Racconti Erotici > trans > Strani desideri
trans

Strani desideri


di Membro VIP di Annunci69.it Curioso917
01.05.2024    |    7.573    |    19 9.9
"Erold è inginocchiato a pecora il buchetto grinzoso occhieggia tra chiappe decisamente femminili, in quella posizione sembra proprio un puttana, con la mano..."
STRANI DESIDERI

Sposati da nove anni,per ora niente figli,ci siamo messi insieme che eravamo giovani e abbiamo dato spazio alle nostre carriere e a goderci gli anni migliori,per un figlio ci sarà tempo.
Mi chiamo Melania,a detta di chi mi conosce gran bella….. alta 1.80,capelli nerissimi lunghi e ricci,occhi grandi di un verde smeraldo,non magrissima,curve morbide e una terza abbondante.
Erold il mio lui , è pressappoco alto come me,tratti delicati,biondo ,occhi color del cielo,a ventotto anni sembra ancora un ragazzino forse per la corporatura esile nonostante la passione per il nuoto.
Lavoriamo in multinazionali diverse, tutti è due in odore di passare a ruoli dirigenziali, per ciò che concerne il sesso tutto ok, nonostante il fisico esile Erold dispone di una mazza importante che usa con maestria, strappandomi favolosi orgasmi ,non parliamo della lingua,i suo cunnilingus mi apre le porte del paradiso,in dieci anni la passione non è venuta meno.
Non parlo di fedeltà granitica,non ci siamo incontrati da verginelli,prima di conoscerlo ho saltato la cavallina con i maschietti più arrapanti del paese,e Erold era famoso in riviera come trombor de Femme,quando ci siamo incontrati è scattata la scintilla e ci siamo innamorati.
Ogni tanto si trasgredisce, giusto per dare un po' di sale al rapporto, trasgredire non tradire,le nostre scorribande ai privè lasciano il segno a molti torelli e femmine mangia uomini,ma il patto è di fare tutto solo insieme.
Il lavoro ci porta spesso a sostenere trasferte,non ne ho mai approfittato e sono disposta a mettere la mano sul fuoco che è così anche per il mio uomo.
Pochi giorni di astinenza servono a scatenare la libido,ho soddisfatto fino a quattro maschi insieme e lui si è fatto onore con le mogli e le compagne,il più volte sono le femminucce a uscirne distrutte ma appagate.
Tutto sembra proseguire negli schemi,un giorno mentre preparo la valigia mi accorgo che due paia di autoreggenti nuove sono smagliate,ho l'abitudine di aprire le confezioni e lasciare le calze appese come abiti,mi incazzo come una iena, forse involontariamente l'ho fatto con le unghie o la commessa del negozio mi ha fregato.
Ne prendo altre paia ancora impacchettate e saluto mio marito con un bacio a ventosa,mi accorgo che Erold è pallido e lo riempio di raccomandazioni,una pompa veloce per tirarlo su e poi via in missione per quattro giorni.
Quando il diavolo ci mette la coda,le riunioni proseguono per il meglio,finiamo il grosso del lavoro un giorno prima, minaccia neve,cosi la presidenza da il rompete le righe.
Posteggio nel garage appena in tempo, ormai le strade sono quasi impraticabili,dal garage si accede direttamente alla casa, entro appoggio le chiavi e guardo in salone se c'è Erold,la casa sembra deserta, decido di concedermi un bagno rilassante, passo davanti alla camera,la porta è aperta,mi cade l’occhio e rimango sconvolta .
Mio marito,il maschio Alfa è inginocchiato sul letto,con indosso le mie autoreggenti, scodinzola guardandosi allo specchio,indossa un abitino giallo primaverile,ha le labbra dipinte con il rossetto e in bocca uno dei dildo che usiamo per giocare.
Resto gelata a guardare la scena,poi mi riprendo e decido di tornare sui miei passi,non ho la mente lucida per affrontarlo, rientro nel garage aspetto un quarto d'ora e poi gli telefono per avvisare del mio arrivo .
Ho sempre davanti agli occhi l'immagine di Erold en Femme, vorrei sapere ma non voglio ferirlo, quando rientro mi viene incontro e mi bacia con passione, sulle labbra non c'è traccia di rossetto,le sue mani esplorano il mio corpo, sembra un polipo,in un attimo ho la mente sgombra , quando mi eccito è la figa che comanda:”humm,che bel benvenuto,che ne diresti di un bagno caldo?,sono tutta sudata,senti”,mi passo la mano tra le labbra della topa già bagnata e le faccio annusare,mi segue come un cagnolino, mentre mi abbasso per aprire l'acqua sento la verga che struscia tra le mie chiappe.
Mi sfila i pantaloni e abbassa il perizoma , umori dalla fichetta si appiccicano sul tassello di tessuto lasciando fili:” che porca che sei adoro leccarti quando sai di selvaggio”,affonda la lingua a leccare culo e vagina,sono pervasa da brividi ,lo so che gli piace leccarmi dopo ore che non mi lavo ,la lingua saetta come un cazzetto dandomi un piacere indescrivibile,poi gioca con le dita,scavando in profondità mentre il pollice mi stimola il clitoride,perdo il controllo e sparo uno squirt che beve con gusto.
Entriamo in vasca,per fortuna ho messo solo i sali altrimenti c'era schiuma in tutto il bagno,mi scopa come un ossesso,donandomi altri tre orgasmi fino a sentire il pancino farcito di sperma.
Calmati i bollori ci asciughiamo e vado a mettermi in tuta,mi ha fatto godere come una vacca,come è possibile che sia lo stesso uomo che ho visto vestito da femminuccia.
Dopo cena ci mettiamo sul divano a gustarci un whisky torbato:”amore tutto bene?”,”certo cara perché questa domanda, ora sei qui con me, và tutto a meraviglia”,”no , così per dire,ti ho visto carico più del solito, ancora un po' e dovevo farmi degli impacchi di malva,mi sa che domani saltiamo il club”,”non preoccuparti tesoro ,la mia troia preferita dorme nel nostro letto”posa il bicchiere e mi bacia con trasporto.
Quando andiamo a letto sono distrutta,il viaggio,la scopata e quello che ho visto,mi addormento di pacca,verso mattina nel dormiveglia, lo vedo vestito da femmina posseduto da un uomo di colore,non è proprio un incubo,mi sveglio eccitata, scosto le coperte,il suo pene è arzillo,lui finge di dormire,lo lavoro con la boccuccia infilandolo fino in gola,sono brava a fare i pompini e in poco tempo gusto una bella dose di yogurt.
È il modo migliore per iniziare la giornata, colazione e poi ci prepariamo per andare al lavoro,ormai è un tarlo che mi rode, possibile che Erold sia Gay e io non mi sono accorta di nulla?ci siamo sempre detti tutto,tra noi non ci sono mai stati segreti.
Il sabato successivo andiamo al privè , partecipiamo a un orgia di gruppo,mi lascio andare al piacere,ma ogni tanto osservo mio marito per vedere se guarda gli uomini in modo ambiguo,mi sembra tutto normale, penso quasi di averlo sognato.
La serata è movimentata,il gran finale lo riservo a un mandingo con una verga enorme,lo cavalco all'amazzone, facendolo quasi uscire per poi farlo sparire fino a sedermi sul suo ventre,il tipo è resistente, probabilmente non sono la prima della serata,sento la voce di mio marito che mi soffia in un orecchio ti amo,poi la sua verga si fa spazzio tra le tenere grinze del mio culetto,tra la bestia e il suo che non è molto da meno,inizio a godere,piacere e dolore,i partner si sincronizzano e mi fanno impazzire dal piacere,sento gonfiarsi il serbatoio del profilattico del negro e gli schizzi nell’intestino.
Usciamo pienamente soddisfatti;”hai visto che bestia che aveva il ragazzo”,lui ridendo mi dice che si è accorto per la fatica di farsi spazio nel mio buchetto,anche provocandolo non sembra gli interessano gli uomini,passiamo sul grande raccordo, è pieno di prostitute,lui non le degna d'uno sguardo ma poi arriviamo alla zona dei trans, sembra guardarsi attorno,gli parlo e lui no risponde,troppo preso a guardare le trans.
:”tesoro,che dici ne carichiamo una?,deve essere fantastico scopare con un uomo donna”,”ma dai,non mi và e poi credo che per stasera abbiamo fatto il pieno”.
Arrivati a casa, andiamo a dormire distrutti,comincio a pensare come affrontare la cosa, in fondo non c'è niente di male, anch'io ho un certo prurito nel voler provare un trasgender,sono incuriosita da queste figure .
Mi sento quasi in colpa,ma io e Erold ci siamo sempre detto tutto,se qualcosa in lui è cambiato voglio esserne partecipe a costo di rompere il nostro legame,mi invento una trasferta,so che lui in questo periodo resta in città,un po' mi sento di tradire la sua fiducia ma lo faccio per rinsaldare il nostro amore.
A sua insaputa, faccio installare un circuito di videoregistrazione collegato al mio cellulare,mi metto in contatto con una cara amica che si occupa di escort,alla mia richiesta resta perplessa:”una trans molto bella e attiva? ti sei stancata degli uomini,cosa ne pensa Erold?”,”tu trova quella giusta, è un regalo per una persona cara, nessuno deve sapere chiaro e mi raccomando, che sia moooolto attiva ,domani la voglio incontrare a questo indirizzo alle 16 per spiegarle i dettagli”.
Un vecchio appartamento ereditato da mamma fa al caso mio,il mattino successivo dopo una notte d'amore saluto Erold e inizia la sceneggiata
Mi trasferisco nell'appartamento,mi collego in smart working col lavoro,sicuramente fino alle 17 è in ufficio ma meglio non correre rischi, qualche pappagallo potrebbe vedermi e riferire,mi prendo la giornata per me', finalmente l'occasione per finire un libro da troppo tempo sul comodino,mi faccio portare il pranzo dai Raider poi aspetto l'orario prestabilito con un po' di apprensione, spero che l'amica ha individuato la persona giusta, stare chiusa qui dentro un altro giorno andrei in paranoia.
Puntuale sento suonare alla porta,mi si para dinanzi un pezzo di figa da paura, anche la voce sembra da donna,si presenta:”buongiorno sono Kelly, la signora Simonetta mi a detto che mi aspettava”, è mulatta,due spanne più alta di me:”prego accomodati”, appena entra mi stringe forte,le labbra si incollano sulle mie,sento strusciare sul ventre un biscione:”no,no, ferma non sono io il cliente”,”peccato,mi piaci,ti parrà strano ma adoro le belle donne, Simonetta non mi ha spiegato nulla,solo indirizzo e orario”,”credimi,mi farei sbattere volentieri da tè,ti confesso che una come tè manca alla collezione,ma è un regalo per mio marito, almeno lo spero “.
Gli racconto gli antefatti e che scopo con altri solo in presenza del mio lui,le chiedo come da accordi le analisi,la prima volta per lui deve essere a pelle,la tipa è sveglia,mi dice che tanti uomini vorrebbero avvicinarsi al cazzo ma non né hanno il coraggio,le preparo un caffè e ci sediamo a chiaccherare,credo che Simonetta ha fatto una scelta azzeccata , bellissima e cazzuta r niente affatto stupida,se tutto va come spero anch'io non mi faccio scappare quella mazza.
Ho pagato fino alla mattina successiva, Kelly più volte mi fa una corte spietata,alle 17.30 trilla l'avviso intruso,mio marito è rientrato,si chiude in bagno,dopo mezz'oretta va in camera,si è già messo il rossetto e un patetico tentativo di trucco ,senza esitare,si avvicina al comodino ,per prendere il fallo più grosso, è quello nero,un pene realistico di una ventina di centimetri, torna in bagno e quando esce ha in mano un paio di autoreggenti che sicuramente ha preso dal cestone del bucato e un paio di slip con tracce dell'ultima lotta notturna ,li porta al naso e li annusa con aria beata.
Si infila autoreggenti e slip,dai bordi esce la verga già barzotta,lecca il dildo con sguardo stralunato,lo riempie di saliva,si stende in posizione lasciva e fa scorrere la cappella sulle labbra dell'ano.
È più che sufficiente, possiamo andare:”humm,il tuo uomo è una bella troietta,se me lo affidi te lo trasformò in una bagascia”, pochi chilometri e parcheggio nel garage, entriamo di soppiatto.
Sia io che Kelly restiamo in autoreggenti e scarpe tacco dodici le sue tette seppur finte sono uno spettacolo,ci guardiamo sorridendo,il piano è che entra a un mio accenno, Erold ha gli occhi chiusi ,la verga è dura come marmo,la grossa cappella del dildo gli ravana il sedere,mi avvicino in silenzio,e le mie labbra si aprono per fare entrare la mazza.
Il povero amore, apre gli occhi e trasale:”ssst ,piccolo mio, rilassati e lasciati andare”,inizio il pompino più bello della mia vita,impugnò il vibratore e lo roteo senza forzare lo sfintere,ha gli occhi chiusi,ansima,dalle labbra escono parole sconnesse, vederlo godere come una donna mi fa impazzire,faccio cenno a Kelly di intervenire,lo bacia con le sue grandi labbra,la lingua guizza e si intreccia con la sua, è così abbandonato al piacere che non si rende conto che siamo in due:”amore,come sei bella,rilassati ti offro la gioia”, Kelly capisce al volo,smette di baciarlo e appoggia l'enorme cappella sulle sue labbra,spalanca la bocca e gli occhi per lo stupore, Kelly ne approfitta per farne entrare un pezzo,cerca di farfugliare una protesta:”no amore, lasciati andare, è bello succhiare questo grosso cazzo,vedrai piacerà anche a tè,fai quello che vorresti che io faccia ,al tuo fratellone ci penso io.
Lo pompo con passione e a giudicare dai mugolii di Kelly anche lui si sta impegnando nel farla godere,si infila la verga enorme fino al velopendulo e la fa scorrere nella sua bocca, l'uccello di Kelly è lucido di saliva,la trans appoggia le mani sulla sua testa e le dà il ritmo:”bravo il mio porco, succhi come una troia,dai,dai che ti do il tuo premio, succhia, succhia,poi penso al tuo culetto vergine,toho porco toho bevila tutta” ,
Contemporaneamente Erold mi scarica in bocca un fiume di sborra,non ne ho mai vista tanta,sposto Kelly e lo bacio scambiandoci lo sperma.
“eh no cara, riprenditi adesso mi devi riempire la figa,al suo culo ci pensiamo dopo,tanto c'è tempo, bravo il mio amore, lazzaro è risorto,una bella doppia è quello che ci vuole’.
Salgo su Kelly e mi infilo in un colpo solo il biscione,la sensazione che mi dà le nostre calze che strusciano mi manda in estasi ,la bacio con ardore, un bacio bagnato carico di saliva, Erold si mette dietro e appoggia la verga sulle grinze del buchetto,ho la figa completamente dilatata,ma ho voglia di farmi sfondare anche dietro:”piano amore, ricordati che dopo è il tuo turno,non sai come è bello sentire un cazzone che ti scorre nel budello”,mio marito si infoia come un maiale,i miei buchi sono martoriati, sembrano due pistoni sincronizzati,godo,godo e poi godo,non ho mai avuto tanti orgasmi, eppure non sono un educanda,squirto almeno tre volte,il letto è un disastro ma io sono in paradiso,i miei stalloni grazie alla prima venuta sono resistenti e io mi godo la monta.
Dopo un tempo infinito vengono simultaneamente,da buoni amici, spartiscono la sborra che fuoriesce abbondante dai miei pertugi, leccano e si baciano scambiandosi i sapori.
Siamo tutti e tre disfatti mezz'oretta di riposo e poi la cena,a me il sesso mette appetito e per come ho goduto potrei mangiarmi in toro,lo stesso vale per loro, svuotiamo il frigo chiacchierando come vecchi amici.
Erold è seduto in mezzo,si gode i nostri baci e le sue mani giocano coi nostri sessi:”che dici vuoi provare? Kelly mi ha assicurata che è esperta nel sfondare i culi vergini,vedrai sentirai poco male e poi la mia boccuccia si occuperà del fratellino”.
Erold non è troppo convinto,ma le nostre moine lo convincono a tornare a letto, Kelly le fa ballare davanti agli occhi il bastone,in un attimo finisce nelle fauci del mio uomo, altro che, se gli piace succhiare il cazzo,vederlo così in calze e perizoma me lo scoperei io,penso che il prossimo acquisto sarà uno strapon doppio, già mi immagino.
Erold è inginocchiato a pecora il buchetto grinzoso occhieggia tra chiappe decisamente femminili, in quella posizione sembra proprio un puttana,con la mano gli mungo la verga mentre per la prima volta la mia lingua gusta il suo piccolo fiore,lo riempio di saliva e lo forzo con un dito,quasi lo risucchia:”maialino,qui quante cose sono passate? hai il culetto morbido e cedevole”,al primo dito ne segue un secondo e poi un terzo,ormai ci sguazzano aiutate dall’ abbondante saliva, Erold ansima e scodinzola come una troia,una spruzzata di lubrificante e direi che è pronto al primo cazzo e che verga che gli sto servendo,ci diamo il cambio:” dai leccami la figa che Kelly ti fa capire come gode una donna,bravo il mio succhia cazzi, succhia il mio clitoride”, è sempre maestro del cunnilingio,ci metto poco a andare in orbita ,ma ora il mio compito è un altro,mi stendo sotto di lui,il biscione penzola forse per il timore di ciò che, l'aspetta,l’imbocco e in un attimo cresce nella mia bocca:”ooh ,si cara ,come succhi”, improvvisamente si blocca, Kelly e già entrata e lo sfintere ha ceduto,lo sento irrigidirsi e temo che il gioco finisca.
“buono,buono,quasi ci siamo ,il peggio è passato,senti le nostre palle si toccano,brava Melania leccale sei la più porca delle mogliettine, brava troietta ti sei preso 23 centimetri di cannone senza urlare, adesso sarai tu a dirmi di incularti”,la mazza di Erold quasi si impenna,al porco piace essere inculato:”siii troia,fottimi ma piano,sono la tua puttana”,”cazzo verginello,stai mungendo la verga,sembra che nella vita hai preso solo cazzi, bravo ora mamma ti fa godere”, dalla mia posizione privilegiata vedo in primo piano la sodomia,prima l'uccello di Kelly si muove con cautela ma man mano che aumenta l'ansimare di Erold accelera la corsa,”dai,ti sfondo questo culo,da ora in poi non potrai più fare a meno del cazzo, Erold è scosso dai forti colpi inflitti da Kelly,guaisce a scuarciagola e l’implora di continuare,ad ogni colpo la sua verga pulsa pronta a esplodere,le gocce di sudore di Kelly scivolano sul corpo di Erold e mi bagnano la fronte.
Per la prima volta nella mia vita squirto senza toccarmi, è il segnale,i due urlano l'orgasmo,la bocca si riempie di crema,non riesco nemmeno a trattenerla tutta,una parte mi imbratta il viso, Kelly da due ultimi colpi ,quando si sfila il suo,culo resta aperto,dalla voragine esce una quantità enorme di sborra che mi scivola in bocca e in viso,esco dalle gambe di Erold che sono una maschera di lussuria,il mio uomo sta ripulendo le ultime gocce di sperma dalla mazza nera,quando vedono il mio viso si gettano a leccarlo facendo quasi a gara per gustarselo.
Kelly è prenotata fino a mezzanotte,ma si ferma da noi a dormire,ma prima i due mi danno una ripassata alla topina che era stata trascurata,per un po' il culo del mio uomo è off limit, ma si difende bene da attivo e Kelly gode di una lunga inculata, naturalmente il frutto lo gusto io ,in sei ore ho ingoiato più sborra che in tutta la mia vita.
Ci addormentiamo abbracciati ,al risveglio pretendo la solita razione di yogurt,ma oggi ne faccio una scorpacciata.
Facciamo colazione tutti è tre,un sacco di brioches surgelate sparisce,ho sempre detto che il sesso mette fame,direi che per oggi siamo soddisfatti, aiuto il mio uomo a togliersi le autoreggenti,se non fossi in questo stato….,poi ci facciamo una doccia e ci puliamo dalle nostre scorie a vicenda.
Saldo Kelly con la certezza di rivederla presto, Erold la bacia quasi con tenerezza:”grazie,mi hai aiutato a sbloccarmi,sei stata fantastica”,”sono stata pagata ma giuro il prossimo giro è gratis”,lo dice sorridendo toccandosi il pacco.
La salutiamo tenendoci per mano, c'è un momento di imbarazzo, Erold è in difficoltà:”dai amore, racconta”gli spiego come ho fatto a scoprire il vizietto :”se prima ti amavo, oggi ancor di più, un'altra donna come minimo avrebbe fatto una scenata o chiedeva il divorzio ma tu no,hai fatto di tutto per coinvolgermi,sei la persona migliore al mondo,non vorrei vivere con nessun'altra”,”amore se vuoi spiegami,non ho mai visto in tè desideri omosessuali “,”infatti gli uomini non mi interessano,amo le donne,il loro corpo ,sai ho sempre avuto un fisico quasi da ragazzina,quando ero adolescente,mi mettevo di nascosto i vestiti di mamma,poi negli anni questa fantasia mi è passata, però pian piano si è insinuato il desiderio di capire cosa prova un donna a essere posseduta.
Durante le tue assenze ho iniziato a ammirare i tuoi abiti e la lingerie,provarla il passo è stato breve, quando mi sono visto vestito da donna ho iniziato a desiderare, capire come godere da passivo,scusami le nostre taglie sono quasi identiche ma indossare calze da donna per me' non è facile, te ne ho rovinate diverse,poi tu hai scoperto tutto”.
Mi guarda moggio come qualcuno sorpreso a rubare una mela:“Erold ,non c'è da vergognarsi,hai bisogno di nuove emozioni, anch'io ho goduto da morire con Kelly,non era solo la mazza,era la prima volta che provavo una donna con il cazzo,vedrai amore ci sarà da divertirsi “.
“Non pensarci nemmeno che faccio certe cose in pubblico”,”certo amore,sei sempre il mio maschio Alfa , l'unico che ho mai amato veramente,ma nel privato vorrei che questa cosa non finisca”,”scherzi,non ho mai provato una simile libidine non è come scopare tè o altre donne,non è la stessa cosa,ma un po' mi vergogno “,”perché, ogni tanto sarebbe bello invertire le parti,non ho mai avuto questo desiderio,ma questa notte avrei pagato per essere al posto di Kelly,dai non fare il maschiaccio,vieni diamo un'occhiata a questo catalogo,sicuramente ci sarà qualcosa adatto a tè,la parrucca adatta ce l'ho e posso truccarti io,tu sei imbranato,poi faccio arrivare un giochino carino,vedrai come ti faccio godere,ma ora pensiamo al pranzo il frigorifero è vuoto “.
Disclaimer! Tutti i diritti riservati all'autore del racconto - Fatti e persone sono puramente frutto della fantasia dell'autore. Annunci69.it non è responsabile dei contenuti in esso scritti ed è contro ogni tipo di violenza!
Vi invitiamo comunque a segnalarci i racconti che pensate non debbano essere pubblicati, sarà nostra premura riesaminare questo racconto.
Votazione dei Lettori: 9.9
Ti è piaciuto??? SI NO


Commenti per Strani desideri :

Altri Racconti Erotici in trans:



Sex Extra


® Annunci69.it è un marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati e vietate le riproduzioni senza esplicito consenso.

Condizioni del Servizio. | Privacy. | Regolamento della Community | Segnalazioni