana mi ha cercato,si sente sporca,dice che il marito non si merita le corna,ma la nostra storia prosegue da allora.
Vorrei tanto farla felice, magari conoscere il marito e chiedergli… , già se ci penso che potrei dirgli? Per il mondo quelle come me non hanno sentimenti,su assaggia la parmigiana è stupenda come lei”.
Devo dirglielo è giusto:”lo so Esmeralda,me le prepara quasi tutte le domeniche ,sono Alcide il marito di Asia!”
Esmeralda è presa dal panico impallidisce,io mantengo il sangue freddo:”stasera quando l'ho vista fuori volevo entrare e picchiarti,ma quando ti ho vista la rabbia si è sciolta, è chiaro che proviamo un vero sentimento per la stessa donna,ma serei un bugiardo se non ti dicessi che tu mi hai stregato,e non parlo solo del totem,insomma mi piace la tua compagnia non potrei mai odiarti”.
Esmeralda mi guarda con gli occhi lucidi:” non voglio perdere Asia ma mi rendo conto che devo lasciarla,tu sei un brav'uomo, non me la sento di farti del male”.
“Adesso è il mio turno di chiamarti amore,ma non come fai coi clienti ,mi sono invaghito di te , come posso giudicare Asia quando anch'io l'ho tradita, forse per tutte è due è stata la prima volta e incredibilmente con te, sembra destino,ora non so cosa fare,se vuoi potremo trovare una soluzione insieme “.
Ci stringiamo le mani e restiamo in silenzio, quando è il momento di andare ci diamo un bacio, prometto che non sarà l'ultimo.
Al rientro Asia è in casa,la stringo tra le mie braccia con amore,se non ci fossero i figli la porterei subito nel nostro talamo.
La sera facciamo l'amore con rinnovata passione, quando crolliamo stremati ,Asia cerca di parlarmi,ma io le tappo la bocca con un bacio.
“Non dire niente amore mio, non rovinano questo momento stupendo,ti amo da morire e ti amerò tutta la vita”.
Asia si accoccola di spalle accanto a me, capisco dal respiro che gli stanno scendendo delle lacrime,le accarezzo i capelli fino a quando prendiamo sonno.
Ogni sera la vedo triste,le chiedo se vuole uscire con le amiche,mi dice che non ha voglia, spero che anche Esmeralda non stia soffrendo.
Finalmente mi viene un idea che spero possa darci la giusta serenità, telefono a Esmeralda:”ciao, Asia non vuole più uscire la sera, è successo qualcosa ? “,mi dice con voce tremante che vuole interrompere la relazione,le chiedo se può raggiungermi al bistrò dove vado in pausa pranzo,mi dice di sì che deve ricevere un cliente ma sarà lì per le 13.
La vedo arrivare, quasi non la riconosco, è struccata e ha il viso triste,le chiedo cosa vuol mangiare ma lei rifiuta,accetta solo un calice di prosecco.
“Ti ho chiamata , perché questa situazione deve finire,soffre lei, sofri tu, non è giusto vi am…vi voglio bene a tutte e due.mi è venuta un idea spero che funzioni, vorrei organizzare una vacanza tutta per noi in uno chalet in val d'ossola,mi organizzo per lasciare i figli dai suoi genitori, ovviamente non le dico di tè,ma se come penso non è solo un'infatuazione le cose potrebbero mettersi al meglio,mi raccomando sto mettendo in gioco la mia famiglia, spero che tu capisca”.
Esmeralda mi stringe la mano,il suo viso è rigato di lacrime:” avervi tutti è due per me è un sogno, non voglio rovinare una famiglia, con me non c'è futuro,tua moglie che si mette con un trans,che potrebbe dire ai figli e tu ti rovineresti la vita,ma per me godere di momenti insieme a voi è un premio che non so che merito”,”al futuro ci penseremo al momento, ora cerchiamo di vivere al meglio la nostra storia,se conosci Asia lo sai che se si convince di questa strana relazione nulla la ferma,il futuro c'è lo costruiremo,io sono pronto a rimettermi in gioco,ora dipende da te “.
Anch'io sono commosso, è un uomo ma sento che mi sto innamorando, purtroppo devo tornare al lavoro,o forse è meglio così.
Ci mettiamo d'accordo che la tengo informata sugli eventi,ci lasciamo con un abbraccio,la gente intorno ci guarda ma a me non me ne frega niente.
È la fine di febbraio, l'ideale per passare qualche giorno in baita, sicuramente troveremo le ultime nevicate, desidero creare un atmosfera romantica,mi sono prenotato 5 giorni di ferie,un'intera settimana tutta per noi.
I suoi genitori sono felici di tenere i ragazzi, Asia è malinconica, forse teme la resa dei conti,non capisce il perché di questa improvvisa vacanza da fidanzatini e le mie vere intenzioni.
Mi accordo con Esmeralda,ci raggiungerà nel pomeriggio, siamo un po' tutti ansiosi da questa settimana dipenderà il prosieguo della nostra strana storia.
Durante il viaggio sono allegro, anche Asia si lascia andare al ricordo delle prime gite insieme,la baia è perfetta,il proprietario l'ha riscaldata a puntino e per creare un po' di atmosfera ha acceso il grande camino.
È un grande ambiente,con un separé in legno dove è posizionato il grande letto e un bagno con doccia a vista, sistemiamo le nostre cose e insieme prepariamo il pranzo.
Finalmente vedo Asia rilassata, mangiamo in armonia, ogni tanto per gioco la imbocco, pulendogli le labbra con la lingua, l'eccitazione cresce la prendo per mano e la porto in camera.
La guardo con desiderio,le tolgo i vestiti capo per capo,ne bacio ogni lembo scoperto,lei si lascia andare e comincia a ansimare,la distendo sul letto e la copro col mio corpo divorando le labbra.
Scendo baciando il collo,uno dei suoi punti più erogeni,poi mi attacco ai suoi seni poppando come un lattante.
Asia è pervasa da piccoli orgasmi, quando arrivo alla figa trovo un lago profumato,mi dedico a un lungo cunnilingio strappandole grida di piacere, Asia mi restituisce il favore,ci mettiamo distesi in un fantastico 69, dalla sua fighetta escono umori dolci con il miele, prima riusciva a prendere in bocca metà cazzo,ora le sue labbra mi sollecitano i peli del pube, ne conosco la ragione e la cosa mi eccita ancora di più.
Faccio una cosa che non avevo mai fatto, la sua figa e slabbrata ci infilo due,poi tre dita e la scopo velocemente i suoi muscoli si rilassano l'abbondante lubrificazione mi permette di inserire a cuneo tutte le dita,lei sembra impazzire,sbava,mi stringe il polso e detta il ritmo.
Non sono fatto di ferro, le riempio la gola, non una goccia del mio seme viene sprecata.
Ci abbandoniamo sul letto mano nella mano, Asia dice che vuole parlarmi,la interrompo e le dico che non è il momento,ci sarà tempo per spiegarsi .
Ormai sono le prime ore del pomeriggio, tra poco arriverà Esmeralda, le ho lasciato la porta aperta pregandola di fare in silenzio.
Chiedo a Asia di fare un gioco,le faccio vedere una benda nera,lei è perplessa ,ma non si oppone:”amore mio, voglio che resti a occhi chiusi e sogni i tuoi desideri più nascosti,a volte i sogni si avverano”.
Lei si mette la benda,le massaggio il clitoride, la bacio e le sussurro parole d'amore, ogni tanto guardo verso la porta , finalmente vedo apparire Esmeralda,non l'ho mai vista così bella, guarda con desiderio il corpo di mia moglie,le faccio cenno di aspettare.
“Asia oggi potrai realizzare il sogno,ti amo troppo per farti soffrire”,le allargo delicatamente le cosce, Esmeralda capisce al volo,si spoglia all'istante,alla luce delle fiamme il suo corpo è ancora più bello,la bestia è tesa come un obelisco di carne .
Si avvicina al letto si mette in ginocchio e avvicina la cappella a quella figa vogliosa:”lasciati andare tesoro sogna quello che desideri”.
Esmeralda appoggia il glande sul tenero fiore e si fa strada in lei fino a fare completamente sparire la verga, Asia grida di piacere e nell'orgasmo urla il suo nome,poi terrorizzata si strappa la benda.
Non le dò il tempo di realizzare, appoggio il pene sulle labbra, mentre con Esmeralda ci scambiamo un bacio passionale.
La trans inizia a scoparla come una furia,lei urla che vuole la sua sborra nel ventre,poi riprende a spompinarmi, raggiungiamo insieme l'orgasmo , le nostre urla sono così forti da farle risuonare per la vallata.
Asia è in completa confusione,mi metto in ginocchio a nutrirmi della sborra che le esce copiosa dalla figa, Esmeralda la bacia e le dice che tutto va bene.
È qualcosa di irreale, non ci scambiamo una parola, Esmeralda si stende di schiena e fa salire su di sé mia moglie,io accompagno il bastone nella sua vagina, Esmeralda la stringe forte a sé,la sua lingua le percorre il palato,io le lecco il piccolo fiore e a fatica glielo infilo fino a toccare lo scroto della mia amante,Asia è in deliquio,il suo corpo trema come una foglia è pervasa dagli orgasmi più forti della sua vita.
Quando sente lo sperma invadergli tutti i buchi sviene dal piacere, subito mi metto a ripulire tutti gli umori, Esmeralda vede le mie chiappe all'aria e non sa resistere,si cosparge la verga di sborra e lentamente mi impala.
Asia riapre gli occhi, per un attimo rimane sbalordita,poi mi afferra il pene e lo masturba,sto godendo come un porco,la prego di farmi sentire le sue labbra,lei si stende sotto di me e inizia a spompinarmi leccando anche le palle della nostra comune amante.
L'orgasmo non tarda a arrivare,le riempio la bocca lei diligente ingoia tutto in attesa che anche la nostra donna sborri, Esmeralda lancia un urlo e mi allaga l'intestino, Asia pulisce ogni residuo dall'asta e poi si dedica a quello che esce dalla mia caverna.
Il sonno ci assale dormiamo fino al tramonto ,poi ci ritroviamo sul tavolo in cucina per raccontarci le nostre verità, Asia non mi giudica male e si è tolta il peso del tradimento,tutti è tre ci riempiamo di coccole,se non è amore è qualcosa di simile.
Passiamo la notte a amarci in tutti i modi fino all'alba,ci attendono giorni di gioia e di godimento,il nostro menage, si fa sempre più forte, finalmente nessuno deve rinunciare all'altro.
Inizia così la nostra anomala storia d'amore,ormai i nostri figli chiamano Esmeralda zia, certo verrà il momento di spiegare il nostro rapporto, ma ogni cosa a suo tempo.
Esmeralda non fa più il mestiere, con i suoi e i nostri risparmi si sono aperte un grazioso bar,gli affari vanno bene e quando posso vado a dare una mano.
Tante persone sparlano,ma frequentano volentieri il nostro locale.
Come finirà la nostra storia? chi vivrà vedrà,ma sono convinto che ci terremo compagnia anche da vecchi.

Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 9.9
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per Anche questo è amore :

Altri Racconti Erotici in trans:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni